MPEG: l'HD è già il passato del video

Il comitato tecnico cerca nuove tecnologie che consentano di forgiare i codec del futuro. Parola d'ordine: altissima definizione, bassissimo peso, mobilità estrema

Roma - Nell'ultima decade le tecnologie di compressione video hanno fatto passi da gigante: per rendersene conto basta rivedere - inorridendo - un video compresso con il vecchio codec DivX 3.11. Oltre a migliorare notevolmente la qualità d'immagine e ottimizzare il bit-rate, i moderni codec hanno introdotto numerose innovazioni, prima tra le quali il supporto all'alta definizione. Ma con il crescere delle esigenze dell'industria dei contenuti e dei consumatori, gli esperti del settore affermano che c'è bisogno di tecnologie ancora più evolute e raffinate, capaci di superare le limitazioni degli attuali codec MPEG-4 AVC (come il famoso H.264).

Il tema è stato affrontato in occasione dell'88esimo meeting di MPEG (Moving Picture Experts Group), il celebre comitato tecnico ISO/IEC che si occupa della definizione di standard per la rappresentazione in forma digitale di audio, video e altre tipologie di contenuti multimediali. MPEG sta lavorando su nuove tecnologie di compressione, a cui si riferisce sinteticamente con il nome High Performance Video Coding (HVC), capaci di migliorare ulteriormente il rapporto tra qualità d'immagine e data rate nella trasmissione di flussi video con risoluzione HD e superiore.

Il comitato fa notare che tra pochi anni sarà possibile registrare e distribuire contenuti video con risoluzioni ben superiori a quelle odierne ma, dal momento che una porzione sempre più importante di questi contenuti passerà attraverso Internet, la sfida è quella di riuscire a trasmettere i flussi video HD in modo efficiente ed economico. Purtroppo oggi le tradizionali ADSL fanno già fatica a digerire i normali contenuti HDTV ultracompressi, e per effetto della crisi economica i carrier stanno riducendo gli investimenti in nuove infrastrutture.
MPEG afferma i codec HVC saranno utilizzati sui futuri televisori Ultra High Definition (UHD) con risoluzioni intorno a 4000 x 2000 pixel, nelle applicazioni di home cinema e per la codifica di contenuti HD destinati ai dispositivi mobili.

Durante l'ultimo meeting, il gruppo diretto dall'italiano Leonardo Chiariglione ha invitato tutti i presenti a proporre e suggerire tecnologie che possano soddisfare le esigenze future, e costituire la base della prossima generazione di codec MPEG. Tutte le proposte saranno pubblicamente vagliate nel corso dell'89esimo meeting MPEG, in programma il prossimo 29 giugno a Londra.
51 Commenti alla Notizia MPEG: l'HD è già il passato del video
Ordina
  • Ancora qualche annetto e vedrete che il mercato inizierà a far uscire i primi tv a "x DPI".
    Dall'amico: "sai mi sono preso un 36pollici"
    - "ah si e quanti DPI?"

    Sicuramente questa sarà l'evoluzione per due semplici motivi:
    - mediamente non abbiamo case con pareti tanto grandi da permetterci misure superiori ai 42pollici
    - il mercato deve sempre e comunque proporre nuove risoluzioni, non potendo espandersi al di fuori del quadro lo farà all'interno (aumentando i dpi)

