Alfonso Maruccia

L'alta definizione cinese è un Frankestein

Lo zombi cinese del formato HD DVD dimostra di avere buone gambe, riuscendo secondo un recente rapporto a sopravanzare Blu-ray in madrepatria. E continuano le speculazioni sulle mosse di Toshiba e Microsoft

Roma - Nato dai resti di HD DVD, rianimato presso l'Università di Tsinghua a Pechino e basato esplicitamente su standard tecnologici proprietari, il formato-zombi China Blue High-definition Disc (CBHD) avrebbe dovuto sfiorire piuttosto in fretta vista l'ostilità delle major hollywoodiane. E invece pare proprio che l'alta definizione in salsa cinese sia destinata a un buon successo quantomeno nel mercato locale, un successo che già adesso ha superato ampiamente quello di Blu-ray in Cina.

Stando infatti ai numeri pubblicati da Morning Satellite, i film cinesi venduti in formato CBHD avrebbero agguantato il 3 per cento del mercato dell'home entertainment, un risultato che per quanto piccolo risulterebbe superiore allo share attribuibile ai videodischi di Sony venduti in terra orientale.

CBHD non è evidentemente destinato a scatenare una nuova format war mondiale, ma considerando che si parla del più grande mercato interno in quanto a popolazione e potenziale di crescita l'exploit dell'alta definizione "socialista" starà prevedibilmente togliendo il sonno al management delle corporazioni nipponiche (oltre che all'industria cinematografica statunitense) impegnate a supportare Blu-ray.
Le società che attualmente sostengono CBHD sono le cinesi Shinco, TCL e Tsinghua Tongfang, e nonostante il successo in madrepatria i grandi produttori taiwanesi di lettori e supporti ottici paiono intenzionati a snobbare quello che dovrebbe essere destinato a rimanere un fenomeno locale.

Passando a parlare di Blu-ray non mancano certo le novità, a cominciare dal mezzo passo indietro di Toshiba dopo la clamorosa rivelazione secondo cui il conglomerato giapponese sarebbe intenzionato a produrre un lettore compatibile Blu-ray entro la fine dell'anno. La società dice di non voler commentare in maniera ufficiale simili speculazioni, fatto che a sua volta alimenta l'idea di una sempre più vicina e probabile conversione totale al digital delivery basato su schede di memoria Secure Digital (SD) e chioschi di distribuzione delle suddette sparsi per gli States.

