Speciale/ Il PC entra nell'era del PCI Express

Il 2003 sarà l'anno del varo ufficiale di PCI Express, il bus di nuova generazione destinato a rivoluzionare il mondo dei PC, sia desktop che notebook. Entro l'anno sono attesi i primi prodotti. Ecco tutti i dettagli

San Jose (USA) - Fra le tecnologie finite sotto i riflettori dell'Intel Developer Forum (IDF) non poteva non esserci PCI Express, considerata la più importante evoluzione dell'architettura dei PC degli ultimi anni.

PCI Express, formalmente noto con il nome in codice di 3GIO (third generation Input/Output), rappresenta l'erede ufficiale di quel bus, il PCI (Peripheral Component Interconnect), che per oltre una decade è stata la tecnologia d'interconnessione standard dei PC. Lo sviluppo di entrambe le interfacce, inclusa l'evoluzione per server e workstation di PCI, PCI-X, è portato avanti dal PCI-SIG, un consorzio formato, oltre che da Intel, da colossi del calibro di Microsoft, HP, IBM, Dell e AMD.

Logo di PCI ExpressPCI Express è un'architettura d'interconnessione seriale point-to-point ad alta velocità, multifunzionale e scalabile fino a 10 Gigabit di velocità, destinata a unificare l'architettura di I/O per i PC desktop, i PC portatili, i server, le piattaforme di comunicazione, le workstation e i dispositivi embedded. Inoltre, consoliderà le diverse connessioni parallele di tipo simile (bus) disponibili nelle attuali piattaforme. Oltre ad offrire più banda passante e scalabilità, PCI Express permetterà di ridurre il formato di computer e componenti e porterà con sé funzionalità avanzate che prima d'ora venivano utilizzate solo sui server, quali QoS (quality of service), gestione dei consumi, hot-plug, trasferimenti asincroni, notifica e correzione degli errori.
Dopo la ratifica delle specifiche 1.0, avvenuta lo scorso luglio, l'industria si sta preparando a rilasciare, per la seconda metà dell'anno, i primi prodotti basati sulla tecnologia PCI Express. All'IDF erano circa una quindicina i produttori che hanno mostrato alcuni prototipi di chip e di sistemi compatibili con il nuovo bus; la stessa Intel ha annunciato, per il 2004, la commercializzazione dei primi chipset - nome in codice Lindenhurst e Twin Castle - integranti il supporto all'interfaccia PCI Express. I due chipset accompagneranno l'arrivo sul mercato di Nocona e Potomac, due step evolutivi dei processori Xeon.

Durante il 2004 Intel ha poi pianificato il rilascio di tutta una nuova gamma di prodotti con il supporto a PCI Express, fra cui chipset per computer desktop e portatili, processori di rete, controller RAID basati sui chip XScale, adattatori e altri componenti Ethernet e Gigabit Ethernet, sistemi di archiviazione, schede madri, e un bridge per l'interconnessione di PCI Express con il cugino PCI-X.

"PCI Express - ha spiegato Intel - offrirà flessibilità, maggiore affidabilità e scalabilità. Nel futuro, sarà più facile personalizzare le impostazioni delle reti wireless dei PC portatili. I genitori saranno in grado di controllare l'accesso dei loro figli a determinati file utilizzando moduli PCI Express Plug and Play installabili secondo necessità. Con PCI Express sarà anche più facile eseguire l'upgrade dei sistemi dotati di più slot PCI Express, che supportano la sostituzione hot swap delle periferiche senza richiedere il reboot. Gli switch PCI Express potrebbero infine fornire ulteriori porte per aumentare la connettività di I/O all'interno di una docking station".

Ecco gli altri progetti futuri inerenti PCI Express e i cambiamenti che il nuovo bus porterà nel mondo dei PC.
TAG: hw
57 Commenti alla Notizia Speciale/ Il PC entra nell'era del PCI Express
Ordina
  • Forse nell'articolo mi è sfuggito qualcosa, quindi lo chiedo a voi. Negli slot di questo PCI Express è possibile utilizzarci le schede PCI classiche ?