    Quindi preparatevi a dire: "mi sono preso un nuovo 36' 150dpi"...
    buona visione a tutti.
    non+autenticato
  • Dì la verità...hai bevuto!A bocca aperta
    non+autenticato
  • come già detto da Enjoy with us, aumentare la DPI è totalmente inutile perché l'occhio umano non è in grado di distinguere dettagli più piccoli di una certa soglia.
    Spero che i produttori si orienteranno su miglioramento della luminosità, della qualità cromatica, sulla riduzione dei consumi energetici e sulla durata nel tempo.
    non+autenticato
  • Così andrai vantandoti "Ho uno schermo a 7000dpi"!!
    Peccato che sia un 3" 640x480...
    non+autenticato
  • Per usufruire di risoluzioni video così elevate occorrono schermi ampi, molto più ampi degli attuali 40/50 pollici, forse non sarebbero adeguati neanche 150 pollici... insomma ha poco senso aumentare ulteriormente la risoluzione dato che i benefici sarebbero poco tangibili...
    Altro discorso è invece l'implementazione del 3D... è quello il futuro!
  • - Scritto da: Enjoy with Us
    > Per usufruire di risoluzioni video così elevate
    > occorrono schermi ampi, molto più ampi degli
    > attuali 40/50 pollici, forse non sarebbero
    > adeguati neanche 150 pollici... insomma ha poco
    > senso aumentare ulteriormente la risoluzione dato
    > che i benefici sarebbero poco
    > tangibili...

    Senza contare la potenza di calcolo necessaria ad un computer per visualizzare filmati di tale superqualità e supercompressione: ho un macbook pro del 2007 e vedere un filmato in h264 mi manda i processori al 30-40%.
    Forse é perchè sono uno che quando guarda un film da molta più importanza all'audio che al video ma mi chiedo: a che pro? per vedere se Brad Pitt si é pulito le orecchie? Già le pornostar sono andate in crisi depressiva con l'avvento del Blueray...

    > Altro discorso è invece l'implementazione del
    > 3D... è quello il
    > futuro!

    Si ritorna ai vecchi occhialini di cartone Con la lingua fuori
  • Il 3D e' interessante, non lo nego, ma non e' che sia poi questo gran ritrovato.
    Esistono gia' monitor che usano tecnologie capaci di farti vedere in 3d SENZA particolari apparati.
    Ovvio che se usi i loro occhialetti polarizzati ottieni il massimo dalla tecnologia.
    Comunque sia, la potenza di calcolo NON e' un problema, non lo e' mai stato...un accrocchio attuale che codifica in fullhd ha la potenza di un supercomputer di 20 anni fa!
    Bastano processori ad hoc o GPU pari caratteristiche per andare molto otlre le potenze attuali.
    La risoluzione su monitor da 150"!? ADESSO sarebeb cosi', in futuro cambieranno il concetto e i famosi PIXEL potranno essere stipati in schermi da 42 pollici come gli attuali hd.
    Semmai il problema e' capire se serve tutto questo o e' solo un modo per far cassa e continuare a muovere il denaro.
    Spesso le tecnologie ci vengono imposte come "necessarie" oppure "DA AVERE A TUTTI I COSTI" quando in realta' non e' affatto cosi'.
    Forse oltre il discorso HDEF dovrebbero pensare ad ALTRO...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Ricky
    > Il 3D e' interessante, non lo nego, ma non e' che
    > sia poi questo gran
    > ritrovato.
    > Esistono gia' monitor che usano tecnologie capaci
    > di farti vedere in 3d SENZA particolari
    > apparati.
    > Ovvio che se usi i loro occhialetti polarizzati
    > ottieni il massimo dalla
    > tecnologia.
    > Comunque sia, la potenza di calcolo NON e' un
    > problema, non lo e' mai stato...un accrocchio
    > attuale che codifica in fullhd ha la potenza di
    > un supercomputer di 20 anni
    > fa!
    > Bastano processori ad hoc o GPU pari
    > caratteristiche per andare molto otlre le potenze
    > attuali.
    > La risoluzione su monitor da 150"!? ADESSO
    > sarebeb cosi', in futuro cambieranno il concetto
    > e i famosi PIXEL potranno essere stipati in
    > schermi da 42 pollici come gli attuali
    > hd.
    > Semmai il problema e' capire se serve tutto
    > questo o e' solo un modo per far cassa e
    > continuare a muovere il
    > denaro.
    > Spesso le tecnologie ci vengono imposte come
    > "necessarie" oppure "DA AVERE A TUTTI I COSTI"
    > quando in realta' non e' affatto
    > cosi'.
    > Forse oltre il discorso HDEF dovrebbero pensare
    > ad
    > ALTRO...


