Alessandro Del Rosso

PCI Express 3.0 nascerà nel 2010

Il consorzio che sviluppa lo standard scandisce i tempi. La nuova specifica promette di raddoppiare la banda di PCIe 2.0

Roma - PCI-SIG, il consorzio di aziende responsabile dello sviluppo dello standard PCI Express (PCIe), ha annunciato negli scorsi giorni che la specifica finale di PCIe 3.0 sarà pubblicata entro il prossimo giugno. Inizialmente le stime più ottimiste collocavano tale data nel 2009, ossia a due anni di distanza dal rilascio della specifica 2.0.

Il fatto che PCIe sarà completato nel 2010, probabilmente in tarda primavera, significa che le prime schede madri in grado di supportarlo arriveranno sul mercato tra la fine del prossimo anno e l'inizio del 2011.

Mentre PCIe 2.0 ha raddoppiato la larghezza di banda del predecessore, portandola a 5 Gbit al secondo, la versione 3.0 fornirà un salto prestazionale meno marcato, spingendo la banda passante a 8 GHz. Questa scelta è stata fatta per vari motivi: economici (produrre interconnessioni a 10 GHz è ancora troppo costoso), energetici (2 GHz in più avrebbero richiesto una quantità di energia definita da PCI-SIG "esponenzialmente maggiore") e di compatibilità verso il passato: adottare una frequenza più elevata avrebbe costretto i progettisti a sacrificare la compatibilità con PCIe 1.1.
Prima si è detto che il salto prestazionale sarà meno marcato rispetto a quello che aveva caratterizzato le due precedenti generazioni di PCIe, ma questo solo in apparenza: il motivo è che PCIe 3.0 adotta un più efficiente protocollo di trasporto dati che promette di eliminare l'attuale overhead di PCI Express 2.0, stimato intorno al 20% (in altre parole, la banda reale è pari a 4 Gbps). Il nuovo standard 3.0 è dunque in grado, secondo PCI-SIG, di fornire quasi tutti gli 8 Gbps promessi (l'overhead è pari all'1,6%), raddoppiando così di fatto la larghezza di banda di PCIe 2.0 senza la necessità di adottare un clock più spinto.

PCIe 3.0 supporta poi la cosiddetta I/O virtualization, una funzionalità già parzialmente implementata nella specifica 2.0 che semplifica notevolmente la condivisione delle periferiche PCIe fra più macchine virtuali e ne incrementa le performance.

In ambito consumer un bus più veloce è necessario per assecondare l'evoluzione delle schede grafiche, oggi tra i dispositivi più affamati di banda passante in assoluto. In ambito aziendale, invece, PCIe 3.0 potrà essere utilizzato sui server hi-end che utilizzano schede 10 Gbit Ethernet multiporta o 8 Gbit Fibre Channel, divenendo così un'interessante alternativa a tecnologie di interconnessione più costose e spesso proprietarie.

In merito a PCIe 3.0 EETimes fornisce maggiori dettagli sulle sfide che i produttori dovranno superare per implementare le nuove interconnessioni da 8 GHz e sul funzionamento del virtual I/O.

Alessandro Del Rosso
34 Commenti alla Notizia PCI Express 3.0 nascerà nel 2010
Ordina
  • USB 3.0 ti dice niente?
    ops... per ora i driver per USB 3.0 esistono SOLO per LINUX...

    I TEMPI SONO CAMBIATI!
    SVEGLIA!
    per la pci 3.0 sarà la stessa cosa... prima su Linux poi sul resto...
  • - Scritto da: fabri
    > USB 3.0 ti dice niente?
    > ops... per ora i driver per USB 3.0 esistono SOLO
    > per
    > LINUX...
    >
    > I TEMPI SONO CAMBIATI!
    > SVEGLIA!
    > per la pci 3.0 sarà la stessa cosa... prima su
    > Linux poi sul
    > resto...
    Quindi?
    non+autenticato
  • - Scritto da: fabri
    > USB 3.0 ti dice niente?
    > ops... per ora i driver per USB 3.0 esistono SOLO
    > per
    > LINUX...
    >
    > I TEMPI SONO CAMBIATI!
    > SVEGLIA!
    > per la pci 3.0 sarà la stessa cosa... prima su
    > Linux poi sul
    > resto...