Anche Microsoft starebbe valutando la possibilità di commercializzare un drive Blu-ray per la sua console Xbox 360, almeno secondo quanto sostenuto dall'ennesima riedizione di un gossip tecnologico in circolazione da anni ma che non ha ancora trovato mezzo fatto a conferma.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
  • BusinessBlu-ray, gli analisti vedono rosaL'ennesima previsione indica nel 2009 l'anno della consacrazione per il formato ad alta definizione di Sony. I prezzi sono in calo, i titoli in aumento: e con la fine della crisi, tutto tornerà a splendere in HD
  • TecnologiaUn player LG sposa Blu-ray e DivX HDSupportato anche il sempre più diffuso container Matroska. Ma non è chiaro se il supporto al più celebre dei formati compressi sia ufficiale
  • BusinessNel 2009, HD DVD batte Blu-rayNelle case statunitensi la realtà rema contro il mercato. Intanto i costi di manifattura del formato a luce blu di Sony dovrebbero dimezzarsi entro un anno
47 Commenti alla Notizia L'alta definizione cinese è un Frankestein
Ordina
  • È ora di firnirla con questi supporti fisici, che siano DVD, Blu-Ray, Penne USB ecc.
    Occupano spazio, generano spazzatura ed hanno costi di produzione.
    Penso si debba pensare all'acquisto tramite download da internet. Nessuna scatola, costo solo del film e non del supporto ecc.
    Potrà sembrare un'utopia, soprattutto qui in Italia visto la situazione delle nostre ADSL, ma sarebbe un'ottima strada per il futuro.
  • come hai giustamente detto.. come li scarichi 50GB da internet? prima di vederti il film passa uan settimana..
    non+autenticato
  • Adesso. In Italia.
    Ma in Giappone già non è così, ed in futuro (magari con tutto il mondo o quasi cablato in fibra ottica) sarà possibile scaricarsi 50GB in 1 minuto o anche meno.
  • che non si sia dipinto il formato diverso come un sistema di censura, qualcosa del tipo: così fornendo solo i lettori cbhd eviteranno che la gente veda i contenuti occidentali, dato il too degli ultimi post non mi stupirebbe
    non+autenticato
  • Rende e vende di più perchè costa di meno!
    Se le major sanno che il costo è un problema, tanto che in Cina vendono a frazioni di prezzo del resto del mondo non capisco il perchè della notizia: A noi, che (in teoria) possiamo permetterci il lusso di 20 euro (già un ottimo prezzo, ma mettiamo anche 30 !) per un BR sanno che in cina non è così, allora s-vendono. Vedi MS che vende Office a 25 euro.
    Sono cose che sanno benissimo TUTTI ma continuiamo a parlare di HD-DVD, di BLU e quant'altro. Lì hanno questo formato perchè paga meno rojalties, ma togliamocelo dalla testa perchè NOI ALTRI DOBBIAMO PAGARLE.
    Io mi sento sempre più legittimato apiratare. Anche se da anni non compro più un dvd (se non a <10 euro) ed ancora ho una tv a tubo!
  • > Io mi sento sempre più legittimato apiratare.
    > Anche se da anni non compro più un dvd (se non a
    > <10 euro) ed ancora ho una tv a tubo!

    adesso sarai subissato di critiche, del tipo "se fosse per quelli come te staremmo ancora nelle caverne", "ma come fai a vedere bene i film sul tubo catodico", etc etc.
    In conclusione, i soliti cerebrolesi che si fanno abbindolare dall'ultima minchiata tecnologica, pronti a mangiare pane e cipolle pur di avere l' "ometiater" da 52 pollici... per vederci il Grande Fratello, ovvio!.

    PS: spegnete la TV ed APRITE un libro.
    non+autenticato
  • - Scritto da: attonito
    [...]
    > PS: spegnete la TV ed APRITE un libro.

    Il tuo discorso è invece elitario e presuntuso, sorry. Come se tu fossi l'unico a leggere libri, o guardare la TV escluda la lettura automaticamente.

    Poi detto fra noi, TV ne guardo poca. Io non ricevo nemmeno canali televisivi italiani, uso la mia bella TV LCD a non ricordo quanti pollici (comprata con i soldi della rilocazione, non so se li avrei mai spesi di tasca mia...) per vedere i film - che sono cultura altrettanto - se non di più nel 21mo secolo - dei libri, che comunque leggo...

    La TV LCD è molto meno dannosa per gli occhi di una vecchia TV a tubo catodico, e consuma una frazione dell'energia elettrica, è quindi più economico acquistare una TV nuova che tenersi quella vecchia, nonché migliore per la salute e più ecologico.


    Cordiali saluti
  • Comunque non è che il tubo catodico danneggi la vista, al massimo se non è un 100HZ e ci passi le ore ti affatica un po' gli occhi...
    non+autenticato
  • Beh dai, proprio bene non fa Sorride

    Ciao
  • - Scritto da: attonito
    > > Io mi sento sempre più legittimato apiratare.
    > > Anche se da anni non compro più un dvd (se non a
    > > <10 euro) ed ancora ho una tv a tubo!
    >
    > adesso sarai subissato di critiche, del tipo "se
    > fosse per quelli come te staremmo ancora nelle
    > caverne", "ma come fai a vedere bene i film sul
    > tubo catodico", etc
    > etc.
    > In conclusione, i soliti cerebrolesi che si fanno
    > abbindolare dall'ultima minchiata tecnologica,
    > pronti a mangiare pane e cipolle pur di avere l'
    > "ometiater" da 52 pollici... per vederci il
    > Grande Fratello,
    > ovvio!.
    >
    > PS: spegnete la TV ed APRITE un libro.


