Federica Ricca

Google, le immagini col filtro

Ai navigatori la possibilità di selezionare in base alla licenza d'uso

Roma - Quando si farà una ricerca avanzata con Google Image si avrà una possibilità in più. L'utente potrà filtrare i risultati a seconda della licenza Creative Commons adottata.

Si potrà infatti selezionare le immagini scegliendo tra quattro opzioni: quelle contrassegnate per essere riutilizzate con o senza modifiche, e quelle per il riutilizzo commerciale, anch'esse con o senza modifiche. Scegliendo il giusto filtro si potrà evitare di dover contattare il detentore dei diritti.

Una mossa simile a quella appena fatta da Google l'aveva fatta Yahoo!, introducendo un filtro per selezionare le immagini in base alla licenza con cui sono distribuite. La differenza è che, nel caso di Yahoo!, il filtro Creative Commons restituisce solo immagini da Flickr.
Le licenze Creative Commons prevedono la possibilità per i detentori dei diritti di trasmetterne alcuni al pubblico quando, ad esempio, decidessero di pubblicare le proprie opere online. (F.R.)
5 Commenti alla Notizia Google, le immagini col filtro
Ordina
  • Il filtro è veramente molto utile.

    Può accadere tuttavia che un'immagina coperta da licenza (non importa quale) venga ripubblicata in forme diverse, senza licenza o con licenze diverse.

    In realtà una funzionalità che sarebbe ancora più utile potrebbe essere quella di poter risalire all'immagine originale, e di questa verificare la licenza.

    Google potrebbe visualizzare i risultati in forma di 'albero', tenendo conto anche della data di pubblicazione di ogni immagine, per ricostruirne l'albero genealogico, e consentire di risalire alla fonte ed all'originale.

    Un po' come con i post ed i commenti in un blog.
  • Io che spesso contribuisco a Wikipedia (che accetta solo la licenza CC-BY-SA, se non sbaglio) dovevo sempre utilizzare il filtro di Flickr, che però setacciava soltanto i contenuti del sito stesso. Ora spero di trovare maggiori risorse per rendere le voci di Wikipedia sempre più apprezzabili, così in italiano, così in altre lingue.
  • Concordo
  • Ora so cosa posso usare liberamente e cosa no.
    Chissà che mettano un'opzione simile anche in Google NewsSorride
  • - Scritto da: TheGynius
    > Ora so cosa posso usare liberamente e cosa no.
    > Chissà che mettano un'opzione simile anche in
    > Google News
    >Sorride

    Lo sarebbe. Davvero. Purtroppo:
    • molte immagini potenzialmente "completamente libere" (o "abbastanza libere") non verranno beccate;
    • diverse immagini (originariamente) protette verranno trovate come libere.

    Il tutto, escluse le pubblicazioni su grandi contenitori tipo flickr, è legato alla buona volontà/competenza/capacità di tutti gli attori della catena di pubblicazione (creatore/detentore diritti/web publisher/web administrator/web application).

    Mi chiedo perchè, in HTML 5, non abbiano inserito un tag/attributo "copyright"; p.e.: quando manca, l'uso è totalmente libero (diciamo neanche il "by" delle CC), altimenti ha valori prestabiliti per varie licenze d'uso. O viceversa.

    Sarebbe immediato implementare sistemi per:
    • controllare la/le licenza/e di tutti contenuti digitali di un sito lato server
    • implementare sistemi efficaci (per esempio integrati nei browser html5 compatibili) per inibire lo scaricamento/copia dei contenuti che non lo consentono, come anche evitare l'embedding in siti esterni
    • avere strumenti semplici per l'utente meno tecnico per indicare le finalità d'uso di un contenuto multimediale
    • avere potenzialmente a disposizione strumenti per cercare/trovare immagini (o altro multimedium) più "cogenti" alla licanza desiderata
    • avere informazioni sull'autore/detentore dei diritti.

    Ovviamente non sarebbe la soluzione finale nè per favorire la circolazione del materiale libero nè per la blindatura del materiale protetto, ma introdurrebbe, IMHO, un po' di chiarezza e pulizia.

    Ben venga Google CC, comunque.
    non+autenticato