Vincenzo Gentile

Beccato il cracker di Cisco e NASA

L'indiziato è un giovane svedese già noto alle autorità del paese scandinavo per illegali incursioni informatiche. Nonostante le possibili pene siano molto severe, non si esclude l'ipotesi della redenzione

Roma - Nonostante siano passati alcuni anni dall'epoca dei fatti, il Department of Justice statunitense sembra essere risalito con successo al cracker ritenuto responsabile di alcune importanti violazioni di sicurezza nei sistemi informatici di Cisco Systems e NASA. L'indiziato è un 21 enne svedese, poco più che un teenager all'epoca delle incursioni, sulla cui testa pendono ben cinque casi d'accusa che rischiano di tramutarsi in decenni di prigione se ritenuto colpevole. Sempre che la Svezia decida di estradarlo negli Stati Uniti, o che non venga indirizzato verso la via della redenzione.

Philip Gabriel Pettersson, questo il suo nome, è stato formalmente accusato di essere responsabile di violazione di sistemi informatici e di appropriazione illecita di segreti d'azienda, reati concretizzatisi nel 2004. Sarebbe stato infatti lui, sotto lo pseudonimo di Stakkato, l'autore del ratto degli 800MB di codice relativo al software IOS di Cisco, 2,5MB del quale sarebbero stati resi pubblici su un canale IRC come prova del felice esito dell'attacco informatico. L'azione, comunque, non avrebbe portato ulteriori danni all'azienda, che si è detta "sicura che informazioni relative ai clienti, ai partner commerciali o finanziarie non siano state divulgate".

Inoltre, secondo le autorità statunitensi, Pettersson sarebbe responsabile anche dell'intrusione sui sistemi informatici di NASA, avvenuta tra il maggio e l'ottobre dello stesso anno ai danni dei supercomputer situati nell'Ames Research Center in California. In quest'ultimo caso, però, caso non è stato possibile stabilire se e quali danni siano stati effettivamente arrecati. Le accuse formulate contro il giovane, già condannato a pagare una multa pari a 25 mila dollari due anni fa da una corte svedese per aver violato le reti di alcune università locali, sono pesantissime: sono ben cinque i capi d'accusa e porterebbero in dote una multa fino a 250 mila dollari e una pena massima pari a 10 anni di reclusione.
Nonostante ciò, la situazione dal punto di vista giuridico appare complicata: attualmente non sembra essere possibile stabilire con certezza dove si trovi il giovane imputato e, inoltre, vi sono numerosi dubbi su una possibile estradizione da parte della Svezia in favore degli Stati Uniti. Secondo quanto appreso dalle pagine di The Inquirer, il paese scandinavo non è solito concedere l'estradizione ai propri cittadini per reati commessi all'estero, ma va anche detto che, visti i precedenti giudiziari del giovane cracker, le autorità locali potrebbero comunque procedere a processarlo in loco.

In attesa di ulteriori sviluppi, però, c'è già chi scommette che le cose potrebbero andare diversamente: all'epoca dei fatti Pettersson avrà avuto non più di 16 anni, età in cui non tutti i ragazzi annoverano tra i propri exploit quello di aver bucato i sistemi informatici della NASA. Per questo motivo, viste le sue innegabili doti informatiche, il giovane potrebbe essere preso sotto l'ala protettrice dei servizi segreti e passare dalla parte di chi tutela la legge. Questo, così come testimonia il "pentimento" del il social engineer più famoso di tutti i tempi Kevin Mitnick, non sorprenderebbe poi molti.

Vincenzo Gentile
33 Commenti alla Notizia Beccato il cracker di Cisco e NASA
Ordina
  • Hanno preso le loro precauzioni, adesso è sempre: admin - password. Però quella dell'utente cambia ogni giorno.
    non+autenticato
  • ...se è stato davvero così bravo, a meno che la sicurezza dei sistemi gestiti da nasa e cisco non sia un colabrodo.
    non+autenticato
  • ha imparato java c++ python tra i 12 e i 13 anni,reti dai 13 ai 14, tra un biberon e un altro...fino ai 16.Queste cose mi sanno sempre di login admin-admin...
  • - Scritto da: littlegauss
    > ha imparato java c++ python tra i 12 e i 13
    > anni,reti dai 13 ai 14, tra un biberon e un
    > altro...fino ai 16.Queste cose mi sanno sempre di
    > login
    > admin-admin...

    Già. Questi ragazzini super-geni sono solo dei prestanome per nascondere la verità.
    non+autenticato
  • solitamente le migliori innovazioni e/o scoperte vegono effettuate da chi non ha studiato sui libri, ma ha fatto tanta pratica. Chi pensa, specie nell'informatica, che basta un titolo di studio per poter fare qualcosa del genere, secondo il mio modesto parere, pecca di presunzione. C'è chi a 16 anni è un grande del pallone, e chi a 16 riesce a scrivere codice c++ degno.

