Alfonso Maruccia

Intel, il netbook, Linux e tutto quanto

L'interesse attorno al Pinguino in salsa Santa Clara sembra crescere. A beneficiarne sarebbero in molti. E Microsoft offre il suo consiglio per non sottovalutare la sfida

Roma - Indubbiamente l'interesse per Moblin, il sistema operativo "light" basato su Linux di cui il chipmaker di Santa Clara continua a sviluppare la versione 2.0, cresce col passare del tempo e soprattutto con l'aumento del peso di mercato per i netbook. Moblin interessa anche i produttori specializzati in open source, che si dicono pronti ad adottare quanto eventualmente di buono Intel riuscirà a instillarvi per migliorare i rispettivi prodotti.

Prima di tutto Moblin è un sistema operativo che vede lontano, Intel lo ha sviluppato (e continua a farlo) per installarlo sui netbook basati sul processore Atom ma contemporaneamente vuole sfruttarlo per penetrare in un mercato che non le è proprio, ancora. Sfruttando l'alta efficienza energetica delle sue CPU, Santa Clara si prepara nel corso dei prossimi (due) anni a cercare spazio per la sua piattaforma x86 nel mercato dei MID.

Non solo netbook e computer dalle modeste pretese computazionali dunque, ma anche smartphone e piattaforme mobili tradizionalmente nelle mani di ARM e altri: Moblin rappresenta il progetto software più impegnativo per una corporation intimamente legata al mercato dell'hardware, e che tuttavia ha contribuito e contribuisce non poco al suddetto software attraverso investimenti ingenti, tesi soprattutto a facilitare gli sviluppatori nel non triviale obiettivo di sfruttare a dovere la potenza e le caratteristiche della complesse architetture multi-core dell'era post-Pentium.
Moblin è basato su Linux, ma al di là di questo i coder di Santa Clara sono riusciti a dare un senso nuovo al Pinguino rivisitandolo e adattandolo alle esigenze specifiche dell'audience a cui sono rivolte le offerte di netbook e MID. Il SO di Intel è dotato di una confezione che non tradisce la sua natura "comunitaria" adatta soprattutto a smanettoni e utenti tecnologicamente più che letterati.

Tra le aziende interessate ad "adattare" Moblin o a sfruttarne le tecnologie per offrire migliori prodotti ai proprio clienti ci sono Novell e Canonical, rispettivamente la sviluppatrice di SUSE Linux e la società fondata dal sudafricano Mark Shuttleworth a cui si deve la linea di distro Ubuntu. Il CEO di Novell Ronald Hovsepian definisce Moblin "un'opportunità e una reale possibilità di cambiamento", e la sua società prevede di offrire versioni personalizzate del sistema operativo FOSS ai produttori OEM.

E Microsoft? Č preoccupata della prospettiva di una possibile concorrenza proprio all'interno di quel celeberrimo duo WINTEL che sostanzialmente dura da prima ancora che esistesse Windows? Apparentemente no, e dall'alto della sua prima posizione in classifica estesa (dopo un periodo di incertezza iniziale) anche ai netbook avverte Intel sulle "sfide" future che il chipmaker dovrà affrontare basandosi sulla sua esperienza "nello sviluppo di sistemi operativi per 25 anni o giù di lì".

Alfonso Maruccia
61 Commenti alla Notizia Intel, il netbook, Linux e tutto quanto
Ordina
  • Shuttleworth è sudafricano.

    Wee Mariuccia non facciamo più queste gaffe...Sorride

    http://it.wikipedia.org/wiki/Mark_Shuttleworth
    non+autenticato
  • E Linux non è pronto per l'utenza desktop, e Linux è solo per utenti esperti...
    Tutte sciocchezze. L'unica difficoltà che Linux comporta è imparare un sistema nuovo con le sue peculiarità, e non è più difficile che imparare ad usare Windows, anzi per moltissimi aspetti è più facile.
    Inoltre sparare una frase del genere su una distro per cellulari, su cui l'utente avrà pochissimo da smanettare, non ha nessun significato.

