NetBSD e OpenBSD si aggiornano

Dei due noti sistemi operativi *nix sono state recentemente rilasciate nuove release che, soprattutto per quanto riguarda il primo, apportano novità significative. Notizie anche sul fronte Solaris

Roma - La scorsa settimana due fra i più celebri sistemi operativi *nix open source, NetBSD e OpenBSD, hanno raggiunto una nuova e importante tappa del loro sviluppo: il primo arrivando alla versione 5.0, che rappresenta la prima major release dal 2007; il secondo giungendo alla versione 4.5, la ventiseiesima da quando, nel 1995, Theo de Raadt creò questa distribuzione a partire dal codice di NetBSD 1.0. I due sistemi operativi sono dunque cugini, seppure nel tempo OpenBSD si sia allontanato sempre più dalle sue origini.

Come si apprende da questo comunicato, che contiene anche le note di rilascio della nuova versione, la maggiore novità di NetBSD 5.0 è data da un nuovo sottosistema per il threading che promette di migliorare significativamente le performance e la scalabilità di questo sistema operativo quando utilizzato su sistemi multicore o multiprocessore.

"Le applicazioni multi-threaded possono ora utilizzare in modo efficiente più di una CPU o core, una caratteristica che migliora di molto le performance sotto elevati carichi di I/O e di rete", spiegano gli sviluppatori.
Tra le altre migliorie più importanti vi è poi l'aggiunta del supporto al metadata journaling nel file system FFS, l'introduzione di un nuovo e più efficiente framework per la gestione dei consumi, la migrazione - su un certo numero di port - dal server X11 di XFree86 a quello di X.Org, e l'adozione del memory allocator jemalloc. NetBSD 5.0 migliora poi il supporto ai laptop, soprattutto con l'implementazione delle modalità di sospensione ACPI, e introduce il supporto in scrittura ai file system UDF.

OpenBSD 4.5 fornisce invece i tradizionali fix e aggiornamenti di sistema, include un maggior numero di driver e introduce un port preliminare per i telefoni ARM-based basati sulla piattaforma OpenMoko. Questa versione è inoltre in grado di supportare l'I/O virtuale tra i domini logici che girano sui sever CoolThreads di Sun, e di gestire dinamicamente la frequenza di clock delle CPU UltraSPARC IIe per risparmiare energia.

Tra i nuovi tool si trovano ypldap, un server YP che utilizza LDAP come back-end, e l'X compositing manager xcompmgr. Il componente audio aucat fornisce ora funzionalità di server: ciò permette la condivisione delle periferiche audio tra più applicazioni.

Le note di rilascio di OpenBSD 4.5 si trovano qui.

Restando in tema di sistemi operativi *nix, pare che la prossima major release di Solaris - che nascerà in seno ad Oracle - debutterà probabilmente intorno alla metà del 2010. A riportare l'indiscrezione è The Register, secondo cui Solaris 11 (nome in codice Nevada) integrerà finalmente il tanto atteso Project Indiana, il cui obiettivo è rendere Solaris un concorrente più diretto di Linux, e con questo strettamente interoperabile.
19 Commenti alla Notizia NetBSD e OpenBSD si aggiornano
Ordina