Federica Ricca

Intel scopre il suo pollice verde

Annunciato un investimento da 10 milioni di dollari a favore di cinque aziende eco-friendly

Roma - Saranno cinque le aziende green in cui investirà Intel nei prossimi mesi. La corporation statunitense ha appena annunciato di voler aiutare lo sviluppo delle nuove fonti di energia, finanziando diversi soggetti per un totale di 10 milioni di dollari.

La scelta, come si legge nel comunicato, sarebbe scaturita dal crescente bisogno di fonti di energia alternative. Le cinque aziende coinvolte saranno CPower, Grid Net, Convey Computer, iControl e Powervation, unica delle cinque non statunitense ma irlandese.

In realtà la divisione che si occupa degli investimenti di ventura di Intel aveva già collaborato con i gruppi in questione, finanziando alcuni progetti specifici come quello di un anno fa che aveva visto Intel e Grid Net lavorare con GE Energy, comparto General Electric.
La decisione di investire altri 10 milioni di dollari, inoltre, si inserisce in una serie di iniziative portate avanti da Intel per lo sviluppo dell'energia pulita. Molte sono raccolte in Intel Open Energy Initiative, un programma che prevede tentativi di pressione politica, partnership e, per l'appunto, investimenti specifici.

Prima dell'investimento da 10 milioni, Intel Capital aveva già puntato sull'energia pulita, con i 38 milioni affidati un anno fa all'azienda tedesca Sulfurcell, che promuove la diffusione dell'energia solare.

Anche Intel, dunque, si inserisce nel gruppo delle aziende dai buoni propositi. Già Microsoft con il suo Hohm e Google con il Powermeter avevano investito in iniziative a favore del risparmio energetico. (F.R.)
Notizie collegate