Alessandro Del Rosso

Lenovo svela il primo netbook Ion-izzato

Con uno schermo da 12 pollici, sarà capace di giocare in 3D e di vedere film HD. Annunciato anche un erede del netbook da 10 pollici IdeaPad S10, e il primo notebook con CPU a basso consumo di Intel

Roma - Dell è stato uno dei primi produttori di PC, lo scorso anno, ad introdurre un netbook - se così lo si può ancora chiamare - con dimensione dello schermo di 12 pollici. Da allora altri sistemi simili sono stati annunciati, e tra questi c'è anche l'IdeaPad S12 di Lenovo, che si distingue per essere il primo mini laptop ad integrare il chipset Ion di Nvidia.

Lenovo svela il primo notebook Ion-izzatoPer la verità, la decisione di optare per Ion (che integra la GPU GeForce 9400M) o per il tradizionale chipset 945 Express GSE di Intel (con core grafico GMA 950) spetta all'utente. Dell'S12 esisteranno infatti modelli integranti l'una o l'altra soluzione: quelli basati sulla piattaforma di Intel sono attesi sul mercato a giugno ad un prezzo che partirà da 450 dollari, mentre quelli basati su Ion dovrebbero arrivare nei negozi tra luglio e agosto ad un prezzo di circa 500 dollari.

Come noto, Ion porta nel mondo dei netbook il supporto alla tecnologia DirectX 10 e al video Full HD (1080p), nonché performance grafiche che Nvidia definisce "10 volte superiori a quelle dei concorrenti": performance sufficienti a far girare i giochi 3D meno "estremi", come Spore, Battlefield Heroes, Quake Live e l'open source Nexuiz. Il piccolo chip grafico di Nvidia supporta anche la piattaforma CUDA per le applicazioni GPGPU.
Resta da capire quale sia il reale assorbimento energetico di questa soluzione: secondo il produttore, Ion è persino capace di incrementare l'autonomia dei netbook Atom-based, e questo grazie ad un sistema di power management particolarmente efficiente. Quando il GeForce 9400M viene però utilizzato al massimo delle sue potenzialità, ad esempio per decodificare un video HD, i consumi dovrebbero essere più elevati di quelli della controparte Intel. Non appena i laboratori di test potranno comparare le due differenti versioni dell'S12, sarà interessante verificare quale soluzione garantisca la maggiore autonomia nell'uso normale di un netbook (produttività, Internet, musica, giochi 2D).

"Nvidia Ion è una delle più recenti tecnologie del settore dei PC compatti e a basso costo. Siamo davvero entusiasti di essere tra i primi a utilizzare questa straordinaria piattaforma grafica", ha dichiarato Stephen DiFranco, vice president e general manager per i canali consumer e commerciale dell'Americas Group di Lenovo. "Grazie al suo display da 12 pollici, alla tastiera standard e alle ricche opzioni multimediali garantite da Ion, IdeaPad S12 offre l'equilibrio perfetto di esperienza di computing, compattezza e convenienza. Insomma, si tratta del prodotto che moltissimi consumatori attendevano da tempo"

Lo schermo dell'S12, con diagonale di 12,1 pollici, avrà una risoluzione di 1280 x 800 pixel (WXGA) e un sistema di retroilluminazione a LED. Il processore sarà l'onnipresente Atom N270 a 1,6 GHz, tuttora preferito al più giovane N280 a 1,66 GHz perché in grado di fornire praticamente le stesse performance ad un costo leggermente inferiore.

Le altre specifiche tecniche parlano di 1 GB di memoria RAM, hard disk da 160 GB, lettore di schede 4-in-1, connettività WiFi 802.11n e Bluetooth 2.0, uscita VGA (più HDMI nei modelli con Ion), slot ExpressCard, jack audio, interfaccia Ethernet, 3 porte USB 2.0. La batteria standard sarà a 3 celle con autonomia dichiarata di 3 ore; quella opzionale sarà invece a 6 celle e fornirà un'autonomia doppia. Il peso del portatilino varierà, a seconda del modello e della batteria utilizzata, da 1,36 a 1,55 Kg.

Il sistema operativo pre-installato sarà Windows XP Home o Vista Home, a cui si potrebbe aggiungere Windows 7 non appena quest'ultimo sarà disponibile sul canale OEM. Tra i software in dotazione con l'S12 si troveranno Veriface, programma per il riconoscimento dei volti via webcam; Quick Start OS, un sistema operativo embedded simile all'Express Gate di Asus; e Dolby Headphone, tecnologia capace di ricreare l'effetto surround con le normali cuffie stereo.

Questo è un periodo di grande fermento in casa Lenovo. Presso il Computex 2009 di giugno, infatti, il produttore cinese dovrebbe presentare tutta una nuova serie di laptop IdeaPad, incluso il suo primo notebook con processori Intel CULV, l'U350, il sistema di fascia alta G550, e il netbook da 10 pollici S10-2. Quest'ultimo, annunciato in Italia proprio ieri, è più sottile e leggero dell'attuale S10, ma la sua configurazione hardware rimane sostanzialmente la stessa. Come l'S12, anche il nuovo cucciolo di IdeaPad adotterà le tecnologie Quick Start OS e Dolby Headphone, inoltre sarà disponibile in una versione con modem 3G integrato. Il suo prezzo al pubblico sarà di circa 349 euro.

Alessandro Del Rosso
110 Commenti alla Notizia Lenovo svela il primo netbook Ion-izzato
Ordina
  • Ciao a tutti, io non riesco veramente a capire perchè tutto questo "odio" verso i netbook... Chi dice che sono inutili, chi dice che sono una mera invenzione del marketing per far abboccare i pesciolini...

