Luca Annunziata

Via il fisso, spazio alla fibra

Negli States sempre pi¨ utenti fanno a meno del telefono a casa, preferendo il cellulare. E la fibra, invece, cresce in prestazioni e preferenze al di qua e al di lÓ dell'Atlantico

Roma - Sarà che il costo delle chiamate è ormai lo stesso, vuoi per le tariffe vuoi per gli abbonamenti, sul fisso e sul mobile: sta di fatto che ormai un cittadino statunitense su cinque non ha più il telefono a casa e utilizza esclusivamente il suo cellulare. Una percentuale in crescita, che coincide pure con la crescita delle velocità e delle offerte di connettività a banda più che larga: segno che ormai quello che conta tra le mura domestiche è il traffico dati più che il traffico voce.

La ricerca che attesta il declino della rete fissa è stata portata a termine dal CDC, l'ente statunitense che si occupa di controllo e prevenzione sanitaria: secondo il suo reparto di statistica, alla fine del 2008 il 20,2 per cento delle case sul suolo a stelle e strisce ha fatto a meno del telefono. Un dato in aumento del 2,7 per cento rispetto all'inizio dello stesso anno, segno che il trend delle disdette degli allacci alla linea tradizionale si va affermando e confermando sin dall'ormai lontano 2003.

Sono soprattutto i più giovani a fare a meno del fisso per concentrarsi sul mobile: il 33 per cento dei componenti della fascia d'età compresa tra 18 e 24 anni ricade in questa categoria, valore che sale fino a 41,5 per cento nella fascia 25-29. A riprova di una tendenza che ha attecchito maggiormente tra i giovani, la percentuale degli adulti sopra i 65 anni che fanno completamente a meno del fisso optando per il cellulare è di appena il 3,3 per cento: ma il dato cala rapidamente già a partire dai 44 anni in su.
Se dunque il mercato della telefonia fissa va incontro ad una contrazione probabilmente definitiva, come testimonia questa ricerca, ponendo non pochi grattacapi alle telco, lo stesso non si può dire della vendita di connessione a banda larga: non solo la sua presenza è sempre più necessaria e richiesta da chiunque, ma la domanda di velocità sempre maggiori sta stimolando gli operatori ad investire in infrastruttura e sperimentare nuove soluzioni per garantire velocità sempre maggiori.

Addirittura, nel Regno Unito Virgin sta sperimentando assieme a 100 fortunati clienti una nuova soluzione in fibra da 200Mbps: un valore enorme, superiore a qualunque altra offerta consumer oggi in circolazione, tanto più impressionante se si pensa che teoricamente si tratta di una velocità simmetrica in upload e download. In ogni caso, va precisato, si tratta di valori teorici che non tengono conto della congestione della rete: la fibra, per questioni di infrastruttura, è leggermente più sensibile dell'ADSL all'affollamento di abbonati su un singolo nodo, e costringe dunque ad attente policy di regolazione della banda effettiva a disposizione onde evitare rallentamenti generalizzati.

Tutti questi megabit, dunque, restano unicamente sulla carta: alle limitazioni tecnologiche degli apparati industriali vanno pure sommate quelle casalinghe, visto che è raro trovare in commercio router wireless in grado di offrire connessione più veloce di 54Mbps in condizioni ideali, senza contare che spesso i cablaggi interni nelle abitazioni sono realizzati con cavi in rame in grado di garantire al massimo 100 megabit di banda disponibile. Ce n'è abbastanza per confondere i navigatori, confusi tra ADSL sempre più diversificate e fibra, tanto da non sapere più cosa stanno pagando e come funziona (o dovrebbe funzionare).

La fibra, in ogni caso, resta uno dei settori più promettenti nel campo dell'industria delle telecomunicazioni: l'esempio più lampante della crescita che è in grado di garantire ai conti delle aziende che offrono connettività di questo tipo è quello della norvegese Lyse, fino a qualche anno fa (anno 2003) solo un fornitore di energia elettrica come tanti altri, ora uno dei player in grado di vendere connettività a banda larga con il più alto tasso di crescita del paese.