    Saluti e grazie,
    Piwi
    non+autenticato
  • L'intefaccia grafica PCI-Express è perfettamente compatibile con le vecchie versioni che, verranno adattate tramite i nuovi drivers alle nuove tecnologie di comunicazione!

    Riccardo
    non+autenticato
  • Sulle schede madri siamo ancora all'eta' della pietra.
    Cinque anni fa ho preso una asus 100, oggi sono ancora ad un bus da 133 MHz. Sono molto indietro rispetto alle frequenze di clock dei processori, oggi dovremmo essere almeno a schede con frequenze da 700 o 900 MHz.
    Per non parlare dei sistemi di memorizzazione, cioè gli HD.
    Con processori di tale potenza la velocità di accesso ed il transfer rate di tali dispositivi sono un collo di bottiglia a tutto il sistema. Le interfacce EIDE sono lente e limitate come numero ecco perchè lo SCSI è ancora vivo ed il migliore.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Cinque anni fa ho preso una asus 100, oggi
    > sono ancora ad un bus da 133 MHz. Sono molto
    > indietro rispetto alle frequenze di clock
    > dei processori, oggi dovremmo essere almeno
    > a schede con frequenze da 700 o 900 MHz.

    Sono d'accordo. Ormai il forno a microonde ha fatto il suo tempo.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > Cinque anni fa ho preso una asus 100, oggi
    > > sono ancora ad un bus da 133 MHz. Sono molto
    > > indietro rispetto alle frequenze di clock
    > > dei processori, oggi dovremmo essere almeno
    > > a schede con frequenze da 700 o 900 MHz.
    >
    > Sono d'accordo. Ormai il forno a microonde
    > ha fatto il suo tempo.

    ?
    Non l'ho capita.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > Sulle schede madri siamo ancora all'eta'
    > della pietra.
    > Cinque anni fa ho preso una asus 100, oggi
    > sono ancora ad un bus da 133 MHz. Sono molto
    > indietro rispetto alle frequenze di clock
    > dei processori, oggi dovremmo essere almeno
    > a schede con frequenze da 700 o 900 MHz.

    Sta uscendo il Bus a 800 e i P4 sono a 533Mhz infatti.
    Sei in ritardo tu. Fai un test con i Sandra e vedrai quanto performa sul bus la tua macchina rispetto ai nuovi P4.

    > Per non parlare dei sistemi di
    > memorizzazione, cioè gli HD.
    > Con processori di tale potenza la velocità
    > di accesso ed il transfer rate di tali
    > dispositivi sono un collo di bottiglia a
    > tutto il sistema.

    Se hai un sistema a 64 mega e' vero. Swappi di continuo e ti ritrovi un collo di bottiglia. Prova a farti una macchinetta da almeno 512mega.

    Le interfacce EIDE sono
    > lente e limitate come numero ecco perchè lo
    > SCSI è ancora vivo ed il migliore.

    Serial ATA?

    Sei rimasto indietro...Sorride
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > - Scritto da: Anonimo
    > > Sulle schede madri siamo ancora all'eta'
    > > della pietra.
    > > Cinque anni fa ho preso una asus 100, oggi
    > > sono ancora ad un bus da 133 MHz. Sono
    > molto
    > > indietro rispetto alle frequenze di clock
    > > dei processori, oggi dovremmo essere
    > almeno
    > > a schede con frequenze da 700 o 900 MHz.
    >
    > Sta uscendo il Bus a 800 e i P4 sono a
    > 533Mhz infatti.

    Non confondere il front side bus del processore con il bus della scheda madre, il primo può viaggiare a 533 MHz negli ultimi processori Intel, il secondo è fermo a 133 MHz da tempo visto che non ci sono chipset in grado di reggere velocità maggiori.
    non+autenticato
  • ho un pc di 4 anni con un P500 2isa + 4 PCI e una scheda grafica da 1 milione, 3anni fa pero', attaccata su agp1x.
    su questo ci gira un modellatore solido di fama internazionale. regolarmente acquistato ( 7mila euro !!!)

