Gaia Bottà

Per lavorare, una password

Nel formulario da riempire per candidarsi all'assunzione, un campo per rivelare le proprie identità online

Roma - Per diventare impiegati del comune di Bozeman, in Montana, è necessario condurre una vita irreprensibile, è necessario non avere alcuna macchia nella propria vita dentro e fuori dalla rete, è necessario essere disposti a favorire utenze e password relative a tutti i servizi a cui si è iscritti online.

A segnalare l'invasività delle richieste dell'istituzione è un anonimo cittadino che dice di essersi candidato per un posto di lavoro presso il Comune. Il modulo da riempire, racconta ai media locali, lo invitava a "elencare tutti i siti personali e dedicati al business utilizzati al momento, le pagine web o l'appartenenza a chat, club o forum su Internet che includono ma non si limitano a: Facebook, Google, Yahoo, YouTube.com, MySpace etc". Tre righe per snocciolare username e password, per consentire ai responsabili del personale di sbirciare fra i profili, le relazioni e i contatti del candidato.

È noto che i datori di lavoro pattuglino la rete per racimolare indizi riguardo ai propri dipendenti, è noto che l'identità impersonata in rete possa rivelare dettagli riguardo ai trascorsi e alle abitudini delle persone. Se i datori di lavoro si sono finora limitati a frugare online con l'aiuto di motori di ricerca e profili sui social network, il comune di Bozeman chiede ai candidati di mettersi a nudo.
Si tratta di una richiesta lecita, ribattono i rappresentanti delle autorità cittadine: "facciamo questo tipo di indagini per assicurarci che le persone che assumiamo abbiano una certa statura morale e siano adatte a rappresentare il comune". (G.B.)
29 Commenti alla Notizia Per lavorare, una password
Ordina
  • Anche perche' a rischiare di piu' e' il dipendente, che prima lavora per un mese o 40-45 giorni e solo dopo riceve lo stipendio. Sapere se il datore di lavoro e' solvibile, se ha o no i soldi per pagarlo, se e' uno che sta per scappare con l'amante e la cassa, questo si dovrebbe poterlo sapere.
    Paolo
    non+autenticato
  • E se le persone, prima di farsi assumere, chiederessero altrettanto al datore di lavoro ed ai dirigenti, per essere certi di andare a lavorare per un'organizzazione e per delle persone di specchiata moralità?

    Tutto sommato, se sta in piedi la prima ipotesi, può stare in piedi questa, ed a maggior ragione negli Stati Uniti, dove la questione morale dei governanti è sempre al primo posto ...

    ... così, tanto per vedere le cose da un altro punto di vista ...
  • - Scritto da: andy61
    > E se le persone, prima di farsi assumere,
    > chiederessero altrettanto al datore di lavoro ed
    > ai dirigenti, per essere certi di andare a
    > lavorare per un'organizzazione e per delle
    > persone di specchiata
    > moralità?
    >
    > Tutto sommato, se sta in piedi la prima ipotesi,
    > può stare in piedi questa, ed a maggior ragione
    > negli Stati Uniti, dove la questione morale dei
    > governanti è sempre al primo posto
    > ...
    >
    > ... così, tanto per vedere le cose da un altro
    > punto di vista
    > ...

    quoto in pieno
    non+autenticato
  • - Scritto da: andy61
    > E se le persone, prima di farsi assumere,
    > chiederessero altrettanto al datore di lavoro ed
    > ai dirigenti, per essere certi di andare a
    > lavorare per un'organizzazione e per delle
    > persone di specchiata
    > moralità?
    >
    > Tutto sommato, se sta in piedi la prima ipotesi,
    > può stare in piedi questa, ed a maggior ragione
    > negli Stati Uniti, dove la questione morale dei
    > governanti è sempre al primo posto
    > ...
    >
    > ... così, tanto per vedere le cose da un altro
    > punto di vista
    > ...
    non+autenticato
  • ... se questo fosse successo in uno stato canaglia ?
    il post sarebbe stato così
    "Il regime autoritario di XXX evidentemente non ha abbastanza risorse per perseguire la stretta censura che esercita sui cittadini e testimoniata anche in numerosi articoli di indipendenti associazioni umanitarie per la democrazia (tutte con sede in uno stato estero e finanziate con i soldi dei servizi segreti di quello stato, ma questo non é importante e appesantirebbe il post)così impone ai propri dipendenti l' autodenuncia. I dissidenti (quasi tutti residenti da lustri all'estero e finanziati pesantemente per la loro attività dalle associazioni umanitarie di cui sopra, ma anche questo non importa e appesantirebbe il post ) ritengono però che le giustificazioni delle indagini sulla moralità siano solo scuse per perseguire le voci critiche. L'amministrazione di uno stato esportatore di democrazia chiede a XXX più libertà di stampa (stranamente poi sul proprio suolo non concede la verifica neanche del numero dei defunti in combattimento all' estero ma sembra poco carino ricordarlo quì, chè anche la leggerezza del post ne risentirebbe)"
    non+autenticato
  • in uno stato canaglia la notizia non sarebbe neanche uscita.

    in uno stato canaglia non hanno bisogno di chiedertelo...lo sanno gia'.

    in uno stato canaglia uno come te che osa contestare sarebbe gia' stato prelevato e condotto in prigione.
    non+autenticato
  • - Scritto da: non proprio
    > in uno stato canaglia la notizia non sarebbe
    > neanche
    > uscita.
    >
    > in uno stato canaglia non hanno bisogno di
    > chiedertelo...lo sanno
    > gia'.
    >
    > in uno stato canaglia uno come te che osa
    > contestare sarebbe gia' stato prelevato e
    > condotto in
    > prigione.

    Invece negli stati democratici come gli USA e i paesi dell'Unione Europea si rapisce la genete e si manda negli "stati canaglia" per non sporcarsi le mani.
    non+autenticato
  • se fosse cosi' tu adesso saresti sparito.
    non+autenticato
  • Fate il raffronto con i politici che ci ritroviamo per capire la diversita'.
    non+autenticato
  • - Scritto da: fred
    > Fate il raffronto con i politici che ci
    > ritroviamo per capire la
    > diversita'.
    non+autenticato
  • Visto che utilizzare dati di login che non ti appartengono è un reato (Computer Fraud Act mi pare si chiami il testo di legge).

    Senza contare il fatto che gli account scoperti ad essere forniti in questo modo sarebbero immediatamente terminati in quanto compromessi dal punto di vista degli amministratori dei vari siti.

    Già avere un'idea del genere è parecchio brutto, sostenerla è demenziale... tra l'altro sono abbastanza sicuro che anche negli US un'iniziativa del genere sia anti-costituzionale.
    non+autenticato
  • Sembrerebbe di sì, a meno che ad attuarla non fossero organi FederaliSorride
    Fosse per me, una class action ci starebbe tutta.
    H5N1
    1641
  • Mi consola comunque sapere che ci sono luoghi in cui l'ignoranza informatica è peggiore che in Italia.
    non+autenticato
  • - Scritto da: pikk
    > Mi consola comunque sapere che ci sono luoghi in
    > cui l'ignoranza informatica è peggiore che in
    > Italia.

    In Italia? E' uguale. Nel senso che un politico o un'amministrazione che fa richieste del genere è composta da bovini, esattamente come in Italia
    non+autenticato
  • Ops... era in risposta al thread sotto Sorride
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 11 discussioni)