    Non capisci non è un problema tecnico, è un problema visivo... hai voglia ad alzare la risoluzione con schermi di 40-50 pollici a tre/quattro metri di distanza non te ne accorgeresti, solo con diagonali molto più elevate potresti apprezzare la differenza!
  • Io ho sul pc un monitor da 21" che ha una risoluzione tale da poter contenere un film in 1080p e un televisore 24" HD READY (FULL HD cosi piccoli non li ho trovati). La differenza la noto e anche parecchio. Preferisco vedermi il film sul pc che sul televisore!!
    Poi scusate, ma perché i monitor sono più performanti dei televisori a parità di prezzo? l'unica differenza è il sintonizzatore.. addirittura tv lcd con risposta di 2ms non esistono ed è difficile trovarli persino a 4ms. Il mio monitor della Samsung ha risposta di 2ms ed è vecchio di 2 anni, ma la stessa samsung nella versione TV del mio monitor, dimeza la risuluzione, riduce di un poco il contrasto, quatruplica il tempo di risposta e lo vende al doppio del prezzo.... mah
    non+autenticato
  • - Scritto da: claudio
    > Io ho sul pc un monitor da 21" che ha una
    > risoluzione tale da poter contenere un film in
    > 1080p e un televisore 24" HD READY (FULL HD cosi
    > piccoli non li ho trovati). La differenza la noto
    > e anche parecchio. Preferisco vedermi il film
    > sul pc che sul
    > televisore!!
    > Poi scusate, ma perché i monitor sono più
    > performanti dei televisori a parità di prezzo?
    > l'unica differenza è il sintonizzatore..
    > addirittura tv lcd con risposta di 2ms non
    > esistono ed è difficile trovarli persino a 4ms.
    > Il mio monitor della Samsung ha risposta di 2ms
    > ed è vecchio di 2 anni, ma la stessa samsung
    > nella versione TV del mio monitor, dimeza la
    > risuluzione, riduce di un poco il contrasto,
    > quatruplica il tempo di risposta e lo vende al
    > doppio del prezzo....
    > mah

    Vedo con piacere che c'è qualcuno che riprende i miei concetti, di quando mi sgolavo in questo senso.

    Claudio, la risposte te la sei data da solo: è tutto un imbroglio commerciale per utonti.

    Il motivo è che chi compra attrezzature informatiche di solito non è un ingenuo oltre misura, al contrario della massa che compra ultratelevisori secondo i dettami modaioli del mercato imposto e secondo il principio che se più spende ha un risultato migliore, senza parlare dei figli di babbo o spesso dei babbi stessi, che vogliono il meglio per se e per i loro rampolli...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Ricky

    > Comunque sia, la potenza di calcolo NON e' un
    > problema, non lo e' mai stato...un accrocchio
    > attuale che codifica in fullhd ha la potenza di
    > un supercomputer di 20 anni
    > fa!
    > Bastano processori ad hoc o GPU pari
    > caratteristiche per andare molto otlre le potenze
    > attuali.

    La potenza di calcolo NON è un problema?
    vedremo quando trasmetteranno in hd sul digitale terrestre.. tutti i decoder venduti finora saranno della bella spazzatura tecnologica.
    Altro problema è il bandwith della memoria.. fatti due conti e vediamo se pensi che sia cosi' facile usare supercomputer di 20 anni fa per vedere uno stream fullhd
    non+autenticato
  • - Scritto da: kfree

    >
    > La potenza di calcolo NON è un problema?
    > vedremo quando trasmetteranno in hd sul digitale
    > terrestre.. tutti i decoder venduti finora
    > saranno della bella spazzatura
    > tecnologica.
    > Altro problema è il bandwith della memoria..
    > fatti due conti e vediamo se pensi che sia cosi'
    > facile usare supercomputer di 20 anni fa per
    > vedere uno stream
    > fullhd

    ha ha ha,trasmettere in hd sul digitale terrestre,ancora non c'è neanche uno standard hd per il digitale terrestre, preferiso tenermi il mio full standard definition 720x576
    non+autenticato
  • vedremo quando trasmetteranno in hd sul digitale terrestre.. tutti i decoder venduti finora saranno della bella spazzatura tecnologica