Il segreto di Lyse risiede nella sua politica commerciale e nella sua conoscenza del pubblico a cui si rivolge: la prima consiste nell'offrire allo stesso prezzo dei concorrenti in rame un servizio in fibra decisamente più prestante (fino a 50Mbps). La seconda, in grado di far risparmiare tempo e denaro, prevede di far eseguire gli scavi preparatori direttamente agli inquilini delle abitazioni.

In questo modo, a Lyse non resta che mandare sul posto una squadra solo quando occorre soffiare la fibra direttamente in casa del cliente. E organizzandosi per coprire zone fino a quel momento non coperte dal servizio ad alta velocità ottico, in pochi anni Lyse è riuscita a costruire un parco clienti di 130mila abbonati: ai quali, oltre alla banda larga, offre pure TV via cavo, telefonia e energia elettrica riunite sotto un'unica bolletta.

Luca Annunziata
33 Commenti alla Notizia Via il fisso, spazio alla fibra
Ordina
  • Sì purtroppo sarà così: noi i nostri PADRONI ci fanno andare
    negli altri stati a mettere giù la cosiddetta FIBRA e noi
    in italia (con la i minuscola) facciamo "ci lecca". LORO
    dicono che non ci sono soldi per fare ciò,noi invece abbiamo
    pagato sempre più caro il prezzo rispetto agli altri stati.
    Come mai allora questi soldi non esistono per fareciò?
    Non esistono perchè se li sono mangiati tutti LORO e basta!
    Noi la FIBRA possiamo scordarcela! Andremo avanti solo con
    il DOPPINO e basta,LORO adesso pensano alle prossime elezioni
    dove prenderanno voti e soldi, così è la loro vita.
    non+autenticato
  • Non e' vero, alla Maddalena per il G8 hanno fatto degli allacciamenti da pauraSorride
    non+autenticato
  • Là sì perchè devono arrivare i nostri PADRONI, e bisogna
    farsi belli a LORO con i nostri soldi che paghiamo ogni
    giorno con il nostro sudore. Poi ci saranno anche i bocconcini migliori sempre per fare bella figura;LORO.
    Noi non lo sappiamo ...sotto sotto...quanti ingarbugli
    ci sono e cosa si racconteranno LORO!
    non+autenticato
  • Una volta finito il famigerato G8, la FIBRA resterà là.
    Sì proprio così, come successe con il famigerato mondiale di calcio
    1990,se ti ricordi tutte le strutture costruite per quel
    evento sono rimaste là a marcire,perchè poi non sono più
    servite.Bisognava solo spendere i soldi nostri per fare
    bella figura con il resto del mondo e basta.
    non+autenticato
  • Con la rete fissa sempre più obsoleta, specialmente nei piccoli centri comincia ad essere conveniente la trasmissione via radiomobile piuttosto che quella fissa anche per internet.
    non+autenticato
  • ... vedrete che questa crisi farà giustizia di certi modelli comportamentali "spendaccioni"
    Chi si stacca dal fisso credendo di risparmiare con il mobile sbaglia per vari motivi:
    1. con la telefonia fissa hai la possibilità di flat o semiflat già a partire da 9 euro al mese
    2. Le prestazioni e i costi di una ADSL fissa non sono confrontabili con una mobile, nè oggi ne in un prossimo futuro
    3. La qualità della linea fissa è superiore a quella mobile ed è estremamente raro che si verifichino "congestioni"
    In definitiva chi fa tutto con il mobile paga assai di più per gli stessi servizi, se può essere una soluzione quindi per assicurarsi la reperibilità lontano dalle mura domestiche o in caso di nomadismo (studenti fuori sede ad esempio) è invece una enorme sciocchezza un suo utilizzo domestico.
  • - Scritto da: Enjoy with Us
    > ... vedrete che questa crisi farà giustizia di
    > certi modelli comportamentali
    > "spendaccioni"
    > Chi si stacca dal fisso credendo di risparmiare
    > con il mobile sbaglia per vari
    > motivi:
    > 1. con la telefonia fissa hai la possibilità di
    > flat o semiflat già a partire da 9 euro al
    > mese
    > 2. Le prestazioni e i costi di una ADSL fissa non
    > sono confrontabili con una mobile, nè oggi ne in
    > un prossimo
    > futuro

