Giorgio Pontico

Sun, è quasi Oracle

Gli azionisti sono d'accordo. La vendita si farà ma prima si deve pronunciare l'antitrust

Roma - Gli azionisti di Sun Microsystem hanno deliberato, nel corso di una riunione tenuta ieri presso la sede dell'azienda, la loro approvazione all'unione con Oracle, che vedrà quest'ultima entrare in possesso di Sun pagando 9,50 dollari ad azione per un totale di 7,4 miliardi di dollari, che al netto dei debiti accumulati abbassa la cifra a 5,6 miliardi.

Oracle da parte sua spera di concludere l'operazione entro la fine dell'estate, ma deve ancora superare l'ostacolo posto dal governo statunitense, il cui Dipartimento di Giustizia ha recentemente esteso il periodo necessario per verificare che l'accordo non violi le leggi antitrust.

Gli analisti danno ragione a Oracle e pensano che l'affare possa concludersi entro l'autunno, nonostante l'apparente ostracismo di alcuni dirigenti Sun, che però non si sono potuti opporre davanti al 62 per cento delle azioni possedute dagli shareholder. (G.P.)
TAG: Sun, Oracle, USA
Notizie collegate
17 Commenti alla Notizia Sun, è quasi Oracle
Ordina
  • magari con dietro un azienda come Oracle open office puo migliorare , ricordiamoci che una delle maggiori rivali di Oracle è storicamente la Microsoft.. che Oracle tenti di prendersi una piccola fetta di mercato che ora è di Mircosfot con Office?
    non+autenticato
  • sempre se non inizia a farcelo pagare...
  • Star Office magari...
    non+autenticato
  • OpenOffice è rilasciato con la licenza LGPL, quindi in teoria il software puo "diventare" propretario ma le modifice fatte al sorgente devono essere rese pubbliche (qualcuno mi corregga se ho interpretato male la licenza). Quindi non credo sia possibile per la Oracle "uccidere" totalmente la parte open source di open office.
    non+autenticato
  • Sì, è sotto LGPL v3. Questo vuol dire che seppure facessero un programma proprietario col codice di OpenOffice dovrebbero rilasciare ogni modifica fatta alle parti sotto LGPL... Quindi, la parte che ora è sotto LGPL lo sarà sempre e potrà essere liberamente modificata da chiunque.
  • Se dei file sorgenti sono però sotto il suo copyright ( o di Sun ) può rilasciare altre versioni con diversa licenza.
  • ma non avrebbe senso

    Oracle vende software enterprise, database fondamentalmente, ha tutto l'interesse ad ingraziarsi la comunità opensource, rompere le ossa a MS e presentarsi ai clienti come fornitore di software client gratis

    al massimo opterà per la soluzione cloud in abbonamento affiancato ad una versione free per uso non commerciale
  • Il fatto che possa farlo è diverso dal volerlo fare.
  • oracle sta per mangiare sun, che precedentemente aveva mangiato mysql.

    Oracle sta per mangiare mysql, quindi terminerà lo sviluppo dello stesso, inglobandolo dentro di se, come precedentemente aveva fatto per i database crm di clarify e siebel.

    Beh, dato che studio oracle, mi viene solo bene in tasca....
    non+autenticato
  • Uhm, non andrà proprio così. O meglio, non andrà affatto così. La Sun-Oracle ha già pensato di chiudere il progetto MySQL... Ma per evitare che il progetto open andasse alla concorrenza hanno deciso di continuarlo comunque, se non erro anche più rapidamente di prima.

    Quanto a Solaris, gli fa comodo... E non possono lasciarsi sfuggire OpenSolaris, sarebbe un autogol. L'unica cosa preoccupante è il JavaFX su cui spingono molto, troppo... A mio avviso. Ma di tutte le porcate che sarebbero potute venir fuori dall'ennesima fusione della Oracle non c'è traccia, ancora. Meglio così.
  • Sinceramente MySQL non hai mai potuto competere seriamente con il database Oracle. Sono su due segmenti diversi, MySQL per le piccole e medie imprese, Oracle per quelle grosse.

