Giorgio Pontico

Francia: YouTube finisce in tribunale

Etichette indipendenti pretendono un risarcimento milionario. Sono stati caricati video non autorizzati

Roma - La Société civile des producteurs de phonogrammes en France (SPPF), collecting society per un gruppo di etichette indipendenti francesi, ha citato in tribunale YouTube, chiedendo al sitone di Google un risarcimento di 10 milioni di euro per aver permesso la pubblicazione di un centinaio di video musicali senza autorizzazione.

Č la seconda volta che l'organo francese se la prende con il contenitore video: lo scorso anno SPPF aveva chiesto e ottenuto da YouTube la rimozione dei video incriminati, che sono poi riapparsi mandando su tutte le furie i dirigenti delle etichette proprietarie dei diritti.

Da parte sua YouTube ha replicato che sarebbe molto più semplice per entrambe le parti giungere ad un compromesso se SPPF supportasse il programma Content ID: strumento grazie al quale vengono individuate le violazioni di copyright che, a seconda della reazione del legittimo proprietario, possono portare al blocco dei contenuti o alla partecipazione degli introiti pubblicitari.
Non è la prima volta che YouTube si trova di fronte a una situazione del genere e, come da prassi, cerca di venirne fuori senza riportare ferite troppo profonde. Illustrando i vantaggi in termini di pubblcità costituiti da YouTube: "Moltre altre etichette indipendenti utilizzano i nostri strumenti per proteggere i loro contenuti in Francia. Č un lavoro che si svolge al meglio unendo le forze tra i creatori e la piattaforma, non attraverso lunghe trafile in tribunale". (G.P.)
8 Commenti alla Notizia Francia: YouTube finisce in tribunale
Ordina