Giorgio Pontico

USA, istituzioni blindate

L'amministrazione Obama vara un organo preposto alla salvaguardia dei computer di stato

Roma - L'amministrazione Obama ha deciso di dare il via libera al progetto Einstein 3 per rendere più sicura la rete informatica governativa da attacchi esterni. Il provider AT&T garantirà il supporto tecnico necessario al completamento dell'operazione.

Einstein 3 era stato pensato durante la precedente legislatura statunitense ed era incluso in un piano ancora più grande dal costo di 17 miliardi di dollari. Tuttavia l'avvicendamento alla Casa Bianca e i tentennamenti di AT&T ne hanno fatto slittare l'avvio fino ad oggi: il carrier statunitense ha motivato il suo ritardo dicendo di temere ritorsioni sul piano legale per la sua partecipazione al progetto.

Fonti del Dipartimento della Homeland Security hanno fatto sapere che l'agenzia statale preposta al controllo sarà la NSA: "Abbiamo tutta l'intenzione di sfruttare le risorse tecnologiche in possesso di NSA - ha spiegato Janet Napolitano, segretario del Dipartimento - NSA sarà però controllata e guidata dal nostro personale e inoltre si occuperà di monitorare esclusivamente il traffico dati da e verso i computer governativi".
Il presidente Obama inoltre ha recentemente firmato un piano per la costruzione nello Utah di un sito da adibire a centro di controllo dati. Si tratta di Camp Williams, una struttura attualmente usata dalla Guardia Nazionale che in futuro ospiterà, secondo NSA, sistemi informatici e tecnologie di supporto. Il tutto al costo di circa due miliardi di dollari. (G.P.)