    Sì, vabbè, sogna pure.
    Su Linux trovi driver incompleti che usano per programmare i prodotti che poi vendono. I driver completi ed ottimizzati poi li fanno per OSX e Windows.
    non+autenticato
  • E spesso si dimenticano di farne anche per gli OS successivi... Prendi delle periferiche vecchie, prendi Windows Vista. Inoltre non sono così scadenti in genere (e ti assicuro che li uso per necessità)... Poi posso darti ragione sull'ultimo pezzo di hardware uscito, per il quale i driver escono dopo un po' e non fungono subito al 100%.

    PS. In ogni caso, nVidia e ora ATI rilasciano driver per Linux
  • - Scritto da: Nedanfor
    > E spesso si dimenticano di farne anche per gli OS
    > successivi... Prendi delle periferiche vecchie,
    > prendi Windows Vista. Inoltre non sono così
    > scadenti in genere (e ti assicuro che li uso per
    > necessità)... Poi posso darti ragione sull'ultimo
    > pezzo di hardware uscito, per il quale i driver
    > escono dopo un po' e non fungono subito al
    > 100%.
    >
    > PS. In ogni caso, nVidia e ora ATI rilasciano
    > driver per
    > Linux
    Purtroppo però non ci sono solamente periferiche nVidia e Ati nel mondo del computer... con linux c'è da impazzire pure per far partire una scheda audio per registrare (facendo ad esempio editing audio..) ma chi me lo fa fare ad impazzire con linux?
    non+autenticato
  • Oddio... Dipende molto anche dalla distro. Ho installato Ubuntu su qualsiasi PC, facendo partire prima la Live per vedere se girava tutto... Nessun problema di driver, nessuno. Gira da solo benissimo anche sul PC di un mio amico, che si è ritrovato senza scheda video e ha dovuto mettere una 64 MB di non so che marca... Ma gli funziona perfettamente. Basta che googli un po' i tuoi pezzi di hardware + nome della distribuzione per vedere se danno problemi... Se non ne danno, metti la Live e vedi come va. Certo, magari se devi mettere Arch o Slackware è ovvio che ci perdi un po' più di tempo... Ma sempre infinitamente meno che prima. Quindi... per metà hai ragione, ma nel 90% dei casi tempo da perdere in driver o configurazioni non c'è. Se hai 5 minuti da perdere ti consiglio almeno di provare la Live di Ubuntu/Kubuntu e vedere come gira, il punto focale della distro sono l'user-friendly e i driver praticamente.
  • - Scritto da: Nedanfor
    > Oddio... Dipende molto anche dalla distro. Ho
    > installato Ubuntu su qualsiasi PC, facendo
    > partire prima la Live per vedere se girava
    > tutto... Nessun problema di driver, nessuno. Gira
    > da solo benissimo anche sul PC di un mio amico,
    > che si è ritrovato senza scheda video e ha dovuto
    > mettere una 64 MB di non so che marca... Ma gli
    > funziona perfettamente. Basta che googli un po' i
    > tuoi pezzi di hardware + nome della distribuzione
    > per vedere se danno problemi... Se non ne danno,
    > metti la Live e vedi come va. Certo, magari se
    > devi mettere Arch o Slackware è ovvio che ci
    > perdi un po' più di tempo... Ma sempre
    > infinitamente meno che prima. Quindi... per metà
    > hai ragione, ma nel 90% dei casi tempo da perdere
    > in driver o configurazioni non c'è. Se hai 5
    > minuti da perdere ti consiglio almeno di provare
    > la Live di Ubuntu/Kubuntu e vedere come gira, il
    > punto focale della distro sono l'user-friendly e
    > i driver
    > praticamente.

