Giorgio Pontico

GTA IV al sapore di MDMA

Ennesima sorpresa per gli appassionati del titolo Rockstar Games. Nel groviglio di bit c'č la ricetta della metanfetamina

Roma - Sesso, droga e rock'n roll: gli sviluppatori della Rockstar Games hanno preso in parola la filosofia che si cela dietro al nome della software house da cui è scaturito GTA IV, uno dei videogiochi più controversi, e più venduti, di tutti i tempi. L'ultima versione del gioco, che ha come protagonista Niko Bellic, nasconderebbe infatti al suo interno una ricetta per produrre metanfetamina.

La scoperta sarebbe stata effettuata un anno fa dal British Board of Film Classification, mentre l'organismo britannico era intento a verificare che il titolo, poi entrato nel Guinness dei primati grazie alle vendite, rispettasse i criteri necessari all'immissione sul mercato.

Solo una dichiarazione esplicita di Rockstar Games sulla scarsa accuratezza della meth recipe avrebbe convinto i censori d'oltremanica a dare il via libera.
La serie di GTA non è nuova nel regalare ai propri appassionati degli easter egg: già nel capitolo San Andreas aveva fatto scandalo la presenza di contenuti espliciti, sbloccabili attraverso una patch. (G.P.)
8 Commenti alla Notizia GTA IV al sapore di MDMA
Ordina