    Difatti. E pensare che una scheda PCI o chiavetta USB con DVB-T HD (e non solo) costa meno di 40 Euro, e senza altra spesa, col PC ed il monitor normalissimi che hai in dotazione, hai tutto pronto con ottimo risultato!
    non+autenticato
  • Dimenticavo, per cui mi autorispondo: la SK DVB-T magari HD (PCI o USB che sia) ti fa anche da supervideoregistratore digitale con tanto di editing e conversione in DivX (e non solo)...
    Comprate, comprate l'elettronica di consumo per migliaia di euro.... senza accorgervi che con 40 euro avete già di tutto e di più bello pronto...
    non+autenticato
  • Semmai il problema e' capire se serve tutto questo o e' solo un modo per far cassa e continuare a muovere il denaro.

    Buona la seconda.

    Spesso le tecnologie ci vengono imposte come "necessarie" oppure "DA AVERE A TUTTI I COSTI" quando in realta' non e' affatto cosi'.
    Speriamo che la massa utonta lo capisca e non vada ad arricchire quei marpioni.
    non+autenticato
  • Qualcuno mi deve spiegare l'utilità di una risoluzione HD (o anche un semplice SD "VGA" 640x480) su un dispositivo mobile con lo schermo da 2 pollici. Forse per migliorare ulterioramente la tecnologia DVB-H che oramai non interessa più a nessuno?
    Dopo svariati centinaia di milioni di € spesi in Italia da parte di H3G, Telecom Italia Media e Mediaset,per acquisti di frequenze TV, impianti, pubblicità e promozioni quasi nessuno ha continuato a pagare (H3G era arrivato a 10.000 utenti prima di "regalarlo") per vedere i contenuti DVB-H. Oggi lo regalono e nessuno lo vuole (o lo vede)UN totale fallimento commerciale!
    Poi, mon vedo nemmeno l'utilità del UHD a 4000 x 2000 pixel per un uso domestico. Potrà usare utile solo su schermi di dimensioni superiori a 80-100 pollici (quante persone hanno lo spazio e €€$$ per una bestia simile?), oppure per la distribuzione dei contenuti in sale cinematografiche al posto della pellicola.
    Certamente la tecnologia non ha ancora raggiunto un livello di compressione al limite teorico, ma non possiamo nemmeno pretendere di vedere ancora quei risultati eccezionali come nella differenza tra un filmato in Divx 3 ed uno in H264/AVC. La compressione video ha un limite, e non segue la legge di Moore (che ha anche dei limiti!)
    non+autenticato
  • Beh, nessuno ha detto che quei codec porteranno l'hd sui cellulari, solo che ci verranno utilizzati.
    I motivi possono (e spero siano) diversi dalla sola risoluzione, ad esempio la tolleranza agli errori,ed alle variazioni del bitrate, che oggi è molto bassa e fa perdere vari secondi con l'immagine bloccata o deforme.
    E' un grosso problema anche per la tv digitale, non so se abbiano già ratificato compressione e codifica del dvb-t 2 (o come si chiama), ma so che per quello attuale è stato scelto mpeg2 proprio percè tollera meglio gli errori!
    non+autenticato
  • Usciranno presto terminali mobili con proiettore integrato in HD, il monitor sarà una qualsiasi parete bianca
    non+autenticato
  • Concordo pienamente con EtaBeta, e chiedo scusa per aver sbagliato termine nei miei due presedenti post, inventandomi la sigla HVC al posto di UHD in riferimento all'inutile superdefinizione ipotizzata 4000x2000 circa (voglio poi vedere dove sarebbero reperibili o ricevibili o veicolabili tali filmati per malati di tecnologismo inutile).
    non+autenticato
  • Forse questi non si sono accorti che sta prendendo piede il 3D nel cinema?
    L'alta definizione e' una tecnologia ormai acquisita anche nel mercato domestico.

