Piante spaziali

Dalle tecnologie di NASA, un dispositivo in grado di far nascere piante e fiori senza l'utilizzo di terriccio

Roma - Non tutti hanno il pollice verde. Anzi. In molti sono sorprendentemente in grado di veder morire anche robuste piante grasse nel loro appartamento, più di quante ne possa falcidiare il clima desertico. Per avere piante invidiabili ci vuole cura, pazienza e dedizione. Nonché una buona dose di fortuna. Se non si dispone di questi requisiti, la soluzione è la Power Plant Growing Machine.

il dispositivo


Questo rivoluzionario dispositivo è il frutto dell'applicazione di studi realizzati nientemeno che da NASA, volti a rendere possibile la coltivazione di piante in ambienti ostili. Si tratta di un qualcosa di rivoluzionario, dal momento che non necessita di terriccio o di altro materiale in cui incubare i semi. Tutto quel che si deve fare è mettere i semi nell'apposita parte spugnosa, annacquarli con l'apposita soluzione nutritiva disciolta in un po' d'acqua, mettere il tutto in un luogo raggiunto dai raggi solari e collegare la presa.
Al resto pensa il dispositivo che, grazie ad un sistema di microvaporizzazione del liquido di coltura, farà spuntare in poco tempo i primi germogli. Quando questi saranno visibili, sarà il momento di incapsularli con gli appositi cappucci in plastica. In poco meno di tre settimane, si avranno belle piantine, nonché fiori. La vera sorpresa è il prezzo: il tutto è venduto al costo di circa 35 sterline, nulla in confronto alla soddisfazione di veder crescere la propria piantina.



(via CoolestGadgets)
8 Commenti alla Notizia Piante spaziali
Ordina