Alessandro Del Rosso

Seagate lancia un disco SATA 3.0

Il nuovo Barracuda XT Ŕ il primo modello da 3,5 pollici a combinare una capacitÓ di 2 terabyte con un'interfaccia SATA di terza generazione: velocitÓ di punta da 6 Gbps

Roma - Sei mesi dopo averne mostrato un prototipo, Seagate ha introdotto sul mercato quello che definisce il primo hard disk da 3,5 pollici a combinare una capacità di 2TB con l'interfaccia SATA 3.0. Si tratta del Barracuda XT ST32000641AS, un modello con velocità di rotazione pari a 7200RPM e 64MB di cache

Barracuda XT ST32000641ASIndirizzato ai computer desktop di fascia alta, il nuovo Barracuda XT si contraddistingue soprattutto per l'utilizzo dell'interfaccia Serial ATA di terza generazione, capace di fornire una banda passante di 6 gigabit per secondo e di migliorare il supporto allo streaming di contenuti multimediali e alla gestione dei consumi.

Va detto che, seppure molto veloce, l'ST32000641AS può arrivare a sfruttare la banda messa a disposizione da SATA 6Gb/s solo quando i dati si trovano già nella cache integrata: negli altri casi il transfer rate fornito da SATA 2.0 sarebbe ancora più che sufficiente.
Attualmente è quasi impossibile trovare nei negozi un PC che supporti SATA 6Gb/s, ma la situazione è destinata a cambiare rapidamente. Due fra i più grandi produttori di hardware per PC, Asus e Gigabyte, hanno infatti iniziato a commercializzare schede madre dotate di un controller SATA 3.0 prodotto da Marvell. Molto presto tali controller saranno disponibili anche sotto forma di scheda di espansione per l'aggiornamento di un PC preesistente.

Va tuttavia sottolineato come la specifica 3.0 sia perfettamente compatibile con le precedenti versioni dello standard SATA: pertanto l'ST32000641AS può funzionare anche con computer che dispongano di un controller SATA 3Gb/s o 1,5Gb/s (con quest'ultima versione, tuttavia, il decadimento prestazionale sarebbe molto marcato).

Il nuovo Barracuda XT da 2TB contiene quattro piatti con una densità di memorizzazione di 368 gigabit per pollice quadrato. Per contro, il Deskstar 7K2000 lanciato lo scorso agosto da Hitachi include 5 dischi con densità pari a 292 gigabit per pollice quadrato.

Per le altre specifiche tecniche si rimanda a questa pagina del sito di Seagate.

Il Barracuda XT ST32000641AS è attualmente disponibile sul mercato nordamericano al prezzo di 300 dollari (circa 210 euro).

Negli scorsi giorni Seagate ha anche annunciato che la propria tecnologia di cifratura automatica dei dati Secure Self-Encrypting Drive (SED) è da oggi disponibile, come opzione, su tutti i propri hard disk di classe enterprise: questi comprendono i modelli delle famiglie Savvio, Constellation e Cheetah.

SED è una tecnologia di cifratura in hardware conforme alla neonata specifica di sicurezza Opal del Trusted Computing Group che fornisce autenticazione pre-boot e funzionalità di protezione dei dati utente da furti o perdite.

Alessandro Del Rosso
Notizie collegate
  • TecnologiaSATA 3.0 strizza l'occhio agli SSDIl consorzio che sviluppa la celebre interfaccia di interconnessione Serial ATA ha pubblicato la terza revisione della specifica, la quale raddoppia la velocitÓ di trasferimento dati di SATA 2.0 portandola a 6 Gbps
  • TecnologiaHDD, 2 tera firmati HitachiSposa una capacitÓ di 2TB con una velocitÓ di rotazione di 7200RPM. L'unitÓ rivaleggia con le altre di pari capienza introdotte di recente da Seagate e Western Digital
  • TecnologiaAMD abbraccerà SATA 3 a gennaioA inizio 2010 arriveranno una nuova serie di chipset capaci di supportare, tra l'altro, la giovane specifica Serial ATA 3.0. NovitÓ anche per quanti riguarda la grafica integrata
13 Commenti alla Notizia Seagate lancia un disco SATA 3.0
Ordina
  • e che servono se sui pc ci sono ancora sata 2
    non+autenticato
  • Aiiia ! mi ha colpito in piena testa... in arrivo denuncia per Seagate.
    non+autenticato
  • Secondo me, gli HD sono destinati a sparire dall'interno del PC, soppiantati dai più prestanti, silenziosi SSD che oltretutto non producono nè calore nè vibrazioni.
    Gli HD a testine possono avere un futuro solo se puntano sulla stabilità (non conto gli HD che mi si sono rotti) e sulla capacità. Un hard disk con movimenti meccanici non potrà mai competere con degli SSD.
    non+autenticato
  • Finchè non ci sarà parità di prezzi...
    Funz
    12995
  • Bhè guarda discorso prezzi a parte (e intendo soprattutto il rapporto prezzo/capacità) non sono poi del tutto sicuro che i dischi ssd siano poi così tanto destinati a soppiantare in toto i tradizionali piatti.

