Alessandro Del Rosso

Intel lancia nuovi Core i7, fagocita Wind River

Intel ha introdotto nella sua giovane famiglia di processori desktop Core i7 due nuovi modelli di fascia alta, tra i quali un nuovo Extreme Edition. L'azienda ha anche annunciato l'acquisizione di Wind River, regina degli OS embedded

Roma - Intel ha sfruttato il palcoscenico del Computex 2009 per lanciare sul mercato due nuovi processori desktop Core i7 quad-core e presentare alcune delle sue piattaforme e tecnologie di futura introduzione, tra le quali l'Atom di nuova generazione e il suo primo processore CPU+GPU. L'azienda ha poi annunciato l'acquisizione di Wind River, società specializzata in software embedded.

I nuovi chip Core i7, che si collocano nella fascia più alta del mercato desktop, sono il 975 Extreme Edition (EE) e il 950. Il modello EE gira ad un clock di 3,33 GHz, integra 8 MB di cache L3, è in grado di elaborare fino ad 8 thread simultaneamente e adotta un bus Quick Path Interconnect (QPI) con ampiezza di banda pari a 6,4 GT/s. Il thermal design power è di 130 watt e il processo produttivo a 45 nanometri.

Comparando le specifiche tecniche del nuovo chip con quelle del precedente modello Extreme, il 965 EE, si evince che le differenze tra i due sono esclusivamente date dal clock, che nel 965 è di 3,2 GHz, e dall'aggiunta nel 975 del supporto alla tecnologia di power management Demand Based Switching, usualmente fornita sulle CPU server.
Il Core i7 950 condivide buona parte delle specifiche tecniche del modello superiore ad esclusione della frequenza di clock, qui pari a 3,06 GHz, e della velocità del bus QPI, di 4,8 GT/s. Entrambe le CPU supportano le tecnologie Enhanced Intel Speedstep, Hyper-Threading Intel VT, Demand Based Switching, Enhanced Halt State (C1E) e Intel Thermal Monitor 2.

Il Core i7 975 EE ha un prezzo all'ingrosso di 999 dollari, mentre il 950 costa 562 dollari.

Tra i primi produttori di PC ad aver presentato un desktop basato sul nuovo Core i7 EE c'è HP, che sul sistema m9600T da 1900 dollari ha affiancato il chippone di Intel ad una scheda grafica GeForce GTS 250.

Dell'Atom di nuova generazione, nome in codice Pineview, e della relativa piattaforma, Pine Trail, si è già parlato approfonditamente lo scorso mese insieme a Moblin 2.0, il nuovo sistema operativo mobile Linux-based sponsorizzato dal big di Santa Clara e protagonista del Computex.

Al Computex Intel ha parlato anche di Clarkdale, il suo futuro processore che per primo sposerà CPU e GPU sullo stesso chip. L'azienda ha mostrato un prototipo del nuovo chip montato su una scheda madre MSI che integrava l'inedito chipset P57. Questa accoppiata dovrebbe arrivare sul mercato entro la fine dell'anno.

Intel mangia Wind River
Ieri Intel ha inoltre annunciato di aver raggiunto un accordo definitivo per l'acquisizione di Wind River Systems, una società californiana che sviluppa sistemi operativi, middleware e altre soluzioni software per i dispositivi embedded. Il valore complessivo dell'operazione sarà di 884 milioni di dollari.

Intel ha spiegato che Wind River continuerà ad operare come una sua sussidiaria, conservando l'attuale modello di business e l'attuale linea di prodotti: tra questi, il più noto è lo storico VxWorks, considerato uno tra i sistemi operativi embedded real-time più maturi e affidabili oggi sul mercato. Nei recenti anni Wind River ha affiancato al suo prodotto di punta anche diverse soluzioni embedded basate sul kernel di Linux. Da notare come i sistemi operativi di Wind River supportino una grande varietà di architetture, da ARM a MIPS passando per x86, e quest'ultima riveste al momento un ruolo piuttosto marginale nel business dell'azienda.