    Ci sono già fin troppi fanboy, rivenditori MS e commentatori prezzolati vari che sparano FUD a raffica, se vi ci mettete anche voi di PI non fate un buon servizio di informazione.
    Funz
    12980
  • - Scritto da: Funz
    > E Linux non è pronto per l'utenza desktop, e
    > Linux è solo per utenti
    > esperti...
    > Tutte sciocchezze. L'unica difficoltà che Linux
    > comporta è imparare un sistema nuovo con le sue
    > peculiarità, e non è più difficile che imparare
    > ad usare Windows, anzi per moltissimi aspetti è
    > più
    > facile.
    > Inoltre sparare una frase del genere su una
    > distro per cellulari, su cui l'utente avrà
    > pochissimo da smanettare, non ha nessun
    > significato.
    >
    > Ci sono già fin troppi fanboy, rivenditori MS e
    > commentatori prezzolati vari che sparano FUD a
    > raffica, se vi ci mettete anche voi di PI non
    > fate un buon servizio di
    > informazione.

    straquoto.
    non+autenticato
  • Guarda Linux per desktop potremmo dire che sia nato 5 anni fa, in questo lasso di tempo sono stati fatti passi da gigante, al punto che la solita scusa, " è solo per utenti esperti" non regge più, ci stann distro user friendly come Ubuntu e distro come Arch meno user friendly per utenti che non amano gli automatismi(la pappa pronta).

    L'errore i cui molti cadono è quello di scambiare l'abitudine d'uso con la facilità d'uso.
  • - Scritto da: gnulinux86
    > Guarda Linux per desktop potremmo dire che sia
    > nato 5 anni fa, in questo lasso di tempo sono
    > stati fatti passi da gigante, al punto che la
    > solita scusa, " è solo per utenti esperti" non
    > regge più, ci stann distro user friendly come
    > Ubuntu e distro come Arch meno user friendly per
    > utenti che non amano gli automatismi(la pappa
    > pronta).
    >
    > L'errore i cui molti cadono è quello di scambiare
    > l'abitudine d'uso con la facilità
    > d'uso.

    Già... un pò come quelli che dicono che il Mac "è per la grafica"...

    Ma de che? ormai PC/MAC possono fare le stesse cose...

    Diciamo che alla Apple fà ancora comodo marciare sopra il fatto che il pc è per l'ufficio e il mac è per la creatività e la grafica..

    Tutte stronzate... ma continuate a crederci eh!
    non+autenticato
  • Vi quoto tutti in fila!
    non+autenticato
  • Perchè lo vieni a dire a me??
  • quoto questo e i precedenti: è ora di smetterla di confondere abitudine con facilità.
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 28 maggio 2009 14.55
    -----------------------------------------------------------
  • il mac era un pc per la grafica negli anni 80 e relativamente negli anni 90 perche' i pc di quel periodo con i windows di quel periodo prendevano i pesci in faccia dall'integrazione dell'hw e del software apple... poi che venisse detto "sono per la grafica" perche' costavano uno stonfo rispetto a i pc standard dell'epoca e' un'altro discorso... va da se che i "grafici" beneficiavano delle peculiarita' uniche all'epoca di macintosh, queste peculiarita' erano disponibili anche per i non grafici ma ad un prezzo che spaventava molti...

    oggi se sei un utente esperto e nn hai esigenze vincolanti verso programmi specifici e monopiattaforma uno vale l'altro... ognuno ha i suoi punti di forza e debolezza...

    osx per certi versi e' quello che sta in mezzo... nn ha tutti i problemi di windows su versanti sicurezza eccecc e al contempo ha il supporto diretto della maggior parte dei produttori di software hardware a differenza di linux

    io nn potrei usare linux per lavorare... e non ho voglia di preoccuparmi dei problemi di windows... poi che nn mi piaccia lo storico di ms e' un'altro discorso, qua si parla di prodotti...

    osx non e' per la grafica... osx e' per tutti quelli che vogliono un sistema hw/sw che funzioni out of the box e che non dia problemi... al momento, oggi ora, e' la scelta migliore per l'utente inesperto (che nn voglia giocare 12 ore al giorno con i videogame) e per l'utente avanzato che non vuole preoccuparsi troppo del malware/schifoware che lo circonda...

