Nel 2011 AMD fonderà CPU e GPU

AMD potrebbe lanciare il suo primo microprocessore che coniugherà i core di una tradizionale CPU con quelli di una GPU. Debutterà sui notebook, dove porterà tecnologie come DirectX 11 e UVD 3

Roma - In casa AMD il preannunciato matrimonio tra CPU e GPU avverrà nel corso del 2011, e darà vita ad una nuova categoria di processori che l'azienda californiana ha battezzato Accelerated Processing Unit (APU). Ciò è quanto emerge da alcune slide relative alla roadmap di AMD pubblicate dal sito web Expreview.

Noto con il nome in codice Llano, il primo microprocessore di AMD con grafica integrata sarà indirizzato ai notebook e farà parte di una piattaforma, Sabine, che comprenderà anche i chipset della serie SB9xxM. Costruito con un processo a 32 nanometri, Llano integrerà fino a 4 core di calcolo x86-64 e una GPU capace di supportare la futura tecnologia DirectX 11 di Windows 7. L'APU supporterà memorie DDR3 da 1600 MHz, FPU a 128 bit e la tecnologia UVD 3 per la decodifica dei flussi video SD/HD.

Per quanto riguarda invece i chipset SB9xxM, questi supporteranno il nuovo standard USB 3.0, fino a 16 porte USB, 6 connessioni SATA e 4 slot PCI Express.
Se quanto trapelato negli scorsi giorni verrà confermato, Sabine sarà la prima implementazione di quella tecnologia Fusion che AMD annunciò subito dopo l'acquisizione di ATI, nel 2006. Fusion punta a unificare in una sola architettura i core general purpose di una tradizionale CPU x86-64 con altri specializzati, come quelli normalmente utilizzati dalle GPU per accelerare la grafica 3D e la decodifica video. Attraverso un tale approccio, che poi non è dissimile da quello seguito da Intel con il futuro processore Larrabee, AMD prevede di abbattere costi e consumi e di semplificare lo sviluppo di applicazioni GPGPU.

Nel 2011 AMD sposerà CPU e GPU


Ma Fusion, come noto, non è soltanto il nome della futura architettura ibrida di AMD: Fusion è anche il brand scelto dall'azienda di Sunnyvale per identificare una nuova famiglia di prodotti, hardware e software, che fanno leva sulla stretta integrazione tra CPU e GPU. L'ultimo in ordine di arrivo è la beta di Fusion Media Explorer, che prende molti degli elementi già inclusi nell'attuale LIVE! Explorer - come l'interfaccia di navigazione 3D tra contenuti digitali locali e remoti - e li fonde con diversi elementi di social networking: tra questi, l'integrazione con servizi online come Flickr, YouTube, Microsoft Live e Facebook, possibilità di condivisione via Internet ecc. Un'approfondita recensione del software è stata pubblicata qui da The Inquirer, mentre le note di rilascio si trovano qui.

Fusion Media Explorer è stato ottimizzato per le piattaforma Puma e Dragon di AMD, e funziona solo in congiunzione con le CPU e le GPU prodotte da quest'ultima.



Le slide pubblicate da Expreview rivelano anche l'esistenza di Danube, una piattaforma per notebook attesa per il prossimo anno e basata sulla coppia di chipset RS880M e SB8xxM. Danube sarà la prima soluzione quad-core specificamente progettata per i PC portatili, ed utilizzerà una CPU nota in codice come Champlain. Questa piattaforma supporterà memorie DDR3 con frequenza massima di 1066 MHz, DirectX 10, UVD 2, 6 porte SATA e 16 porte USB.
3 Commenti alla Notizia Nel 2011 AMD fonderà CPU e GPU
Ordina
  • Bella l'idea di fondere cpu e gpu, tanti vantaggi a livelli "Base" (vedere video, navigare ecc... a bassi consumi e buone prestazioni) ma nella pratica, una APU sarà in grado di reggere le prestazioni di una CPU+GPU a parte con applicazioni che richiedono davvero un notevole utilizzo di accelerazione 3D e processore? (Videogames, programmi di grafica 3d ecc..)? Insomma, sotto sforzo come si comporta una APU?
    Sarà, ma penso che una soluzione come questa prenderà piede solo su netbook e dispositivi portatili, a meno che AMD ci stupisca davvero tutti quanti.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Poldo
    > Bella l'idea di fondere cpu e gpu, tanti vantaggi
    > a livelli "Base" (vedere video, navigare ecc... a
    > bassi consumi e buone prestazioni) ma nella
    > pratica, una APU sarà in grado di reggere le
    > prestazioni di una CPU+GPU a parte con
    > applicazioni che richiedono davvero un notevole
    > utilizzo di accelerazione 3D e processore?
    > (Videogames, programmi di grafica 3d ecc..)?

    Guardando la roadmap ufficiale di AMD, si evince che e' comunque prevista una GPU discreta da accoppiare alla APU. In sostanza, in un sistema low-end a basso consumo questo approccio migliorerebbe drasticamente le prestazioni di un sistema APU + IGP, mentre in un sistema high-end, verrebbe accoppiato ad una GPU discreta con i relativi vantaggi offerti dall'approccio ibrido.

    > Insomma, sotto sforzo come si comporta una APU?
    >
    > Sarà, ma penso che una soluzione come questa
    > prenderà piede solo su netbook e dispositivi
    > portatili, a meno che AMD ci stupisca davvero
    > tutti
    > quanti.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Poldo
    > Bella l'idea di fondere cpu e gpu, tanti vantaggi
    > a livelli "Base" (vedere video, navigare ecc... a
    > bassi consumi e buone prestazioni) ma nella
    > pratica, una APU sarà in grado di reggere le
    > prestazioni di una CPU+GPU a parte con
    > applicazioni che richiedono davvero un notevole
    > utilizzo di accelerazione 3D e processore?
    > (Videogames, programmi di grafica 3d ecc..)?
    > Insomma, sotto sforzo come si comporta una APU?
    >
    > Sarà, ma penso che una soluzione come questa
    > prenderà piede solo su netbook e dispositivi
    > portatili, a meno che AMD ci stupisca davvero
    > tutti quanti.

    Non credo lo facciano per la "potenza" tantomeno soppiantare soluzioni classiche.
    Questo nuovo accrocchio sarà come Larrabee, ma ha un suo perchè ovvero l'implementazione a livello di CPU di un core GPU con istruzioni base a supportare sistemi operativi e funzioni in cui negli ultimi anni si è ripiegato sulle GPU delle schede video (vedi i programmi adobe).
    Sarà utilie per sistemi integrati e restituirà quel guadagno prestazionale infinitesimale ma adatto allo scopo.

    IMHO
    -ToM-
    4532