    Sempre a confondere la connessione internet con il cavo telefonico...

    > 3. La qualità della linea fissa è superiore a
    > quella mobile ed è estremamente raro che si
    > verifichino
    > "congestioni"

    Si sta parlando di telefonia....
    Cucu!



    > In definitiva chi fa tutto con il mobile paga
    > assai di più per gli stessi servizi, se può
    > essere una soluzione quindi per assicurarsi la
    > reperibilità lontano dalle mura domestiche o in
    > caso di nomadismo (studenti fuori sede ad
    > esempio) è invece una enorme sciocchezza un suo
    > utilizzo
    > domestico.
    non+autenticato
  • - Scritto da: IlPiccolo
    > - Scritto da: Enjoy with Us
    > > ... vedrete che questa crisi farà giustizia di
    > > certi modelli comportamentali
    > > "spendaccioni"
    > > Chi si stacca dal fisso credendo di risparmiare
    > > con il mobile sbaglia per vari
    > > motivi:
    > > 1. con la telefonia fissa hai la possibilità di
    > > flat o semiflat già a partire da 9 euro al
    > > mese
    > > 2. Le prestazioni e i costi di una ADSL fissa
    > non
    > > sono confrontabili con una mobile, nè oggi ne in
    > > un prossimo
    > > futuro
    >
    > Sempre a confondere la connessione internet con
    > il cavo
    > telefonico...
    >


    E chi confonde.... a te risulta che sia possibile avere a costi vantaggiosi solo l'ADSL senza linea telefonica?

    > > 3. La qualità della linea fissa è superiore a
    > > quella mobile ed è estremamente raro che si
    > > verifichino
    > > "congestioni"
    >
    > Si sta parlando di telefonia....
    > Cucu!

    Appunto! Non ti è mai capitato che il cellulare ti rifiuta la chiamata perchè la stazione che ti serve è il Tilt per le eccessive chiamate?


    >
    >
    >
    > > In definitiva chi fa tutto con il mobile paga
    > > assai di più per gli stessi servizi, se può
    > > essere una soluzione quindi per assicurarsi la
    > > reperibilità lontano dalle mura domestiche o in
    > > caso di nomadismo (studenti fuori sede ad
    > > esempio) è invece una enorme sciocchezza un suo
    > > utilizzo
    > > domestico.
  • - Scritto da: Enjoy with Us
    > ... vedrete che questa crisi farà giustizia di
    > certi modelli comportamentali
    > "spendaccioni"
    > Chi si stacca dal fisso credendo di risparmiare
    > con il mobile sbaglia per vari
    > motivi:
    > 1. con la telefonia fissa hai la possibilità di
    > flat o semiflat già a partire da 9 euro al
    > mese
    > 2. Le prestazioni e i costi di una ADSL fissa non
    > sono confrontabili con una mobile, nè oggi ne in
    > un prossimo
    > futuro

    Sempre a confondere la connessione internet con il cavo telefonico...

    > 3. La qualità della linea fissa è superiore a
    > quella mobile ed è estremamente raro che si
    > verifichino
    > "congestioni"

    Si sta parlando di telefonia....
    Cucu!