    Ti ringrazio per la risposta! purtroppo in preda ad una voglia di cambiamento ho provato varie e varie distro, tra cui anche kubuntu e Ubuntu, oltre a Slackware e Suse.Ma ho sempre avuto problemi, nonostante ad esempio con Kubuntu e Ubuntu dopo l'installazione abbia scaricato vari e vari driver tramite un opzione automatica che ora non ricordo come si chiama... in preda alla frustazione, ho chiesto consigli in vari forum, ma a parte qualcuno che mi ha dato istruzioni davvero lunghissime (per lavoro non ho tantissimo tempo libero) gli altri mi hanno mandato al diavolo dicendo che con linux devo perderci tempo, sbattere e risbattere ma dopo sarà tutto ripagato...sarà,purtroppo però ho anche una vita da vivere...se ne riparlerà fra qualche anno se chi fa le periferiche si deciderà a fare i driver anche per linux (per driver intendo 2 clic di "eseguibile", non 2 km di codice da inserire manualmente!)
    non+autenticato
  • E comunque sui driver ati stendiamo un velo pietoso
    non+autenticato
  • io un anno fa ho aggiornato il pc completamente prendendo un q9450 con 9800gtx e 4gb ddr2 800mhz. 20 giorni dopo è uscita la serie gtx2xx e quindi bestemmie a non finire. Qualche mese dopo esce il core i7, quindi ora volessi aggiornare mi tocca ancora cambiare la sk madre e la ram. A dicembre pensavo di fare un pensiero per le gtx300, invece no perché ora mi dicono che fra un altro anno dovrei cambiare ancora una volta la scheda madre, e intel farà gli i9 su una socket diverso da quello dell'i7 quindi altro cambio ancora. Ma che cavolo! Si sono messi d'accordo per far guadagnare valanghe di soldi ai produttori di sk madri???
    non+autenticato
  • Aggiornare all'ultimissimo modello non è obbligatorio, finchè hai una macchina che fa quello di cui hai bisogno allora non serve cambiarla. Fattene una ragione, appena compri, il giorno diopo esce qualcosa di meglio, ma se ci pensi non è proprio necessario averlo subito, no?Sorride ciao
  • eh ma se sei gonzo te che compri subito l'ultimo pc più potente per fare il fico con gli amici, non te la prendereSorride
    non+autenticato
  • Si gonzo, col piffero.

    1) Avendo speso 800€ per il sistema in questione (che è di tutto rispetto), non mi pare proprio di fare il gonzo, anzi semmai so spenderli bene i dindini informatici.

    2) Vorrei farvi notare che col sistema in questione giocando in 1280x1024 già adesso qualche problemino di performance ce l'ho, l'anno prossimo lo avrò sicuramente. Questo non vuol dire che io cerchi i 60fps sempre e cmq, ma usando il pc per GIOCARE, non avendo una x360 o ps3 e essendo un sostenitore del pc come macchina da gioco, capite bene che non pretendo l'ultima macchina sul pianeta, ma una cosa decente si.

    3) Non mi pare che mi si possa definire uno che vuole il top, avendo comprato la 9800gtx che a suo tempo viaggiava sui 210€, non proprio una scheda MOSTRUOSA. Bella, fascia medio alta ma niente di trascendentale sia ben chiaro...

    4) Mi pare una cosa sacrosanta lamentarsi del fatto che questi cambiano standard ogni 3x2, non prentendo che non evolvano i prodotti, ma fra intel con l'i7 e poi l'i9 e questi del pcie3 ci saranno una marea di prodotti nuovi completamente incompatibili con sistemi "vecchi" anche solo di qualche mese, il che mi pare VERAMENTE ridicolo.

    Poi si lamentino che la gente non compra i giochi originali, se per star dietro ai motori grafici si devono spendere certe cifre l'anno anche a causa dei loro cavoli di standard nuovi ogni mese, che poi uno scelga di non spendere altre centinaia di euro in giochi non mi stupisce...
    non+autenticato
  • Si, ma se usi il PC per giocare è normale che devi cambiare l'hardware almeno ogni sei mesi. Cosi' è sempre stato e sempre sarà, a meno di sconvolgimenti macroscopici nel business legato ai video game.