    Il 3D e' la nuova frontiera.
  • E' interessante sapere che molti film vengono aquisiti in 3D gia' da quasi una decina d'anni, si tratta quindi di un progetto avviato che al momento dell'introfuzione nel mercato disporra' gia' di un archivio solido di titoli.

    E ora un po' di spam, fra pochi mesi sara' pubblicato Strangelove in bluray e io spero prossimamente anche classici come Frankestein JR, anche s eho poca idea che tirino il settore.
    non+autenticato
  • - Scritto da: fred
    > E' interessante sapere che molti film vengono
    > aquisiti in 3D gia' da quasi una decina d'anni,
    > si tratta quindi di un progetto avviato che al
    > momento dell'introfuzione nel mercato disporra'
    > gia' di un archivio solido di
    > titoli.

    Interessante, ma un titolo, una volta uscito in modo tradizionale, difficilmente verra' riproposto in 3D in seguito, a meno che non abbia avuto un successo strepitoso.

    > E ora un po' di spam, fra pochi mesi sara'
    > pubblicato Strangelove in bluray e io spero
    > prossimamente anche classici come Frankestein JR,
    > anche s eho poca idea che tirino il
    > settore.

    Stranamore e Frankenstein JR in 3D?
    E che cosa potrebbe mai aggiungere il 3D a questi film?

    Posso capire dei film di azione ed effetti speciali, ma pellicole in bianco e nero!
  • - Scritto da: panda rossa
    > > E ora un po' di spam, fra pochi mesi sara'
    > > pubblicato Strangelove in bluray e io spero
    > > prossimamente anche classici come Frankestein
    > JR,
    > > anche s eho poca idea che tirino il
    > > settore.
    >
    > Stranamore e Frankenstein JR in 3D?
    > E che cosa potrebbe mai aggiungere il 3D a questi
    > film?
    >

    Parlava del bluray
  • - Scritto da: fred
    > molti film vengono
    > aquisiti in 3D gia' da quasi una decina d'anni,
    Di cosa parli, potresti essere più chiaro? Lo schermo del cinema non è 2D?
    Mi piacerebbe saperne di più, grazie.
    non+autenticato
  • Cerca "stereoscopia" su google.
    non+autenticato
  • - Scritto da: panda rossa
    > Forse questi non si sono accorti che sta
    > prendendo piede il 3D nel
    > cinema?
    > L'alta definizione e' una tecnologia ormai
    > acquisita anche nel mercato
    > domestico.
    >
    > Il 3D e' la nuova frontiera.

    Parzialmente d'accordo.
    Concordo sul fatto che il 3d avrà una sua importanza ma non credo soppianterà del tutto l'attuale formato.
    D'altra parte ci sono già stati dei tentativi (non 3d ma intendo come alternativa al formato attuale) tipo il cinerama, l'imax.

    Certo il 3d è un bel passo avanti, diciamo che il passo è più importante di quello che fu utilizzare il surround (dts, ....), credo pero' che solo alcune pellicole trarranno vantaggio da questo formato: fantascenza, horror, action-movie in genere.
    Temo che assisteremo, se il 3d prendesse campo, ad un brutto periodo per "la storia" narrata dei film a favore della spettacolarità. poi probabilmente la storia riavrà il sopravvento (come sta succedendo ora per i 3d/2d della pixar e company).
    Altro fatto che "limita" il 3d è il fatto che attualmente non esistono metodi di ripresa 3d (ma non escludo che possano venire inventati), per fare il 3d si ricorre alla cgi, quindi si perde di naturalezza e realisticità.

    Senza contare poi i costi di produzione, il cinerama (che era fantastico perchè era veramente enorme) mori' proprio perchè costava troppo girare in quel formato.

    Non so', sicuramente è un bel passo ma bisogna vedere come il mercato assorbirà questa botta.
    non+autenticato
  • non dire cose inventate... per girare un live action in "3d" (che in realtà è stereoscopia che è tutta un altra cosa) bastano due videocamere affiancate e un po' di nastro isolante per tenerle unite.