    La spocchiosità dei tipi come te è molto peggio di chi si fa la corse all'ultima novità tecnologica.

    Il tuo suggerimento <non richiesto da nessuno> te lo potevi anche tenere e risparmiarti la figura da classico bacchettone-qualunquista
    non+autenticato
  • ca**o è il primo commento sensato che leggo in questo posto negli ultimi 5 anni
    non+autenticato
  • - Scritto da: The Raptus
    > A noi, che (in teoria) possiamo
    > permetterci il lusso di 20 euro (già un ottimo
    > prezzo, ma mettiamo anche 30 !)
    Secondo me 20 € è un ottimo prezzo ma per chi li produce e li vende...
    Secondo me dovrebbero costare almeno la metà, e l'iva andrebbe al 4% e non statemi a dire che non ci guadagnerebbero perchè non ci credo!
  • l'iva non sarà MAI al 4% sui dvd ecc.
    semplicemente perchè non è un prodotto di prima necessità
    non+autenticato
  • Non sarà un bene di prima necessità ma comunque secondo me andrebbe considerato come settore culturale, al pari dei libri. Certo mi rendo conto che sarebbe un calderone in cui andrebbero a finire insieme i film di Vanzina e quelli di Fellini o le musiche del Piotta o quelle di Mozart. Ma del resto anche per i libri l'iva è al 4 come per il libro di Totti o uno di Pirandello. Ma meglio secondo me agevolare tutti che penalizzare tutti. Poi se uno vuole leggere le barzellette di Totti va benissimo.
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 29 luglio 2009 10.28
    -----------------------------------------------------------
  • Ah, perché i libri invece sono un bene di prima necessità?


    - Scritto da: p4bl0
    > l'iva non sarà MAI al 4% sui dvd ecc.
    > semplicemente perchè non è un prodotto di prima
    > necessità
    non+autenticato
  • Leggevo qualche giorno fa proprio un articoletto a proposito.
    Ovvero che qua in Finlandia (paese notoriamente pronto ad abbracciare le novità tecnologiche), il Blu-Ray non vende e i videonoleggiatori hanno smesso di comprarne, per ritornare al DVD.
    Questo perchè dicono la gente non capisce la differenza fra un Blu-Ray e un DVD e non vede perchè comprarsi un lettore nuovo solo per questo...

    Link:
    http://www.yle.fi/uutiset/news/2009/07/blu-ray_fai...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Joliet Jake
    > Leggevo qualche giorno fa proprio un articoletto
    > a
    > proposito.
    > Ovvero che qua in Finlandia (paese notoriamente
    > pronto ad abbracciare le novità tecnologiche), il
    > Blu-Ray non vende e i videonoleggiatori hanno
    > smesso di comprarne, per ritornare al
    > DVD.
    > Questo perchè dicono la gente non capisce la
    > differenza fra un Blu-Ray e un DVD e non vede
    > perchè comprarsi un lettore nuovo solo per
    > questo...
    >
    > Link:
    > http://www.yle.fi/uutiset/news/2009/07/blu-ray_fai

    Questo può essere vero per il consumatore medio. A me la riedizione dei film di Kubrik in BR piacerebbe eccome, visto che è stata rimasterizzata ed è stato ripristinato il formato originale e l'audio remixato in 7+1.

    Certo per vedere l'ultimo Blockbuster senza valore culturale, BR è un overkilling. E capisco anche che si tenti soltanto di spremere il limone, nella maggior parte dei casi. Per adesso mi risparmio i soldi...


