Claudio Tamburrino

iPhone toglie la voce a Google

Apple blocca Voice per iPhone. Dietro la decisione ci sarebbe la pressione delle compagnie di telefonia mobile

Roma - Apple ha ufficialmente bloccato Google Voice su App Store, con la motivazione che "duplica le funzioni già integrate nell'iPhone".

Dopo aver tolto dall'App Store le applicazioni di terzi che utilizzavano Google Voice, a subire le sorti dell'esilio è toccato al prodotto con cui BigG vorrebbe conquistare la telefonia mobile. Il portavoce di Google ha dichiarato solamente che "Apple non ha approvato l'applicazione da noi presentata sei settimane fa".

Sean Kovacs, sviluppatore di GV Mobile, una delle applicazione rimosse, ha riferito del rifiuto di Cupertino: "Mi hanno detto che toglieranno la mia applicazione da App Store perché duplica funzionalità già offerte da iPhone". Eppure, continua Kovacs, Phil Schiller, vicepresidente Apple, l'aveva chiamato personalmente "per scusarsi per il ritardo con cui era stata approvata lo scorso aprile l'applicazione".
Anche se Cupertino (seppur in mancanza di una policy chiara) ha sempre controllato rigorosamente le applicazioni da inserire nell'App Store, la motivazione e tutta la questione che terrà lontano gli utenti del melafonino dall'innovazione prodotta da Google non ha convinto gli osservatori.

Si ritiene che in realtà dietro la decisione vi sia AT&T, la telco che distribuisce in esclusiva iPhone negli Stati Uniti, che avrebbe fatto pressione su Apple per fermare l'applicazione Google.

Infatti, Google Voice avrebbe mosso un pesante attacco alle compagnie di telefonia mobile: pur non trattandosi di un servizio VoIP via WiFi, ma utilizzando le linee telefoniche, offre chiamate internazionali a costi bassissimi e SMS gratuiti. Inoltre l'applicazione (gratuita) assegna agli utenti un numero unico verso cui sono indirizzate tutte le proprie chiamate dal telefono di casa, dal lavoro e dal cellulare, che possono poi essere reindirizzate a piacimento (per esempio spedendo le chiamate provenienti da persone non gradite direttamente sulla segreteria, che ha anche l'opzione trascrizione testuale).

L'applicazione, intanto, è già disponibile da due settimane per Android e Blackberry (curiosamente anche questo distribuito con AT&T).

Per quanto riguarda la duplicazione di funzionalità già previste, poi, è vero che ha una tastiera, permette di far chiamate e di mandare SMS, ma anche con Skype (esempio ancora disponibile) è possibile fare le stesse cose. Inoltre decine di altre applicazioni da sempre accettate su App Store replicano cose che il melafonino sa già fare. Senza per questo essere escluse dal gioco.

Situazione ambigua anche per i rapporti Apple - Google: BigG, che un anno fa aveva potuto sfruttare le API di iPhone, ora, nel giro di poche settimane, ha prima ricevuto la richiesta di fornire Google Latitude come Web application, poi si è visto rifiutare Google Voice.

Nonostante il bando dai canali ufficiali, comunque, Google Voice e GV Mobile dovrebbero a breve essere scaricabili da Cydia, il mercato nero per melafonini crackati.

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
  • TecnologiaGoogle Voice, un numero per domarli tuttiTelefono, sms, segreteria telefonica: tutto assieme, con un solo contatto da distribuire a tutti per tutto. Mentre in Italia JAJAH predilige il risparmio al resto
  • TecnologiaSkype, finalmente per iPhoneLa nuova applicazione mette fine ad un tormentone durato mesi. Ancora solo WiFi, per evitare di incappare nelle beghe che hanno coinvolto Nokia. Sul fronte smartphone, aprile potrebbe essere il mese di Palm Pre
  • AttualitàApple, ritardi e nuovi divietiMentre i server troppo intasati impediscono a qualche utente statunitense l'attivazione del dispositivo appena acquistato, i censori rimandano al mittente un emulatore del C64
213 Commenti alla Notizia iPhone toglie la voce a Google
Ordina
  • e anche molto antipatica, fortuna che iphone si sblocca in tre secondi!
    alla facciazza tua stìvgiobs!

    (questo messaggio è stato scritto con un iMac)
    non+autenticato
  • ...nasce schiavo, muore schiavo!!
    non+autenticato
  • Dai su non abbatterti Occhiolino
    non+autenticato
  • Come da oggetto. L'interesse per questa querelle è relativo. O no?

    lanf
    non+autenticato
  • Si, infatti!
    Diciamo, però, che costringere latitude solo via Safari è stato comunque un colpo basso, nonostante di questo, mi pare, PI non ne abbia parlato.
    E' una rottura che teoricamente si sia costretti ad installare solo ciò che viene approvato da Apple.
    Io uso un Windows Mobile, che per via di calendario, task, note, e relativa sincronizzazione, è impareggiabile.
    Tuttavia, essendomi stato regalato un ipdod touch, devo ammettere che la navigazione su safari è talmente piacevole, che ormai non uso nemmeno più il netbook!
    non+autenticato
  • Come al solito, a rallentare l'evoluzione tecnologica nel mondo delle telecomunicazioni c'è sempre un operatore telefonico.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Zoolander
    > Come al solito, a rallentare l'evoluzione
    > tecnologica nel mondo delle telecomunicazioni c'è
    > sempre un operatore telefonico.