    > In definitiva chi fa tutto con il mobile paga
    > assai di più per gli stessi servizi, se può
    > essere una soluzione quindi per assicurarsi la
    > reperibilità lontano dalle mura domestiche o in
    > caso di nomadismo (studenti fuori sede ad
    > esempio) è invece una enorme sciocchezza un suo
    > utilizzo
    > domestico.
    non+autenticato
  • Ti posso dar ragione se parli dell'Italia, ma l'articolo parla del resto del mondoA bocca aperta
    Lo sanno anche i sassi che in Italia il mobile è una truffa
  • A conti fatti non è poi così vero.
    non+autenticato
  • ma se non si riesce nemmeno a parlare con il cellulare, tra linea che cade, campo che non c'e', e disturbi vari, figuriamoci navigare con stabilita' e velocita'!
    non mi sono mai piaciute le connessioni wireless, in tutti i campi, io continuo a preferire il buon vecchio sicuro e stabile cavo!
    non+autenticato
  • In parte hai ragione.
    Ultimamente però vedo che la stabilità non è di casa nemmeno tra nel fisso. E tutto perchè vogliono continuare a buttare giù i prezzi.
    non+autenticato
  • Si vede che non sei mai stato negli Stati Uniti... Ihihihih

    - Scritto da: LuckyH
    > ma se non si riesce nemmeno a parlare con il
    > cellulare, tra linea che cade, campo che non
    > c'e', e disturbi vari, figuriamoci navigare con
    > stabilita' e
    > velocita'!
    > non mi sono mai piaciute le connessioni wireless,
    > in tutti i campi, io continuo a preferire il buon
    > vecchio sicuro e stabile
    > cavo!
    non+autenticato
  • - Scritto da: fabiet
    > Ti posso dar ragione se parli dell'Italia, ma
    > l'articolo parla del resto del mondo
    >A bocca aperta
    > Lo sanno anche i sassi che in Italia il mobile è
    > una
    > truffa


    Nel resto del mondo non so, però per quanto riguarda l'Italia e gli Stati Uniti non esiste una flat per le ADSL mobili o per il traffico voce mobile, mentre il corrispettivo per la linea fissa esiste e non è poi tanto caro 40-50 euro al mese...
  • Dipende... la telefonia fissa ha ancora i costi fissi (è per questo che si chiama fissa,no?Sorride ). Se uno fa telefonate brevi e "utili" piuttosto che lunghe chiacchiere penso che il fisso possa non convenga. Io ho il cell e l'ADSL+fonia (fonia in "omaggio"), ma pensa che non ho comprato nenanche l'apparecchio fisso perché non mi serve, piuttosto uso Skype.
    non+autenticato
  • ..ora che è sempre più difficile scaricare files dalla rete? Il P2P è (quasi) morto, Youtube non si sente troppo bene e neanche gli altri grossi portali di streaming scoppiano di salute.
    Invece di offrire tutta questa (inutile) banda, non sarebbe meglio garantire a tutti un Internet a basso costo (o gratis) e a 20KB/s?
    non+autenticato
  • - Scritto da: NightTrain
    > ..ora che è sempre più difficile scaricare files
    > dalla rete? Il P2P è (quasi) morto, Youtube non
    > si sente troppo bene e neanche gli altri grossi
    > portali di streaming scoppiano di
    > salute.
    > Invece di offrire tutta questa (inutile) banda,
    > non sarebbe meglio garantire a tutti un Internet
    > a basso costo (o gratis) e a
    > 20KB/s?