    La mia idea è che invece siate voi a non capire COSA sono i netbook!! Ciò perchè voi avete esigenze molto diverse dalla media delle persone che usa un pc normalmente (già il fatto che siate appassionati di informatica la dice lunga... E' come mettersi a discutere di motori per chi ne è appassionato).

    Se (e questa è la cosa fondamentale) l'utilizzo è:
    -Usare office
    -Navigare in internet senza avere 800 mila problemi per lo schermo piccolo, il supporto pessimo di flash ecc dei palmari smartphone/evoluti
    -Proiettare qualche volta le slides
    -Rispondere alle mail

    Credo che un netbook sia PERFETTO. Tra l'altro io sarei veramente incavolato se queste cose fossero presentate come "meraviglie" e a costi assurdi, ma così non è!!
    Voi sarete programmatori o dovrete usare programmi di grafica pesanti magari, ma...

    Per un professionista/studente qualsiasi perchè non dovrebbe bastare un netbook??? Poi è ovvio che i fessi ci sono perchè magari comprano subito un prodotto per poi accorgersi che non fa al caso suo, ma li non è un problema del netbook!! Chiamateli come volete, ma un netbook o notebook che abbia uno schermo da 10'' (o più) leggero e che costa poco mi sembra geniale!

    E se c'erano già allora per fortuna che li stanno pubblicizzando e rendendo finalmente disponibili....
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 28 maggio 2009 21.02
    -----------------------------------------------------------
  • - Scritto da: fiukky
    > Se (e questa è la cosa fondamentale) l'utilizzo è:
    > -Usare office
    Office è un pachiderma, che abbisogna di molte risorse. Hai scelto l'esempio sbagliato.

    > -Navigare in internet senza avere 800 mila
    > problemi per lo schermo piccolo,
    A meno che tu non lo allunghi col mattarello, lo schermo rimane piccolo e, soprattutto, ciò che vedi è minuscolo.

    > il supporto
    > pessimo di flash ecc dei palmari
    > smartphone/evoluti
    Il supporto pessimo a Flash, dovuto a potenza insufficiente, rimane anche nei nebook.

    Se pensi che sull'iPhone Flash è stato lasciato fuori del tutto, puoi ben immaginare che non basta un raddoppio di potenza per farlo andare senza rallentamenti.

    > -Proiettare qualche volta le slides
    > -Rispondere alle mail
    Queste due le fai anche con uno smartphone.

    > Credo che un netbook sia PERFETTO.
    Non per le cose che hai citato.

    > Tra l'altro io
    > sarei veramente incavolato se queste cose fossero
    > presentate come "meraviglie" e a costi assurdi,
    > ma così non
    > è!!
    Ovvio, queste sono operazioni per le masse, quindi il prezzo basso fa parte dell'esca.

    > Voi sarete programmatori o dovrete usare
    > programmi di grafica pesanti magari,
    > ma...
    Ma... non si può mai sapere per cosa si utilizzerà il portatile nei 4-5 anni della sua vita.

    > Per un professionista/studente qualsiasi perchè
    > non dovrebbe bastare un netbook???
    E perché un professionista dovrebbe usare un prodotto non professionale e limitarsi le possibilità di utilizzo?
    Quanto allo studente, farebbe meglio a non prendere nulla o mettere insieme la somma per prendersi un notebook standard, magari anche usato.


    > Poi è ovvio
    > che i fessi ci sono perchè magari comprano subito
    > un prodotto per poi accorgersi che non fa al caso
    > suo, ma li non è un problema del netbook!!
    Il problema è del marketing che fa credere che sia un computer vero.

    > Chiamateli come volete, ma un netbook o notebook
    > che abbia uno schermo da 10'' (o più) leggero e
    > che costa poco mi sembra geniale!
    Geniale solo perché costa poco?
    Se costa poco vale molto meno di quello che costa. Questa è una regola generale.

    Il fatto stesso che venga fornito con un sistema operativo antico dovrebbe far aprire gli occhi.

    > E se c'erano già allora per fortuna che li stanno
    > pubblicizzando e rendendo finalmente
    > disponibili....

    Questa non l'ho capita.
    ruppolo
    33146
  • - Scritto da: ruppolo

    cut (sono solo boiate)

    > Se pensi che sull'iPhone Flash è stato lasciato
    > fuori del tutto, puoi ben immaginare che non
    > basta un raddoppio di potenza per farlo andare
    > senza rallentamenti.

    E questo secondo quale ragionamento matematico?
    Ah, per la cronaca, sul netbook c'ho flash, funzionano da dio i siti e roba tipo youtube. Tu i netbook non sai neanche cosa sono.

    cut (altre boiate)
    -ToM-
    4532
  • Parlo da felice possessore di un 901

    Non sono mai stato interessato al mercato dei notebook...pesanti,costosi,per avere una macchina solo lontanamente paragonabile ad un fisso da gaming bisogna portarsi appresso 4-5kg di notebook che dura 2 minuti e costa un rene...insomma,non sono mai stato attratto,tutto quello che dovevo fare potevo farlo benissimo a casa col fisso,senza seguire la moda di comprare un notebook per usarlo come fisso spostandolo 2 volte nella sua vita...