Intel afferma che l'acquisizione di Wind River l'aiuterà ad espandere la propria presenza nei segmenti mobile ed embedded, spingendo i propri chip e il proprio software su dispositivi come smartphone, MID, player MP3, navigatori satellitari, computer di bordo, appliance di rete, strumentazione militare e aerospaziale, sistemi per le telecomunicazioni ecc. Tanto per fare degli esempi, VxWorks viene oggi impiegato nel robot Honda Asimo, in aerei di linea come l'Airbus A400M e il Boeing 787, nel sistema iDrive di BMW, nell'elicottero militare Apache Longbow, nel router WRT54G di Linksys e, ancora, in stampanti laser, controlli industriali, controller RAID, modem satellitari, digital video recorder ecc.

Con il progetto Moblin e gli asset di Wind River, il business di Intel sembra diversificarsi sempre più verso il software, un settore dove la mamma del Pentium desidera guadagnare una certa autonomia nei confronti della sua vecchia partner Microsoft. Ma quando un gigante come Intel si muove, a tremare è l'intero mercato hi-tech: nel medio-lungo periodo le recenti mosse di BigI potrebbero arrivare a minacciare non soltanto Microsoft, ma anche molti altri produttori di software e hardware.

Alessandro Del Rosso
79 Commenti alla Notizia Intel lancia nuovi Core i7, fagocita Wind River
Ordina
  • Comprate questo rivoluzionario processore e sfuttere al 100% tutta la potenza del nuovo sistema operativo rivoluzionario Windows7.
    non+autenticato
  • Puoi dirlo forte, amico!

    - Scritto da: Dovella
    > Comprate questo rivoluzionario processore e
    > sfuttere al 100% tutta la potenza del nuovo
    > sistema operativo rivoluzionario
    > Windows7.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Dovella
    > Comprate questo rivoluzionario sistema operativo e
    > sfuttere al 100% tutta la potenza del nuovo
    > processore rivoluzionario corei7.

    FIXED

    PS.: prima e unica volta che rispondo a dovella, la battuta è stata servita su un piatto d'argento.
    -ToM-
    4532
  • - Scritto da: -ToM-
    > - Scritto da: Dovella
    > > Comprate questo rivoluzionario sistema
    > operativo

    > e
    > > sfuttere al 100% tutta la potenza del nuovo
    > > processore rivoluzionario corei7.
    >
    > FIXED
    >
    > PS.: prima e unica volta che rispondo a dovella,
    > la battuta è stata servita su un piatto
    > d'argento.


    Non credo sia il vero Dovella...
  • - Scritto da: Enjoy with Us
    > Non credo sia il vero Dovella...

    sarà in ferie a redmondSorride
    -ToM-
    4532
  • La pubblicita' in questo caso e' per ARM o per Microsoft?Con la lingua fuori
  • Il segnale è chiaro Intel sta cercando strade alternative agli OS forniti da M$... siete ancora tutti quanti sicuri che M$ non rischia grosso nel prossimo futuro?
  • - Scritto da: Enjoy with Us
    > Il segnale è chiaro Intel sta cercando strade
    > alternative agli OS forniti da M$... siete ancora
    > tutti quanti sicuri che M$ non rischia grosso nel
    > prossimo
    > futuro?

    Dopo la porcheria di Win7 M$ e' destinata a soccombere.
    Ed il winaro rosica
    non+autenticato
  • - Scritto da: Enjoy with Us
    > Il segnale è chiaro Intel sta cercando strade
    > alternative agli OS forniti da M$... siete ancora
    > tutti quanti sicuri che M$ non rischia grosso nel
    > prossimo
    > futuro?

    no ti sbagli, il segnale che sta dando Intel è che ammazzerà lentamente i sistemi operativi alternativi sfruttati dai suoi concorrenti
    non+autenticato
  • - Scritto da: prevedo pioggia

    > no ti sbagli, il segnale che sta dando Intel è
    > che ammazzerà lentamente i sistemi operativi
    > alternativi sfruttati dai suoi
    > concorrenti

    Uh ? Un esempio concreto ?
    11237
  • - Scritto da: Giambo
    > - Scritto da: prevedo pioggia
    >
    > > no ti sbagli, il segnale che sta dando Intel è
    > > che ammazzerà lentamente i sistemi operativi
    > > alternativi sfruttati dai suoi
    > > concorrenti
    >
    > Uh ? Un esempio concreto ?

