Alessandro Del Rosso

Ubuntu cento volte più facile

Canonical vuole migliorare a ogni costo. Per questo vara un progetto per semplificare la vita ai suoi utenti, andando alla ricerca di tutti quei dettagli che sfuggono ai suoi programmatori

Roma - One Hundred Paper Cuts è un progetto appena lanciato da Canonical con l'intento di rendere la sua famosa distribuzione Ubuntu ancor più intuitiva e semplice da usare. L'iniziativa si prefigge lo scopo di trovare e correggere almeno un centinaio di difetti nel design di Ubuntu: difetti generalmente piccoli, e dunque facili da correggere, ma capaci - spiega Canonical - di impattare negativamente sull'esperienza d'uso dell'utente finale.

Tra i compiti del nuovo progetto vi sarà quello di raccogliere e organizzare le risorse necessarie a correggere i bug, valutare e pubblicizzare i benefici portati dalle modifiche, nonché tracciare l'impatto che queste correzioni avranno nelle successive versioni del sistema operativo.

Affinché l'iniziativa abbia successo, Canonical afferma che sarà di cruciale importanza l'aiuto della comunità di utenti: ciò non solo in termini di forza lavoro, ma anche per portare alla luce quei difetti o lacune che gli sviluppatori tendono generalmente a ignorare o sottovalutare. Tali bug si possono celare nel file manager, nei menù di sistema o nel modo in cui Ubuntu notifica certe informazioni all'utente.
Ars technica ricorda come lo scorso anno, in seno ad un progetto di più ampio respiro chiamato Ayatana, Canonical abbia costituito un team di designer professionisti con lo scopo di migliorare l'usabilità generale di Ubuntu. L'iniziativa One Hundred Paper Cuts sarebbe dunque figlia di tale progetto, così come lo è stato in precedenza il nuovo sistema per le notifiche di sistema introdotto in Ubuntu 9.04.

One Hundred Paper Cuts spera di scovare e risolvere cento difetti nell'usabilità di Ubuntu in tempo per il rilascio della prossima release della distribuzione, la 9.10.

Alessandro Del Rosso
1006 Commenti alla Notizia Ubuntu cento volte più facile
Ordina
  • Egregi amministratori,e,programmatori.
    Leggendo queste pagine di punto informatico,mi, viene in mente che Linux é cento volte difficilissimo invece che facile. Vi spiego perchè( NON SIAMO TUTTI PROGRAMMATORI ED ESPERTI INFORMATICI) siamo appassionati semplicemente.
    Io ho installato Ubuntu 9.10, prima avevo la versione 9.04-
    Il mio problema è che da un anno non riesco ad installare una chiavetta AliceMobile, Onda MT503HS.é impossibile per me.
    sui forum e sulle chat a riguardo linux ogni persona dice la sua,sembrano anche esperti a sentirli parlare,della chiavetta in questione,ma alla fine niente di buono e concreto. ed io accumulo soltanto confusione,così il problema rimane.
    Vi scrivo , gentilmente ed umilmente se per caso potete aiutarmi voi ?pls.
    Anche il sito della ondaItali,consumatori, mi ha mandato una Mail ma senza risolvere il problema,dicendomi che stanno provvedendo( e che ci vuole una vita?) Detto questo io sono,ripeto un'appassionato ma non so fare quasi niente con linux,perchè uso xp.che oggi attualmente è sempre il più bel sistema mai inventato.(vorrei passare ad Ubuntu ma non i è possibile perchè non si collega il ModemMobile.
    Mi aiutate?
    Di cuore vi reingrazio !
    ( se volete la mia posta è ( faxnovo@gmail.com )
    Stefan!
    non+autenticato
  • ma sei andato sul forum di ubuntu c'è gente che da quasi 6 mesi è riuscito ad usarla sta chiavetta
    leggi qui
    http://forum.ubuntu-it.org/index.php?topic=300225....
    http://elihh.wordpress.com/2008/11/23/ubuntu-810-c.../
  • anche se ormai manca pochissimo alla release ufficiale,volevo sapere se dalla vecchia 9.04 o magari dalla nuova karmik si possono(e come fare)segnalare alcuni piccolissimi miglioramenti che vorrei proporre da utente medio-smanettone quale sono.
    non+autenticato
  • Ubuntu non e' una buona distribuzione di GNU/Linux perche' include sw proprietario e ne suggerisce/promuove l'installazione.