    apple nn dice che il mac e' per la grafica... apple nei suoi add dice che su mac sei piu' creativo... cosa discutibile, se nn sei creativo nn lo sei ne su mac ne su win ne su linux... ma oggettivamente gli strumenti che apple mette a disposizione sono facili da usare e portano a dei risultati discreti grazie ad automatismi e template...

    nn e' (solo) per la grafica ma quello che produci e' piu' "bello" (nn e' il mio pensiero e quello che comunica apple con i suoi add)...
    bibop
    3451
  • - Scritto da: bibop

    > il mac era un pc per la grafica negli anni 80 e
    > relativamente negli anni 90 perche' i pc di quel
    > periodo con i windows di quel periodo prendevano
    > i pesci in faccia dall'integrazione dell'hw e del
    > software apple...

    Negli anni 80 Mac era per l'editoria, Atari per la musica, e Amiga per la grafica e il multimedia. I PC erano per gli uffici.

    Poi Atari è saltata in aria (e i musicisti hanno scelto Apple), Commodore è saltata in aria (e i grafici hanno scelto Apple), e Apple si è presa tre nicchie (negli anni 90) diventando "il computer degli artisti" (scrittura e impaginazione, musica e grafica...), mentre il PC si è preso i giochi sia da Amiga che da Atari, diventando "il computer per l'ufficio e per giocare"

    La Apple ha fallito anche nel prendersi il settore del videomontaggio lasciato libero da Amiga (che è passato ai PC).

    Poi Jobs se n'è andato e Apple ha iniziato l'emorragia che ha portato la grafica e la musica anche sui PC, lasciando alla Apple solo le briciole.

    Poi Jobs è tornato, ha visto che c'era poco da fare, e ha puntato sullo stile e il design (sia hardware che software), e ora sta cercando di riconquistare almeno i settori musicale e grafico.

    Bye.
    Shu
    1232
  • sugli anni 80 hai ragione... amiga aveva una vocazione eccezionale per il multimedia, mai messo le mani su un atari... pero' cosi' dicendo mi dai ragione... un pc-ibm compatibile con dos/win3 (che i pc si sono portati dietro ben oltre il 1995) erano "per qualcosa" in virtu' di peculiarita' hardware/software... i pc ibm compatibili erano ridotti all'osso e spesso erano semplici macchine da scrivere evolute... i mac sono stati da sempre personal computer desktop "veri" (cosi' come li intendiamo oggi) e che venivano percepiti per "la grafica" solo per il prezzo e perche' i grafici li usavano e non certo perche' erano fighetti ma perche' adobe e aldus e il postscript erano sui mac non sugli altri...

    sulla cattiva gestione spindler e quella relativamente difficoltosa di amelio non ha certo colpa la "piattaforma"

    il resto che scrivi e' meno condivisibile... la storia del montaggio video andrebbe integrata con le pressioni di microsoft a non adottare quicktime (quando all'epoca nn esisteva ancora wmedia e su windows c'era il furto di codice di video for windows

    che si possa fare "tutto" con i pc-windows oggi e' un dato di fatto... oggi i pc con windows nn sono costruiti per essere macchine da scrivere evolute... ma l'esperienza utente dei prodotti apple e' li da venir replicata da microsoft...
    bibop
    3451
  • > L'errore i cui molti cadono è quello di scambiare
    > l'abitudine d'uso con la facilità
    > d'uso.

    Proprio come accade alla maggioranza di quelli a cui non piace Vista o Office 2007: è solo perchè non hanno voglia di abituarsi a un'interfaccia nuova...
  • Perché il grassetto per evidenziare "adatta soprattutto a smanettoni e utenti tecnologicamente più che letterati"? E' una valutazione dell'autore, una posizione ufficiale di PI, un messaggio tra le righe, una pubblicità pro-windows, altro?
    non+autenticato
  • Appeno ho letto l'articolo ho pensato la stessa cosa, vediamo se la spettabile redazione di P-I ci da delucidazioni in merito.
  • E' un messaggio in codice che contiene la verità sullo sbarco americano sulla luna e gli attentati alle torri gemelle XD
  • - Scritto da: Alfonso Maruccia
    > E' un messaggio in codice che contiene la verità
    > sullo sbarco americano sulla luna e gli attentati
    > alle torri gemelle
    > XD

    lol!
  • lol
    oh comunque puoi anche aggiungere la risposta seria...
    non+autenticato
  • mmm fate disinformazione dunque

    non fare il furbo, lo so che quello è un messaggio in codice che contiene la verità sull'omicidio KennedyA bocca aperta
  • - Scritto da: Alfonso Maruccia
    > E' un messaggio in codice che contiene la verità
    > sullo sbarco americano sulla luna e gli attentati
    > alle torri gemelle
    > XD