    Bhe ci lavoro e campo con questo computer. ho anche un portatile megagalattico

    morale della storia....

    cosa cavolo me ne faccio delle novità ?? lavoro, campo, non ci spendo dietro soldi

    L'importante è non cambiare ogni anno il S.O.
    il portatile ultra veloce va quasi alla stessa velocità perche usa XP pro mentre su quello vecchio ci va Win2000 e Mandrake 9.0

    Quello è il segreto !!! attenti al sistema operativo

    credetemi !!!
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > ho un pc di 4 anni con un P500 2isa + 4 PCI
    [cut]
    > il portatile ultra veloce va quasi alla
    > stessa velocità perche usa XP pro mentre su
    > quello vecchio ci va Win2000 e Mandrake 9.0

    Ma infatti su computer usati per la produzione io ritengo che Windows 2000 vada molto meglio di XP. E' molto stabile e non ha bisogno di tutte le risorse di XP. Però ad alcune caratteristiche di XP oramai non posso più rinunciare (tipo la possibilità di nascondere le icone della systray, se solo facessero qualcosa di simile per w2k....)
    Ciao
    Van Helsing
    non+autenticato
  • > Ma infatti su computer usati per la
    > produzione io ritengo che Windows 2000 vada
    > molto meglio di XP. E' molto stabile e non
    > ha bisogno di tutte le risorse di XP. Però
    > ad alcune caratteristiche di XP oramai non
    > posso più rinunciare (tipo la possibilità di
    > nascondere le icone della systray, se solo
    > facessero qualcosa di simile per w2k....)
    > Ciao
    > Van Helsing

    e poi mi vengono a parlare dell'interfaccia di kde, ma questi non sanno neanche cos'e` un desktop manager configurabile.
    non ce l'ho con te, ma quando sento quali sono le "caratteristiche irrinunciabili" di XP mi vengono in mente quelli che sparlano di kde senza neanche averlo provato.
    ciao
    raist
    non+autenticato
  • ma scegli un sistema operativo in base alle icone della barra?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > ma scegli un sistema operativo in base alle
    > icone della barra?

    Pare di sì, l'ha definita una "caratteristica irrinunciabile" Sorride
    non+autenticato
  • Salve,
    Uso con soddisfazione un software free chiamato TrayManager. Davvero leggero e stabile, ti consente anche di ripristinare le icone dopo un crash di Explorer. L'ho usato a lungo con Windows 98 SE, ed ora lo utilizzo su Windows XP.
    Ottimo prodotto, cercalo !

    Saluti,
    Piwi
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > ho un pc di 4 anni con un P500 2isa + 4 PCI
    > e una scheda grafica da 1 milione, 3anni fa
    > pero', attaccata su agp1x.
    > su questo ci gira un modellatore solido di
    > fama internazionale. regolarmente acquistato
    > ( 7mila euro !!!)
    >
    > Bhe ci lavoro e campo con questo computer.
    > ho anche un portatile megagalattico
    >
    > morale della storia....
    >
    > cosa cavolo me ne faccio delle novità ??
    > lavoro, campo, non ci spendo dietro soldi

    Anche io lavoro in 3D pero' oltre alla modellazione mi devo preoccupare dei materiali, illuminazione, animazione e ogni tanto uso dinamica ed effetti particolarmente pesanti come radiosity e caustiche.
    Morale? Se utilizzassi un Pc come il tuo passerei 24 ore al giorno sul computer per riuscire a consegnare i lavori nello stesso tempo. Invece oggi posso tranquillamente lavorare 3 volte a settimana e non piu' di 4 ore.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > - Scritto da: Anonimo
    > > ho un pc di 4 anni con un P500 2isa + 4
    > PCI
    > > e una scheda grafica da 1 milione, 3anni
    > fa
    > > pero', attaccata su agp1x.
    > > su questo ci gira un modellatore solido di
    > > fama internazionale. regolarmente
    > acquistato
    > > ( 7mila euro !!!)
    > >
    > > Bhe ci lavoro e campo con questo computer.
    > > ho anche un portatile megagalattico
    > >
    > > morale della storia....
    > >
    > > cosa cavolo me ne faccio delle novità ??
    > > lavoro, campo, non ci spendo dietro soldi
    >
    > Anche io lavoro in 3D pero' oltre alla
    > modellazione mi devo preoccupare dei
    > materiali, illuminazione, animazione e ogni
    > tanto uso dinamica ed effetti
    > particolarmente pesanti come radiosity e
    > caustiche.
    > Morale? Se utilizzassi un Pc come il tuo
    > passerei 24 ore al giorno sul computer per
    > riuscire a consegnare i lavori nello stesso
    > tempo. Invece oggi posso tranquillamente
    > lavorare 3 volte a settimana e non piu' di 4
    > ore.