    Il sistema operativo GNU e' nato nel 1983 da un'idea di Richard Stallman: www.stallman.org

    Il progetto era ed e' quello di costruire un sistema operativo completamente libero.
    Col tempo le piu' famose distribuzioni hanno iniziato a inserire codice proprietario dimenticando cosi' il motivo per cui il progetto era nato.

    Ci sono pero' alcune distribuzioni che sono 100% libere come gNewSense: www.gnewsense.org

    Usare queste distribuzioni significa mandare un messaggio forte ai produttori e alle altre distribuzioni: vogliamo software 100% libero nei nostri computer!

    Continuare a usare e promuovere distro non 100% libere significa dire: ok mi sta bene cosi', non mi interessa. In questo modo nessuna azienda rilascera' mai il codice. Se non interessa agli utenti a chi allora?


    gNewSense c'e' ed e' completamente libera, altre piu' famose distribuzioni no: www.gnu.org/distros

    Aiutaci a liberarle.
    non+autenticato
  • Scusate l'inutilità di questo post,
    ma è il commento nr. 1000! a questa notizia! Sorride
    Ci siamo dati da fare! buon riposo adesso
    non+autenticato
  • Visto che erano passati due mesi "di sicurezza", e visto che il "plug & pray" USB della 8.04 non mi riconosceva bene tutti i dispositivi collegati a un hub (il mio portatile purtroppo ha solo due prese USB, il desktop, sempre con l'8.04, riconosce tutto senza problemi), ieri mi sono deciso a dar retta all'ammiccante Con la lingua fuori proposta di upgrade che adept mi faceva ogni volta che scaricavo aggiornamenti.
    Colpa mia che ho lasciato il vecchio xorg.conf, non mi partiva X, ma questa l'ho risolta subito, provato il plug&pray USB, tutto OK, molto meglio di prima, invece, nonostante dopo un po' di prove mi vedesse il wireless, non si collegava in rete.
    E qui è avvenuto il contagio della windowsite perniciosa Con la lingua fuori !
    Assonnato, mi decido ad andare a dormire, stamattina, senza che nella notte abbia modificato alcunché rispetto a ieri sera (*) riavvio, et voilà, tutto a posto, s'è collegato. DelusoA bocca aperta

    (*) sempre che nella notte non siano venuti gli gnomi delle mutande a smanettare col PC, dovrò controllare che non sia sparita della biancheria A bocca aperta
    non+autenticato
  • - Scritto da: Bastard Inside
    > Visto che erano passati due mesi "di sicurezza",
    > e visto che il "plug & pray" USB della 8.04 non
    > mi riconosceva bene tutti i dispositivi collegati
    > a un hub (il mio portatile purtroppo ha solo due
    > prese USB, il desktop, sempre con l'8.04,
    > riconosce tutto senza problemi), ieri mi sono
    > deciso a dar retta all'ammiccante Con la lingua fuori proposta di
    > upgrade che adept mi faceva ogni volta che
    > scaricavo
    > aggiornamenti.
    > Colpa mia che ho lasciato il vecchio xorg.conf,
    > non mi partiva X, ma questa l'ho risolta subito,
    > provato il plug&pray USB, tutto OK, molto meglio
    > di prima, invece, nonostante dopo un po' di prove
    > mi vedesse il wireless, non si collegava in
    > rete.
    > E qui è avvenuto il contagio della windowsite
    > perniciosa Con la lingua fuori
    > !
    > Assonnato, mi decido ad andare a dormire,
    > stamattina, senza che nella notte abbia
    > modificato alcunché rispetto a ieri sera (*)
    > riavvio, et voilà, tutto a posto, s'è collegato.
    >DelusoA bocca aperta
    >
    >
    > (*) sempre che nella notte non siano venuti gli
    > gnomi delle mutande a smanettare col PC, dovrò
    > controllare che non sia sparita della biancheria
    >A bocca aperta
    o forse dovevi semplicemente riavviare (non dirlo ai troll che convinti che su linux non si riavvii mai, c'e' gente che fa la gara a chi lo tiene piu' aperto).
  • - Scritto da: vistabuntu.wordpress.com
    > - Scritto da: Bastard Inside
    > > Visto che erano passati due mesi "di sicurezza",
    > > e visto che il "plug & pray" USB della 8.04 non
    > > mi riconosceva bene tutti i dispositivi
    > collegati
    > > a un hub (il mio portatile purtroppo ha solo due
    > > prese USB, il desktop, sempre con l'8.04,
    > > riconosce tutto senza problemi), ieri mi sono
    > > deciso a dar retta all'ammiccante Con la lingua fuori proposta
    > di
    > > upgrade che adept mi faceva ogni volta che
    > > scaricavo
    > > aggiornamenti.
    > > Colpa mia che ho lasciato il vecchio xorg.conf,
    > > non mi partiva X, ma questa l'ho risolta subito,
    > > provato il plug&pray USB, tutto OK, molto meglio
    > > di prima, invece, nonostante dopo un po' di
    > prove
    > > mi vedesse il wireless, non si collegava in
    > > rete.
    > > E qui è avvenuto il contagio della windowsite
    > > perniciosa Con la lingua fuori
    > > !
    > > Assonnato, mi decido ad andare a dormire,
    > > stamattina, senza che nella notte abbia
    > > modificato alcunché rispetto a ieri sera (*)
    > > riavvio, et voilà, tutto a posto, s'è
    > collegato.
    >
    > >DelusoA bocca aperta
    > >
    > >
    > > (*) sempre che nella notte non siano venuti gli
    > > gnomi delle mutande a smanettare col PC, dovrò
    > > controllare che non sia sparita della
    > biancheria
    >
    > >A bocca aperta
    > o forse dovevi semplicemente riavviare (non dirlo
    > ai troll che convinti che su linux non si riavvii
    > mai, c'e' gente che fa la gara a chi lo tiene
    > piu'
    > aperto).
    E' quello che ho fatto, ma di solito su Linux riavvii per poche cose, tipo dopo l'upgrade della distro, per caricare un nuovo kernel installato, etc, in questo caso il riavvio canonico dell'upgrade l'avevo già fatto, ce n'è voluto un altro per far "digerire" il collegamento al network manager, e questo di solito non avviene, anzi, non avviene neppure su Windows!   Con la lingua fuori

