CPU, AMD torna a guadagnare su Intel

Lo scorso trimestre Sunnyvale ha guadagnato qualcosa su Santa Clara. Bene i desktop, meno bene i server. Ma chi va peggio di tutti č Atom

Roma - I grandi cambiamenti strutturali e organizzativi avviati da AMD negli ultimi due anni sembrano finalmente portare i loro frutti. Nel corso del primo trimestre dell'anno, relativamente al mercato dei processori per PC, la società di Sunnyvale ha messo a segno un +4,6 per cento rispetto al precedente trimestre, e per la prima volta dopo 15 mesi è tornata a guadagnare su Intel. Positivo anche il risultato di VIA, che ha fatto segnare un +0,4 per cento.

I dati provengono dalla celebre società di analisi IDC, secondo la quale AMD detiene ora una quota del 22,3 per cento contro il 77,3 di Intel. Dal momento che le due aziende, insieme, rappresentano il 99,6 per cento del mercato delle CPU per PC, quando una guadagna l'altra cala necessariamente in proporzione: lo scorso trimestre, infatti, Intel ha registrato una perdita del 4,7 per cento.

Il segmento in cui AMD ha fatto meglio è quello mobile, che l'ha vista crescere del 4,7 per cento e raggiungere una quota complessiva del 15. Al contrario, Intel ha perso il 4,7 per cento e ha visto ridursi la propria quota globale all'84,3. Nel segmento desktop, dove i processori di AMD rappresentano il 29,8 per cento del mercato, la casa di Sunnyvale è invece cresciuta del 3,8 e Intel ha perso il 3,9.
Notizie meno buone, per AMD, dall'ambito server/workstation: qui la mamma di Opteron ha infatti visto ridursi la propria quota dell'1,2 per cento, valore registrato invece da Intel col segno più.

Ciò che più ha influenzato la scarsa performance di Intel è stato il processore Atom, le cui vendite sono crollate, nello scorso trimestre, del 33 per cento. Non è banale trovare una giustificazione ad una tale e repentina flessione, soprattutto perché le vendite di netbook, nel frattempo, non sono affatto calate. A determinare questo picco negativo, secondo gli analisti, sono probabilmente i meccanismi di approvigionamento dei grandi produttori, e il fatto che Intel sia stata forse un po' troppo ottimista nel pianificare i volumi produttivi di Atom. Certamente tale calo non può essere imputato alle CPU ARM, visto che i netbook basati su tali chip sono ancora in gran parte progetti sulla carta.

Al di là del confronto sui numeri tra AMD e Intel, IDC afferma che nel primo trimestre del 2009 il mercato globale dei processori per PC ha continuato la sua corsa verso il basso, calando del 10,9 per cento rispetto al trimestre precedente e del 13 rispetto allo stesso periodo del 2008. Insieme alle unità vendute si sono ridotti anche i profitti, soprattutto se confrontati con quelli del primo trimestre 2008: in questo caso il calo è stato di oltre il 25 per cento.
11 Commenti alla Notizia CPU, AMD torna a guadagnare su Intel
Ordina
  • I netbook con Atom vendono come il pane. Come si fa a credere che siano in rosso di vendite? Non esiste proprio. E' tutta speculazione e/o campagna anti-Intel.
    non+autenticato
  • http://www.intc.com/common/download/download.cfm?c...

    Sei ridicolo. Non sai NULLA eppure parli. Perchè?
    Se sai leggere l'inglese Intel stessa dichiara nel documento ufficiale di cui ho dato il link un calo del 27% delle vendite dell'Atom. In questi giorni il calo è arrivato al 33%. Cos'è, vuoi contestare le stesse dichiarazioni di Intel?
    Non capisco la gente come te. Parla, parla, ma non sa NULLA!
    non+autenticato
  • Preciso. Il calo è nei guadagni dovuti alle vendite della piattaforma Atom, non nelle vendite in se, il che non toglie nulla al tonfo generale della piattaforma.
    non+autenticato
  • eppure non ho capito se il calo è dovuto ad un crollo delle vendite dei netbook o se è un problema solo di atom

    in quest'ultimo caso è logico...i due modelli usati attualmente e cioè n270 e n230 fanno pena in termini di performance, siamo a circa la metà di un p4 northwood

    se proprio vogliono riprendersi farebbero meglio a stringere una partnership con nvidia per la piattaforma ion e spingerci su l'n330
  • - Scritto da: chojin_a
    > I netbook con Atom vendono come il pane. Come si
    > fa a credere che siano in rosso di vendite? Non
    > esiste proprio. E' tutta speculazione e/o
    > campagna
    > anti-Intel.

