Fabrizio Bartoloni

In Grecia le SIM sono schedate

Tra poche settimane i cittadini ellenici potrebbero dover registrare i propri numeri mobili o perderli. Il governo intende varare una stretta per combattere la criminalità

Roma - Il legislatore ateniese Dracone era noto per la severità delle sue leggi, l'aggettivo "draconiano" tale l'ha consegnato all'immortalità linguistica. La Grecia di oggi sembra aver mantenuto questa distanza dalle mezze misure specie in ambito ICT, visto che sull'onda di recenti fatti di cronaca culminati nel rapimento dell'armatore Pericles Panagopoulos ma legati anche ad una vasta gamma di altri reati, dalla truffa al ricatto, fino al terrorismo, si è puntato il dito contro le SIM anonime e quanto queste siano di intralcio alle indagini dei corpi di Polizia.

Chiamato ad intervenire stavolta, a scanso di nuovi interventi punitivi dell'Unione Europea, il Ministro dei Trasporti e delle Comunicazioni Euripidis Stilianidis si è prima recato a Bruxelles, su ordine del Premier, per informarsi su come i colleghi del resto del Continente agiscano in contesti analoghi. Meglio evitare quanto accaduto nel 2002, quando assieme ai videopoker una norma finì per dichiarare illegali pure i videogiochi a causa di una terminologia troppa vaga in fase di stesura, meritandosi un richiamo dalla UE, e la transizione al passaporto biometrico non era stata meno indolore.

In pratica, l'acquisto delle SIM dovrebbe avvenire solo dietro presentazione di un documento d'identità, un codice personale verrà associato ad ognuna di esse, i dati sensibili degli utenti verranno custoditi dagli operatori telefonici e messi a disposizione delle forze dell'ordine su richiesta del magistrato. Il modello sembra essere quello adottato in Gran Bretagna dallo scorso ottobre, già opposto da NO2ID e Startup Earth, ma in maniera più rigida e vincolante per l'acquirente.
Trascorso un periodo di transizione ancora indefinito le attuali schede rimaste prive di un utente associato verranno disattivate, si parla di tredici milioni e mezzo di SIM di cui sette regolarmente attive: dall'ultimo censimento i Greci sono risultati quasi undici milioni, quindi l'impatto sarà totale.

Attivandosi subito dopo le imminenti elezioni europee tutto dovrebbe essere operativo da fine luglio nelle speranze dei promotori, ma una discussione nella sessione autunnale invece risulta più realistica seguendo l'ipotesi per cui il dibattito legato alla privacy porrà non pochi paletti nell'iter verso l'approvazione.

Secondo i detrattori del provvedimento, da un lato i malintenzionati potranno continuare a operare con SIM anonime straniere recuperate sul mercato nero (come scoperto in Italia due mesi fa), e dall'altro i considerevoli costi di adeguamento a carico delle compagnie telefoniche istigheranno queste ultime a porre in atto qualche forma di resistenza.

Furiosa Eugenia Loli-Queru, ex-direttrice di OSnews.com, dal suo blog denuncia un consolidato trend, non solo ellenico, di reagire ai problemi ogni volta con le modalità più estreme ma non necessariamente per questo più efficaci.

Fabrizio Bartoloni

I precedenti interventi di F.B. sono disponibili a questo indirizzo
27 Commenti alla Notizia In Grecia le SIM sono schedate
Ordina
  • Io ho una SIM greca. Si può fare on line la registrazione? Fino a quando c'è tempo?
    non+autenticato
  • Non capisco quale sia la notizia...anche in Italia si deve presentare il documento di identità per associare la SIM. Sbaglio?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Giuseppe
    > Non capisco quale sia la notizia...anche in
    > Italia si deve presentare il documento di
    > identità per associare la SIM.
    > Sbaglio?

    sarà una notizia lì...
  • A differenza degli altri paesi la legge entra con strettissimo preavviso e la massima retroattività costringendo l'intera popolazione ad accalcarsi ai punti abilitati per accreditare la propria SIM nel poco tempo a disposizione col rischio di perdere il vecchio numero.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Giuseppe
    > Non capisco quale sia la notizia...anche in
    > Italia si deve presentare il documento di
    > identità per associare la SIM.
    > Sbaglio?