    XD,ASD,LOL.. questa è la giusta risposta per "i malpensanti" che, poveri tapini, vedono marcio dapper tutto!Occhiolino
    non+autenticato
  • un pò di marcio c'è...si vede che è di parte
    non+autenticato
  • - Scritto da: Alfonso Maruccia
    > E' un messaggio in codice che contiene la verità
    > sullo sbarco americano sulla luna e gli attentati
    > alle torri gemelle
    > XD
    si, bravo, buttala sull'ironia, dai.
    non+autenticato
  • - Scritto da: attonito

    > > E' un messaggio in codice che contiene la verità
    > > sullo sbarco americano sulla luna e gli
    > attentati
    > > alle torri gemelle
    > > XD
    >
    > si, bravo, buttala sull'ironia, dai.

    Visto che nessuno ha il coraggio di dire la verita', lo faccio io !

    Le scie chimiche, eccoA bocca aperta !!
    11237
  • - Scritto da: Alfonso Maruccia
    > E' un messaggio in codice che contiene la verità
    > sullo sbarco americano sulla luna e gli attentati
    > alle torri gemelle
    > XD

    Traduzione : tutto si muove per i soldi ?
    non+autenticato
  • E' semplicemente terrorizzata! Secondo Voi per quale altro motivo sta sviluppando a tempo di record SEVEN? Perchè si sente mancare il terreno sotto ai piedi... peccato che Seven non giri su ARM e che Intel si sia scocciata di aspettare e abbia lanciato Moblin... ormai per M$ si profila lo spettro del fallimento!
  • - Scritto da: Enjoy with Us
    > E' semplicemente terrorizzata! Secondo Voi per
    > quale altro motivo sta sviluppando a tempo di
    > record SEVEN? Perchè si sente mancare il terreno
    > sotto ai piedi... peccato che Seven non giri su
    > ARM e che Intel si sia scocciata di aspettare e
    > abbia lanciato Moblin... ormai per M$ si profila
    > lo spettro del
    > fallimento!

    dicevano lo stesso di windows 3.1
  • - Scritto da: shevathas
    > - Scritto da: Enjoy with Us
    > > E' semplicemente terrorizzata! Secondo Voi per
    > > quale altro motivo sta sviluppando a tempo di
    > > record SEVEN? Perchè si sente mancare il terreno
    > > sotto ai piedi... peccato che Seven non giri su
    > > ARM e che Intel si sia scocciata di aspettare e
    > > abbia lanciato Moblin... ormai per M$ si profila
    > > lo spettro del
    > > fallimento!
    >
    > dicevano lo stesso di windows 3.1


    Eh no! Windows 3.1 era un grande SO per l'epoca, tanto grande che fece fuori IBM e il suo OS/2!
  • e soprattutto nessuno ha mai detto che avrebbe portato ms al fallimento
  • - Scritto da: pabloski
    > e soprattutto nessuno ha mai detto che avrebbe
    > portato ms al
    > fallimento
    Giusto. La lamentela contro MS era invece la solita, che beandosi della sua posizione dominante tardasse a realizzare un SO "mainstream" a 32bit in grado di sfruttare meglio l'HW disponibile.
    Comunque OS/2 è stato portato al fallimento non da Win3.x, di cui, grazie ad accordi con MS, IBM poteva continuare a proporre ai ropri clienti ottimi livelli di compatibilità, ma da Win95, che pure fino alla OSR2.0 era un'emerita schifezza, e addirittura iniziò a supportare, ma senza alcuna garanzia, AGP e USB a partire dalla OSR2.5, e su OSR2.0 con una patch non ufficiale, ed è stato incredibilmente aiutato dall'antitrust USA che stupidamente (o dolosamente?) ha continuato a tenere IBM sulla graticola, costringendola a legarsi le mani da sola per timore di una scissione forzata, nonostante quest'ultima avesse già da un po' iniziato a comportarsi più correttamente, mentre ormai da anni i comportamenti più preoccupanti (a partire da quelli ai danni di DR-DOS già molto prima di quelli contro Netscape e Java) erano proprio quelli adottati da MS.
    non+autenticato
  • windows 3.1 non è un SO ma una GUI che gira sopra a MS-DOS, comunqueOcchiolino
    non+autenticato
  • - Scritto da: LuNa
    > windows 3.1 non è un SO ma una GUI che gira sopra
    > a MS-DOS, comunque
    >Occhiolino


