Stanca: un'email per tutti i dipendenti

L'email porta con sé enorme efficienza per la PA, migliora i rapporti con i cittadini e favorisce i risparmi. Solo elettronica la posta interna della PA. Così - dice - si passa dallo stato feudale a quello moderno. Tutti i dettagli

Stanca: un'email per tutti i dipendentiRoma - 17 tonnellate di carta. Tanto è il risparmio ottenuto dal ministero degli Esteri grazie alla posta elettronica nelle sole comunicazioni con le sedi estere mentre con la diffusione delle mailbox per i propri dipendenti ha praticamente annullato lo smistamento di carta al proprio interno.

Così il ministro all'Innovazione e alle Tecnologie Lucio Stanca, intervenuto ieri alla Conferenza Nazionale dell'Alta Dirigenza dello Stato, ha descritto con un esempio quelli che ha definito gli enormi vantaggi della Pubblica Amministrazione nell'uso dell'email. Vantaggi che vanno da una migliore comunicazione con i cittadini ad una maggiore efficienza dei processi interni.

Tutto questo secondo Stanca dimostra la grande urgenza dell'attuazione del progetto di sviluppo dell'email nella PA. "Entro la fine della legislatura - ha affermato - la posta interna della PA dovrà essere esclusivamente in e-mail". Occorre, cioè, "attivare una casella email per ogni dipendente".
Stanca ha anche sostenuto che nella visione di una PA moderna e tecnologica non c'è più spazio per un lavoro amministrativo per competenza, "in cui ogni amministratore opera nella difesa del perimetro di attribuzioni normative", perché la chiave è la cooperazione tra le amministrazioni che proprio grazie alle infrastrutture telematiche può assumere nuovo slancio. "In una logica di amministrazione moderna in rete - ha continuato - è l'informazione che circola da un sistema ad un altro".

Conseguenza di tutto ciò secondo il Ministro è la possibilità per il cittadino, da casa, dall'ufficio o dall'estero di interloquire con la PA ed "accedere ad una infinità di servizi on-line, ponendo così fine alle code".

"Con l'e-Government oggi e con l'e-Democracy domani - ha poi continuato il ministro - stiamo assistendo ad un processo storico, come il passaggio dallo stato feudale a quello moderno".

In questo senso un programma di formazione per gli alti dirigenti dello Stato sarà attivato insieme al ministero della Funzione Pubblica "per favorire la conoscenza delle positive implicazioni derivanti dall'impiego delle nuove tecnologie nella organizzazione pubblica". "Sono ancora troppi i funzionari - ha concluso - che temono le politiche del cambiamento, ossia la modernizzazione dello Stato e l'amministrazione elettronica".
TAG: italia
33 Commenti alla Notizia Stanca: un'email per tutti i dipendenti
Ordina
  • Spero che utilizzino qualche strumento di sicurezza (crittografia, per esempio), perché non è bello che le poste dei ministeri siano "visibili" ad altri.

    Ciao

    MU71
    non+autenticato
  • Nella PA locale in cui ho lavorato ho la email fin dal 1997; questa è stata estesa a tutti i dipendenti con un pc già dal 1999.
    Questo ha velocizzato enormemente la comunicazione interna, ma ha richiesto un grande sforzo a livello di formazione del personale, sia in vista dell'utilizzo della posta elettronica che dei rischi connessi (vedi virus etc).
    Inoltre, sono stati protetti con l'antivirus i singoli pc ed il mail server, mentre la rete è stata dotata di firewall.
    La email ha fatto diminuire la corrispondenza interna ma non quella da e verso l'esterno (problemi di firma elettronica) e, comunque, non credo eliminerà la carta, anzi.
    Ogni volta che una comunicazione o un atto in forma digitale va conservato ed archiviato (a tutela dei cittadini-utenti e a garanzia della buona azione amministrativa) si pone sempre un grosso problema, quello delle modalità di archiviazione.

    Ok quindi per un affiancamento del digitale alla carta, ma chi vorrebbe sapere che il suo certificato di nascita o la sua domanda di pensione non si trovano perchè nella banca dati non ci sono (un errore di digitazione? un CANC dato da un impiegato stanco? un virus? si è rotto il server e nessuno faceva il backup? il database è andato il crash? etc etc).

    Stesse considerazioni per la email: viene sempre stampata.
    Con la differenza che qui non c'è neanche una firma (salvo quelle firmate con la firma digitale, ossia una minoranza) ed opporla a qualcuno è un tantino difficile ...

    Riassumo: vi sono evidenti benefici per l'affiancamento del digitale alla carta, ma non si potrà mai sostituire la carta con il digitale.
    non+autenticato
  • La carta si stinge e puo` bruciare, quindi non mi sembra che offra alcuna garanzia.

    Secondo me e` una questione culturale, cioe` se io esisto che cosa me ne faccio del certificato di nascita? (e delle PA in generale?)

    Ciao e buon lavoro.
    non+autenticato
  • E' vero quanto dici. La carta sopratutto può stingersi, ammuffire, deteriorarsi per moltissimi motivi. Se poi prendiamo qualcosa di più duraturo, per esempio le incisioni su pietra (vedi egiziani, babilonesi, assiri etc), anche quelle si rovinano con il passare del tempo.
    Niente di tutti questi mezzi ha però le limitazioni dei supporti digitali, strettamente legati - per essere letti - alla tecnologia con cui sono stati creati.
    Ogni volta che vi è un cambio di tecnologia, è necessario un riversamento dei dati nei nuovi supporti per evitare che questi vadano persi.
    Non è solo una questione di supporti ma anche di tecnologia di archiviazione dati e di software utilizzato.
    Per esempio ho vissuto quest'esperienza quando siamo passati da un registro protocollo informatizzato in ambiente dos ad uno in ambiente windows su base dati completamente diversa.
    Solo per trovare chi poteva darmi delle dritte su di una struttura database creata 7 anni prima con un software non più usato da tempo ho fatto una fatica notevole.
    Chi anni fa (non molti anni fa) aveva investito in archivi ottici basati su cd-rom oggi ha il problema dei pezzi di ricambio dei meccanismi dei lettori ottici, come pure quello della leggibilità dei cd-rom.