    Secondo me per fare grafica a quel livello ti serve una workstation grafica e non un semplice PC... Magari un RISC addirittura, allora te ne freghi di questo...
  • - Scritto da: Skin Bracer

    > Secondo me per fare grafica a quel livello
    > ti serve una workstation grafica e non un
    > semplice PC... Magari un RISC addirittura,
    > allora te ne freghi di questo...

    Ma io ho una vera workstation grafica con scheda opengl certificata e win2k.
    Da qualche anno le VERE workstation grafiche sono quelle basate su x86 e Win2k.

    http://www.spec.org/gpc/opc.data/vp7/summary.html

    pensa che sino a 3 anni fa c'erano ancora le workstation risc della Sun, Sgi, Hp ma oramai le trovi su Ebay a prezzi accessibilissimi ma le performances sono ai livelli di un celeron 500 con una TNT2 Ultra.

    http://cgi.ebay.com/ws/eBayISAPI.dll?ViewItem&item...

    Qui ti puoi acquistare una bella Silicon Graphics Octane (costavano dagli 80 milioni in su) per soli 520$.
    Io non saprei che farmene. Erano un sogno finche' avevamo i p2 233 mhz senza schede opengl ma oramai non le usa piu' nessuno perche' sono troppo lente.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Ma io ho una vera workstation grafica con
    > scheda opengl certificata e win2k.
    > Da qualche anno le VERE workstation grafiche
    > sono quelle basate su x86 e Win2k.
    >
    > http://www.spec.org/gpc/opc.data/vp7/summary.
    >
    > pensa che sino a 3 anni fa c'erano ancora le
    > workstation risc della Sun, Sgi, Hp ma
    > oramai le trovi su Ebay a prezzi
    > accessibilissimi ma le performances sono ai
    > livelli di un celeron 500 con una TNT2
    > Ultra.
    >
    > http://cgi.ebay.com/ws/eBayISAPI.dll?ViewItem
    >
    > Qui ti puoi acquistare una bella Silicon
    > Graphics Octane (costavano dagli 80 milioni
    > in su) per soli 520$.
    > Io non saprei che farmene. Erano un sogno
    > finche' avevamo i p2 233 mhz senza schede
    > opengl ma oramai non le usa piu' nessuno
    > perche' sono troppo lente.

    Per quanto riguarda il rendering gli X86 sono la scelta obbligata perchè hanno tutta la potenza che ti serve ad un prezzo ridicolo Sorride
    Per quanto riguarda la definizione di workstation il discorso si fa aspro, non è solo l'hardware che fa la macchina...
    Se per workstation si intende una macchina dalle prestazioni molto elevate allora basta una macchina dual CPU con tanta ram ed una scheda video adeguata...
    Credo basti una dual Athlon/P4 con 1 giga di ram e geffo 4 per avere una buona workstation... anche se è preferibile una scheda video tipo 3dlabs ecc...
    Oggi la potenza OpenGL serve senza ombra di dubbio ma se volete un consiglio prendertevi una geffo4 e usate i livelli Occhiolino
  • Cavolo questi continuano a migliorare componenti che comunque vanno già bene e sui portatili continuiamo ad avere autonomie allucinanti (1,5 ore) a parte il buon Apple powerbook che sfiora le 5 ore il resto dei portatili wintel fanno proprio pena. Ma io dico non possono migliorarla. Nooo? paseerò ad apple.

    Ciao
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Cavolo questi continuano a migliorare
    > componenti che comunque vanno già bene e sui
    > portatili continuiamo ad avere autonomie
    > allucinanti (1,5 ore) a parte il buon Apple
    > powerbook che sfiora le 5 ore il resto dei
    > portatili wintel fanno proprio pena. Ma io
    > dico non possono migliorarla. Nooo? paseerò
    > ad apple.
    >
    Apple usa le stesse batterie (come tecnologia intendo) dei portatili basati su processori Intel e AMD, con la piccola differenza che la sua archietettura e, soprattutto, i processori che usa consumano molto ma mooolto di meno. Con prestazioni paragonabili nell'uso normale.

