Alfonso Maruccia

L'Europa finanzia le ricerche più estreme

La Commissione UE promette un sostanzioso incremento di fondi. L'obiettivo è offrire agli scienziati i mezzi per lavorare a quanto non sarà realtà domani, ma sarà realtà nel futuro

Roma - La Commissione Europea ha annunciato un notevole aumento dei finanziamenti diretti alle tecnologie emergenti (FET), incrementando entro il 2013 il flusso di denaro del 70 per cento sino a 170 milioni di euro all'anno. Non si tratta semplicemente di finanziamenti a fondo perduto, sostiene la UE, perché certe tecnologie hanno già dimostrato di poter essere un ottimo viatico anche per la crescita economica.

L'annuncio dell'allargamento del portafogli arriva alla Science Beyond Fiction, la prima conferenza sulle FET tenuta a Praga, e coincide con la celebrazione del ventesimo anno di esistenza della commissione. Computer quantistici, intelligenza artificiale e robotica sono alcuni degli ambiti celebrati per l'occasione, e certamente rappresentano gli ambiti ideali per la fruizione del nuovo volume di fondi.

"Le tecnologie emergenti promuovono l'esplorazione di idee trend radicalmente nuovi nella ricerca e nell'innovazione", ha detto il ministro dell'educazione ceco Ondrej Liska all'apertura della conferenza SBF. "Le sfide presenti e quelle future - ha continuato poi il ministro - non sono focalizzare esclusivamente su problemi tecnologici ma anche sugli aspetti sociali e umani delle tecnologie e sulla loro interazione con l'ambiente".
Non si tratta di fantascienza, quanto appunto di scienza oltre l'immaginazione: per quanto ancora ai primi stadi di sviluppo, le tecnologie di computing quantistico già vedono l'Europa in prima fila nella commercializzazione e l'installazione di network basati sul nuovo modello di elaborazione. In passato i fondi FET sono poi serviti a finanziare progetti da premio Nobel, come l'interfaccia di comunicazione uomo-macchina alla base di MAIA.

Parlando all'avvio della conferenza, il commissario per l'ICT della UE Viviane Reding ha detto che "In questo periodo di incertezza economica, l'ICT diventa ancora più essenziale: per rivitalizzare l'economia, migliorare la produttività, aumentare la capacità di innovare, creare posti di lavoro e affrontare le sfide chiave dei cambiamenti sociali".

Alfonso Maruccia
6 Commenti alla Notizia L'Europa finanzia le ricerche più estreme
Ordina
  • Non so se Alfonso, di solito molto bravo e puntuale, fosse a Praga. Io c'ero, alla conferenza. E devo dire che ho ascoltato molte parole, ma quanto a risultati scientifici il panorama è parecchio deludente.
    Non lo dico per denigrare gratuitamente: ho partecipato raccontando le mie ricerche, quindi faccio parte del problema. Ma l'Europa dovrebbe avere il coraggio di ammettere che

    - la maggior parte delle ricerche generano cose già vecchie, presentate come risultati di ricerca di base mentre Google (o altri) li ha già sorpassati e resi servizi di pubblico utilizzo.

    - l'imitazione pedissequa degli USA è finora fallimentare. Non è scrivendo "parlate con le imprese" nei bandi per i fondi che si stimola lo sviluppo. L'innovazione è un sistema più complesso, in cui le relazioni non sono lineari. In questo modo si costringe gli scienziati a fare marketing malamente e a scimmiottare malamente gli innovatori californiani, e gli imprenditori veri a rivolgersi altrove per cercare idee.

    Gli scienziati facciano gli scienziati, gli imprenditori facciano gli imprenditori. Persino negli USA sanno che è così, nonostante i luoghi comuni. Persino gli studi commissionati dalla stessa UE (si guardino i lavori dell'economista Dosi, per esempio), lo dimostrano.
    non+autenticato
  • Sono molto d'accordo con te, è esattamente quello che succede in italia dove quando presenti un'idea ti chiedono anche di calcolare EBIT e EBITDA.
    Che senso ha?
    Io gliel'ho chiesto.
    Hanno tutti riconosciuto (più o meno) che avevo ragione, ma vanno avanti lo stesso, presentando roba vecchia e consunta che nessuno vuole.
    Mi chiedo chi paghi per qualcosa che non serve a nessuno e non porta da nessuna parte.
    Adesso ho più o meno un'idea, l'UE.

    Ok.

    Mi daresti qualche info in più sull'economista DOSI e dove trovare quel documento?
    Tnx
  • Ah, potessi vivere in Europa......
    non+autenticato
  • E che bisogna fare per richiedere questi fondi?
  • - Scritto da: jepessen
    > E che bisogna fare per richiedere questi fondi?

    lascia perdere. Non e' per comuni mortali.
    non+autenticato
  • E se volessi proporlo al dipartimento dell'università dove sto facendo il dottorato?