    Tu dici che non è importante ottenere un certificato di nascita se tu comunque sai che esisti e quando sei nato.
    Prova a sostenere questa tua affermazione parlando con uno straniero, che non può godere di tantissimi diritti basilari (che per noi cittadini sono presi per scontati) solo perchè non dispone di documenti da poter esibire ...

    O forse non hai mai chiesto niente alla Pubblica Amministrazione, intendo, niente che ti servisse veramente.
    Un contratto di affitto? Una controversia con i vicini? Un infortunio sul lavoro? Indennità di disoccupazione? Una visita all'ULSS?

    Mi fermo solo per dirti che, un giorno, quando avrai bisogno di qualcosa dalla comunità, intendo dallo stato o dagli enti locali, scoprirai a cosa servono.

    - Scritto da: Anonimo
    > La carta si stinge e puo` bruciare, quindi
    > non mi sembra che offra alcuna garanzia.
    >
    > Secondo me e` una questione culturale, cioe`
    > se io esisto che cosa me ne faccio del
    > certificato di nascita? (e delle PA in
    > generale?)
    >
    > Ciao e buon lavoro.
    non+autenticato
  • l'uso organizzato dello strumento della posta elettronica permetterebbe di snellire le procedure e rendere più trasparenti i   rapporti con l'utenza (noi).
    Non credo che esistano le condizioni "umane" perchè ciò accada in tempi brevi. Troppa gente ha colto l'impatto che avrebbe uno strumento del genere (se usato in maniera organica) sugli atuali assetti (leggi : poltrone e privilegi).
    Molto meglio dare a tutti una bella casellina di posta con cui scambiarsi messaggini personali e poi annunciarlo pomposamente ai giornali come la rivoluzione della P.A.
    non+autenticato
  • ... i dipendenti comunali sono connessi ad internet ed hanno una casella di posta elettronica dal 1995... Caro Stanca non vendere più fumo, l'informatizzazzione della pubblica amministrazione passa dall'efficienza dell'amministrazione stessa, cosa che la giunta Ceragioli (area Ds) ne aveva da vendere (infatti si riconfermò la seconda volta con il 75% dei voti). Quindi se prima non si rendono efficenti le amministrazioni, hai voglia di dare soldi... Tanto se li mettono in tasca!!!!!!
    Quindi se una amministrazione è efficiente i tuoi discorsi, caro Stanca, non servono a niente. Una amministrazione valida, puo dotarsi di strutture informatiche ed essere "organizzate informaticamente" senza le tue parole a vanvera...
    P.s. Il comune in questione è quello di Camaiore (Lucca).
    Un cittadino stufo di Stanca.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    > Quindi se una amministrazione è efficiente i
    > tuoi discorsi, caro Stanca, non servono a
    > niente. Una amministrazione valida, puo
    > dotarsi di strutture informatiche ed essere
    > "organizzate informaticamente" senza le tue
    > parole a vanvera...
    > P.s. Il comune in questione è quello di
    > Camaiore (Lucca).


    Caspita avete sentito? A lucca hanno la mail dal 1995......be' ma allora siamo tutti a posto.

    Lo scopo non è dare la mail a tutti gli impiegati comunali di Lucca, ma di tutta Italia. Ci sono comuni dove non hanno neanche la carta carbone ma usano un gruppo di frati emanuensi molto rapidi nel fare copie dei documenti.

    > Un cittadino stufo di Stanca.

    Il problema non è Stanca che è l'unico ministro decente di questo Governo. Il problema sono i soldi che gli promettono e che poi non gli danno.
    non+autenticato

  • > Il problema non è Stanca che è l'unico
    > ministro decente di questo Governo. Il
    > problema sono i soldi che gli promettono e
    > che poi non gli danno.

    ah ah ah, bella questa.
  • Nella mia città, all'epoca non c'era stanca ne i soldi del governo centrale... Hanno creato una rete con i propri soldi, senza chiedere niente a nessuno... Sono stati investiti centinaia di milioni in tecnologie e ti ripeto non c'è stato bisogno di Stanca... Quindi a camaiore sono riusciti a fare quello che è stato fatto, se tutti i comuni seguissero l'esempio da camaiore di stanca non ce ne sarebbe bisogno (e già ora non c'è bisogno di lui). Non ci vuole tanto, ma tanta buoan volontà...

    Quello di prima.
    non+autenticato


  • > ... Ci sono comuni dove non hanno
    > neanche la carta carbone ma usano un gruppo
    > di frati emanuensi molto rapidi nel fare
    > copie dei documenti ...

    I frati mi pare che si chiamassero Amanuensi ... Sorride
    non+autenticato
  • > P.s. Il comune in questione è quello di
    > Camaiore (Lucca).

    Idem per Massa

    P.S.
    Camaiore?....fai parte del Lug della tua zona?...in quel caso mi sa tanto che ci conosciamo Sorride

    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 10 discussioni)