Vincenzo Gentile

UK, BBC è mobile

Destinato agli schermi di alcuni smartphone e limitato ai soli utenti britannici, il nuovo servizio viene visto come un'occasione di contatto con le fasce più giovani dell'audience. Purché paghino regolarmente il canone

Roma - Nonostante i venti di crisi soffiati nel recente passato sul settore delle TV mobile, fenomeno che sino ad ora non sembra essersi affermato del tutto, BBC ha reso disponibile la beta del suo servizio dedicato ai telefonini. L'applicazione web ripropone alcune selezioni dei classici canali dell'emittente britannica, nonché alcuni programmi radiofonici.

Il servizio, accessibile a questa pagina, è destinato agli smartphone dei soli utenti britannici e permette di accedere ad una nutrita selezione di programmi, tra cui BBC One, BBC Two e BBC News, nonché ad altrettanti canali radio della stessa emittente. Per fruire dei palinsesti della TV britannica non c'è bisogno di scaricare o installare alcun software: basta digitare l'apposito indirizzo per poter fruire in maniera gratuita dei contenuti offerti in streaming. Per il futuro, inoltre, è prevista l'integrazione dei sottotitoli per i programmi trasmessi. Per stessa ammissione di Richard Titus, dirigente della divisione mobile presso BBC, il servizio è orientato soprattutto ai giovani, sicuramente tra gli utenti attratti dalle nuove possibilità offerte dalla connettività mobile.

Attualmente, BBC Mobile è accessibile solo ed esclusivamente dagli schermi dei vari smartphone solo via WiFi, anche se in un non meglio specificato periodo di tempo i responsabili del network televisivo dovrebbero rilasciare il pieno supporto alla connettività 3G. Difficile, al momento, stabilire l'esatta lista di compatibilità in materia di dispositivi: secondo alcune fonti, il servizio sarebbe compatibile con il G1 di Google/HTC ed alcuni device della serie N di Nokia. Inoltre, sarebbe garantita piena compatibilità anche con dispositivi di marchi quali Samsung, Motorola e Palm. Nonostante il fortunato N95 di Nokia sembri non supportare il servizio, il vero assente illustre è iPhone di Apple, sul quale pare non essere garantita la compatibilità del programma, almeno per il momento.
Nonostante la beta sia disponibile solo da poche ore, il lancio del servizio sarebbe stato previsto sin dallo scorso settembre, periodo in cui l'emittente ha iniziato la fase di sperimentazione: "lo scopo iniziale dei test, eseguiti su un numero limitato di dispositivi, è stato quello di riuscire a capire quale fosse il modo migliore di fornire contenuti in live streaming per un numero sempre maggiore di smartphone" ha dichiarato l'entourage dell'emittente. "Comunque, va detto che siamo abbastanza lontani dal rendere questo tentativo un servizio pienamente sviluppato e arricchito di contenuti".

Come già detto, il servizio è assolutamente gratuito, eccezion fatta per gli eventuali costi di connessione alla rete WiFi. Nonostante ciò, come ribadito nella sezione delle FAQ dedicate al servizio, per sfruttare in tutta tranquillità BBC Mobile è consigliabile pagare il canone televisivo britannico. Ciò avviene perché, secondo le normative del Regno Unito, per poter visionare i contenuti in diretta si deve necessariamente pagare l'obolo, a differenza dei contenuti forniti in differita tramite l'apposito iPlayer, che non necessitano della sottoscrizione del canone TV. Per tutti i trasgressori, il network ricorda che l'infrazione costituisce un vero e proprio reato, punibile con una multa fino a mille sterline a cui potrebbero aggiungersi gli eventuali addebiti dei costi legali.

Vincenzo Gentile
3 Commenti alla Notizia UK, BBC è mobile
Ordina