    Poi si è iniziato a parlare di eeepc 701...ho letteralmente visto la luce,era il terminale che desideravo senza saperlo:leggero,piccolo,tascabile,buona autonomia,potenza bassina,ma adattissima per l'uso che ne avrei fatto:riproduzione audio/video,navigazione internet,consultazione email,openoffice

    il difetto era lo schermo...7" effettivamente erano pochini,e 4/8gb di ssd mi sembravano insufficienti(anche se poi i 20gb del 901 li lascio praticamente vuoti...)

    dato che tanto,in quel momento,non avevo neanche la disponibilità economica per prenderlo,sono rimasto in attesa documentandomi e leggendo le varie news...ad un certo punto si è iniziato a parlare di serie 9xx,e il 901 ha subito colpito la mia attenzione:SSD(per me importante la presenza di un SSD anzichè di un HD tradizionale)da 20gb(parlo della versione con linux),1gb di ram,schermo da 9" pur incidendo pochissimo sul peso e dimensioni rispetto al 701(lo chassis alla fine resta abbastanza simile,hanno capito che la 3cm di cornice attorno allo schermo non servivano a nessuno),wifi,bluethoot...una manna dal cielo!!

    appena ho potuto(gennaio-febbraio 2009)l'ho acquistato ed ho iniziato subito ad usarlo:per prima cosa ho spianato xandros per sostituirlo con eeebuntu(molto + usabile e meno toys-like),poi ho naturalmente dovuto prender confidenza con la tastiera dalle ridotte dimensioni...ma ora,spesso,durante il giorno uso solamente quello:per navigare,vedere film,ascoltare musica o consultare le email è assolutamente la soluzione ideale!!!!Il fisso ormai lo accendo giusto per fare una partitina ai videogames.

    In università poi è assolutamente perfetto:tra modulo wifi e chiavetta esterna hsdpa sono connesso ovunque,la batteria per conto suo supera tranquillamente le 5 ore di navigazione(scendiamo a circa 4 ore se riproduco film con VLC),e in qualsiasi caso basta portarsi appresso il suo alimentatore(in una borsetta da 10" riesco a mettere eeepc,alimentatore,chiavette,un quaderno e un astuccio e occhiali da vista con relativa custodia rigida)per avere un'autonomia infinita. Voi direte "beh,potevi farlo anche con un notebook tradizionale!!"

    Ovvio,ma con un notebook tradizionale dovevo portarmi appresso una borsetta da almeno 13"(e 3" non sono pochi),se non addirittura da 15",il peso come minimo triplicava(la maggior parte dei notebook sta dai 3kg in su,l'eeepc 901 supera di 2-3 etti il kg),l'autonomia sarebbe stata di molto inferiore,sui banchetti dell'università probabilmente non avrei avuto spazio o nei avrei avuto veramente poco (in alcune aule,già l'eeepc trova difficilmente spazio),etc etc etc...

    insomma,a cosa mi serve un core2duo,una scheda video strafiga,4gb di ram,160gb di hard disk,combo cdrw/dvdrw(magari anche blueray) etc etc semplicemente per navigare?a nulla!!!

    è come prendersi un ferrari per andar a fare la spesa!farà anche figo,ma lo stesso lavoro potrei farlo con una 600,trovando anche parcheggio + facilmente


    quindi...non vi piacciono i netbook?li reputate troppo scarsi?inutili?senza futuro? beh,non comprateli

    ma non criticateli solo perchè non ci gira crysis,a molta gente non interessa o ha un'altra piattaforma(un pc fisso,ad esempio)per farlo,e per il loro scopo originario(certo,prenderli per usare gimp/photoshop o un programma di CAD è oltremodo stupido)sono assolutamente adattissimi!!!

    i loro punti di forza sono:

    dimensioni,peso,autonomia,praticità

    ...e direi che li soddisfano tutti appieno
  • - Scritto da: DeMoN3
    > Parlo da felice possessore di un 901
    >
    > Non sono mai stato interessato al mercato dei
    > notebook...pesanti,costosi,per avere una macchina
    > solo lontanamente paragonabile ad un fisso da
    > gaming bisogna portarsi appresso 4-5kg di
    > notebook che dura 2 minuti e costa un
    > rene...insomma,non sono mai stato attratto,tutto
    > quello che dovevo fare potevo farlo benissimo a
    > casa col fisso,senza seguire la moda di comprare
    > un notebook per usarlo come fisso spostandolo 2
    > volte nella sua
    > vita...

    Diciamo quindi che sei un felice possessore di un netbook pur non avendo mai avuto un notebook. Però secondo te chi ha comprato un notebook ha seguito la moda, mentre chi, come te, ha comprato un netbook non ha seguito la moda.
    Su quali basi fai simili affermazioni?

    Vorrei ricordarti che che da alcuni anni i notebook hanno raggiunto la potenza dei desktop e che oggi buona parte dei desktop hanno addirittura potenze inferiori ai notebook.
    A me pare quindi più sensato, in linea generale, acquistare un notebook su cui potre far girare praticamente qualsiasi applicazione, oltre la maggior parte dei sistemi operativi, piuttosto di un limitato netbook, che presenta ben pochi vantaggi rispetto un notebook. Anzi, il vantaggio è sostanzialmente uno solo, le dimensioni. Ma 3" in meno fanno la differenza in ben pochi casi, che non giustificano di certo l'attuale boom di vendite.

    > i loro punti di forza sono:
    >
    > dimensioni,peso,autonomia,praticità
    >
    > ...e direi che li soddisfano tutti appieno

    Ma si contrappone l'uso di un Linux, inadatto al 99% delle persone. (99 non è un numero a caso, è esattamente la percentuale di utenti non-Linux).