    Ad esempio: hai mai approfondito e/o capito il concetto di CPU limited? Io no. So solo che quando cambi vga spesso devi cambiare pure la CPU. E se cambia il socket, pure la mobo. Altrimenti Intel/AMD, Asus & Co., nVidia, ATI ... come li fanno i soldi?

    Se vuoi fare un investimento più duraturo nel tempo per quanto riguarda l'hardware per giocare, prenditi una consolle e lascia perdere il PC.

    Altrimenti, visto che hai detto di preferire il PC, come si dice: hai voluto la bicicletta? ...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Sba
    > 2) Vorrei farvi notare che col sistema in
    > questione giocando in 1280x1024 già adesso
    > qualche problemino di performance ce l'ho, l'anno
    > prossimo lo avrò sicuramente. Questo non vuol
    > dire che io cerchi i 60fps sempre e cmq, ma
    > usando il pc per GIOCARE, non avendo una x360 o
    > ps3 e essendo un sostenitore del pc come macchina
    > da gioco, capite bene che non pretendo l'ultima
    > macchina sul pianeta, ma una cosa decente
    > si.

    La pensavo come te poi ho comprato una x360.
    Dovevo farlo molto prima: 230 euro e posso giocare tranquillamente a tutti i giochi che escono senza problemi.
    Oltretutto alcuni giochi molto belli esistono solo su console (vedi ad esempio Gears of War 2) mentre la maggior parte su console esce molto prima.
    Il PC ormai lo uso per tutto il resto tranne che per giocare.
    Probabilmente lo rispolverò come macchina da gioco per Dragon Age Origins (che penso sarà più giocabile su PC) e per l'irrinunciabile Diablo 3 (quando uscirà).
    non+autenticato
  • - Scritto da: tDv
    > - Scritto da: Sba
    > > 2) Vorrei farvi notare che col sistema in
    > > questione giocando in 1280x1024 già adesso
    > > qualche problemino di performance ce l'ho,
    > l'anno
    > > prossimo lo avrò sicuramente. Questo non vuol
    > > dire che io cerchi i 60fps sempre e cmq, ma
    > > usando il pc per GIOCARE, non avendo una x360 o
    > > ps3 e essendo un sostenitore del pc come
    > macchina
    > > da gioco, capite bene che non pretendo l'ultima
    > > macchina sul pianeta, ma una cosa decente
    > > si.
    >
    > La pensavo come te poi ho comprato una x360.
    > Dovevo farlo molto prima: 230 euro e posso
    > giocare tranquillamente a tutti i giochi che
    > escono senza
    > problemi.
    > Oltretutto alcuni giochi molto belli esistono
    > solo su console (vedi ad esempio Gears of War 2)
    > mentre la maggior parte su console esce molto
    > prima.
    > Il PC ormai lo uso per tutto il resto tranne che
    > per
    > giocare.
    > Probabilmente lo rispolverò come macchina da
    > gioco per Dragon Age Origins (che penso sarà più
    > giocabile su PC) e per l'irrinunciabile Diablo 3
    > (quando
    > uscirà).

    Straquoto, le console sono la cosa migliore per giocare, tra l'altro vengono "spremute" per bene durante l'arco della loro vita mentre i pc...lasciamo perdere! prima dovevo impazzire una settimana per i settaggi grafici prima di giocare... per guadagnare velocità devo rinunciare alle ombre oppure a quell'altro ecc.... io voglio giocare inserito il dvd!!
    non+autenticato
  • trovati una ragazza che è meglioA bocca aperta

