Alessandro Del Rosso

AMD svela una nuova piattaforma server

Promette di migliorare le performance e ridurre i consumi energetici, sfruttando a fondo le caratteristiche dei giovani Opteron six-core

Roma - Ripercorrendo quanto già fatto nell'ambito dei sistemi desktop e notebook, AMD ha lanciato una nuova piattaforma che sposa i suoi processori server con le tecnologie acquisite da ATI. A far incontrare le CPU Opteron con i chipset e i core grafici di ATI è la nuova piattaforma Fiorano, con cui AMD tenta di coniugare performance e risparmio energetico.

Al cuore di Fiorano ci sono i giovani Opteron six-core (Istanbul), accreditati di fornire il 34% in più di performance per watt rispetto ai predecessori quad-core, e tre chipset della neonata serie SR56x0: l'SR5650, indirizzato ai sistemi a basso consumo, è il "partner" ideale degli Opteron low-voltage EE; l'SR5670 è pensato per i server mid-range, e in combinazione con gli Opteron HE rappresenta la soluzione più bilanciata tra performance e consumi; l'SR5690 si rivolge infine ai server di fascia più alta e all'high performance computing, e supporta configurazioni fino a quattro socket (in futuro anche a otto). Tutte e tre le soluzioni fanno coppia con il southbridge SP5100.

I nuovi chipset, che conservano la piena compatibilità con gli Opteron quad-core (Shanghai), promettono di migliorare le performance delle macchine virtuali e delle applicazioni di calcolo intensivo grazie alle tecnologie PCI Express (PCI-e) 2.0, HyperTransport 3, AMD Virtualization (AMD-V) e AMD-P. C'è poi un nuova tecnologia di virtualizzazione, la I/O Memory Management Unit (IOMMU), che protegge la memoria dagli accessi non autorizzati provenienti da altri dispositivi di I/O e permette la virtualizzazione del traffico I/O di sistema.
La piattaforma Fiorano si basa sulla specifica Kroner, focalizzata nel migliorare l'efficienza energetica dei server e nel semplificarne la gestione remota.

AMD afferma che le potenzialità del duo Fiorano/Kroner verranno pienamente sfruttate dalle prossime due generazioni di CPU server: l'Opteron six-core Lisbon e l'Opteron a 12 core Magny-Cours, i quali adotteranno un nuovo socket (C32 per Lisbon e G34 per Magny-Cours) che rimpiazzerà l'attuale modello "F", introdotto più di tre anni or sono.

Le prime schede madri basate sui nuovi chipset SR56x0 arriveranno sul mercato nel corso di novembre.



Alessandro Del Rosso
Notizie collegate
  • TecnologiaAMD lancia Opteron six-core a basso consumoSi tratta di un modello con un thermal design power di soli 40 watt indirizzato soprattutto ai server votati al cloud computing. Novità anche per le architetture embedded
  • BusinessAMD lancia nuovi Opteron six-coreA un mese e mezzo dal rilascio dei suoi primi Opteron a sei core, l'azienda ha annunciato cinque nuovi modelli, tra i quali una versione SE che spinge la frequenza di clock fino a 2,8 GHz
  • TecnologiaAMD lancia l'Opteron six-coreI nuovi processori sono pronti per salire a bordo di server integranti fino a otto socket e capaci di ospitare un massimo di 48 core. Svelata anche una nuova GPU embedded con supporto alle DirectX 10.1