    Io sono dichiaratamente contrario ai netbook, ma perché mi pongo come utente generico (anche se non lo sono, ma è così che bisogna porsi quando si valuta un prodotto consumer per le masse). È ovvio che ci sono ambiti in cui il netbook è più indicato di qualsiasi altro computer. Io stesso l'ho considerato come sistema di controllo nei processi produttivi, ad esempio, posizionato presso le singole macchine. Ma da questo alla pubblicità della Tim ne passa di acqua sotto i ponti...
    ruppolo
    33146
  • - Scritto da: ruppolo
    > - Scritto da: DeMoN3
    > > Parlo da felice possessore di un 901
    > >
    > > Non sono mai stato interessato al mercato dei
    > > notebook...pesanti,costosi,per avere una
    > macchina
    > > solo lontanamente paragonabile ad un fisso da
    > > gaming bisogna portarsi appresso 4-5kg di
    > > notebook che dura 2 minuti e costa un
    > > rene...insomma,non sono mai stato attratto,tutto
    > > quello che dovevo fare potevo farlo benissimo a
    > > casa col fisso,senza seguire la moda di comprare
    > > un notebook per usarlo come fisso spostandolo 2
    > > volte nella sua
    > > vita...
    >
    > Diciamo quindi che sei un felice possessore di un
    > netbook pur non avendo mai avuto un notebook.
    > Però secondo te chi ha comprato un notebook ha
    > seguito la moda, mentre chi, come te, ha comprato
    > un netbook non ha seguito la
    > moda.
    > Su quali basi fai simili affermazioni?
    >
    Non sono possessore di notebook per il semplice fatto che non ho alcuna intenzione di portarmi appresso 4kg di computer di medie-elevate prestazioni per sfruttarlo solo per leggere la posta e navigare.Si chiama "comprare ciò di cui si ha bisogno",senza manie di grandezza.Ti ripeto: prenderesti una ferrari solo per andar a fare la spesa?

    > Vorrei ricordarti che che da alcuni anni i
    > notebook hanno raggiunto la potenza dei desktop e
    > che oggi buona parte dei desktop hanno
    > addirittura potenze inferiori ai
    > notebook.
    Si,ma a quale prezzo?Un notebook costerà sempre e comunque più di un desktop di pari potenza,ma più si sale di potenza e più si sale di peso e dimensioni e più si scende di autonomia,mandando a signorine di facili costumi la caratteristica principale di un notebook:la portabilità

    La mia affermazione si basa su sempre più persone che comprano un notebook(a volte anche un desktop replacement)lasciandolo per tutta la sua vita sulla scrivania di casa,quindi usandolo come un vero e proprio desktop:a parte qualche situazione in cui lo si fa per mancanza di spazi(ma sono quelli che lo prendono dall'armadio,lo usano e lo rimettono nell'armadio,non quelli che hanno una scrivania perennemente occupata da un notebook),secondo me il resto è tutta moda:hanno preso il notebook perchè oramai tutti son convinti che sia meglio e che fa più figo,ma con la stessa cifra avrebbero potuto prendere un desktop ben più performante

    Anche molti di quelli che acquistano netbook lo fanno per moda,ovvio.Anzi,lo fanno perchè cercano un notebook che costi poco,vedono questi "giocattolini" a 300€ e lo prendono,senza sapere cosa stanno comprando in realtà...poi arrivano a casa,provano ad installarci photoshop(da qualche anno a questa parte son diventati tutti esperti di editing video e devono ASSOLUTAMENTE avere photoshop sul pc...e magari lo usano solo per gli occhi rossi),CAD ed altri mattoni...e si rendono conto che quel pc(netbook)fa schifo...ma non gli viene forse in mente che hanno comprato un prodotto che non era destinato a loro?Che ha un altro targer di mercato?

    Si,i netbook sono anche moda,e capisci se è moda chiedendo alla gente se è soddisfatta di quello che ha comprato:se ti dicono di no,sicuramente è moda,se ti dicono di si sarà gente che,seguendo la moda,si è però trovata bene o gente che ha fatto una scelta oculata in base a ciò che gli serviva

    > A me pare quindi più sensato, in linea generale,
    > acquistare un notebook su cui potre far girare
    > praticamente qualsiasi applicazione, oltre la
    > maggior parte dei sistemi operativi, piuttosto di
    > un limitato netbook, che presenta ben pochi
    > vantaggi rispetto un notebook. Anzi, il vantaggio
    > è sostanzialmente uno solo, le dimensioni. Ma 3"
    > in meno fanno la differenza in ben pochi casi,
    > che non giustificano di certo l'attuale boom di
    > vendite.
    >
    Come detto sopra,il boom è dovuto anche al prezzo basso che attira tanta gente che non sa cosa stia comprando,lo ammetto,ma c'è tanta gente(come il sottoscritto o come compagni di università)che non tornerebbero mai indietro.
    Dal mio punto di vista non pare più sensato prendere un notebook da 13"(4" in più rispetto al 9",ovvero circa 10cm di diagonale in più),che pesa 3,5-4kg(almeno 3kg in più rispetto ad un 9"...e non sono pochi,se te lo porti appresso tutti i giorni assieme a libri e quaderni),che dura circa 3ore navigando(circa 2-3 ore in meno rispetto al mio 9")...è sensato se è l'unico computer di casa,allora dici "vabbè,prendo una via di mezzo e posso portarmelo appresso(ma solo se ho veramente la necessità di portarmelo appresso,non ipotizzando un lontano futuro con invasioni aliene)e usarlo al 100% anche a casa",ma se a casa hai già un fisso che fa il suo lavoro,e se in giro non hai particolari necessità(appunto,se lo usi solamente per navigare,vedere film,etc...)no,non è la scelta più sensata.è solo uno spreco di spazio,peso,autonomia e soldi
    > > i loro punti di forza sono:
    > >
    > > dimensioni,peso,autonomia,praticità
    > >
    > > ...e direi che li soddisfano tutti appieno
    >
    > Ma si contrappone l'uso di un Linux, inadatto al
    > 99% delle persone. (99 non è un numero a caso, è
    > esattamente la percentuale di utenti
    > non-Linux).
    >
    Guarda,io con linux ho sempre avuto un rapporto di amore-odio...avrei sempre voluto imparare ad usarlo,ma poi non lo usavo quasi mai per le limitazioni con i videogame...ma da quando ho l'eeepc lo uso assolutamente senza problemi(ormai una ubuntu funziona praticamente out of the box,e per quelle pochissime cose che bisogna configurare ci sono miliardi di how-to su internet,basta googlare un pò)...e da lì ho rimesso anche ubuntu sul fisso,come OS principale...la maggior parte delle cose sono già installate e configurate,un qualsiasi utente potrebbe installarlo e usarlo senza grandi conoscenze...certo,quando si va oltre quello che è già configurato possono esser dolori,ma quello anche su windows,se non hai guide da seguire e fai una cosa a te sconosciuta,sei in difficoltà da entrambe le parti

