Alfonso Maruccia

Yahoo! e Microsoft si parlano sul serio

Dopo indiscrezioni e mezze smentite, fonti interne confermano il sopraggiunto avvicinamento dei vertici delle due aziende. Le conversazioni sono allo stadio preliminare e tutto è ancora possibile. Ma c'è dialogo

Roma - Nelle settimane scorse si erano parlati solo per telefono, ma ora Steve Ballmer di Microsoft e Carol Bartz di Yahoo! si sono incontrati di persona e hanno cominciato a discutere del futuro delle rispettive società. I due CEO parlano apertamente su tutto, dicono fonti interne informate sui fatti, e se il futuro non è ancora scritto certo è che mai come in questo momento Redmond e Santa Clara sono propensi a siglare un accordo sulla ricerca e l'advertising web dal sapore probabilmente storico.

Microsoft e Yahoo! si parlano, e oltre che tra i CEO la comunicazione scorre anche tra gli altri dirigenti delle due società, impegnati nello stabilire se le possibilità che un accordo si raggiunga sono concrete, quali settori tale accordo potrebbe coinvolgere e che tipo di partnership ne uscirebbe fuori. Tutto è possibile, anche che salti questa ennesima occasione. Ma le fonti sono concordi nel dire che, in ogni caso, non si parla della più volte ipotizzata acquisizione di Yahoo! da parte di Microsoft.

Sia come sia i colloqui vanno avanti comunque, perché se si prende in considerazione "l'enorme market share di Google", risulta chiaro che "questi due hanno bisogno di lavorare assieme e risolvere i problemi che ci sono stati in passato", secondo l'opinione di un outsider a cui è stato riferito dei colloqui di cui sopra.
Che il market share di Google rappresenti la discriminante principale di un eventuale accordo o dell'ennesima rottura è evidente anche grazie alle ultime stime pubblicate da Nielsen, secondo cui Mountain View continua ad aumentare la sua influenza sul mercato del search con cifre di rilievo (16,7% annuale), detenendo attualmente il 64,2% dello share contro il 15,8% di Yahoo!, il 10,3% di Microsoft e il resto a seguire.

Yahoo!, a onor del vero, cresce a ritmi ancora più sostenuti di Google, ma la situazione potrebbe cambiare radicalmente a causa degli accordi (rispettivamente) tra Microsoft e HP e tra Google e Acer per l'installazione di una toolbar personalizzata sul browser. Dopo il fallito tentativo di acquisizione dell'era pre-Bartz Microsoft si è poi spinta in avanti sul mercato, facendo acquisti eccellenti tra gli ex-specialisti del search di Yahoo! e lavorando al remix dei servizi web con Kumo.

Tutti sono in trepidante attesa dei risultati finanziari del primo quarto del 2009 che verranno pubblicati di qui a breve, ma per il momento Yahoo! e Microsoft ancora mostrano di volersi prendere tutto il tempo necessario a smussare gli angoli, esplorare le possibilità, tastare il terreno e preparare ponti verso una meta ignota. Tra le ipotesi messe in campo in questi giorni si parla anche di partnership incrociate sull'advertising, con Microsoft impegnata a fornire i suoi servizi a Yahoo! e viceversa.

Per sapere qualcosa di più concreto su quello che sta realmente avvenendo ai piani alti delle due società bisognerà probabilmente attendere la conferenza D: All Things Digital prevista per maggio, dove sia Bartz che Ballmer hanno accettato di farsi intervistare, anche se in occasioni separate.

Alfonso Maruccia
16 Commenti alla Notizia Yahoo! e Microsoft si parlano sul serio
Ordina
  • Nel mondo reale si compra un concorrente per eliminarlo.
    Nel mondo virtuale...
    Anche!
    Finirà che elimineranno Yahoo per tentare di far spazio a Live search.
    :(

    Pclinux
    web pclinux(dot)eu
    non+autenticato
  • L'ultima applicazione web 2.0 di successo
    di Yahoo, è cioè Flickr, quando cadrà nelle
    mani di Microsoft (che nel frattempo si sta
    leccando i baffi), che fine farà? Spero che
    non la inficeranno di schifezze varie, sennò
    l'abbandonerò volentieri in favore di altre
    community più indipendenti.
  • Secondo me a livello di applicazioni offerte sopravviveranno così come sono tutte quelle che rendono e verranno eliminate solo quelle che palesemente non rendono nulla.