    Vero, ma alla fine il risultato è quello ha affossato OS/2
  • - Scritto da: Enjoy with Us
    > - Scritto da: LuNa
    > > windows 3.1 non è un SO ma una GUI che gira
    > sopra
    > > a MS-DOS, comunque
    > >Occhiolino
    >
    >
    > Vero, ma alla fine il risultato è quello ha
    > affossato
    > OS/2

    No ! Solo che IBM decise di far commercializzare OS/2 alla Microsoft ! Gli OEM erano invece SOLO per i PC IBM.

    Lavoravo all'epoca in un negozio.

    Logico che poi non vendesse più e i clienti erano stufi d'aspettare mesi per una copia dalla Microsoft che non faceva altro che proporti Windows NT.

    Il fatto era non solo che i dirigenti IBM d'allora non volevano più produrre software (era in rosso), ma anche che era troppo grossa come ditta e rischiava l'antitrust e che vendette OS/2 ad un altra ditta VIETANDO l'uso del nome ed ebbe come riconoscenza copie gratuite di Windows OEM per i PC IBM.

    Ciao
    non+autenticato
  • >
    > Vero, ma alla fine il risultato è quello ha
    > affossato
    > OS/2

    per come ha gestito l'OS/2 il marketing IBM persino il PC/M sarebbe riuscito ad affossarlo.
  • - Scritto da: shevathas
    > >
    > > Vero, ma alla fine il risultato è quello ha
    > > affossato
    > > OS/2
    >
    > per come ha gestito l'OS/2 il marketing IBM
    > persino il PC/M sarebbe riuscito ad
    > affossarlo.


    Non è stata questione di marketing, OS/2 richiedeva 8/16 Mb di ram quando i pc dell'epoca ne avevano quando andava bene 4, 16 Mb di ram costavano all'epoca circa 600 euro, ovvio che tale SO sia naufragato davanti ad un concorrente che meno sofisticato tuttavia si accontentava anche di soli 2 Mb per girare!
  • - Scritto da: Enjoy with Us
    > E' semplicemente terrorizzata! Secondo Voi per
    > quale altro motivo sta sviluppando a tempo di
    > record SEVEN? Perchè si sente mancare il terreno
    > sotto ai piedi... peccato che Seven non giri su
    > ARM e che Intel si sia scocciata di aspettare e
    > abbia lanciato Moblin... ormai per M$ si profila
    > lo spettro del
    > fallimento!

    Magari... peccato che le Major di un certo livello vengono sovvenzionate dai governi vari... quindi non falliranno mai!!

    Triste epilogo...
    non+autenticato
  • Shuttleworth è SUDAFRICANO? (e da qui si spiega il color terra di ubuntu)
    non+autenticato
  • sì, è sudafricano (però bianco, e vive a Londra)
    non+autenticato
  • - Scritto da: kimj
    > Shuttleworth è SUDAFRICANO? (e da qui si spiega
    > il color terra di
    > ubuntu)

    Giusto, mi era sfuggito. Prego correggere.
    Ma che c'entra il color terra col Sudafrica? E se fosse stato brasiliano?Sorride
    Funz
    12980
  • allora avrebbe creato Linux MintA bocca aperta
  • Ma Mint non è irlandese? Magari creava linux Samba....
  • si, però ha i colori del BrasileOcchiolino