Alfonso Maruccia

Batterie infiammabili, HP avvia il ritiro

Gli accumulatori per portatili tornano a bruciare. HP corre ai ripari richiamando svariate decine di migliaia di unità potenzialmente difettose

Roma - Quella che potrebbe essere definita come la "maledizione delle batterie infiammabili" torna a colpire i grandi produttori di PC portatili e relative unità energetiche, e dopo il nuovo "focolaio" delle 100mila batterie li-ion di Sony tocca ora ad HP imbastire un piano di richiamo riguardante 70mila delle unità installate su svariati modelli di laptop commercializzati dall'azienda.

La notizia è emersa attraverso l'annuncio della Consumer Product Safety Commission statunitense su due incidenti riportati di batterie andate a fuoco, che hanno provocato danneggiamenti alle proprietà degli interessati ma non hanno fortunatamente avuto alcuna conseguenza sulla loro incolumità fisica.

In conseguenza dei due incidenti HP ha predisposto il richiamo di batterie installate su nove modelli della famiglia Pavilion, nove Compaq Presario e altri venduti tra agosto 2007 e marzo 2008. Il produttore statunitense ha invitato gli utenti a controllare le batterie dei propri sistemi, predisponendo tutte le informazioni necessarie sul sito del suo Battery Pack Replacement Program.
Il costo della sostituzione dei modelli difettati è ovviamente a carico di HP, e dovrebbe interessare sia le batterie integrate in sistemi completi (venduti a un prezzo variabile tra i 500 e i 3000 dollari) che le unità commercializzate separatamente al prezzo di 100-160 dollari. L'assistenza del produttore è raggiungibile dai consumatori anche via telefono, quantomeno per quel che concerne i consumatori statunitensi.

Alfonso Maruccia
34 Commenti alla Notizia Batterie infiammabili, HP avvia il ritiro
Ordina
  • lavoro in una azienda in cui ci sono decine e decine di portatili HP.
    Qualità bassissma, un portatile su 3 nel primo anno di vità subisce guasti, fondamentalmente hardisc e scheda madre.
    Molti utenti han perso una quantità non indifferente di lavoro a causa dei guasti improvvisi ed irreparabili dei dischi.
    non+autenticato
  • Fin'ora invece la mia esperienza con HP è sempre stata ottima. Per quanto riguarda il mercato enterprise, ovviamente. Workstation, server stampanti e ovviamente notebook si sono sempre comportati bene. E quando c'è stato un problema l'assistenza on-site NBD ha sempre funzionato, precisa come un orologio.
    Ovviamente non posso dire niente riguardo al mercato consumer in quanto non ho mai comprato prodotti hp all'ipermercato.


    - Scritto da: nome e cognome
    > lavoro in una azienda in cui ci sono decine e
    > decine di portatili
    > HP.
    > Qualità bassissma, un portatile su 3 nel primo
    > anno di vità subisce guasti, fondamentalmente
    > hardisc e scheda
    > madre.
    > Molti utenti han perso una quantità non
    > indifferente di lavoro a causa dei guasti
    > improvvisi ed irreparabili dei
    > dischi.
    non+autenticato
  • Guarda, io lavoro 10 ore al giorno su una workstation cad xw4000
    In 3 anni son pariti due hard disc, il secondo fortunatamente intercettato da S.M.A.R.T. e quindi senza perdite di dati.
    Poi è partito un banco ram da 2 giga di memoria.
    Io son convinto di avere un problema di alimentatore o scheda madre, ma i tecnici HP lo escludono e dicono che è solo una combinazione.
    Posso poi dirti che su 15 macchine uguali alla mia anche una seconda ha avuto un crash del disco ed un'altra un problema di alimentatore.
    Se questa è affidabilità sul mercato enterprise ......
    non+autenticato
  • - Scritto da: nome e cognome

    > Molti utenti han perso una quantità non
    > indifferente di lavoro a causa dei guasti
    > improvvisi ed irreparabili dei
    > dischi.


    guarda che hanno perso i dati perché non avevano il backup.
    i dischi si sono sempre rotti e sempre si romperanno. se non usi cautele poi non piangere
    non+autenticato
  • Penso che HP dimostri una grande serietà nel cambiare parti difettose a proprie spese. E non è la prima volta. Mi ricordo che ai tempi delle Laserjet 6L e 1100 distribuirono gratuitamente a domicilio dei kit di supporto supporti correttivo che prevenivano gli inceppamenti della carta.
    Magari tutte le aziende si comportassero così! Molte aziende, a fronte di difetti di fabbricazione (anche grossi) lasciano il cliente da solo, senza supporto in balia di costi enormi, con la sola possibilità di rivalersi in una causa che a dir bene finirà dopo 10 anni...

    Questo è il mio pensiero.
    non+autenticato
  • Per me HP è solo robbaccia da supermercato, forse un tempo era leader del mercato pro, ma poi si è svenduta...
    Anche Dell aveva avuto problemi simili ma li le macchina sono decisamente migliori, per il resto resto fedele a Lenovo, Fujitsu, e asus, il resto via dalla mia vista...
  • Che bello,

    il 70% dei post sono di critica ad HP perché, al pari di tutte le aziende del mondo, in ambito tecnologico e non, si fa fare le componenti in Cina e poi dici di preferire Lenovo (100% cinese)...

    Quanto al fatto che HP faccia solo roba da supermercato ti chiedo, hai mai visto ed usato prodotti HP per il mercato pro? Non intendo, ovviamente, ciò che trovi al supermercato: quella e' roba da supermercato, ovvio! Intendo ciò che trovi nei CED. L'hai mai paragonata ad un server DELL o magari ad un server ASUS(esistono?)?.