    A rischiare, più che flickr, saranno progetti come Pipes e Geocities: più probabile una fusione tra motori di ricerca e crawler.
  • concordo pienamente con te ...e comunque anche gia' flickr non e' tanto libero ... vedi l'enorme quantita' di profili cancellati (e a volte sembra che il porno sia marginale. Comunque ci sono altre community di sharing-fotografico... non resteremo soli!
    non+autenticato
  • Mi ricordo ai tempi di altavista ed altri motori di ricerca quasi tematici, poi comparve Yahoo, sembrava uscito da una lampada di Aladino, si trovava molto di più degli altri motori messi assieme, infatti ai tempi lo usavo come motore di ricerca predefinito, lo è stato per diversi anni, a un certo punto comparve uno sconosciuto "allora" google, ero veramente prevenuto nei suoi confronti, lo usavo solo se non riuscivo a trovare qualcosa su Yahoo, ma passando il tempo mi dava sempre più soddisfazioni, a un certo punto rimpiazzai il motore perdefinito con google, non erano ancora tempi sospetti e consigliavo agli amici di usare lo sconosciuto google come motore di ricerca in quanto più performante e veloce di Yahoo, il resto lo conoscete anche voi giovani dell'informatica, come da oggetto Yahoo ha fatto il suo tempo, è stato un motore ottimo, ma daltro canto non ha saputo evolversi come il suo concorrente, azioni? si, con le fusioni o con la patership con un grande gruppo come microsoft di certo saliranno, ma per me sarà solo una cosa temporanea per poi tornare nell'oblio essendo se va bene l'eterno secondo.
    Se in una competizione agonistica arrivare secondi da un grande appagamento, essere secondi nell'it da solo frustazione!!!
    non+autenticato
  • personalmente ho virato istantaneamente a Google, perché la schermata maledettamente asciutta e veloce era molto più invogliante del lento pappone "vintage" di Yahoo!

    tuttavia, la mia prima email fu proprio su yahoo.com, e la uso tuttoggi. mi scoccerebbe non poco vedermela ruotata su hotmail.
    non+autenticato
  • - Scritto da: erbeppe
    > Mi ricordo ai tempi di altavista ed altri motori
    > di ricerca quasi tematici, poi comparve Yahoo

    Veramente Yahoo c'era da prima di Altavista. Prima di Altavista era molto popolare Lycos. Me lo ricordo perché uso internet dal 1994.
    non+autenticato
  • - Scritto da: anonimo
    > - Scritto da: erbeppe
    > > Mi ricordo ai tempi di altavista ed altri motori
    > > di ricerca quasi tematici, poi comparve Yahoo
    >
    > Veramente Yahoo c'era da prima di Altavista.
    > Prima di Altavista era molto popolare Lycos. Me
    > lo ricordo perché uso internet dal
    > 1994.

    Mii che ricordi!!!, si anche io lo uso da quella data più o meno, devo confermare che insieme a lycos usavo anche un altro che era stile google con un'interfaccia molto colorata che sembrava un occhio, ma sinceramente non ne ricordo il nome, come non mi ricordavo di lycos e altri, troppo tempo è passato e troppi motori si sono trasformati in meteore!!
    non+autenticato
  • Yahoo non è solo un motore di ricerca (che non uso praticamente mai) ma è un portale con la posta elettronica che funzia bene, le notizie, la guida tv, answers e tante altre vaccate. Sono 12 anni che ho la posta su Yahoo, spero che non me la compri la Micro$fot...
    non+autenticato
  • Ma ve li ricordate gli spot "Do You Yahoo?"
    Grandiosi!!! Sorride
    Stiamo parlando di più di 6 anni fa... allora fare ricerche sul web era usare Yahoo...
    Ora c'è Google, oggi non si fanno delle ricerche sul web, si fa "googling"... anche la lingua si è reinventata (fortunatamente in ingelse, in italiano spero di non sentire mai il verbo "guglare" Deluso )
    Ma va bene così, il servizio offerto risponde alle aspettative degli utenti (velocità ed accuratezza della risposta) rispetto ad altri servizi... oltretutto ad oggi è una delle realtà informatiche più dinamiche, una vera fucina di idee e progetti.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Spot
    > Ma ve li ricordate gli spot "Do You Yahoo?"
    > Grandiosi!!! Sorride
    > Stiamo parlando di più di 6 anni fa... allora
    > fare ricerche sul web era usare
    > Yahoo...

    La pubblicità col parruccone era forte, però non aveva il predominio delle ricerche sul web, specie in europa. Andava forte in USA e in UK. Anzi mi pare che per le ricerche avesse incorporato il motore di un'altra azienda, forse altavista.
    Yahoo è sempre stata forte per tutti gli altri servizi che offre. Io però non li ho mai usati se non indirettamente dopo che si è comprata flickr e del.icio.us.
    non+autenticato
  • come degli sfigati

    [...] accordi tra Microsoft e HP e tra Google e Acer per l'installazione di una toolbar personalizzata sul browser [...]

    l'utente finale sarà contentissimo di avere il browser pieno di monnezza
    non+autenticato
  • Verissimo.
    Ho appena comprato un notebook Fujitsu e dentro aveva preinstallato Google desktop, Google toolbar e altre utility inutili (almeno per me)....inutile dire che la prima cosa che ho fatto è stato formattare per "liberarmi" da tutte quelle porcherie.
    non+autenticato
  • eh ma se formatti e reinstalli con il sistema OEM che ti danno, ti ritrovi la stessa situazione!

    quindi a quel punto o compri un'altra OEM, o una retail, oppure..
    va bè il resto lo san tutti

    bel modo di trattare gli utenti
    non+autenticato
  • Ho installato da dvd retail (avendo l'abbonamento MSDN premium è una pacchia). C'era talmente tanta porcheria che ho preferito formattare e reinstallare da zero, c'ho messo meno tempo piuttosto che disinstallare tutto Sorride
    non+autenticato