Federica Ricca

Cellulari, radiazioni in hit-parade

L'associazione EWG ha stilato una classifica dei cellulari in base alle emissioni. GiÓ infiammano le polemiche sui risultati

Roma - Con lo scopo di sensibilizzare e di diffondere dati difficilmente reperibili, l'associazione non profit Environmental Working Group ha diffuso la lista dei cellulari e dei dispositivi wireless che emettono più radiazioni.

Lo studio vedrebbe al primo posto della lista nera il Motorola MOTO VU204, mentre ad aggiudicarsi il podio come cellulare più "salutare" sarebbe il Samsung Impression SGH-a877.

Dopo aver studiato le radiazioni emesse da 1268 modelli di cellulari, e aver stilato la lista, la EWG ha diffuso alcuni consigli utili per ridurre l'impatto delle radiazioni. ╚ preferibile, ad esempio, comunicare attraverso SMS piuttosto che chiamare, così come sarebbe preferibile usare una linea di rete fissa per tagliare la testa al toro.
Inoltre, le radiazioni aumenterebbero in zone con poca copertura dunque secondo EWG è consigliabile tenere il cellulare spento in tali zone. L'associazione nel presentare il suo studio ha anche fatto un coraggioso riferimento ad una presunta connessione tra l'utilizzo di dispositivi cellulari per 10 anni e la comparsa di tumori al cervello.

Nonostante la diffusione di tali dati, resta aperta ancora la discussione sull'effettiva dannosità derivante dall'uso prolungato del cellulare.

L'associazione internazionale per il wireless CTIA, smentendo implicitamente i dati diffusi da EWG, ha fatto sapere che i dispositivi wireless hanno sempre ottenuto il parere positivo da parte dell'Organizzazione mondiale della sanità e dell'American Cancer Society.

Federica Ricca
Notizie collegate
  • AttualitàCanada: attenti ai bimbi col cellulareIn attesa di risposte sul rapporto tra telefonino e salute il dipartimento per la Salute Pubblica di Toronto predica la prevenzione. Soprattutto per i bambini
  • AttualitàCellulari, il tumore è in agguatoSolleva scalpore internazionale l'annuncio di un team svedese: i giovanissimi sono a rischio, ma i problemi si estendono agli adulti. Glioma e tumori al nervo acustico i problemi maggiori. Parole che fanno il giro del mondo
  • AttualitàIl WiFi danneggia le persone autistiche?C'Ŕ chi sta studiando la questione: i metalli pesanti, ritenuti concausa dell'autismo, troverebbero nel WiFi un alleato per stazionare nelle cellule, favorendo la patologia. Le prove di tutto questo, per˛, scarseggiano
21 Commenti alla Notizia Cellulari, radiazioni in hit-parade
Ordina
  • Gli SMS sono costosi! Gli auricolari tengono il telefono lontano dal cervello.
    Chiaro che se poi uno si mette il cello in tasca...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Andrea Verlicchi
    > Gli SMS sono costosi! Gli auricolari tengono il
    > telefono lontano dal cervello.
    >
    > Chiaro che se poi uno si mette il cello in
    > tasca...
    Insieme all'orecchio e alla lingua? ╚ durante la telefonata che il cellulare trasmette. Quando è in stand by le trasmissioni di servizio durano qualche secondo intervallate da parecchi minuti.
    ruppolo
    33147
  • Voi giornalisti dovete fare il -vostro lavoro, ma certi articoli non sono accettabili, tipo questo.
    daccordo che dovete fare del sensazionalismo a tutti i costi, ma qui abbiamo sforato la realtà!?!?
    0.6 watt di emissione, perchè è questa la potenza massima che può emettere un cellulare, non può inficiare alcuno, nemmeno un ragnetto.
    non+autenticato
  • Non fanno male? Immagino il mio cervello come un chicco di granturco:
    non+autenticato
  • - Scritto da: Vanjkos
    > Non fanno male? Immagino il mio cervello come un
    > chicco di
    > granturco:
    >

    Il classico video fake.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Vanjkos
    > Non fanno male? Immagino il mio cervello come un
    > chicco di
    > granturco:
    > [yt]T_3sUMrYuV0[/yt

    come fai a credere a sta roba? ma dai...
    non+autenticato
  • L'ha detto lui, ha il cervello come un chicco di granturco!A bocca aperta
    non+autenticato
  • Non ricordo il riferimento al momento (e non ho accesso a MedLine)
    ma c'e' un articolo che prova una correlazione tra un certo
    tipo di tumore cerebrale e l'uso prolungato di dispositivi wireless.
    (credo piu' telefoni senza fili che cellulari, ma non ricordo).
    L'articolo me lo aveva trovato mia moglie che e' neurobiologa.
    La correlazione non era nei topi, ma negli esseri umani, tanto
    per essere precisi.