    Non sbagli, ma in Grecia non c'era quest'obbligo ed ora lo introducono retroattivamente e dando poco tempo ai cittadini per adeguarsi. Il tutto si traduce in una rottura di scatole pazzesca per tutti i greci, da qui la notizia.

    Per la cronaca, pure in Messico sta succedendo la stessa cosa e lì chiedono anche le impronte digitali: http://uk.reuters.com/article/latestCrisis/idUKN09...
    non+autenticato
  • Che ridere, il matching automatico tra le impronte digitali viene fatto per punti, cioe' si selezionano "punti caldi" dell'immagine e si vede se sono uguali

    Voglio proprio vedere a cosa servira', ho piu' l'impressione che sia il solito giochetto per aumentare la sicurezza di chi comanda e non di chi vota.

    Tanto in Grecia quanto in Messico ci sta forte malcontento verso la casta politica, forse la maggiore sicurezza la vuole proprio la locale casta
    non+autenticato
  • In Belgio, come per la Grecia, e' possibile acquistare le SIM nei supermercati, pagarle alla cassa (in contanti) e rimanere totalmente anonimi...
    non+autenticato
  • Vedrai che prima o poi il Belgio, l'Italia e il resto d'Europa adotteranno la stessa legge, il tutto per la nostra sicurezzaPerplesso
    non+autenticato
  • - Scritto da: Mondo Scaricone
    > Vedrai che prima o poi il Belgio, l'Italia e il
    > resto d'Europa adotteranno la stessa legge, il
    > tutto per la nostra sicurezza
    >Perplesso
    Non vedo che problema ci sia, a meno che non hai qualcosa da nascondere
    non+autenticato
  • - Scritto da: Zarbon
    > a meno che non hai qualcosa da nascondere

    Questa frase sarà la nuova "ARBEIT MACHT FREI".

    --
    Saluti, Kap
  • - Scritto da: Zarbon
    > - Scritto da: Mondo Scaricone
    > > Vedrai che prima o poi il Belgio, l'Italia e il
    > > resto d'Europa adotteranno la stessa legge, il
    > > tutto per la nostra sicurezza
    > >Perplesso
    > Non vedo che problema ci sia, a meno che non hai
    > qualcosa da
    > nascondere

    non scopri di avere qualcosa da nascondere finchè non te la trovano addosso.
  • - Scritto da: Zarbon
    > Non vedo che problema ci sia, a meno che non hai
    > qualcosa da nascondere

    A questo argomento trito e ritrito si risponde di solito con una battuta ("e allora perché chiudi la porta quando vai in bagno? c'è qualcosa che vuoi nascondere?") oppure con un qualche parola in più, parole che sono state già efficacemente scritte a http://www.wired.com/politics/security/commentary/... anni fa.
    non+autenticato
  • ciccio, da quand'è che in italia si può avere una SIM senza presentare documenti ? non mi sembra una novità quella greca, e manco la fine del mondo (nessuno ti obbliga ad usare il cellulare)
    non+autenticato
  • - Scritto da: Ale
    > ciccio, da quand'è che in italia si può avere una
    > SIM senza presentare documenti ?

    Ovunque. Tutte le sim sono già attive e se conosci qualcuno è facile averne una senza presentare documenti.
    non+autenticato
  • non diciamo caxxate. Puoi solo ricevere chiamate. Per effettuare chiamate devi inviare il documento
    non+autenticato
  • - Scritto da: lll
    > non diciamo caxxate. Puoi solo ricevere chiamate.
    > Per effettuare chiamate devi inviare il
    > documento

    E' falso. Sono già attive
    non+autenticato
  • Gli operatori normalmente attivano le SIM prima che vengano vendute nei negozi, ma quelle SIM non dovrebbero far traffico finché non gli viene assegnato nome, cognome e documento di identità. Se lo fanno è facile individuarle e bloccarle.

    Se invece un amico ti dà una SIM registrata a suo nome e tu con quella SIM fai qualcosa che porta la polizia ad indagare, nei guai ci va prima lui e poi pure te quando racconta a chi ha dato la SIM.
    non+autenticato