    scherzi a parte il mondo dell'informatica è così da anni non vedo cosa ci sia da stupirsi... io onestamente mi lamento di piu del fatto che ci sono tante nuove tecnologie che poi nessun software sfrutta appieno e diventano difatto inutili...
    non+autenticato
  • - Scritto da: pincopallin o
    > trovati una ragazza che è meglioA bocca aperta
    >
    > scherzi a parte il mondo dell'informatica è così
    > da anni non vedo cosa ci sia da stupirsi... io
    > onestamente mi lamento di piu del fatto che ci
    > sono tante nuove tecnologie che poi nessun
    > software sfrutta appieno e diventano difatto
    > inutili...
    Trovati una ragazza? sono pure sposato eh!Sorride
    no comunque non sono stupito, ma alla fine ci si sbatteva la testa di meno per giocare con il commodore 64!
    non+autenticato
  • Già, un sostenitore del PC come strumento di gioco è paragonabile ad un sostenitore delle auto come strumento per arare i campi. I trattori arano i campi e le console servono a giocare, così è se ti pare, altrimenti pagherai sempre lo scotto, arando 1 metro di quadro al giorno con la tua auto, o spendendo 800€ ogni sei mesi per una macchina nuova perchè è uscito l'ennesimo gioco sbracato nei requisiti minimi.
    non+autenticato
  • - Scritto da: mauro
    > Ma che
    > cavolo! Si sono messi d'accordo per far
    > guadagnare valanghe di soldi ai produttori di sk
    > madri???

    si da sempre in linea di massima va bene il superamento tecnologico ogni 3 anni...
    per casa basta un pc fino a che tira anche 10 anniOcchiolino
    non+autenticato
  • Prendendo con le pinze questa specie di "réclame pubblicitaria", ne vedo un uso (per assurdo) più proficuo in ambito aziendale che domestico:

    * a livello di SLI/CrossFire sicuramente i giochi avranno bisogno di patch per questo bus, per sfruttare la maggior banda disponibile (anche i giochi più pesanti adesso non andranno in...crisi eheh)

    * a livello professionale, se sarà implementata bene sarebbe bello avere una scheda video dedicata alla macchina virtuale, allora i 4core saranno + utili... una sorta di KVM al rovescio! Decollo: l'apoteosi del client remoto (altro che teletype...)
    non+autenticato
  • - Scritto da: J. Karogna
    > Prendendo con le pinze questa specie di "réclame
    > pubblicitaria", ne vedo un uso (per assurdo) più
    > proficuo in ambito aziendale che
    > domestico:
    >
    > * a livello di SLI/CrossFire sicuramente i giochi
    > avranno bisogno di patch per questo bus, per
    > sfruttare la maggior banda disponibile (anche i
    > giochi più pesanti adesso non andranno in...crisi
    > eheh)

    Niente patch né incompatibilità: se tutto funziona come deve, questo protocollo è a basso livello ed i software che lo ignorano completamente avranno comunque l'incremento di prestazioni dovuto.
    Teoricamente anche l'ultimissimo videogame del 2009 potrebbe funzionare con una scheda video su bus PCI (quello degli anni '90, prima dell'AGP!).

    > * a livello professionale, se sarà implementata
    > bene sarebbe bello avere una scheda video
    > dedicata alla macchina virtuale, allora i 4core
    > saranno + utili... una sorta di KVM al rovescio!
    > Decollo: l'apoteosi del client remoto (altro che
    > teletype...)

    Se ho inteso bene non sarà necessario: i software di virtualizzazione che lo supporteranno potranno condividere più efficacemente le periferiche con l'OS, senza dover chiedere ogni volta a quest'ultimo tramite le sue procedure di I/O