    Quindi piuttosto che migliorare la batterie, dovrebbero migliorare i consumi.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Cavolo questi continuano a migliorare
    > componenti che comunque vanno già bene e sui
    > portatili continuiamo ad avere autonomie
    > allucinanti (1,5 ore) a parte il buon Apple
    > powerbook che sfiora le 5 ore il resto dei
    > portatili wintel fanno proprio pena. Ma io
    > dico non possono migliorarla. Nooo? paseerò
    > ad apple.
    >
    > Ciao

    Il fatto è che non sono le batterie a dover essere migliorate (almeno non solo loro), ma il resto dei componenti dei notebook.
    Se questi assorbono meno corrente è ovvio che la batteria durerà + a lungo.
    i notebook della mela non è che usano batterie della nasa.. solo assorbono meno corrente.

    cmq concordo con te che 1,5 ore sono davvero inutili per definire un computer come notebook o portatile. Anche io mi ristrovo sempre ad usarlo con la presa di corrente di casa o dell'ufficio... cavolo.. nelle pubblicità mica te lo fanno vedereSorride loro lo usano nel parco in mezzo agli uccelliniSorride

    saluti e buona giornata a tutti
    Roberto
    non+autenticato
  • > cmq concordo con te che 1,5 ore sono davvero
    > inutili per definire un computer come
    > notebook o portatile.

    salve vorrei chiedere a qualcuno se saprebbe come risolvere il problema... opposto!
    Mi interesserebbe un PC fatto come portatile all in one, ma da utilizzare sempre attaccato alla presa di corrente
    Sarebbe un toccasana per uffici con poco spazio e/o poche prese e con addetti che cambiano molto spesso postazione e viaggiano (x+ in altri uffici dove possono attaccarsi a prese di corrente), magari con una tastiera estraibile per migliorare l'ergonomia della soluzione.
    Mi sembra che questa sia una situazione abbastanza comune e che cmq i desktop all in one siano inadeguati, x lo meno per essere portati in viaggio.
    sapevo che anni fa c'erano linee di "portatili" economici fatti con componenti desktop e che potevano funzionare senza batteria, ma non ne trovo da un sacco. inoltre la tastiera estraibile sembra appannaggio dei notebook ultra top.
    Chi mi saprebbe indicare una linea di prodotti con
    tastiera estraibile e funzionanti con batteria solo opzionale?
    Grazie
    non+autenticato
  • ma non fai prima a comprarti dei notebook economici? li lasci attaccati alla corrente, e quando ti serve "spostarli", li stacchi e li attacchi all'altra presa.. dove sta il problema?
    i pc ultra compatti all-in-one, ce ne sono, c'e' l'acer, e altre marche, con monitor lcd & c.

    A.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > ma non fai prima a comprarti dei notebook
    > economici? li lasci attaccati alla corrente,
    > e quando ti serve "spostarli", li stacchi e
    > li attacchi all'altra presa.. dove sta il
    > problema?

    be, su un notebook economico pago comunque la batteria, il che per una azienda con alcune decine di macchine è una spesa inutile di diversi milioni.
    Io abbandonerei i desktop per i portatili in quanto ormai per il lavoro d'ufficio la potenza non è più un fattore critico e se il portatile è un po meno potente non mi interessa.
    Passando ai portatili sfrutterei meglio gli uffici, meno necessità di spazio, meno problemi a trovare abbastanza prese, più facile traslocare un ufficio, e se serve batteria opzionale per usarlo dove non c'è corrente, batteria opzionale...
    inoltre i notebook economici hanno schermi di qualità scadente (non contano solo le dimensioni... ; ) ) e spesso anche la tastiera ed il case lasciano molto a desiderare, per un uso intensivo non sono proprio consigliabili!
    Poi, avere una tastiera estraibile, sarebbe un optional molto ma molto utile (se ci devi digitare molte ore al giorno) per migliorare l'ergonomia della postazione di lavoro, ma sui notebook economici non è prevista nemmeno d'opzione... lavorarci su 8 ore al giorno in quel modo rovinerebbe la schiena di chiunque!
    non+autenticato
  • potresti optare per vecchi modelli di portatili di buona qualita'.. adesso credo che te li tirino dietro i buon p3 di compaq, hp, ecc.. per la tastiera di prendi una esterna (avranno la ps2 quei portatili..).

    altrimenti ci sono i pc compatti, tutto in uno, ma credo che costicchino abbastanza..