    Cordiali saluti
  • - Scritto da: markoer

    > Questo può essere vero per il consumatore medio.
    > A me la riedizione dei film di Kubrik in BR
    > piacerebbe eccome, visto che è stata
    > rimasterizzata ed è stato ripristinato il formato
    > originale e l'audio remixato in
    > 7+1.

    sono ignorantissimo...ma kubrick avrà avuto la possibilità di queste definizioni o la pellicola è sempre superiore come qualità?
    non+autenticato
  • Normalmente la pellicola e' ottenuta per processi fotografici, mentre il dvd normale e la tv sono limitati allo standard televisivo che viene utilizzato a partire dagli anni 60.
    La differenza qualitativa e' innegabile e normalmente basta recuperare una qualsiasi pellicola da 35 di quelle che giravano nei cinema e riversarla in HD per ottenere qualcosa di meglio del formato video comune.
    Come dire che non serve molto, se gli originali esistono si sfruttano altrimenti le alternative ai master esistono.
    non+autenticato
  • - Scritto da: markoer
    > - Scritto da: Joliet Jake
    > > Leggevo qualche giorno fa proprio un articoletto
    > > a
    > > proposito.
    > > Ovvero che qua in Finlandia (paese notoriamente
    > > pronto ad abbracciare le novità tecnologiche),
    > il
    > > Blu-Ray non vende e i videonoleggiatori hanno
    > > smesso di comprarne, per ritornare al
    > > DVD.
    > > Questo perchè dicono la gente non capisce la
    > > differenza fra un Blu-Ray e un DVD e non vede
    > > perchè comprarsi un lettore nuovo solo per
    > > questo...
    > >
    > > Link:
    > >
    > http://www.yle.fi/uutiset/news/2009/07/blu-ray_fai
    >
    > Questo può essere vero per il consumatore medio.
    > A me la riedizione dei film di Kubrik in BR
    > piacerebbe eccome, visto che è stata
    > rimasterizzata ed è stato ripristinato il formato
    > originale e l'audio remixato in
    > 7+1.
    >
    > Certo per vedere l'ultimo Blockbuster senza
    > valore culturale, BR è un overkilling. E capisco
    > anche che si tenti soltanto di spremere il
    > limone, nella maggior parte dei casi. Per adesso
    > mi risparmio i
    > soldi...
    >
    >
    > Cordiali saluti

    Per dirla tutta la vera differenza tra blue ray e dvd la si vede proprio negli ultimi "blockbuster" senza valore culturale.....

    Per notare la differenza tra blue ray e dvd in qualsiasi vecchio film devi stare con la lente d'ingrandimento tutto il tempo, non goderti il film e forse te ne accorgi...
    non+autenticato
  • - Scritto da: urrrr
    [...]
    > Per dirla tutta la vera differenza tra blue ray e
    > dvd la si vede proprio negli ultimi "blockbuster"
    > senza valore
    > culturale.....
    >
    > Per notare la differenza tra blue ray e dvd in
    > qualsiasi vecchio film devi stare con la lente
    > d'ingrandimento tutto il tempo, non goderti il
    > film e forse te ne accorgi...

    Non sono affatto un esperto dell'argomento ed è anche per questo che ho evitato di "upgradare". Anche non mi sembra che in generale per i miei gusti, avrei una esperienza molto migliore ascoltando Beethoven in 7+1 anziché 5+1 o vedere i "vecchi" film come li chiami tu, in BR anziché DVD.

    L'unica cosa che ho visto è che Kubrik è stato rimasterizzato per l'uscita in BR recuperando i filmati originali dei film, essendo lui stato un fanatico dell'immagine e della luce, penso che potrebbe esserci una esperienza migliore in BR.

    Ma in generale non mi sembra valga la pena far el'upgrade, al momento. I film di azione non mi interessano...


    Cordiali saluti
  • Non mi pare un grande guadagno usare il Blu-ray per ascoltare un finto audio in 7.1 che non c'entra nulla col film.