    Credo che col tempo si potrà scegliere ad esempio un pc con 1 core e 4 vga (con sli e simili) od uno con 8 core e 1 vga, scalando linearmente le prestazioni di ogni sottosistema --> flessibilità assoluta!
    non+autenticato
  • Linux e' sepre indietro nel supportare standard nuovi, anzi non e' vero e' capacissimo nel gestirli in modo sperimentale fino a quando gli standard stessi non vengono superati e diventano obsoleti.
    PCI3.0 verra' attivato tramite una raballante e instabilissima patch al kernel. Tutto cio' ovviamente non verra' mai inserita nei fork mainstream, ma rimmara' sempre imboscato in qualche repository per smanettoni.
    La maggiorparte degli utenti si dovra' accontentare di usare le nuove schede alla umiliante velocita' delle pci 2.0


    che vergogna, ma la storia insegna che non ce' 2 senza 3.
    come con la triste vicenda dell'usb 2.0 linux si vantava di supportarne le specifiche ancor prima della sua nascita ufficiale, salvo poi fare marcia indietro e dover riscrivere tutto, a causa della retrocompatiiblita' 1.5 inserita all'ultimo minuto nelle specifiche 2.0.

    Una volta su un forum lessi che un utente aveva problemi con xorg a usare l'accelerazione video che ovviamente su xp andava come un turbo razzo, e sapete quele e' stata la risposta? l'espertone di linux ha consigliato di andare nel bios e settare la velocita' agp da 4 a 8...così xorg avrebbe potuto attivare l'accelerazione ati.....

    robe da pazzi, anzi no da pinguini
    non+autenticato
  • "E ar popolo?".

    La gente che gode dei possibili problemi degli altri fa solo pena. Poi quando la gente parla di cose che non conosce, fa pure ridere oltre che pena. L'nVidia già rilascia i driver per Linux, ATI (per dichiarazione di ASUS) rilascerà driver open source. Casualmente, due produttori di schede grafiche. Chissà per cosa lo useranno il PCI Express... Forse per le stampanti? No, non credo proprio.

    PS. Non che Linux non abbia/possa avere problemi di compatibilità, soprattutto con i prodotti più nuovi... Ma chi spara a zero senza sapere di cosa parla non fa davvero bella figura.
  • - Scritto da: Nedanfor
    > "E ar popolo?".
    >
    > La gente che gode dei possibili problemi degli
    > altri fa solo pena. Poi quando la gente parla di
    > cose che non conosce, fa pure ridere oltre che
    > pena.
    [...]
    > Ma chi spara a zero senza sapere di cosa
    > parla non fa davvero bella
    > figura.

    ...ma hai visto che nome 'se scelto 'sto troll?
    Evidentemente ha gusti del tutto diversi dai nostri ed è quindi molto difficile comprenderne le reali motivazioni.

    Buona Giornata.
    GT
  • - Scritto da: anal lisa
    > Linux e' sepre indietro nel supportare standard
    > nuovi, anzi non e' vero e' capacissimo nel
    > gestirli in modo sperimentale fino a quando gli
    > standard stessi non vengono superati e diventano
    > obsoleti.
    > PCI3.0 verra' attivato tramite una raballante e
    > instabilissima patch al kernel. Tutto cio'
    > ovviamente non verra' mai inserita nei fork
    > mainstream, ma rimmara' sempre imboscato in
    > qualche repository per smanettoni.
    >
    > La maggiorparte degli utenti si dovra'
    > accontentare di usare le nuove schede alla
    > umiliante velocita' delle pci
    > 2.0
    >
    >
    > che vergogna, ma la storia insegna che non ce' 2
    > senza
    > 3.
    > come con la triste vicenda dell'usb 2.0 linux si
    > vantava di supportarne le specifiche ancor prima
    > della sua nascita ufficiale, salvo poi fare
    > marcia indietro e dover riscrivere tutto, a causa
    > della retrocompatiiblita' 1.5 inserita all'ultimo
    > minuto nelle specifiche
    > 2.0.
    >
    > Una volta su un forum lessi che un utente aveva
    > problemi con xorg a usare l'accelerazione video
    > che ovviamente su xp andava come un turbo razzo,
    > e sapete quele e' stata la risposta? l'espertone
    > di linux ha consigliato di andare nel bios e
    > settare la velocita' agp da 4 a 8...così xorg
    > avrebbe potuto attivare l'accelerazione
    > ati.....
    >
    > robe da pazzi, anzi no da pinguini