    Tu vedi in stereoscopia perchè hai due occhi no? Ecco dunque se filmi con due cineprese il risultato è lo stesso... quindi non è vero che serve la CGI... è solo più semplice applicarlo alla CGI, ed è per questo motivo che i primi esperimenti nel campo della stereoscopia sono stati per l'appunto film d'animazione.

    p.s.: ovviamente ho semplificato riguardo al nastro isolante... devono condividere il fuoco e le impostazioni di luminosità.
    non+autenticato
  • - Scritto da: bugbuster
    > - Scritto da: panda rossa
    > > Forse questi non si sono accorti che sta
    > > prendendo piede il 3D nel
    > > cinema?
    > > L'alta definizione e' una tecnologia ormai
    > > acquisita anche nel mercato
    > > domestico.
    > >
    > > Il 3D e' la nuova frontiera.
    >
    > Parzialmente d'accordo.
    > Concordo sul fatto che il 3d avrà una sua
    > importanza ma non credo soppianterà del tutto
    > l'attuale
    > formato.

    No, soppiantare no. Del resto ancora oggi si girano film con tecnologie vecchie, in bianco e nero o muti.
    Sara' una tecnologia in piu'.

    > Certo il 3d è un bel passo avanti, diciamo che il
    > passo è più importante di quello che fu
    > utilizzare il surround (dts, ....), credo pero'
    > che solo alcune pellicole trarranno vantaggio da
    > questo formato: fantascenza, horror, action-movie
    > in
    > genere.

    Esattamente come per il dts di cui sopra.
    Saranno esaltati film di effetto, non certo le commedie di Allen, che trasmettono messaggi di tipo diverso.

    > Temo che assisteremo, se il 3d prendesse campo,
    > ad un brutto periodo per "la storia" narrata dei
    > film a favore della spettacolarità. poi
    > probabilmente la storia riavrà il sopravvento
    > (come sta succedendo ora per i 3d/2d della pixar
    > e
    > company).

    Esatto. Penso proprio che sara' cosi'.
    Prima un sacco di roba di bassa qualita' che si giustifichera' solo per l'abuso di tecnologia fine a se stessa, poi con calma, arrivera' la qualita'.

    > Altro fatto che "limita" il 3d è il fatto che
    > attualmente non esistono metodi di ripresa 3d (ma
    > non escludo che possano venire inventati), per
    > fare il 3d si ricorre alla cgi, quindi si perde
    > di naturalezza e
    > realisticità.

    Hanno inventato la ripresa a 360 gradi, usatissima in Matrix, col fermo immagine che ruota.
    Inventeranno qualcosa pure qua.
    Magari con una telecamera con due obiettivi che acquisisce immagini da due occhi e poi un post processing che rielabora per fornire l'effetto 3D.

    > Senza contare poi i costi di produzione, il
    > cinerama (che era fantastico perchè era veramente
    > enorme) mori' proprio perchè costava troppo
    > girare in quel
    > formato.

    Mi pare che costasse proiettare in quel formato piu' che girare: i costi erano quelli di attrezzature di sala.
    Di film in cinerama ne hanno girati parecchi, che tanto si potevano anche adattare al tradizionale schermo piatto.

    > Non so', sicuramente è un bel passo ma bisogna
    > vedere come il mercato assorbirà questa
    > botta.

    Il mercato la subira', visto che al momento il 3D non sembra prestarsi ad una fruizione casalinga, e quindi potrebbe essere visto come mezzo per contrastare la pirateria (vuoi vedere in 3D? vola al cinema)
  • "Hanno inventato la ripresa a 360 gradi, usatissima in Matrix, col fermo immagine che ruota.
    Inventeranno qualcosa pure qua.
    Magari con una telecamera con due obiettivi che acquisisce immagini da due occhi e poi un post processing che rielabora per fornire l'effetto 3D."

    per la verità i "fermo immagine che ruotano" di matrix erano fatti con decine di comuni reflex (25 al secondo di durata effetto) sincronizzate e disposte intorno al soggetto... i singoli scatti venivano poi montati di fila con l'effetto "ruotante", insomma è quello che si dice un'applicazione geniale di vecchia tecnologia...
    non+autenticato
  • > Altro fatto che "limita" il 3d è il fatto che
    > attualmente non esistono metodi di ripresa 3d