    VxWorks?Perplesso

    http://arstechnica.com/gadgets/news/2009/06/intel-...
    non+autenticato
  • - Scritto da: prevedo pioggia

    > > Uh ? Un esempio concreto ?
    >
    > VxWorks?Perplesso

    Non avevo capito bene la tua frase (Non avevo finito di bere il caffe')Imbarazzato ...
    11237
  • - Scritto da: Giambo
    > Uh ? Un esempio concreto ?

    Beh, moblin ad esempio potrebbe essere molto pià apprezzato come distro rispetto ad altri come linpus e xandros e se Intel fa un buon lavoro e grantisce qualità e supporto si arriverebbe ad una tanto agognata "distro linux globale per tutti". IMHO
    -ToM-
    4532
  • - Scritto da: -ToM-

    > Beh, moblin ad esempio potrebbe essere molto pià
    > apprezzato come distro rispetto ad altri come
    > linpus e xandros

    Xandros, brrrrPerplesso ... Buona idea, ma sviluppata malissimo sull'eeePC

    > e se Intel fa un buon lavoro e
    > grantisce qualità e supporto si arriverebbe ad
    > una tanto agognata "distro linux globale per
    > tutti".

    "distro linux globale per tutti" fa ancora piu' pauraSorpresa !!
    11237
  • - Scritto da: Giambo

    cut

    > "distro linux globale per tutti" fa ancora piu'
    > pauraSorpresa !!

    l'utente ha bisogno di identificarsi in qualcosa e questo qualcosa deve essere lo stesso per tutti. Se inizieranno a sentir pronunciare lo stesso nome nel perpetrarsi degli anni ed inizieranno ad usare un OS alternativo che li accomuna, vedrai che linux subirà un boost di diffusione notevole.
    Purtroppo "linux" come nome si è giocato la faccia perchè se chiedi a 100 persone come è linux, 99 ti diranno che non lo hanno provato perchè è difficile. Iniziamo col dare a tutti qualcosa che non è difficile e che li faccia sentire (passami la frase) come su windows.
    -ToM-
    4532
  • - Scritto da: -ToM-

    > l'utente ha bisogno di identificarsi in qualcosa
    > e questo qualcosa deve essere lo stesso per
    > tutti.

    Non sono d'accordo.

    > Purtroppo "linux" come nome si è giocato la
    > faccia perchè se chiedi a 100 persone come è
    > linux, 99 ti diranno che non lo hanno provato
    > perchè è difficile. Iniziamo col dare a tutti
    > qualcosa che non è difficile e che li faccia
    > sentire (passami la frase) come su
    > windows.

    Ubuntu per tuttiSorride !
    11237
  • - Scritto da: Giambo
    > Non sono d'accordo.

    fondamentalmente nemmeno io ma è anche l'unica strada percorribile per arrivare alle masse. Devono affezionarsi a qualcosa che sia conosciuto e continuativo... purtroppo gli utonti sono cosìSorride

    > Ubuntu per tuttiSorride !

    anche, perchè noSorride
    -ToM-
    4532
  • 999 dollari...
    AHAUHUHAUHAUHAUHAUHAUHAUHUHAUHA
    non+autenticato
  • io ho un i7 920 su asus rampage 2 extreme. Che dire? Notevole.
  • - Scritto da: botero
    > io ho un i7 920 su asus rampage 2 extreme. Che
    > dire?
    > Notevole.