    Kubrick, è noto, ha girato quasi tutti i suoi film in mono, pur essendo disponibile la stereofonia, e finché era vivo ha preteso che uscissero in DVD con colonna sonora in mono.
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 29 luglio 2009 16.18
    -----------------------------------------------------------
  • - Scritto da: Vanamonde
    > Non mi pare un grande guadagno usare il Blu-ray
    > per ascoltare un finto audio in 7.1 che non
    > c'entra nulla col film.
    >
    > Kubrick, è noto, ha girato quasi tutti i suoi
    > film in mono, pur essendo disponibile la
    > stereofonia, e finché era vivo ha preteso che
    > uscissero in DVD con colonna sonora in
    > mono.

    Uh, i miei DVD di Kubrik sono tutti Dolby Surround/DTS. E Kubrik li ha supervisionati tutti fino ad Eyes Wide Shout, inclusa la prima release in BR.

    E ti stai sbagliando, Kubrik ha rilasciato i suoi film *almeno* in stereo *almeno* dal 1968 (A Space Odyssey) in poi.

    Quando ascolti Die Blaue Danau o Also sprach Zarathustra o la Nona di Beethoven in Dolby Surround anziché in mono, mi sembra un passo in avanti...

    I dialoghi sono in mono per definizione, anche nei CD musicali... i microfoni audio sono mono e la voce è una Sorride


    Cordiali saluti
  • Mi dici da dove prendi le tue informazioni?
    Perché a me risulta che gli UNICI film girati da Kubrick in stereofonia sono "2001" e "Eyes Wide Shut".

    Poi mi devi spiegare come avrebbe fatto Kubrick ad approvare un'edizione in Blu-ray dei suoi film, visto che è morto nel 1999... hanno fatto una seduta spiritica?

    Anche la tua affermazione sui dialoghi mi pare priva di fondamento. Le voci umane possono avere una posizione spaziale (nonché un riverbero ambientale) esattamente come gli strumenti di un'orchestra.
  • - Scritto da: Vanamonde
    > Mi dici da dove prendi le tue informazioni?
    > Perché a me risulta che gli UNICI film girati da
    > Kubrick in stereofonia sono "2001" e "Eyes Wide
    > Shut".

    Eyes Wide Shut è girato in 6 tracce stereo. 2001 è girato in stereo, tutti gli altri in mono, per sua preferenza personale, ma dovresti sapere che dopo la fine degli anni 60 praticamente nessun equipaggiamento audio è stato più fabbricato in mono, cosa che ovviamente Kubrick sapeva benissimo.


    > Poi mi devi spiegare come avrebbe fatto Kubrick
    > ad approvare un'edizione in Blu-ray dei suoi
    > film, visto che è morto nel 1999... hanno fatto
    > una seduta spiritica?

    Blu-ray è nato prima del 1999, nel 1998 erano già usciti i primi apparecchi consumer, segno che a livello professionale era già presente.

    Kubrick ha supervisionato l'uscita di tutti i suoi DVD e dato chiare indicazioni su tutto, incluso l'anamorfismo dei film e l'audio. Non mi risulta che abbia forzato l'uscita dei DVD in monaural.


    > Anche la tua affermazione sui dialoghi mi pare
    > priva di fondamento. Le voci umane possono avere
    > una posizione spaziale (nonché un riverbero
    > ambientale) esattamente come gli strumenti di
    > un'orchestra.

    La voce umana è sempre campionata in mono. Mai visto un microfono stereo (di sicuro qualche mostro del genere è stato inventato, ma non ne vedo l'utilità). Certamente puoi remixare, riposizionare, riverberare...

    In quasi tutti gli album musicali la voce è sempre mixata comunque in mono. È su questo fondamento che i plug-ins per la rimozione vocale funzionano.

    Fai tu stesso un esperimento con mplayer, che ha un'opzione apposita per la rimozione dei suoi mixati in mono, e riproduci qualche film con parlato e colonna sonora sovrapposti, e qualche brano di musica pop o rock...


    Cordiali saluti
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)