    Certo, infatti chi sta facendo investimenti infrastrutturali per portarti l'HSDP da 20 Mbit/sec è Apple, mica gli operatori telefonici.

    Ma và...
  • - Scritto da: markoer
    > - Scritto da: Zoolander
    > > Come al solito, a rallentare l'evoluzione
    > > tecnologica nel mondo delle telecomunicazioni
    > c'è
    > > sempre un operatore telefonico.
    >
    > Certo, infatti chi sta facendo investimenti
    > infrastrutturali per portarti l'HSDP da 20
    > Mbit/sec è Apple, mica gli operatori
    > telefonici.
    >
    > Ma và...


    Infatti abbiamo visto quanto hanno speso per le licenze UMTS in tutta europa, tanto non le pagano loro direttamente.

    Vediamo anche il costo di sms telefonate e via discorrendo con l'infrastruttura ammortizzata


    Ma lascia perdere va va va
    non+autenticato
  • - Scritto da: Yellow
    [...]
    > Infatti abbiamo visto quanto hanno speso per le
    > licenze UMTS in tutta europa, tanto non le pagano
    > loro direttamente.

    No, le paga Gesù Bambino con un assegno scoperto.


    > Vediamo anche il costo di sms telefonate e via
    > discorrendo con l'infrastruttura
    > ammortizzata

    Infrastruttura ammortizzata... ROTFL

    Infatti la copertura di tutta l'Europa e l'upgrade da GSM (anzi TACACS per certi...) fino a HSPA+ da 20 Mbit/sec in meno di 10 anni (e non parliamo di manutenzioni, installazioni, di tutti i servizi OSS, l'infrastruttura tecnologica di backend, ecc. ecc...) significa che gli operatori riposano sugli allori e si godono profitti dopo un minimo investimento iniziale.

    Queste sono le classiche scemenze di chi non sa nulla

    >
    > Ma lascia perdere va va va

    ma per favore, ma se non sai di cosa ciancichi, stai zitto.


    Cordiali saluti
  • - Scritto da: markoer
    > - Scritto da: Yellow
    > [...]
    > > Infatti abbiamo visto quanto hanno speso per le
    > > licenze UMTS in tutta europa, tanto non le
    > pagano
    > > loro direttamente.
    >
    > No, le paga Gesù Bambino con un assegno scoperto.
    >

    Finito con le ovvietà?

    >
    > > Vediamo anche il costo di sms telefonate e via
    > > discorrendo con l'infrastruttura
    > > ammortizzata
    >
    > Infrastruttura ammortizzata... ROTFL
    >

    L'infrastruttura è almeno in parte ammortizzata, svegliati. Intanto i servizi non vedono ridurre il loro prezzo in maniera conseguente.



    > Infatti la copertura di tutta l'Europa e
    > l'upgrade da GSM (anzi TACACS per certi...) fino
    > a HSPA+ da 20 Mbit/sec in meno di 10 anni (e non
    > parliamo di manutenzioni, installazioni, di tutti
    > i servizi OSS, l'infrastruttura tecnologica di
    > backend, ecc. ecc...) significa che gli operatori
    > riposano sugli allori e si godono profitti dopo
    > un minimo investimento
    > iniziale.

    Infrastruttura ammortizzata non ti dice nulla, genio!


    >
    > Queste sono le classiche scemenze di chi non sa
    > nulla
    >

    Le tue sono le classiche scemenze di chi ne sa meno.

    > >
    > > Ma lascia perdere va va va
    >
    > ma per favore, ma se non sai di cosa ciancichi,
    > stai
    > zitto.

    Ma vai a cianciare dove la gente non capisce le cacchiate che scrivi, che qui sei fregato appena apri bocca.

    >
    >
    > Cordiali saluti

    BUon viaggio, pallonaro!
    non+autenticato
  • E buffo come i meladipendenti non trovino mai niente di sbagliato, assomigliano tanto ai vecchi possessori di Golf di un tempo per i quali la macchina era sempre perfetta e il meglio del meglio ...anche a costo di portarla dal meccanico di notte per non farsi vedere.

    ....in effetti ricordano molto anche gli elettori itaGliani.
    non+autenticato
  • io ho giá ribadito che l'errore di Apple é aver dato un'esclusiva cosí "lunga" ad AT&T... era di certo indispensabile all'inizio... ma ora AT&T si sta "allargando" un po' troppo

    Se poi secondo te é colpa di Apple se alle compagnie telefoniche non piacciono i servizi di VoIP continua a combattere contro il nemico sbagliato
    MeX
    16902
  • Quando gli argomenti stanno a zero è buffo leggere questi tuoi post da perditempo A bocca aperta
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 9 discussioni)