    Se ricordo bene, la cosa interessante e' che c'e' una correlazione
    molto spiccata con la parte (destra, sinistra) dove uno tiene il telefono.

    Questo fatto da un lato e' una riprova della presenza di un effetto,
    dall'altro mostra anche che l'effetto si riduce molto con la
    distanza, come peraltro sa chiunque abbia studiato fisica.

    Considerando che i telefoni senza filo sono molto piu' potenti dei
    cellulari e che l'unico ad usare massicciamente il telefono era il
    figliolo maggiore, gli abbiamo cambiato il wireless che aveva in camera
    con un telefono tradizionale con un filo luuungo.

    Noi che usiamo il cellulare massimo 3 minuti/giorno non ci poniamo
    invece troppi problemi.
    non+autenticato
  • adesso orde di siensiati ti risponderanno che il wifi non fa male.
  • Perché, occorre essere siensiati per sapere che il wi-fi non fa male? Non basta conoscere i rudimenti delle trasmissioni radio? Beh, in effetti bisognerebbe anche sapere che il wi-fi eroga energia solo durante la trasmissione dei pacchetti di dati.
    ruppolo
    33147
  • - Scritto da: diddum
    > Non ricordo il riferimento al momento (e non ho
    > accesso a
    > MedLine)
    > ma c'e' un articolo che prova una correlazione
    > tra un
    > certo
    > tipo di tumore cerebrale e l'uso prolungato di
    > dispositivi
    > wireless.
    > (credo piu' telefoni senza fili che cellulari, ma
    > non
    > ricordo).
    > L'articolo me lo aveva trovato mia moglie che e'
    > neurobiologa.
    > La correlazione non era nei topi, ma negli esseri
    > umani,
    > tanto
    > per essere precisi.
    >
    > Se ricordo bene, la cosa interessante e' che c'e'
    > una correlazione
    >
    > molto spiccata con la parte (destra, sinistra)
    > dove uno tiene il
    > telefono.
    >
    > Questo fatto da un lato e' una riprova della
    > presenza di un
    > effetto,
    > dall'altro mostra anche che l'effetto si riduce
    > molto con
    > la
    > distanza, come peraltro sa chiunque abbia
    > studiato
    > fisica.
    >
    > Considerando che i telefoni senza filo sono molto
    > piu' potenti
    > dei
    > cellulari e che l'unico ad usare massicciamente
    > il telefono era
    > il
    > figliolo maggiore, gli abbiamo cambiato il
    > wireless che aveva in
    > camera
    > con un telefono tradizionale con un filo luuungo.
    >
    > Noi che usiamo il cellulare massimo 3
    > minuti/giorno non ci
    > poniamo
    > invece troppi problemi.

    Sì bé che ci sia questo tipo di rischio collegato all'uso di cordless e cellulare è pacifico... ma fare qualsiasi cosa comporta un rischio.
    Muoiono più persone in incidenti stradali o di tumori correlati
    all'uso di apparecchi wireless?
    non+autenticato
  • - Scritto da: diddum
    >
    > Considerando che i telefoni senza filo sono molto
    > piu' potenti
    > dei
    > cellulari

    Eh certo, infatti i telefoni senza filo per casa devono coprire non meno di 4 Km, mentre ai cellulari bastano 50 metri...
    ruppolo
    33147
  • - Scritto da: diddum
    > Non ricordo il riferimento al momento [...]
    > ma c'e' un articolo che prova una correlazione
    > tra un certo tipo di tumore [...]

    Mancanza totale di dati precisi

    > L'articolo me lo aveva trovato mia moglie che e'
    > neurobiologa. [...]

    Riferimento ad una fonte autorevole

    > Se ricordo bene, [...]

    Fumosità

    > Questo fatto da un lato e' una riprova della
    > presenza di un effetto [...]

    Autoconferma che le informazioni fornite sono corrette

    Questo intervento è scritto come una mail di spam!!!
    non+autenticato