    Non è vero.
    Sarà almeno dagli anni '50 che esistono film stereoscopici...
    non+autenticato
  • Si parla spesso di nuovi codec, mi ricordo poco tempo fa si parlava di una ricerca nata in italia all'itnerno di un lavoro di tesi in un politecnico. La ricerca aveva mostrato risultati incredibili, un film compresso nello spazio di 1,44 MB. Ora senza arrivare a ciò io sarei contento se già potessi avere un film nello spazio di 100 MB.

    Oggi come oggi hai una discreta qualità con DiVx e riesci a far stare un film in un CD (700 MB) ma se provi a mettere UNA traccia audio 5.1 e un minimo di qualità in più sei già a 1.4 GB.

    Per chi so già che mi dirà che oggi lo spazio costa poco rispondo che se potessi occupare di meno ci metterei più film nello stesso spazio con un grosso vantaggio, non trovate?

    L'informatica è l'unico campo in cui in breve tempo si ha una grandissima innovazione ma secondo me in questi ultimi tempi si è un po' dormito sugli allori.
  • Un film in 1,44Mb? Beh se si tratta di immagini completamente nere può essere..Sorride

    In ogni caso, basta studiare un po' di teoria dell'informazione e di processing video per capire che oltre un certo limite di compressione NON si può andare.


    - Scritto da: GoodSpeed
    > Si parla spesso di nuovi codec, mi ricordo poco
    > tempo fa si parlava di una ricerca nata in italia
    > all'itnerno di un lavoro di tesi in un
    > politecnico. La ricerca aveva mostrato risultati
    > incredibili, un film compresso nello spazio di
    > 1,44 MB. Ora senza arrivare a ciò io sarei
    > contento se già potessi avere un film nello
    > spazio di 100
    > MB.
    >
    > Oggi come oggi hai una discreta qualità con DiVx
    > e riesci a far stare un film in un CD (700 MB) ma
    > se provi a mettere UNA traccia audio 5.1 e un
    > minimo di qualità in più sei già a 1.4
    > GB.
    >
    > Per chi so già che mi dirà che oggi lo spazio
    > costa poco rispondo che se potessi occupare di
    > meno ci metterei più film nello stesso spazio con
    > un grosso vantaggio, non
    > trovate?
    >
    > L'informatica è l'unico campo in cui in breve
    > tempo si ha una grandissima innovazione ma
    > secondo me in questi ultimi tempi si è un po'
    > dormito sugli
    > allori.
    non+autenticato
  • Ok oltre un certo limite non si può andare ovvio ma di sicuro il limite è fatto per essere superato Occhiolino
  • In ogni caso, basta studiare un po' di teoria dell'informazione e di processing video per capire che oltre un certo limite di compressione NON si può andare.

    E' esattamente il mio pensiero, ed aggiungo che per capire l'evidenza di questo limite non occorre studiare proprio nulla, basta un minimo di logica, feature oggi quasi introvabile...
    non+autenticato
  • - Scritto da: GoodSpeed
    > Si parla spesso di nuovi codec, mi ricordo poco
    > tempo fa si parlava di una ricerca nata in italia
    > all'itnerno di un lavoro di tesi in un
    > politecnico. La ricerca aveva mostrato risultati
    > incredibili, un film compresso nello spazio di
    > 1,44 MB. Ora senza arrivare a ciò io sarei
    > contento se già potessi avere un film nello
    > spazio di 100
    > MB.

    > Oggi come oggi hai una discreta qualità con DiVx
    > e riesci a far stare un film in un CD (700 MB) ma
    > se provi a mettere UNA traccia audio 5.1 e un
    > minimo di qualità in più sei già a 1.4
    > GB.
    >
    > Per chi so già che mi dirà che oggi lo spazio
    > costa poco rispondo che se potessi occupare di
    > meno ci metterei più film nello stesso spazio con
    > un grosso vantaggio, non
    > trovate?
    >
    > L'informatica è l'unico campo in cui in breve
    > tempo si ha una grandissima innovazione ma
    > secondo me in questi ultimi tempi si è un po'
    > dormito sugli
    > allori.