    Mah non saprei, il 920 non è tanto facile da overcloccare, i vari core 2 duo o quad invece si e costano fra processore e MB nettamente di meno... a meno di non avere applicativi che sfruttino a pieno i quattro processori un dual core tipo E8400 overcloccato da bios a 4.2 GHz risulterà anche più veloce e nettamente più economico, oltre che molto più parco nei consumi, potendo appunto decidere da bios quando overcloccarlo!
  • Nettamente più potente non credo proprio.
    A parità di frequenza il corei7 spinge molto di + anche se sei nel caso di applicazioni mono/dual-threads + sfruttamento di istruzioni fino alle SSE3 (cioè il caso + sfigato possibile).
    Questo non lo dico io ma lo dicono i benchmark fatti da chiunque e poi messi su internet.
    Il vero problema, invece, dei corei7 è l'enorme calore che producono quando li si overclocka di 1 GHz, imitando l'aumento di frequenza che si riusciva ad avere nei core2duo.
    Il miglior raffreddamento ad aria non scende sotto i 65C a 3.5/3.6 GHz, con il miglior liquido si stà sui 50-55 C, ma come si considerano i 4GHz subito la temperatura del liquido schizza a 65-70 C.
    Con applicazioni realmente multi-threads (senza preoccuparsi del numero di threads) + uso di tutte le possibili istruzioni del processore = si ottengono prestazioni mostruose già con frequenze di serie.
  • - Scritto da: Super_Treje
    > Con applicazioni realmente multi-threads (senza
    > preoccuparsi del numero di threads) + uso di
    > tutte le possibili istruzioni del processore = si
    > ottengono prestazioni mostruose già con frequenze
    > di serie.

    Confermo, è davvero un mostro.
    Uso Adobe Creative suite 3 e 3dsmax per lavoro.
    -ToM-
    4532
  • - Scritto da: Super_Treje
    > Nettamente più potente non credo proprio.
    > A parità di frequenza il corei7 spinge molto di +
    > anche se sei nel caso di applicazioni
    > mono/dual-threads + sfruttamento di istruzioni
    > fino alle SSE3 (cioè il caso + sfigato
    > possibile).
    > Questo non lo dico io ma lo dicono i benchmark
    > fatti da chiunque e poi messi su
    > internet.
    > Il vero problema, invece, dei corei7 è l'enorme
    > calore che producono quando li si overclocka di 1
    > GHz, imitando l'aumento di frequenza che si
    > riusciva ad avere nei
    > core2duo.
    > Il miglior raffreddamento ad aria non scende
    > sotto i 65C a 3.5/3.6 GHz, con il miglior
    > liquido si stà sui 50-55 C, ma come si
    > considerano i 4GHz subito la temperatura del
    > liquido schizza a 65-70
    > C.
    > Con applicazioni realmente multi-threads (senza
    > preoccuparsi del numero di threads) + uso di
    > tutte le possibili istruzioni del processore = si
    > ottengono prestazioni mostruose già con frequenze
    > di
    > serie.


    Se vai sui benchmark pubblicati in giro, anche gli stessi ufficiali di Intel si evince che a parità di clock i core i7 sono circa il 20%-30% più veloci dei core duo quad!
    Come avevo premesso a meno di non usare applicativi particolarmente ottimizzati per i multicore il vantaggio prestazionale di un quad core rispetto ad un dual core è piuttosto limitato, la ovvia conclusione è che un overclock robusto di un dual core come l'E8400 ti fornisce per la maggior parte degli applicativi... e per la quasi totalità dei giochi una potenza anche superiore a quella di un core i7 come il 920 che gira a 2.66

    http://www.vbcportal.eu/index.php?ind=reviews&op=e...