    Il software più bacato, spesso è scritto da esimi ingegneri plurilaureati e "masterizzati", da quanto ho potuto osservare con i miei occhi.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Rocco Siffredi
    > Il software più bacato, spesso è scritto da esimi
    > ingegneri plurilaureati e "masterizzati", da
    > quanto ho potuto osservare con i miei
    > occhi.

    Non posso che sottoscrivere. In vita mia ne ho trovate di credenziali del cazzo, anche dove ti aspetteresti il massimo dell'attenzione e della sicurezza.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Rocco Siffredi
    > solitamente le migliori innovazioni e/o scoperte
    > vegono effettuate da chi non ha studiato sui
    > libri, ma ha fatto tanta pratica. Chi pensa,
    > specie nell'informatica, che basta un titolo di
    > studio per poter fare qualcosa del genere,
    > secondo il mio modesto parere, pecca di
    > presunzione. C'è chi a 16 anni è un grande del
    > pallone, e chi a 16 riesce a scrivere codice c++
    > degno.
    >
    >
    > Il software più bacato, spesso è scritto da esimi
    > ingegneri plurilaureati e "masterizzati", da
    > quanto ho potuto osservare con i miei
    > occhi.

    Quoto al 100%.
  • - Scritto da: gnulinux86
    > - Scritto da: Rocco Siffredi
    > > solitamente le migliori innovazioni e/o scoperte
    > > vegono effettuate da chi non ha studiato sui
    > > libri, ma ha fatto tanta pratica. Chi pensa,
    > > specie nell'informatica, che basta un titolo di
    > > studio per poter fare qualcosa del genere,
    > > secondo il mio modesto parere, pecca di
    > > presunzione. C'è chi a 16 anni è un grande del
    > > pallone, e chi a 16 riesce a scrivere codice c++
    > > degno.
    > >
    > >
    > > Il software più bacato, spesso è scritto da
    > esimi
    > > ingegneri plurilaureati e "masterizzati", da
    > > quanto ho potuto osservare con i miei
    > > occhi.
    >
    > Quoto al 100%.


    Ecco qua. Ogni tanto ricompare il solito letame spalato dai diplomati praticoni invidiosi e mai che qualcuno arrivi a capire che è anche così che si fa il gioco di chi sta in alto e si gode stipendi dirigenziali, bonus, benefit e privilegi vari grazie al sudore della manovalanza dei programmatori, diplomati o laureati che siano.

    Ci sono laureati mediocri e laureati capaci, diplomati mediocri e diplomati capaci.

    Sì, ma quando mai vi entrerà in zucca ...
    non+autenticato
  • secondo me state sbagliando.
    Fermo restando che non affiderei la sicurezza della nasa a un laureato del politecnico di piro-piro vi faccio notare che un ingegnere, a differenza di un informatico deve trovare il migliore trade-off per fare il suo progetto. In sostanza gran parte della qualità del suo lavoro è determinata dal tempo a disposizione, dagli strumenti a disposizione, dal personale a disposizione...ecc ecc...poi se mi chiamate ingegnere quello del politecnico di piro-piro vi dico che per 5 anni non ho avuto vita sociale, magari lui si...
  • Ma comunque chi fa questi attacchiSorride deve avere dietro in ogni caso una buona esperienza e conoscenza.

    Anche se si ha talento, l'impegno è sempre necessario.

    Il pezzo di carta? No comment, serve nella società ma NON attesta (sfortunatamente) le reali capacità dell'individuo.
    non+autenticato
  • Quanto di più giusto ho mai letto su PI
    non+autenticato
  • - Scritto da: Rocco Siffredi

    > Il software più bacato, spesso è scritto da esimi
    > ingegneri plurilaureati e "masterizzati", da
    > quanto ho potuto osservare con i miei
    > occhi.

    Mi hai illuminato sul termine "masterizzati", di solito qui associato ai "parrucconi"... mi chiedevo che cosa c'entrassero i masterizzatoriA bocca aperta
    grazieA bocca aperta
    Funz
    12989
  • - Scritto da: Rocco Siffredi
    > solitamente le migliori innovazioni e/o scoperte
    > vegono effettuate da chi non ha studiato sui
    > libri

    Impossibile. I "praticoni" non riescono a vedere un palmo più in là dal proprio naso e dalla propria esperienza.

    La discriminante è proprio lo studio: bisogna studiare bene gli "oggetti" con cui si lavora, partendo dalla teoria (libri, manuali, forum, corsi, etc, etc) per poi arrivare alla pratica con la coscienza di ciò che stiamo maneggiando. e se necessario smontarlo per vedere come funziona veramente.

    Attenzione però a confondere il cosiddetto "pezzo di carta" con lo studio: sono due cose assolutamente scorrelate.
    Nella nostra server farm (100 server per circa 30.000 utenti), il mio collega è un valido sistemista, Ingegnere informatico laureato e il nostro capo è un geometra diplomato con 20 anni di esperienza su Unix. E non ha imparato Unix smanettando, ma sudando nottetempo sui manuali e leggendosi i sorgenti delle parti di sistema scarsamente documentate. Quindi non un "praticone" ma una persona che ha studiato molto nella sua vita, seppur fuori dai circuiti istituzionali dell'istruzione.
    non+autenticato
  • Solo negli usa si puo' pensare di dare 10 anni di carcere a chi ha compiuto un reato, come quello descritto, a 16 anni....
    Per confronto, in caso di omicidio in italia i minori prendono dagli 8 agli 11 anni (come pene massime).
    E questo tizio, non mi pare che abbia ucciso nessuno.