    Intanto il SATA 3.0 Linux già lo supporta e Intel lo utilizza da tempo per testare tutti i suoi nuovi prodotti, ora poi anche i produttori di schede video si sono decisi a fornire un supporto pieno a Linux.... guarda che il futuro è chiaramente Linux, se ne accorta con orrore anche M$ che guarda caso vuole lanciare Windows 7 Home premium a soli 49 euro!
  • - Scritto da: anal lisa
    > Linux e' sepre indietro nel supportare standard
    > nuovi, anzi non e' vero e' capacissimo nel
    > gestirli in modo sperimentale fino a quando gli
    > standard stessi non vengono superati e diventano
    > obsoleti.

    ahahahah
    Che sagoma.
    http://sarah.thesharps.us/2009-06-07-20-00.cherry
    non+autenticato
  • annesso e concesso che quelo che tu dici sia vero, il mondo open source puo' controbatterti con un argomento inespugnabile: perche' non ti dai da fare?

    Linux puo' essere lontano dalla perfezione ma ti da l'innegabile vantaggio di potersi adattare alle tue esigenze, se trovi che manca una funzione o che la consideri implementata in modo superficiale, e' tuo diritto dovere rimboccarti le maniche per colmare le lacune.

    tu forse pretendi, tu forse dai persconatata la liberta' che adesso denigri, ma dovestri solo ringrazzare i milioni di programmatori linux che ogni giorno rilascano all'unisono e in e'rfetta coordinazione patch e aggiornaenti. dovestri solo ringraziare e come minimo darti da fare per far crescere linux e diffonderlo tra la gente.
    Ma tu sei un debole, queste cose non ti interessano, a te basta avere la pappa pronta e sparare a zero sul lavoro e sulla liberta' degli altri. Ma non ti credere siano in tanti, siano tantissimi e sappiamo cosa facciamo, la vertia' e la liberta' vincera' sempre sulle menzogne come le tue.
  • A parte che ci devi spiegare da dove azzo prendi le tue informazioni per dire che per PCIe 3.0 Linux dovrà aspettare. Semmai la storia recente ci insegna che sono "altri" ad aver dovuto aspettare ul supporto a certe buone nuove.

    Poi che c'entra l'AGP con il PCIe?

    E il caso di un singolo - di cui tra l'altro non fornisci maggiori dettagli - non fa la regola generale.

    Per quanto riguarda l'abbassare la velocità del bus agp da 8 a 4x, non è una prerogativa di Linux. Ma questo tu non lo sai, ovviamente.

    Semmai è un problema che ha colpito una serie di vga ATI di alcuni produttori, Sapphire in testa, giusto per citarne uno, in combinazione con certe marche/modelli di Mobo.

    Su alcune schede madre infatti - una su tutte: l'Asus A7v600, perché ne ho avuto esperienza diretta - eri obbligato a settare l'agp della ATI/Sapphire su 4x, altrimenti il sistema crashava inesorabilmente al primo tentativo della vga di accelerare in hardware. E a nulla valeva aggiornare il Bios della mainboard, i driver del chipset e quelli della scheda video. E parlo di Windows, non di Linux.

    E se cerchi in rete, troverai conferma di quanto detto.

    Capisci a me: anzi capisci te stesso.
    non+autenticato
  • per lavoro devo usare anche win XP, prova tu ad installare un OS del 2002 su un portatile nuovo e vediamo se ti basta fare solo un doppio click...e ti riconosce al volo il nuovo hardware...
    non+autenticato
  • Basta un HD Sata.
    non+autenticato
  • Che strano, risulta che Linux abbia avuto versioni a 64bit disponibili al pubblico prima di Windows, e soprattutto che tali versioni abbiano raggiunto prima di Windows una dotazione accettabile di driver, utilities e applicativi.
    non+autenticato
  • Non sai nemmeno di cosa parli... e comunque, qualcuno ti ha chiesto un parere in merito?
    L'articolo era forse "Implementazione PCIe 3 su linux?

    Get a life