    Per MySQL sembra che verrà supportato da una comunità tutta sua, ma la vedo dura Triste

    Il punto è: Open Office? Che fine farà?
  • - Scritto da: lufo88
    > Sinceramente MySQL non hai mai potuto competere
    > seriamente con il database Oracle. Sono su due
    > segmenti diversi, MySQL per le piccole e medie
    > imprese, Oracle per quelle
    > grosse.
    >
    infatti, non credo che la oracle chiuda mysql, semplicemente vigilerà per lasciarlo come gestoraccio di tabelle di fascia bassa, buono per chi ha bisogno di un RDBMS per gestire 4 tabelle e non vuole spendere per un oracle carrozzato.

    > Per MySQL sembra che verrà supportato da una
    > comunità tutta sua, ma la vedo dura
    > Triste

    diciamo bug fix e nuove funzionalità con il contagoccie.

    >
    > Il punto è: Open Office? Che fine farà?

    la questione è interessante; il codice sorgente non può più venire chiuso ma la community di supporto riuscirà ad andare avanti senza l'attività di coordinamento di mamma sun, nel caso oracle decidesse che OO.org non è strategico?
    Ci sarà qualcuno "forte" che subentrerà e coordinerà o mororà fra mille fork come altro progetti OS deceduti ?
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 18 luglio 2009 09.45
    -----------------------------------------------------------
  • Mah, se hanno annunciato da poco una nuova versione forse non hanno intenzione di chiudere il progetto... Sai com'è, non si annuncia un prodotto nuovo se poi è destinato a non uscire. Ma leggere le notizie dei mesi passati era molto complicato? La Oracle non ha intenzione di perdere prodotti... Ed in ogni caso non gli converrebbe.
  • - Scritto da: Nedanfor
    > Mah, se hanno annunciato da poco una nuova
    > versione forse non hanno intenzione di chiudere
    > il progetto... Sai com'è, non si annuncia un
    > prodotto nuovo se poi è destinato a non uscire.
    > Ma leggere le notizie dei mesi passati era molto
    > complicato? La Oracle non ha intenzione di
    > perdere prodotti... Ed in ogni caso non gli
    > converrebbe.


    a me invece sembra che tu non abbia letto o interpretato bene le sue parole. shevathas ha descritto in maniera precisa la situazione all'interno della community di OpenOffice, dove il contributo di Sun finora è stato essenziale per lo sviluppo della suite office. Lui si chiedeva se la nuova dirigenza (Oracle) continuerà a lavorare con la comunità contribuendo con denaro, risorse tecnologiche e con programmatori, oppure se abbandonerà il progetto ritirando le risorse finora garantite.

    Mi sembra normale che la community di OpenOffice.org continui a progettare versioni future.

    Mettiamola così: se Ibrahimovic va via dall'Inter, il calendario delle partite e degli impegni di coppa vengono garantiti, ma la performance sportiva della squadra viene messa in dubbio, visto che manca un giocatore importante. C'è chi si chiede se in futuro l'Inter sarà ancora così vincente oppure scivolerà inevitabilmente nella bassa classifica.

    Tu che inviti gli altri a leggere le notizie passate, puoi dare dei link rassicuranti sul futuro supporto di Sun/Oracle a OpenOffice.org?!
    non+autenticato
  • io su openOffice ci ho fatto la tesi,non vi potete nemmeno immaginare il gradi di complessità di quel prodotto,se Oracle toglie gli sviluppatori storici il progetto morirà ne sono più che certo
    non+autenticato
  • - Scritto da: khelidan v
    > io su openOffice ci ho fatto la tesi,non vi
    > potete nemmeno immaginare il gradi di complessità
    > di quel prodotto,se Oracle toglie gli
    > sviluppatori storici il progetto morirà ne sono
    > più che
    > certo


    penso che dipenderà sopratutto da quanti dobloni porterà openoffice e dai progetti di oracle.
  • IBM potrebbe essere interessata ad orientare lo sviluppo di OOo
    non+autenticato