    Nonostante l'avanzamento tecnologico che hanno avuto le memorie flash supportano sempre e solo un numero finito di cicli di lettura/scrittura che è nettamente inferiore a quello dei piatti magnetici, se a questo sommi il fatto che tutti i dischi fissi prodotti da un decennio a questa parte possono rimappare i settori danneggiati in un'area del disco "di servizio" (che è praticamente un secondo disco inutilizzabile per l'utente) ne ottieni una durabilità praticamente infinita.

    Forse in ambito desktop la cosa potrà anche andare bene ma pensando in un ambito server/enterprise dove le informazioni subiscono continue letture e scritture dubito che gli ssd prenderanno piede facilmente
    mura
    1720
  • per come la vedo io, al di là del disco di seagate, l'introduzione del Sata3 è una buona cosa.

    mi riferisco soprattutto ai dischi SSD come lo X25 di intel (tanto per citarne uno dei più famosi/diffusi)... quello ad esempio arriva non di rado a saturare il Sata2 per via delle prestazioni che garantisce. l'arrivo del sata3 sposta in alto l'asticella dando così un po' di respiro all'incremento prestazionale di questi SSD nel prossimo futuro
    non+autenticato
  • - Scritto da: pappone
    > ...mi riferisco soprattutto ai dischi SSD...

    Peccato che questi dischi siano appunto meccanici....
  • ...lo so, meglio non mettere subito la risposta burlona al subject e passare alle cose serie.
    E' curioso il fatto che pur non essendoci ancora l'hardware necessario per sfruttare sata 3.0 vengano gia' commercializzati i dischi.
    Meccanici, per giunta.
    Cioe' se attacco 'sto mostro ad un controller 2.0 mi andra' a 3gbit/s, tanto quanto quello che ho gia'.
    Forse un pelino piu' veloce, ma non troppo.
    Se la situazione e' destinata a cambiare rapidamente... allora tanto vale aspettare che escano controller 3.0 in grado di sfruttare la superiore velocita' della cache del disco.
    Anche perche' a quel prezzo, se voglio avere prestazioni superiori, mi compro due dischi sata 2.0 e li metto in raid 0 (striping).

    GT

    PS: in risposta al subject: "due feriti, prognosi riservata".
  • - Scritto da: Guybrush
    > ...lo so, meglio non mettere subito la risposta
    > burlona al subject e passare alle cose
    > serie.
    > E' curioso il fatto che pur non essendoci ancora
    > l'hardware necessario per sfruttare sata 3.0
    > vengano gia' commercializzati i
    > dischi.
    > Meccanici, per giunta.
    > Cioe' se attacco 'sto mostro ad un controller 2.0
    > mi andra' a 3gbit/s, tanto quanto quello che ho
    > gia'.
    > Forse un pelino piu' veloce, ma non troppo.
    > Se la situazione e' destinata a cambiare
    > rapidamente... allora tanto vale aspettare che
    > escano controller 3.0 in grado di sfruttare la
    > superiore velocita' della cache del
    > disco.
    > Anche perche' a quel prezzo, se voglio avere
    > prestazioni superiori, mi compro due dischi sata
    > 2.0 e li metto in raid 0
    > (striping).
    >
    > GT
    >
    > PS: in risposta al subject: "due feriti, prognosi
    > riservata".

    Credo sia un modo per iniziare a spingere i produttori a passare al nuovo sata 3, in previsione futura.
    Se iniziano ad integrare tutti controller sata3 invece che sata2, domani non ci troveremmo costretti a cambiare scheda madre per montare un disco che supporti effettivamente il sata3.
    non+autenticato
  • > Se iniziano ad integrare tutti controller sata3
    > invece che sata2, domani non ci troveremmo
    > costretti a cambiare scheda madre per montare un
    > disco che supporti effettivamente il
    > sata3.

    non vedo questa necessità.. non ritireranno dal mercato i sata/sata2 ed in più il sata3 è comunque utilizzabileSorride

    certo se uno vuole il pc sempre aggiornato all'ultimo cip povero lui.. ogni settimana deve cambiare pezzi! eheheh
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)