    Beh il P2P in Italia gode di ottima salute, comunque concordo con te sono già più che sufficienti 640Kb/sec in downloads per scaricare tutto quello che si vuole, con quelle velocità scarichi tutto in un mese e poi cosa ci fai con quella linea ultraveloce?
  • La televisone in alta definizione on demand che fai pagare un tonfo.
  • Tanto più che 200MBit/s è forse sono quello che un provider ha vero il backbone... penso che la sfida vera sia fare infrastrutture centrali che costano meno e magari far funzionare il multicast o qualcosa del genere per permettere di trasmettere poche volte quello che guarderanno molti.
    non+autenticato
  • Navigo in quei siti Flash scritti col c##o.
    Dovrebbero vietarlo!
    non+autenticato
  • - Scritto da: Enjoy with Us
    > - Scritto da: NightTrain
    > > ..ora che è sempre più difficile scaricare files
    > > dalla rete? Il P2P è (quasi) morto, Youtube non
    > > si sente troppo bene e neanche gli altri grossi
    > > portali di streaming scoppiano di
    > > salute.
    > > Invece di offrire tutta questa (inutile) banda,
    > > non sarebbe meglio garantire a tutti un Internet
    > > a basso costo (o gratis) e a
    > > 20KB/s?
    >
    >
    > Beh il P2P in Italia gode di ottima salute,
    > comunque concordo con te sono già più che
    > sufficienti 640Kb/sec in downloads per scaricare
    > tutto quello che si vuole, con quelle velocità
    > scarichi tutto in un mese e poi cosa ci fai con
    > quella linea
    > ultraveloce?

    640k dovrebbero bastare a chiunque
    non+autenticato
  • - Scritto da: Gill Bates
    > 640k dovrebbero bastare a chiunque

    BWHAHAHA
    Grande!A bocca aperta
    non+autenticato
  • non capisco da cosa deduci che il p2p e' morto!!
    ci sono migliaia di siti che danno link rapidshare e simili, altroche' morto! e' piu fiorente che mai!
    per quanto riguarda il discorso banda tu ragioni solo pensando a chi scarica film pirata, non pensi che la banda possa servire per streaming di qualita', non streaming a 240x120 come e' ora.
    inoltre si potrebbe vedere tv via internet a pieno schermo in alta risoluzione e film on demand invece che andare a noleggiare il dvd.
    eventi sportivi in diretta etc etc
    non+autenticato
  • sono d'accordo per la rete gratuita a bassa velocita, ma per contenuti premium (tipo film in FULL HD noleggiati a distanza..;e altro) serve molta banda.

    Non pensiamo come sempre che la rete sia solo Emule e Youtube!!

    Il futuro ad esempio e' nel noleggio dei film on demand.In america é gia possibile, e vuoi mettere quanto risparmio di sbattimento (e di CO2 abbattuta) nell'evitare di prendere la macchina e andare in videoteca se inviti gli amici a casa e con un click in un device tipo decoder ethernet noleggi un film in FULL HD e lo vedi in tempo reale per 1 o 2 euro?
    non+autenticato
  • - Scritto da: NightTrain
    > ..ora che è sempre più difficile scaricare files
    > dalla rete? Il P2P è (quasi) morto, Youtube non
    > si sente troppo bene e neanche gli altri grossi
    > portali di streaming scoppiano di
    > salute.

    Tecnicamente streaming on demand senza scaricare?
    Gratis, a pagamento o altro e' un'altro discorso.

    > Invece di offrire tutta questa (inutile) banda,
    > non sarebbe meglio garantire a tutti un Internet
    > a basso costo (o gratis) e a
    > 20KB/s?

    Si, flat a *basso* costo con una banda sufficiente a
    navigare e comunicare agevolmente ma farebbe troppo
    bene all'informazione.
    I politicanti faccendieri preferiscono prepararsi
    vendere l'ultimo Batman agli "entusiasti".
    non+autenticato
  • - Scritto da: NightTrain
    > Invece di offrire tutta questa (inutile) banda,
    > non sarebbe meglio garantire a tutti un Internet
    > a basso costo (o gratis) e a 20KB/s?

    Magari!
    non+autenticato
  • che si riscontri praticamente nel mercato senza prezzi da nababbi.
    Intanto io spero faccia progressi questa:
    "http://salsadibit.blogspot.com/2009/05/sperimentat..."
    ufo1
    183