Claudio Tamburrino

Microsoft quest'anno va in rosso

Redmond chiude per seconda volta consecutiva il bilancio trimestrale in calo

Roma - Microsoft chiude per la seconda volta in negativo il suo bilancio trimestrale. Segna così il suo peggior anno fiscale da quando è quotata in borsa, con i profitti in calo del 17 per cento ed il fatturato del 3.

Chris Liddel, CFO di Microsoft, lega la crisi alla negativa congiuntura economica: "Subiamo gli effetti negativi della debolezza del mercato dei PC e dei server. Alla luce di questo contesto - ha spiegato - è stato un eccellente risultato quello di ottenere nel trimestre 750 milioni di dollari di risparmi rispetto all'anno scorso".

Il fatturato di Redmond cala sia rispetto al periodo fiscale precedente sia rispetto agli stessi mesi dell'anno scorso. Si attesta a 13,1 miliardi di dollari, calando del 17 per cento e superando negativamente le attese. L'utile netto scende invece del 29 per cento rispetto ad un anno fa.
I settori che hanno subito il maggior ribasso sono i servizi online (con una perdita di oltre 730 milioni di dollari) e l'intrattenimento che perde 130 milioni di dollari (100 di più del precedente periodo).

La divisione Client ha segnato un calo di fatturato e di reddito operativo che sfiora addirittura il 30 per cento. La scelta di favorire le più economiche licenze di Windows XP a discapito di Windows Vista per cercare di guadagnare una fetta maggiore di mercato sembra quasi un boomerang per Redmond dal momento che incrementa la tendenza a privilegiare soluzioni più economiche possibile da parte dei suoi utenti. Ed i margini si abbassano.

Anche le vendite del sistema operativo, per la prima volta, scendono. Dato che per il nuovo Windows 7 bisognerà aspettare l'autunno, non sono rosee neanche le prospettive finanziarie dei prossimi mesi. Attesa anche per per vedere il destino del grande investimento effettuato con Bing.

Il lieve rialzo della valutazione delle azioni potrebbe, tuttavia, far bene sperare sull'uscita dalla crisi. Merito soprattutto del taglio del costi: in particolare Microsoft, dal momento che lo sviluppo di Windows 7 è stato positivo, riuscirà a contenere le spese in R&D di quasi 100 milioni di dollari. Inoltre buone notizie vengono dalle vendite delle Console, che salgono, anche se è da considerare che sconti e promozioni effettuate diminuiscono il margine di guadagno di BigM. (C.T.)
Notizie collegate
86 Commenti alla Notizia Microsoft quest'anno va in rosso
Ordina
  • come volevasi dimostrare il grande nuovo capo e' un incapace...se c erano dubbi ora c e' la certezza
    non+autenticato
  • La MS è da 3 ANNI in ROSSO, ma per adesso aveva calmierato tramite alcune società acquistate, risultando quasi in attivo. Attenzione i 25miliardi$ di liquidità potrebbero essere già ipotecati.

    Ma il mercato si è accorto di questo trucco è la MS è ad 20-25$ all'azione da molto tempo, anzi è salita al 25$ proprio per Windows7.

    Assomiglia alla storia della ENRON...

    SIMPLE!
    non+autenticato
  • Apple segna un record in positivo da una parte, Microzzoz in negativo dall'altra...


    Apple fa il record di vendite di Mac e iPhone
    http://www.macitynet.it/macity/aA39050/microsoft_i...

    Microzzoz il suo peggior anno fiscale di tutti i tempi
    http://www.macitynet.it/macity/aA39050/microsoft_i...

    Mi spiace solo che Linux nonostante i netbook stenti a decollare come utilizzo.

    Il mitico 33,33 e 33% sembra quasi a portata di click...

    Fan LinuxFan Apple
  • - Scritto da: Roland21
    > Godo.

    guarda che siamo tutti collegati
    se microsoft comincia a perdere , e perderà parecchio questo è solo l'inizio, comincerà a inevstire di meno, licenziare, salteranno posti nell'indotto etc...
    alla fine ci perdono tutti, anche gli altri
    non+autenticato
  • Te sarai collegato, io no.
  • - Scritto da: Roland21
    > Te sarai collegato, io no.

    Quindi sticazzi, no?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Hert
    > - Scritto da: Roland21
    > > Godo.
    >
    > guarda che siamo tutti collegati
    > se microsoft comincia a perdere , e perderà
    > parecchio questo è solo l'inizio, comincerà a
    > inevstire di meno, licenziare, salteranno posti
    > nell'indotto
    > etc...
    > alla fine ci perdono tutti, anche gli altri

    Esatto, tutti coloro che sono collegati a Microsoft in qualche modo subiranno.
    I segnali del declino sono presenti già da 9 anni a questa parte, nessuna meraviglia.
    Per quanto mi riguarda sto sulla sponda opposta, comodo, con i pop corn, a godermi lo spettacolo, fino al giorno in cui la nave colerà a picco. Quel giorno sarà un brutto giorno per tutti i miopi, ma sarà anche l'uscita dall'ingessamento del progresso informatico che dura da un quarto di secolo.
    ruppolo
    33147
  • Se crolla Microsoft ci rimette tutto il settore IT.
    Non che questo voglia dire che Microsoft deve vivere, voglio solo dire che sperare che crolli è solo idiozia.
  • - Scritto da: lufo88
    > Se crolla Microsoft ci rimette tutto il settore
    > IT.
    > Non che questo voglia dire che Microsoft deve
    > vivere, voglio solo dire che sperare che crolli è
    > solo
    > idiozia.

    Non ci rimette il settore IT, ci rimette il settore IT che lha scelto di lavorare con prodotti Microsoft.
    ruppolo
    33147
  • L'economia non è un sistema a circuito chiuso. Le aziende sotto tutte interconnesse. Microsoft per via traverse possiede sicuramente una piccola parte di Apple e di altre migliaia di aziende. Se una va giù ci rimettono tutti

    ciao
  • - Scritto da: lufo88
    > L'economia non è un sistema a circuito chiuso. Le
    > aziende sotto tutte interconnesse. Microsoft per
    > via traverse possiede sicuramente una piccola
    > parte di Apple e di altre migliaia di aziende. Se
    > una va giù ci rimettono
    > tutti

    Nel 2012? A bocca storta
  • competente non c'è che dire. Ma dico, ma sai scremare tra le idiozie dette dai complottisti e una cosa assodata?

    Io ho detto che ci rimettono tutti, non ho detto che finisce il mondo come ora lo conosciamo!
  • - Scritto da: lufo88
    > competente non c'è che dire. Ma dico, ma sai
    > scremare tra le idiozie dette dai complottisti e
    > una cosa
    > assodata?
    >
    > Io ho detto che ci rimettono tutti, non ho detto
    > che finisce il mondo come ora lo
    > conosciamo!

    Il 2012 è una battuta naturalmente... Occhiolino
    Ma forse ci potrebbe anche essere qualcosa di vero.
    Magari quel "qualcosa" che ad un certo punto non regge più e crolla.... Certo purtroppo le ripercussioni coinvolgono tutti o quasi come i pasticci delle banche americane...
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 10 discussioni)