    Ma intel ti paga (non sarebbe da meravigliarsi) per fare pubblicità ingannevole a suo favore?

    Documentati meglio, e prova a pensare che Atom sta calando perchè vale veramente poco....
    non+autenticato
  • ... e ai nuovi processori attesi... Intel lo ha già detto circa un mese fa ha fatto fuori le ampie scorte di magazzino e i produttori oggi sono molto attenti a quello che comprano, visto che il lancio di netbook ARM based è imminente e secondo le varie società di analisi avrà un ruolo di primo piano!
  • > ... e ai nuovi processori attesi... Intel lo ha
    > già detto circa un mese fa ha fatto fuori le
    > ampie scorte di magazzino e i produttori oggi
    > sono molto attenti a quello che comprano, visto
    > che il lancio di netbook ARM based è imminente e
    > secondo le varie società di analisi avrà un ruolo
    > di primo
    > piano!
    Quelli che prevedono il futuro dai fondi di caffe?A bocca aperta
    non+autenticato
  • - Scritto da: pippo
    > Quelli che prevedono il futuro dai fondi di
    > caffe?
    >A bocca aperta

    Gli stessi che consigliavano di investire nel mercato immobiliare
    non+autenticato
  • e che consigliarono ai vecchietti di investire in Parmalat perchè era come mettere i soldi a Fort KnoxA bocca aperta
  • I modelli basati su architettura ARM cominciano ad affacciarsi ora sul mercato e, per ora, e' una soluzione adottata in maniera marginale dai produttori di netbook. Il calo di vendite di Atom e' da imputarsi ad altri fattori ben piu' incisivi come l'assestamento del mercato dei netbook (che, dopo il boom iniziale, si va' ridimensionando), il mancato decollo delle vendite dei nettop, soluzioni alternative basate su C3 (attualmente disponibili sul mercato e sostenute da player del calibro di HP), la mancata migrazione di alcuni produttori da Celeron ad Atom.
    Altra nota dolente di Atom e' la politica commerciale di Intel volta alla distribuzione della piattaforma completa chipset+cpu che ne limita i campi d'utilizzo (ad esempio, se la motherboard per l'Atom montasse almeno due NIC o avesse almeno due slot PCI/PCIexpress, sarebbe un'ottima soluzione per un firewall domestico).
    Al massimo, l'introduzione di netbook ad architettura ARM, andra' ad accentuare in misura maggiore questo trend e a decretare la fine di Atom (CPU che al giorno d'oggi IMHO non ha ragione di esistere).

    - Scritto da: Enjoy with Us
    > ... e ai nuovi processori attesi... Intel lo ha
    > già detto circa un mese fa ha fatto fuori le
    > ampie scorte di magazzino e i produttori oggi
    > sono molto attenti a quello che comprano, visto
    > che il lancio di netbook ARM based è imminente e
    > secondo le varie società di analisi avrà un ruolo
    > di primo
    > piano!
    non+autenticato
  • oppure gli utonti hanno scoperto che i netbook sono delle versioni castrate dei notebook

    se operano come si deve secondo me venderanno un mucchio di nettop, ma per i netbook sarà difficile replicare il 2008

    ARM prenderà piede facilmente perchè alle spalle c'è un'architettura molto efficiente e interessi notevoli da parte di Google e soci

    Intel non può più giocare la carta del "ti punisco se vendi AMD", la mazzata dell'UE ha una tempistica tutt'altro che casuale

    sarà possibile ancora trainare Atom ma grazie a Nvidia ION, altrimenti visto che il meglio che offrono è il vecchio chipset 945 finirebbero al tappeto