    Comunque, considerazioni sparse:
    Il menu dei dispositivi rimovibili è molto pratico
    Il nuovo Menu K, per niente
    Il plug&pray USB funziona meglio di prima sul mio notebook che con la 8.04 aveva qualche problema a riconoscere l'avvenuto collegamento di alcuni dispositivi
    Il nuovo network manager è molto "eye-candy", ma non aggiunge nulla al vecchio
    Dolphin è finalmente utilizzabile, prima era troppo bacato, ma devo ancora decidere se tenerlo come file manager di default o tornare a Konqueror

    Visto che il principale problema che volevo risolvere, il p'n'p USB, è risolto, non mi lamento.
    non+autenticato
  • Altra cosa che ho notato: boot e shutdown non sembrano più lenti di prima, anzi, forse sono un pelo più rapidi, il boot sui livelli di Win XP, che era alcuni secondi più rapido di Kubuntu 8.04, lo shutdown leggermente più rapido di 8.04, che in questo era già leggermente più rapido di XP.
    Comunque, rispetto alle versioni "4" precedenti che ho provato e abbandonato di corsa per tornare alle 3.5.x, KDE 4.2.2 è decisamente migliorato, alleggerito, sverminato, non troppo pesante (per quanto KDE può essere leggero, eh, non è una piuma), sufficientemente veloce su un Turion TL-60 con grafica integrata AMD M690G, lo sto usando senza troppi problemi e non penso di tornare indietro.
    L'aspetto puramente estetico non mi sembra né meglio né peggio dei precedenti, forse un po' più ergonomiche certe cose, per esempio la barra nella sua dimensione di default ruba meno spazio di prima al desktop pur restando ben utilizzabile, si vede che le icone di uso più comune sono state migliorate per restare ben identificabili e utilizzabili anche quando rimpicciolite.
    Il tema di default non è un capolavoro, ma neppure male e almeno è abbastanza riposante, su questo Kubuntu non mi ha deluso mai.
    non+autenticato
  • si può pure sostituire il kernel al volo senza reboot, ovviamente col reboot fai prima

    altrimenti devi avviare il nuovo kernel, i nuovi moduli, riavviare i demoni, riavviare la sessione corrente

    chiaramente fai prima a riavviare la macchina, sempre che non sia un reverse proxy che necessita di essere attivo 24/24
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | Successiva
(pagina 1/7 - 35 discussioni)