    Ma da questo alla
    > pubblicità della Tim ne passa di acqua sotto i
    > ponti...
    Qui ti do assolutamente ragione,anche perchè cercano di sponsorizzare un prodotto che dovrebbe essere di nicchia alle grandi masse,e le grandi masse abboccano guardando il prezzo ma senza chiedersi se è un prodotto adatto a loro...

    il problema è sempre quello:la maggior parte son caproni che prima guardano il prezzo,poi l'estetica e dopo,forse,guardano le caratteristiche...ma molti non sanno neanche leggerle le caratteristiche,quindi guardano solo il prezzo e l'estetica
  • - Scritto da: DeMoN3
    > > > i loro punti di forza sono:
    > > >
    > > > dimensioni,peso,autonomia,praticità
    > > >
    > > > ...e direi che li soddisfano tutti appieno
    > >
    > > Ma si contrappone l'uso di un Linux, inadatto al
    > > 99% delle persone. (99 non è un numero a caso, è
    > > esattamente la percentuale di utenti
    > > non-Linux).
    > >
    > Guarda,io con linux ho sempre avuto un rapporto
    > di amore-odio...avrei sempre voluto imparare ad
    > usarlo,ma poi non lo usavo quasi mai per le
    > limitazioni con i videogame...ma da quando ho
    > l'eeepc lo uso assolutamente senza problemi(ormai
    > una ubuntu funziona praticamente out of the box,e
    > per quelle pochissime cose che bisogna
    > configurare ci sono miliardi di how-to su
    > internet,basta googlare un pò)...e da lì ho
    > rimesso anche ubuntu sul fisso,come OS
    > principale...la maggior parte delle cose sono già
    > installate e configurate,un qualsiasi utente
    > potrebbe installarlo e usarlo senza grandi
    > conoscenze...certo,quando si va oltre quello che
    > è già configurato possono esser dolori,ma quello
    > anche su windows,se non hai guide da seguire e
    > fai una cosa a te sconosciuta,sei in difficoltà
    > da entrambe le
    > parti
    >


    Mi autoquoto un secondo per una precisazione:i netbook con linux pre-installato stanno via via scomparendo(ahhh...il marketing) e sono quasi tutti con Windows Xp che sarà anche vecchiotto,ma è ben collaudato,stabile e con un parco applicazioni vastissimo...oltre al fatto che la gente lo conosce bene e gli ispira fiducia...quindi la tua affermazione sul fatto che linux non è adatto al 99% delle persone (io correggerei in:il 99% delle persone è talmente assuefatto a windows da non conoscere l'esistenza di linux o di non essere minimamente interessato a provare un'alternativa,tanto la maggior parte windows se lo fanno masterizzare dal vicino di casa...)lascia il tempo che trova
  • - Scritto da: -ToM-
    > - Scritto da: ruppolo
    >
    > cut (sono solo boiate)
    >
    > > Se pensi che sull'iPhone Flash è stato lasciato
    > > fuori del tutto, puoi ben immaginare che non
    > > basta un raddoppio di potenza per farlo andare
    > > senza rallentamenti.
    >
    > E questo secondo quale ragionamento matematico?
    > Ah, per la cronaca, sul netbook c'ho flash,
    > funzionano da dio i siti e roba tipo youtube. Tu
    > i netbook non sai neanche cosa
    > sono.
    >
    > cut (altre boiate)

    Bene, iniziamo ad scavare: Marca, modello, sistema operativo e browser da te utilizzati. Grazie.
    ruppolo
    33146
  • - Scritto da: ruppolo
    > Bene, iniziamo ad scavare: Marca, modello,
    > sistema operativo e browser da te utilizzati.
    > Grazie.

    - Aspire One, con N270
    - 150
    - L'obsoleto e non funzionante XP
    - Firefox preso pari pari dal PC fisso con la sua bella 20ina di estensioni.

    Veloce, mai un problema e soprattutto Flash funzionante al 100% senza i rallentamenti che dici tu... per forza, la tua è una trollata.
    Rassegnati ruppolo, il tuo gioiello fantascientifico su flash si fa battere da un cesso di netbook con quel fossile di XP.
    -ToM-
    4532
  • Come ho detto in questi ultimi giorni, quella dei mini computer portatili è solo una operazione di marketing iniziata 15 anni fa e che ciclicamente viene perpetuata per catturare all'amo i nuovi pesciolini, ignari.
    Quello che accade ad ogni ciclo è l'introduzione di un portatile con schermo molto piccolo ('sto giro 7") e caratteristiche tecniche limitatissime, per poi aumentare dimensioni e caratteristiche fino ad arrivare al comune portatile.
    Ora siamo arrivati a 12" e i giornalisti non sanno più come chiamare questo prodotto. Facile, si chiama laptop, come sempre. "netbook" era solo una presa per culo.