    Con il vantaggio che l'overclock lo fai in pochi secondi da bios solo per le applicazioni in cui è necessario e che lo puoi spingere con un raffreddamento ad aria anche a 4.2 Ghz cioè un clock del 60% superiore a quello del 920!
  • Il fatto è che quei benchmark che rimangono dalla cernita che uno fà escludendo applicativi molto ottimizzati per le istruzioni e applicativi molto threaddizzati, praticamente ci rimangono poche cose praticamente e/o benchmark di poco conto del tipo roba di compressione/decompressioni zip/rar che per quanto uno volesse spingere le prestazioni e/o volesse guadagnare in ciò non è che a conti fatti realmente ti cambia la vita.
    Mentre avere innanzitutto 4 cores + HT (e l'ht cmq ti dà un 10-15 massimo 20% in +) + il QPI che ti permette di velocizzare un pò di più la banda passante del processore fanno si che nell'uso quotidiano, cioè in un uso in cui si avviano e si tengono in funzione tante applicazioni, anche poco ottimizzate sia per istruzioni che per threaddizzazione, si ha quella sensazione che si abbia sempre a disposizione una enorme potenza di calcolo nel pc.
    Personalmente me ne sono reso contro avviando come benchmark Intel Burn Test, che di per se non è un reale benchmark ma serve solo per stressare la cpu e vedere se risulta stabile, e generalmente questo programma avviato o su core2duo o su core2quad tendeva non solo ad usare tutti i cores al 100% ma anche a rendere la macchina molto lenta come se lo sheduler per il multitasking quasi non esistesse = risultato perfino spostare la finestra di esecuzione del programma faceva si da far sembrare quasi impallato il pc.
    Avviato su Corei7 920 occupava il 50% di tutta la potenza disponibile (applicativo che usa al massimo 4 cores) ed il comportamento globale era come se nulla fosse stato avviato sul pc. Avviando 2 istanze del programma si aveva la cpu al 100% ma il pc aprendo altre finestre (os in uso vista 64 bit business + sp1) esse rispondevano prontamente e non si notavano molti rallentamenti.
    Questa è la mia esperienza.
    Per dovere di cronaca con dissipatore originale a 2.66ghz con 2 istanze di Intel Burn Test si è toccato i 90C usando la pasta Arctic Silver 5 messa a regola d'arte.
    L'unico problema di sti corei7 insomma è più che altro la temperatura sprigionata rispetto al loro prezzo.
    Eventualmente sono le schede madri che costano un bel pò ( 200-350 ).
  • - Scritto da: Super_Treje
    > Il fatto è che quei benchmark che rimangono dalla
    > cernita che uno fà escludendo applicativi molto
    > ottimizzati per le istruzioni e applicativi molto
    > threaddizzati, praticamente ci rimangono poche
    > cose praticamente e/o benchmark di poco conto del
    > tipo roba di compressione/decompressioni zip/rar
    > che per quanto uno volesse spingere le
    > prestazioni e/o volesse guadagnare in ciò non è
    > che a conti fatti realmente ti cambia la
    > vita.

    Scusa ma non ho capito un tubo di quello che volevi dire!
    I benckmark pubblicati da più parti sono concordi nell'attribuire ai corei7 mediamente un 30% in più di prestazioni a parità di clock rispetto ai core2quad parlare di impressioni confrontando PC diversi, magari con schede video diverse, HD diversi ecc... lascia il tempo che trova!


    > Mentre avere innanzitutto 4 cores + HT (e l'ht
    > cmq ti dà un 10-15 massimo 20% in +) + il QPI che
    > ti permette di velocizzare un pò di più la banda
    > passante del processore fanno si che nell'uso
    > quotidiano, cioè in un uso in cui si avviano e si
    > tengono in funzione tante applicazioni, anche
    > poco ottimizzate sia per istruzioni che per
    > threaddizzazione, si ha quella sensazione che si
    > abbia sempre a disposizione una enorme potenza di
    > calcolo nel
    > pc.



    Abbi pazienza adesso nell'uso quotidiano normalmente quanti task attivi tieni?
    Personalmente oltre ad antivirus, firewall ed Emule, non ho altri task succhia risorse attivi in background e tu dici che si nota una differenza nelle normali operazioni fra un quad core e un corei7?