    Spero piuttosto che abbiano licenziato i sistemisti...
    non+autenticato
  • - Scritto da: cognome
    > Solo negli usa si puo' pensare di dare 10 anni di
    > carcere a chi ha compiuto un reato, come quello
    > descritto, a 16
    > anni....

    Ma anche se fosse stato commesso da un adulto; 10 ANNI di carcere per "scorribande informatiche"?! Manco avesse ammazzato qualcuno!!!
    Ma dov'è finita la democrazia RAZIONALE in USA?? Ah già nelle mani dei grandi BIG, che non possono permettersi di farsi toccare un server! Pff, carogne!!
    Ovviamente spero che la Svezia li mandi a cagare certi delinquenti. Delinquenti della vita altrui.

    Il ragazzo ha sbagliato ed è stato anche recidivo ma di certo NON ESISTE che si dìa una pena del genere, per certe cose!
    non+autenticato
  • Ah, oppure ancora, quella donna che era stata imputata di 20 ANNI DI CARCERE (O ERANO 40???) PERCHÉ ERANO USCITE DELLE IMMAGINI PORNO A SCUOLA MENTRE USAVA IL COMPUTER!!!!!!

    CIOÈ DICO, MA SCHERZIAMO??????? DOVE CAZZO SONO ANDATI A FINIRE GLI USA!!!?
    non+autenticato
  • gli Stati Uniti possono fare quello che vogliono, fino a quando i vostri governanti gli porgeranno gioiosamente le terga...
    non+autenticato
  • Beh , secondo me non gli fanno niente . Ci hanno messo 5 anni per beccharlo , è di sicuro un genio...è + semplice che lo mettano a lavorare per i servizi segreti ( era anche minorenne ... )
    non+autenticato
  • Rincaro la dose, nel Texas 200 anni di carcere per 20 immagini pedoporno; la corte suprema ha rifiutato di affrontare il caso.
    non+autenticato
  • - Scritto da: fred
    > Rincaro la dose, nel Texas 200 anni di carcere
    > per 20 immagini pedoporno; la corte suprema ha
    > rifiutato di affrontare il
    > caso.

    E dov'è il problema? Ognuno gestisce la giustizia come vuole, a casa sua.
    In Iran lo avrebbero impiccato, in Cina fucilato. D'accordo o no, ripeto, ognuno a casa sua gestisce le pene come meglio crede.
    non+autenticato
  • - Scritto da: trollazzo
    > - Scritto da: fred
    > > Rincaro la dose, nel Texas 200 anni di carcere
    > > per 20 immagini pedoporno; la corte suprema ha
    > > rifiutato di affrontare il
    > > caso.
    >
    > E dov'è il problema? Ognuno gestisce la giustizia
    > come vuole, a casa
    > sua.
    > In Iran lo avrebbero impiccato, in Cina fucilato.
    > D'accordo o no, ripeto, ognuno a casa sua
    > gestisce le pene come meglio
    > crede.

    qui impicchiamo i troll Con la lingua fuori
    non+autenticato
  • - Scritto da: Nome
    > - Scritto da: trollazzo
    > > - Scritto da: fred
    > > > Rincaro la dose, nel Texas 200 anni di carcere
    > > > per 20 immagini pedoporno; la corte suprema ha
    > > > rifiutato di affrontare il
    > > > caso.
    > >
    > > E dov'è il problema? Ognuno gestisce la
    > giustizia
    > > come vuole, a casa
    > > sua.
    > > In Iran lo avrebbero impiccato, in Cina
    > fucilato.
    > > D'accordo o no, ripeto, ognuno a casa sua
    > > gestisce le pene come meglio
    > > crede.
    >
    > qui impicchiamo i troll Con la lingua fuori

    Allora i norvegesi si terranno alla larga!
    non+autenticato
  • > ognuno a casa sua
    > gestisce le pene come meglio
    > crede.

    Le pene e il pene Disinnamorato
    non+autenticato
  • - Scritto da: USA impazziti
    > - Scritto da: cognome

    >
    > Ma anche se fosse stato commesso da un adulto; 10
    > ANNI di carcere per "scorribande informatiche"?!
    > Manco avesse ammazzato
    > qualcuno!!!
    > Ma dov'è finita la democrazia RAZIONALE in USA??

    eh gia'...
    abituati col sistema italiano 10 anni di carcere per un furto ci sembra una cosa fuori dal mondo!

    Invece te quando vorresti dare al 16enne?
    a) un ramanzina e arresti domiciliari?
    b) ramanzina e multa
    c) ti tocchi
    non+autenticato