    Ciò che ancora contraddistingue questi prodotti in crisi di identità è il sistema operativo, vecchio di 8 anni, un paio di ere geologiche informaticamente parlando. In realtà il sistema operativo manca, un po' come se le nuove automobili venissero dotate di motori con aste e bilancieri di una volta. Il problema è sempre lo stesso: i produttori di ferraglia sono rimasti produttori di ferraglia, mai voluto/potuto/stati capaci di sviluppare anche la parte software, che dà vita alla ferraglia, come fa Apple e come hanno fatto in tempi remoti decine di altri produttori, vedi Commodore, Amiga, Atari, Sinclair e via discorrendo.

    La colpa di questa situazione è di Microsoft e del suo monopolio, studiato in modo da rendere quasi impossibile la nascita di nuovi sistemi. Le uniche novità le stiamo vedendo grazie ad una maglia larga della rete MS, gli smartphone. In questo settore i produttori sviluppano hardware e software, e per software non si intende il solo sistema operativo, ma anche gli applicativi. La situazione attuale è di caos, tipico di un mercato nascente, in cui nuovi prodotti e nuovi sistemi vengono presentati di settimana in settimana. Ai giovani rendo noto che questa era la situazione dei personal computer negli anni a cavallo tra '70 e '80, un fermento continuo di nuove idee. Quello era il periodo d'oro dell'informatica. Poi arrivò MS e fece tabula rasa, con Apple unica sopravvissuta, ma per un soffio.

    Qualche segnale di ripresa c'è: MS non riesce a fare un nuovo sistema operativo (Windows 7 è la stessa minestra riscaldata, cambia solo il piatto, più carino), non riesce ad allargare il suo business nei settori adiacenti come player, smartphone, servizi web eccetera, il settore enterprise ha già smesso da tempo di seguire le sue direttive (se vi ricordate Vista è uscito mesi prima per questo settore, che poi ha integralmente snobbato questo prodotto). Il Titanic del monopolio sta affondando, il capitano lo sa bene, infatti ha predisposto la scialuppa di salvataggio: i brevetti. Alla fine resteranno solo quelli. Una triste eredità per il mondo informatico che ha bisogno di voltare pagina, ma si ritroverà un sacco di paletti ben piantati, i ruderi dell'impero MS con cui dovremo convivere per chissà quanto tempo ancora.
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 28 maggio 2009 09.01
    -----------------------------------------------------------
    ruppolo
    33146
  • Mi permetto di farti notare 2 cose:

    1)Seven è un sistema stupendo è quello che avrebbe dovuto essere vista (invece dellaborto che è stato) leggero (instalalto con qualche applicazione di contorno mi ciuccia solo 350 mb)

    2) la situazione di caos degli albori informatici nn e neppure minimamnete pensabile nel mondo odierno dove tutto e tutti siamo interconnessi se devi standardizzare tutto per tutti nn hai nessuna possibilità di avere una vera svolta quindi tanto vale restare con MS finchè nn uscira qualcosa di realmente competitivo ( e ti faccio notare che anche se con calma l'ambiente linux sta avanzando)
    non+autenticato
  • - Scritto da: IoCheSonIo
    > Mi permetto di farti notare 2 cose:
    >
    > 1)Seven è un sistema stupendo è quello che
    > avrebbe dovuto essere vista (invece dellaborto
    > che è stato) leggero (instalalto con qualche
    > applicazione di contorno mi ciuccia solo 350 mb)

    Un sistema non si giudica da quanti danni fa (lentezza, consumo di ram, eccetera) ma da quante cose permette di fare. E da questo punto di vista, il conto (8 anni) non torna.

    > 2) la situazione di caos degli albori informatici
    > nn e neppure minimamnete pensabile nel mondo
    > odierno dove tutto e tutti siamo interconnessi se
    > devi standardizzare tutto per tutti nn hai
    > nessuna possibilità di avere una vera svolta
    > quindi tanto vale restare con MS finchè nn uscira
    > qualcosa di realmente competitivo ( e ti faccio
    > notare che anche se con calma l'ambiente linux
    > sta
    > avanzando)

    Nessuna svolta ci sarà se non preceduta da un periodo di caos. Esattamente come una guerra.
    Linux è una risorsa per i produttori, non per gli utenti finali. Una risorsa che esiste da decenni, che è stata sfruttata, viene sfruttata e verrà sfruttata. Come è giusto che sia.
    ruppolo
    33146
  • - Scritto da: IoCheSonIo
    > Mi permetto di farti notare 2 cose:
    >
    > 1)Seven è un sistema stupendo è quello che
    > avrebbe dovuto essere vista (invece dellaborto
    > che è stato) leggero (instalalto con qualche
    > applicazione di contorno mi ciuccia solo 350 mb)
    >
    >
    > 2) la situazione di caos degli albori informatici
    > nn e neppure minimamnete pensabile nel mondo
    > odierno dove tutto e tutti siamo interconnessi se
    > devi standardizzare tutto per tutti nn hai
    > nessuna possibilità di avere una vera svolta
    > quindi tanto vale restare con MS finchè nn uscira
    > qualcosa di realmente competitivo ( e ti faccio
    > notare che anche se con calma l'ambiente linux
    > sta
    > avanzando)


    SEVEN è un Vista 2.0, hanno addolcito un pò l'UAC, ma per occupazione di risorse cambia ben poco, l'unico fattore che gioca a favore di M$ è che l'Hardware oggi è sufficientemente evoluto per gestirlo (come Vista del resto) senza problemi, unica eccezione i netbook, solo che si tratta di una eccezione importante, entro il 2012 dovrebbero rappresentare il 30% di tutti i pc venduti!
    Se M$ perde il 30% del mercato a favore di Linux il suo monopolio è a serio rischio anche per il resto dei PC!
  • - Scritto da: Enjoy with Us
    > entro il 2012
    > dovrebbero rappresentare il 30% di tutti i pc
    > venduti!