    In linea di principio sono d'accordo co te.
    Non è questione di risparmiare sui supporti ma se è possibile ottimizzare mantenendo la qualità inalterata, perché non farlo?
    Se così non fosse giocheremmo ancora con Eniac invece che con gli attuali pc. La miniaturizzazione (intesa come ottimizzazione) è uno dei principi base dell'informatica.

    Ritornando sul discorso codec, la compressione dipende da risoluzione e qualità voluta (sia audio che video) e le due cose finiscono per essere strettamente connesse.

    In linea di principio, anche ora si potrebbe far stare un film in 100 MB usando lo standard 10 dell'mpeg4.
    E' chiaro che non avrai un film HD di buona qualità a queste condizioni.

    Se poi quando parli di film nello spazio di un floppy, ti riferisci al fantomatico codec della Eco Controllo, è bene precisare che la notizia del lancio di questo codec fu una cantonata clamorosa visto che furono costretti quasi subito a correggere il tiro, presi un pò d'assalto da un pò di "addetti ai lavori", precisando che non si trattava di 90 minuti di video HD in 1,44 MB ma di 20 SECONDI (" Una precisazione dal Presidente
    della Eco Controllo" su http://www.ecocontrollo.com/archiviogen2009.htm).

    Beh, ti posso garantire che 20 secondi in HD su 1,44MB sono grossomodo sufficienti anche per un codec come x264, calibrato come si deve, con valori di psnr e ssim di tutto rispetto, anche senza tenere in considerazione che la dinamicità di un video (alternarsi di scene statiche o fortemente dinamiche, esplosioni, scene molto scure ecc.) incide pesantemente sull'esito del,a compressione.

    Preciso che nelle analisi comparative x264 non fu nemmeno preso in considerazione.
    non+autenticato
  • ripubblico questi due interessanti links di alcuni test in hd realizzati da Fabio Sonnati che dimostrano le capacita' di h264, sarebbe curioso fare il confronto con il famigerato codec;
    Fabio ha anche pubblicato le impostazioni utilizzate per creare i due filmati in questione, basta fare qualche ricerca.

    in formato 720
    http://www.flashvideofactory.com/test/DEMO720_Heim...

    in formato 1080, ricordatevi di forzarlo a fullscreen dal context menu', se tutto funziona correttamente lo vedrete perfettamente fluido.
    http://3172.voxcdn.com/DEMO1080-HEIMA-1500.html
    non+autenticato
  • CVD.
    GrazieOcchiolino
    non+autenticato
  • Io ho convertito un DVD di 2 ore 720x576 in 300 megabyte con l'x264 (usando Handbrake, bel programma freeware e multiplatform). La qualità a me sembra uguale ad un xvid/divx5 da 700, magari è un po' meno definita in alcune scene molto movimentate, ma per il resto è molto simile. Mi sembra 1 buon risultato... pero' avevo TUTTI i settaggi a palla (6 reference frames, cabac, quarter pixel estimation ecc. tutto al max)
    non+autenticato
  • Attenzione però che portare settaggi a palla non è sempre un bene.
    Potresti accentuare eccessivamente il deblocking così come nei codec asp come xvid avere più di due b-frames nella vana speranza che la compressione migliori, si peggiora solamente il risultato finale.
    non+autenticato
  • Hai ragione fu poi smentito... me l'ero persa sta notizia.

    Scusate gente, ogni tanto sbaglio anche io.
  • guarda che quella del film in un floppy da 1,44 MB era una bufalaSorride

    ma sei uno di quelli pronti a sostenere che si può comprimere qualsiasi cosa a qualsiasi livello (c'è gente che dice "ho inventato un sistema di compressione che comprime uno stream casuale del 90%, ma devo ancora trovare il modo di decomprimere i dati"...)?
    Ah povero Shannon, tutta fatica sprecata...
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)