Claudio Tamburrino

Quanti soldi per la banda YouTube?

Saranno circa 300 milioni le spese di gestione del sito. Lasciando Google ancora in perdita

Roma - Che spese sostiene YouTube per essere in Rete? E quanto riesce ad incassare dalle visite che ottiene? Anche se secondo uno studio comScore a luglio il sito (insieme ad altri contenitori video di Google) avrebbe registrato la cifra record di 8,9 miliardi di visioni (vale a dire il 42 per cento del traffico generato online) non sembra ancora che il modello di business implementato dalla nuova gestione Mountain View stia dando i frutti sperati. Almeno secondo lo studio effettuato da CreditSuisse.

Gli analisti Spencer Wang e Kenneth Sena hanno fatto i conti in tasca al sito e stimato in circa 300 milioni di dollari la spesa necessaria per la banda nel 2009. Una prima stima era già stata effettuata ad aprile, ma non si teneva conto di alcuni fattori che permettevano di ottenere la banda attraverso il peering, l'interconnessione tra grandi network per migliorare l'efficienza dello scambio di traffico. E in quell'occasione era intervenuto il CEO Google Erich Schmidt, secondo il quale prima o poi YouTube non solo ripagherà l'azienda dell'investimento sostenuto, ma sarà una costante fonte di entrate.

Dalla prima stima di 360 milioni l'anno si è quindi arrivati a 300 milioni di dollari solo per la banda. Dibattito anche su questa nuova stima, dal momento che RampRate, una società di consulenza, ha valutato in solo 75 milioni i costi banda sostenuti da YouTube, con un risparmio del 73 per cento grazie al peering, contro il 20 per cento valutato da CreditSuisse.
A questi costi vanno poi aggiunti quelli delle licenze, di gestione, degli hardware e del marketing, per un totale di 711 milioni (circa 650 sulla base delle nuove stime).

Ancora troppo rispetto ai 240 milioni di dollari incassati dalla piattaforma. Gli analisti di CreditSuisse tuttavia ritengono che il sito, grazie al 35 per cento di margini sulla monetizzazione dei video, possa riuscire a arrivare in positivo sfruttando più clip per la pubblicità.

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
  • BusinessYouTube, il tunnel sta per finire?Per anni in molti hanno considerato la piattaforma un investimento sbagliato. C'è chi sta cambiando idea
  • BusinessSchmidt: YouTube ce la faràNulla significherebbero le nefaste previsioni per il 2009: secondo Google, YouTube troverà la sua strada. Mentre circolano speculazioni su un futuro divorzio tra la Grande G e il portalone
  • BusinessYouTube, un 2009 ancora in rossoAumenteranno le entrate, aumenteranno le occasioni per far fruttare i contenuti postati sulla piattaforma. Ma nelle casse di YouTube entrerà poco più di un terzo del denaro che ne uscirà
7 Commenti alla Notizia Quanti soldi per la banda YouTube?
Ordina
  • Certo, siamom abituati al gratis, ma far pagare l'iscrizione 5 dollari all'anno non sarebbe male.
    5euro*1.000.000utenti son 5 milioni di dollari.
    se le persone sono più di un milione... diciamo che, anche se non rientrano completamente, sarebbe un bell'introito
    non+autenticato
  • per me i modelli di business incentrati sul gratis ma con pubblicita' non sono molto efficaci.
    Apparte una minima percentuale nessuno clicca sui banner, infatti youtube sta fallendo, last.fm l'hanno gia messo a pagamento in italia, anche pandora non sta benissimo, qtrax.. e' gia fallito praticamente.
    Ricordo un po' di anni fa altavista ed altre societa' davano la connessione internet gratis installando sul computer dei banner, anche quello fallito.

    .. e poi c'e' gente convinta che il p2p legale aumenterebbe le vendite dei cd originali, ecc...
    non+autenticato
  • Vedremo... Per me si tratta solo di saper gestire come si deve il servizio in questione. Ogni cosa, anche se gratuita, può generare profitto... Basta esserne capaci. Ti pare che le televisioni private e gratuite stiano fallendo? Eppure strapagano conduttori e quant'altro.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Utente non loggato
    > Vedremo... Per me si tratta solo di saper gestire
    > come si deve il servizio in questione. Ogni cosa,
    > anche se gratuita, può generare profitto... Basta
    > esserne capaci. Ti pare che le televisioni
    > private e gratuite stiano fallendo? Eppure
    > strapagano conduttori e
    > quant'altro.

    Beh infatti le televisioni private e gratuite
    sono relativamente poche e ficcano
    ogni 5 minuti publicita' sforando regolarmente
    i limiti di legge, alzando il volume rispetto
    agli altri programmi ecc.

    Sul web fare una cosa del genere e' un suicidio professionale...
    non+autenticato
  • Google ha diffuso la piattaforma e ci ha messo decisamente molto tempo per capire come gestirne la pubblicità però oggi i banner sul video e le pubblicità nelle varie pagine di youtube renderanno youtube una macchina da soldi, anche per i produttori di contenuti (IMHO proprio per questo a breve mediaset rinuncerà alla causa in corso x il materiale protetto da copyright).

    Inoltre: quanti sono i siti e i blog che integrano video di youtube E AL TEMPO STESSO pubblicità tramite adsense? i soldi incassati in questo modo vengono contati nelle entrate del portale video? penso di no, sarebbe molto difficile quantificare un'importo.
  • Spero che abbia successo questo sito, è veramente qualcosa di rivoluzionario e merita veramente questo successo.

    Mi dispiace che iniziative così belle debbano poi fare i conti con un mercato drogato e considerato l'unica via per avere servizi innovativi come questo.
    non+autenticato
  • - Scritto da: iRoby

    > Mi dispiace che iniziative così belle debbano poi
    > fare i conti con un mercato drogato e considerato
    > l'unica via per avere servizi innovativi come
    > questo.

    Non e' questione di essere in un mercato drogato...
    nessuna attivita' umana puo' essere gratis al 100%
    un ritorno di qualche tipo c'e' sempre
    (nel caso migliore la pura soddisfazione personale).

    se noi utilizzatori vogliamo avere un servizio
    gratuito qualcuno i soldi per il suo mantenimento li deve tirare fuori.

    E questo micca solo epr Youtube, per tutto...
    la vita e' cara, e le banconote ancora non si replicano per mitosi...
    non+autenticato