    Nel 2012 manco ti ricorderai che sono esistiti, se non verso il 2015, quando i nuovi pesciolini saranno grandi abbastanza per abboccare, e ritorneranno sotto altro nome.
    ruppolo
    33146
  • > Se M$ perde il 30% del mercato a favore di Linux
    > il suo monopolio è a serio rischio anche per il
    > resto dei
    > PC!

    Non ti è passato per la mente che i netbook del 2012 faranno tranquillamente girare vista, 7, e 8?

    Poi sarebbe da capire che vuol dire che i netbook conquisteranno il 30% del mercato dato che tutti concordano nel dire che presto il "netbook" sarà un portatile da 2.5 kili di peso con schermo da 13'', processore dual core, scheda grafica 3d...
    non+autenticato
  • - Scritto da: nome e cognome
    > > Se M$ perde il 30% del mercato a favore di Linux
    > > il suo monopolio è a serio rischio anche per il
    > > resto dei
    > > PC!
    >
    > Non ti è passato per la mente che i netbook del
    > 2012 faranno tranquillamente girare vista, 7, e
    > 8?
    >
    > Poi sarebbe da capire che vuol dire che i netbook
    > conquisteranno il 30% del mercato dato che tutti
    > concordano nel dire che presto il "netbook" sarà
    > un portatile da 2.5 kili di peso con schermo da
    > 13'', processore dual core, scheda grafica
    > 3d...
    C'è poco da capire, è solo marketing.

    Ah, io in questo momento sto facendo girare Moblin sul mio MacBook, chissà se i netbook possono far girare Leopard... Rotola dal ridere
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 28 maggio 2009 15.57
    -----------------------------------------------------------
    ruppolo
    33146
  • e come fa a girarci Leopard che è un mattone enorme con un consumo di RAM che altro che Vista .....
    Intendiamoci bene, io uso OSX e ne sono soddisfatissimo, ma in quanto a requisiti hardware è il sistema operativo desktop più pesante del mercato.
    non+autenticato
  • - Scritto da: ruppolo
    > Ah, io in questo momento sto facendo girare
    > Moblin sul mio MacBook, chissà se i netbook
    > possono far girare Leopard...
    > Rotola dal ridere

    si, se usi ideneb cè una sezione apposita che supporta l'Aspire One. Fermorestando che reputo a priori hackintosh una cosa inutile, la tua battuta non è dettata dall'ironia ma dalla solita ignoranza.
    -ToM-
    4532
  • Devo dire che concordo al 100%, e' raro per me dirlo!
    non+autenticato
  • Un perfetto analista di settore, un vero esperto, lo si evince dalla tua analisi puntuale e professionale.

    Ma quando la smetteremo di scrivere certe cretinate prese da trame di guerre stellari?

    L'impero Microsoft, XP ere gelociche dietro gli altri sistemi.... un altro fallimento....ecc. ecc.

    Vorrei capire su che base affermi che i netbook sono un fallimento, te lo chiedo perchè leggendo statistiche di vendita stanno reggendo da soli tutto il comparto informatico, con perfomance di crescita costanti.

    Vorrei anche capire su cosa XP è vecchio, detto in soldoni vorrei capire cosa oggi non riesci a fare con XP che invece fai con linux o apple, soprattutto se parliamo su dei netbook. Rispetto ai sistemi sora citati ti segnalo un semplice vantaggio che vale la scelta.

    1, perfetta compatibilità con tutte le periferiche vecchie e nuove da collegare al pc, cosa non riscontrabile ne con linux ne tanto meno con Apple.

    Tornando invece a parlare di netbook direi che il sistema è tutt'altro che in crisi e che la proliferazione di investimenti e nuovi modelli ne è la riprova. Il problema sta semmai nel fatto che ormai i confini tra un netbook e un notebook di fascia bassa sono spesso sovrapposti e quindi è difficile capirne le differenze.
    In tanta scelta di modelli comunque a guadagnarci è sempre l'acquirente. I prezzi dei modelli recenti stanno si salendo, ma se uno ha in testa chiaro l'uso che deve fare del netbook e magari acquista un modello con schermo da 8.9 allora potrebbe tornare a casa con un bel prodotto a poco più di 200€, cioè il prezzo di un cellulare di fascia bassa. Se poi uno vuole il modello ultra sottile, che legge video in HD, la cui batteria duri almeno 6 ore ecc. ecc. allora non capisco perchè lamentarsi di spendere 400€.

    Sinceramente faccio fatica a seguire certi commenti, e pensa che non ho nemmeno citato la parte in cui dicevi....testuali parole: "...Ai giovani rendo noto che questa era la situazione dei personal computer negli anni a cavallo tra '70 e '80, un fermento continuo di nuove idee. Quello era il periodo d'oro dell'informatica. Poi arrivò MS e fece tabula rasa, con Apple unica sopravvissuta, ma per un soffio...."
    Ecco qui superi te stesso, anche perchè vorrei capire quali fossero negli anni 70/80 i personal computer con fermento di idee e come fece microsoft, che a quel tempo era una azienda ridicola a cancellare di colpo tutte queste idee.

    Insomma se parli per sentito dire, risparmiaci i tuoi commenti.