    > Personalmente me ne sono reso contro avviando
    > come benchmark Intel Burn Test, che di per se non
    > è un reale benchmark ma serve solo per stressare
    > la cpu e vedere se risulta stabile, e
    > generalmente questo programma avviato o su
    > core2duo o su core2quad tendeva non solo ad usare
    > tutti i cores al 100% ma anche a rendere la
    > macchina molto lenta come se lo sheduler per il
    > multitasking quasi non esistesse = risultato
    > perfino spostare la finestra di esecuzione del
    > programma faceva si da far sembrare quasi
    > impallato il
    > pc.
    > Avviato su Corei7 920 occupava il 50% di tutta la
    > potenza disponibile (applicativo che usa al
    > massimo 4 cores) ed il comportamento globale era
    > come se nulla fosse stato avviato sul pc.
    > Avviando 2 istanze del programma si aveva la cpu
    > al 100% ma il pc aprendo altre finestre (os in
    > uso vista 64 bit business + sp1) esse
    > rispondevano prontamente e non si notavano molti
    > rallentamenti.
    > Questa è la mia esperienza.


    E che vuol dire? Non ti viene in mente che quel particolare test cambiando ambiente da XP a Vista 64 e processore si possa comportare diversamente?

    > Per dovere di cronaca con dissipatore originale a
    > 2.66ghz con 2 istanze di Intel Burn Test si è
    > toccato i 90C usando la pasta Arctic Silver 5
    > messa a regola
    > d'arte.
    > L'unico problema di sti corei7 insomma è più che
    > altro la temperatura sprigionata rispetto al loro
    > prezzo.


    90 e non sono overcloccati? A me sembrano tantini! Il mio E8400 non li raggiunge a 4.2 Ghz!

    > Eventualmente sono le schede madri che costano un
    > bel pò ( 200-350
    > ).


    contro i 130 + 50 euro con cui già ti porti a casa un E8400 e relativa MB = 170 euro

    Contro i 222 + appunto 300 euro per il 920 + Mb = oltre 500 euro


    Per carità sti corei7 sono dei gran processori, ma cercando bene nelle offerte Intel e meglio ancora AMD si può trovare un rapporto prezzo prestazioni e consumi decisamente migliore... poi quando si decideranno ad ottimizzare i programmi per CPU multiple allora il discorso cambierà, ma fino ad allora...
  • La cosa si risolve facilmente chiedendosi : ti serve un rapporto prezzo/prestazioni oppure ti serve un casino di prestazioni ?
    Dipende tutto da quello.
    Cmq impressionante quanto scaldano.
    Ecco altri aggiornamenti alla questione (tanto per capirci) : http://www.informaticaeasy.net/hardware/sistemi-di...
  • - Scritto da: Super_Treje

    cut

    > Cmq impressionante quanto scaldano.
    > Ecco altri aggiornamenti alla questione (tanto
    > per capirci) :
    > http://www.informaticaeasy.net/hardware/sistemi-di

    credo che siano dissi passivi, altrimenti non ci sarebbe tutta questa differenza fra questi e quelli boxedOcchiolino
    -ToM-
    4532
  • - Scritto da: Enjoy with Us
    > Per carità sti corei7 sono dei gran processori,
    > ma cercando bene nelle offerte Intel e meglio
    > ancora AMD si può trovare un rapporto prezzo
    > prestazioni e consumi decisamente migliore... poi
    > quando si decideranno ad ottimizzare i programmi
    > per CPU multiple allora il discorso cambierà, ma
    > fino ad allora...

    cè già una bella quantità di applicativi che supportano il multithreading uscite negli ultimi anni, parlo di utility ovviamente dato che i programmi professionali supportano il MT da quasi sempreSorride

    www.2cpu.com è un buon punto di inizio
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 06 giugno 2009 12.13
    -----------------------------------------------------------
    -ToM-
    4532