    A.
    non+autenticato
  • > potresti optare per vecchi modelli di
    > portatili di buona qualita'.. adesso credo
    > che te li tirino dietro i buon p3 di compaq,
    > hp, ecc.. per la tastiera di prendi una
    > esterna (avranno la ps2 quei portatili..).
    > altrimenti ci sono i pc compatti, tutto in
    > uno, ma credo che costicchino abbastanza..

    scusa, so di essere incontentabile...
    dunque, portatili usati preferisco evitarli per uso aziendale, è difficile fare un assortimento di macchine abbastanza similari come invece si fa col nuovo (le quantità sono sempre limitate e la disponibilità assolutamente incerta), questo vuol dire portarsi in casa macchine che avranno nello specifico problemini e trucchetti diversi. Poi, di solito un portatile usato di buona fascia si tiene a meno che non abbia problemi (e non c'è la garanzia di 1-3 anni tipica del nuovo!), in questo caso meglio non rischiare, anche se il prezzo può essere interessante (per uso casalingo rischierei, ma se lo devo dare in mano ad un'altra persona non voglio fare figuracce)
    I desktop all in one compatti e con schermo incorporato li considero una via di mezzo poco pratica, effettivamente si risparmia l'ingombro e le prese, ma non c'è la possibilità di montarci una batteria e comunque non ci si potrebbe lavorare portandoseli in giro se capita l'occasione.
    si, sono decisamente incontentabile...
    il fatto è che vorrei semplicemente un PC fatto come un portatile ma in cui la batteria sia una opzione e il consumo non sia un parametro fondamentale, perchè il fattore di forma dei portatili comunque è vincente anche in una postazione fissa (ora che le prestazioni non sono più un assillo) e l'utilizzo tipico moltissime volte finisce ad essere sotto alimentazione di rete, e con invece migliorie funzionali per l'uso intensivo che sui portatili, concepiti essenzialmente ancora come PC d'emergenza, mancano (ottimi schermi, tastiera estraibile) che sui modelli di fascia bassa non si trovano
    non+autenticato

  • > intensivo che sui portatili, concepiti
    > essenzialmente ancora come PC d'emergenza,
    > mancano (ottimi schermi, tastiera
    > estraibile) che sui modelli di fascia bassa
    > non si trovano

    mai pensato ai tablet?
    non+autenticato
  • non intendevo usati. nuovi, ma vecchi modelli, tipo la acer vende ancora il travelmate 360 (e' un p3), io l'ho usato per piu' di un anno e va bene.. ha la porta ps2 cosi' ci puoi attaccare una tastiera e un mouse.
    Il prezzo dovrebbe essere relativamente basso visto che oramai tutti vendono i p4 o i tablet..

    A.
    non+autenticato
  • Ciao
    Credo che la risposta alla richiesta iniziale (per me MOLTO sensata) di pc con "opzione" di batteria stia per esempio qui

    http://www.ecsusa.com/products/a900.html
    e cugini similari.

    é un prodotto interessante economico e facilmente espandibile/configurabile.

    Non mi va di fare spamming per cui se vi interessa contattatemi privatamente

    Spero di essere stato utile!
    Orz.

    alessandroPUNTOmicaCHIOCCIOLAtiscaliPUNTOint
  • ma si muove come un caterpillar (kde intendo)
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > ma si muove come un caterpillar (kde intendo)

    Come? Non è vero, se intendi la pesantezza, diciamo che col 3.1 se la sono cavata beneSorride . Ma poi che c'entra con il thread?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > ma si muove come un caterpillar (kde intendo)

    Boh, qui va abbastanza bene. PII 350, 392MB ram, Matrox G200. Ah, e cosa c'entra?
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 7 discussioni)