    Saluti
    Feliciaus
    non+autenticato
  • Tra un annetto netbook con schermo da 12" non ne faranno più, date le limitazioni all'uso di Win7 che ha deciso di imporre la MS (vedete articolo di ieri su PI). Oppure: li faranno, ma dovranno metterci Win7 a prezzo pieno il che sulla fascia residenziale si tradurrà in uno svantaggio competitivo non da poco.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Ciccio
    > Tra un annetto netbook con schermo da 12" non ne
    > faranno più, date le limitazioni all'uso di Win7
    > che ha deciso di imporre la MS (vedete articolo
    > di ieri su PI). Oppure: li faranno, ma dovranno
    > metterci Win7 a prezzo pieno il che sulla fascia
    > residenziale si tradurrà in uno svantaggio
    > competitivo non da
    > poco.

    Oppure li faranno con Linux, o non li compreremo.
    Funz
    13032
  • Prezzo pieno sarebbe 40 euro contro 15.

    MORIREEEMOOOOO TUTTIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII!
    -ToM-
    4532
  • Se uscirà un nettop come quello indicato da te con Ion se ne può riparlare, per ora il confronto non mi pare molto alla pari.

    Comunque il prodotto da te indicato è interessante, sebbene come media player, non gestendo il 1080p, è un po' inutile.
    non+autenticato
  • - Scritto da: sburgo23
    > http://www.tuxjournal.net/?p=8006

    Meglio il Mac mini:
    http://www.apple.com/it/macmini/

    Che è più potente, più dotato sia in termini hardware che software e consuma meno energia, avendo la certificazione EPEAT Gold, Energy Star 5.
    ruppolo
    33146
  • - Scritto da: ruppolo
    > - Scritto da: sburgo23
    > > http://www.tuxjournal.net/?p=8006
    >
    > Meglio il Mac mini:
    > http://www.apple.com/it/macmini/
    >
    > Che è più potente, più dotato sia in termini
    > hardware che software e consuma meno energia,
    > avendo la certificazione EPEAT Gold, Energy Star
    > 5.

    meglio un calcio nelle palle
    non+autenticato
  • - Scritto da: ruppolo
    > Meglio il Mac mini:
    > http://www.apple.com/it/macmini/
    >
    > Che è più potente, più dotato sia in termini
    > hardware che software e consuma meno energia,
    > avendo la certificazione EPEAT Gold, Energy Star
    > 5.

    però che costa il doppio non lo dici.
    -ToM-
    4532
  • - Scritto da: -ToM-
    > - Scritto da: ruppolo
    > > Meglio il Mac mini:
    > > http://www.apple.com/it/macmini/
    > >
    > > Che è più potente, più dotato sia in termini
    > > hardware che software e consuma meno energia,
    > > avendo la certificazione EPEAT Gold, Energy Star
    > > 5.
    >
    > però che costa il doppio non lo dici.

    Costa il doppio ma vale 10 volte di più.
    ruppolo
    33146
  • - Scritto da: ruppolo
    > Costa il doppio ma vale 10 volte di più.

    Ah giusto non ci pensavo.
    Certo sul mini ci fai girare OSX... su questo arnese invece ci metti una distro leggera e hai prestazioni uguali se non superiori anche con HW minore... peccato eh?
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 28 maggio 2009 23.49
    -----------------------------------------------------------
    -ToM-
    4532
  • - Scritto da: -ToM-
    > - Scritto da: ruppolo
    > > Costa il doppio ma vale 10 volte di più.
    >
    > Ah giusto non ci pensavo.
    > Certo sul mini ci fai girare OSX... su questo
    > arnese invece ci metti una distro leggera e hai
    > prestazioni uguali se non superiori anche con HW
    > minore... peccato
    > eh?

    Prestazioni migliori per fare cosa?

    Sul Mac mini faccio girare iPhoto che mi riconosce i volti, sulla "distro leggera" no. Tanto per fare il primo esempio che mi viene in mente.
    ruppolo
    33146
  • - Scritto da: ruppolo
    > Prestazioni migliori per fare cosa?
    >
    > Sul Mac mini faccio girare iPhoto che mi
    > riconosce i volti, sulla "distro leggera" no.
    > Tanto per fare il primo esempio che mi viene in
    > mente.

    Un esempio alla ruppolo paragonare prestazioni di un OS con la possibilità di fare o meno certe cose con certe applicazioni.
    -ToM-
    4532
  • Ma qualcuno mi spiega che accidenti significa "nettop"?
    ruppolo
    33146
  • - Scritto da: ruppolo
    > Ma qualcuno mi spiega che accidenti significa
    > "nettop"?

    ci sfondi i sacchettini tutti i santi giorni e non capisci certi neologismi?
    -ToM-
    4532
  • Scusate ma per quelle cifre e quei pesi vedo molto meglio allora la soluzione CULV di Acer che per 600 euro fornisce autonomie superiori alle 8 ore e precessori ben più prestanti
  • Io ho un Latitude XT di Dell, per certi aspetti è un culv di fascia alta (lo si trova ricondizionato a circa 700 euro mentro nuovo costava anche 1500-2000 euro) dal momento che il processore montato è un ultra low voltage e il peso è comunque buono, essendo sotto il kg e mezzo. Il problema è nell'interfaccia di windows che è inadatta ad una soluzione di tipo multitouch e su uno schermo da 12'' presenta dei grossi limiti. Ho anche un iPhone e se devo paragonare i due, per certi aspetti, soprattutto la gestione del touch screen, il palmare di Apple è avanti di anni luce. Se esistessero i driver dello schermo multitouch avrei provato ad installarci sopra Android.
    Penso che MS abbia tirato i remi in barca e aspetti che altri facciano scelte coraggiose prima di copiarne le idee. Forse è giunto il momento di creare qualcosa di veramente nuovo.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 10 discussioni)