    Con questo, ovviamente, non dico che cio che e` HP e` perfetto, lungi da me. Dico che le trollate fatte tanto per sparare, senza argomentazioni, potete anche risparmiarvele.
    non+autenticato
  • In Cina taiwan, corea, e giappone si fa la migliore elettronica del mondo, escluso processori e qualche altro componente, ho usato prodotti hp, fin quando non si è inbastardita, ed è scesa a produrre mondezza, Asus non fa server, quelli Dell non li ho mai provati, ma qui si parla di portatili, ma su Fujitsu e Lenovo, non scendono a compromessi, soprattutto lenovo, anche se preferisco più Fujitsu, a me non piacciono quelli che stanno con un po di qua un po di la, se sei un produttore pro devi fare pro, cosi da non confondere il mercato se fai consumer devi fare consumer Asus per i portatili nel settore consumer è un gradino più in alto a tutti, attualmente se dovessi scegliere e mi imponerssero Addirittura Acer contro HP preferirei Acer, almeno quest'ultimi non si spacciano per produttori pro...
  • Anche io devoto Asus, da quando ho scoperto che HP (che stimo come azienda per i prodotti che produce) realizza portatili PROFESSIONALI come l'HP8510W, non ho più avuto dubbi...
    Ti dico solo che come scheda grafica monta una Nvidia Quadro FX e che la risoluzione dello schermo 15.4" è 1680x1050.
    Io ci faccio progettazione architettonica e anche l'altro giorno-notte si è sparato 18 ore di rendering.
    Vatti a vedere il resto delle caratteristiche, tanto per non star qui a perdere tempo.
    non+autenticato
  • Sicuramente è come dici tu? ma io mi vergogno di proporre ad un cliente una workstation portatile come la tua che costa qualche migliaio di €, se poi la stessa casa produttrice realizza portatili da 400,00, €, si perde anche in credibilità, asus lo consiglio fino ad un certo punto, per una macchina tipo la tua consiglio fujitsu...
    http://it.ts.fujitsu.com/products/deskbound/workst... la potenza di un prodotto esclusivo.
  • Ah, be, se e` per non confondere il mercato....
    non+autenticato
  • Abbiamo già visto in passato e anche qualche tempo fa la
    politica CINA: le aziende non si sono ancora rese conto che se vuoi un prodotto che va, non bisogna farlo là. Ma le aziende questo non interessa, perchè loro devono essere competitive con i consumatori!Anzi no', perchè il prodotto
    finale costa lo stesso, solo che è più decadente, cioè si
    consuma prima, si rompe prima, ha una durata inferiore
    (autuestinguente).Questa è la politica d'oggi:noi dobbiamo solo avere sempre il portafoglio in mano e spendere per far
    piacere a loro.Ogni giorno se ne sente una: stiamo attenti che ci stanno facendo la guerra,vogliono farsi questa italia
    che stà andando allo sfascio tutta loro.
    non+autenticato
  • Mi piacerebbe sapere dove sono state prodotte le batterie in questione...

    OK, ho capito... Dai bambini Cinesi!

    Ci sta bene!
    Dobbiamo bruciare vivi così la smettiamo di sfruttare la schiavitu' cinese

    ...E soprattutto devono fallire le aziende che se ne approfittano!!!
    non+autenticato
  • Vai ai mercati: trovi la cina, vai al bar trovi la cina,
    vai al ristorante trovi la cina,vai a Venezia(oggi per noi costa troppo andarci)trovi la cina; dappertutto trovi cina.
    Di chi è la colpa? Che accordi hanno fatto i nostri PADRONI
    governanti? Quanti soldi si intascano i nostri PADRONI per
    far venire qui quella gente lì? Sono tutte domande che noi
    italiani ci poniamo,oggi noi siamo rimasti senza lavoro e
    siamo in cassa integrazione.I nostri PADRONI però ci raccon-
    tano che la colpa è un'altra e noi la beviamo!Dobbiamo capire
    invece che c'è del marcio sotto e questo marcio il prossimo
    mese noi se siamo intelligenti, DOBBIAMO ELIMINARLO!
    non+autenticato
  • - Scritto da: El Duro
    > Vai ai mercati: trovi la cina, vai al bar trovi
    > la
    > cina,
    > vai al ristorante trovi la cina,vai a
    > Venezia(oggi per noi costa troppo andarci)trovi
    > la cina; dappertutto trovi
    > cina.
    > Di chi è la colpa? Che accordi hanno fatto i
    > nostri
    > PADRONI
    > governanti? Quanti soldi si intascano i nostri
    > PADRONI per
    >
    > far venire qui quella gente lì? Sono tutte
    > domande che
    > noi
    > italiani ci poniamo,oggi noi siamo rimasti senza
    > lavoro
    > e
    > siamo in cassa integrazione.I nostri PADRONI però
    > ci
    > raccon-
    > tano che la colpa è un'altra e noi la
    > beviamo!Dobbiamo
    > capire
    > invece che c'è del marcio sotto e questo marcio
    > il
    > prossimo
    > mese noi se siamo intelligenti, DOBBIAMO
    > ELIMINARLO!

    resistence is futile!
    non+autenticato
  • Sì ma...

    Non c'è andato solo in Cina a vendergli le nostre chiappe...
    Ci sarebbe un bel po' di gente da eliminare....
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 10 discussioni)