Samsung scommette sugli LCD organici

Con una partnership il gigante dei display LCD abbraccia la tecnologia OLED, una grande promessa nel campo delle tecnologie LCD che potrebbe drasticamente ridurre spessore e consumi degli schermi usati nei dispositivi mobili

Seoul (Corea del Sud) - Lo sviluppo della tecnologia OLED (organic light-emitting diode), che promette di rivoluzionare il settore dei display a cristalli liquidi, potrebbe ricevere un forte impulso dalla collaborazione appena annunciata fra Samsung, uno dei più grossi produttori di display LCD al mondo, e la start-up Vitex Systems, specializzata nello sviluppo di tecnologie LCD organiche.

Insieme le due aziende contano di accelerare la creazione e la commercializzazione di una nuova generazione di display LCD per i dispositivi mobili che, grazie alla tecnologia OLED, siano più sottili, più leggeri e in grado di consumare meno.

Vitex sostiene di essere al lavoro su di un nuovo tipo di display OLED a colori che promette di essere fino al 50% più sottile e leggero rispetto ai display LCD tradizionali. Il rilascio sul mercato dovrebbe avvenire nel 2004.
Sono diverse le aziende del settore che stanno sviluppando tecnologie OLED ma, nonostante i grandi passai avanti, questa tecnologia rimane ancora confinata ai dispositivi mobili: gli analisti sostengono che ci vorrà probabilmente ancora una decina d'anni prima che questa possa rimpiazzare le tecnologie LCD tradizionali.

Uno dei più grandi vantaggi dei display OLED è quello di non necessitare di retroilluminazione: i materiali polimerici con cui vengono costruiti sono infatti in grado di emettere luce propria. Questo consentirà, in prospettiva, di costruire schermi "flessibili" che possono essere arrotolati su sé stessi alla stessa stregua di un poster.

Fra le prime ad aver sviluppato prototipi o prodotti commerciali basati sulla tecnologia OLED vi sono Toshiba, Sony, LG, Sharp, Canon e IBM, ma fino ad oggi i display organici sono stati utilizzati quasi esclusivamente sui piccoli dispositivi.
7 Commenti alla Notizia Samsung scommette sugli LCD organici
Ordina
  • Ma perche invece di fare commenti cretini non vai a lavare i cessi ?
    non+autenticato
  • "gli analisti sostengono che ci vorrà probabilmente ancora una decina d'anni prima che questa possa rimpiazzare le tecnologie LCD tradizionali."


    ... ma perche' gli analisti quando non san che pesci pigliare dicono sempre "una decina d'anni".. che piffero di analisti...
    non+autenticato
  • Ke commento cretino.

    E' impossibile fare previsioni abbastanza attendibili a lungo termine.
    Rikiede gia' un discreto sforzo capire ke si tratta di qualcosa ke avverra' nel lungo termine......
  • Questa tecnologia e' nata proprio nel momento in cui venivano fuori i primi modelli di monitor LCD e quindi chiaro ed evidente che prima i colossi devono smaltire i costi di produzione dei modelli LCD poi guadagnare poi inventare qualcosa di altro.
    Tuttavia oltre ad OLED che gia' viene applicata su alcuni nuovi cellulari a colori vi e' un'altra tecnologia OLEP molto piu'
    performante ed a bassissimi costi di produzione.

    In pratica e' come dire che l'automobile a idrogeno c'e' ma verra' costruita solo dopo il 2015 .... pur sapendo che il petrolio uccide l'aria che respiriamo
    non+autenticato
  • Nelle ultime fiere di settore è già esposta e vendibile ( anche se ancora troppo cara ) si parla di commercializzazione nel 2004...
    10 anni ......
  • a parte che per l'automobile scenziati indipendenti hanno tutti ben detto che le case sono pronte ma ciò che non è pronto e il metodo con cui produrre idrogeno, e il sistema di trasporto e stoccaggio dello stesso,l'Hindemberg dovrebbe ar ricordare che l'idrogeno è il combustibile più pericoloso) produrre idrogeno costa più di quello che rende per cui produrre 1000 di idrogeno costa 1500 di elettricità e siccome il nucleare è pericoloso e crea scorie radiottive, mentre il petrolio e il carbone di cui le centrali elettriche italiane in gran parte fanno uso, l'inqueinamento si sposterebbe dalle macchine alle centrali, un vero e proprio utilizzo di idrogeno sarà possibile quando si avranno centrali elettriche a fusione nucleare (poco inquinanti e pericolose) al posto di quelle attuali a fissione nucleare con costi quindi bassi e inquinamento dell'aria nullo e produzione limitata di scorio poco radiottive (rispetto al nucleare classico) ma fino all'ora come produci l'idrogeno che non si trova sciolto in natura come il metano? Bruciando petrolio e carbone coem faccimao ora per illuminare l'italia? per ilr esto non dimenticare che chi studia e investe in ricerca non può permettersi di non sfruttare e sue ricerche e gli investimenti sugli lcd classici per passare agli oled o olep perchè altrimenti come accantonerebbe i soldi per le ricerchè? smettiamola con al demagogia, con le palle che ci danno teconoligia vecchia per smaltire le scorte le aziende devono vivere e guadagnare per investire in ricerca e non lo fanno certo abbandonando ogni tecnologia in soli 1 o 2 anni, chiedete a tewlecom se gli investimenti in ISDN alla fine con l'arrivo di ADSL le sono rientrati e se domanie sce uan super ADSLe telecom ancora non ha finito di cablare l'italia a ADSL che fa? sapete il costo di trasformazione di ogni centralina telecom per la ADSL? 45000 euro.... se non le ritornano perchè dovrebbe investire in nuove teconologie ben sapendo che mentre ancora non ha iniziatoa guadagnare già altro sta uscendo? Certo se invece di apgare 39 euro al mese si è disposti a pagarne 3900 e invece di pagare un LCD oggi da 15" 360 euro si è disposti a pagarlo 36000 perchè non passare subito agli oled? e magari subito al pentium 3000?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo

    > a parte che per l'automobile scenziati
    > indipendenti hanno
    > [...]
    > perchè non passare subito agli oled? e magar
    > i subito al pentium 3000?

    CLAP CLAP CLAP CLAP

    :)) Grazie Yoda!!!

    Era dai tempi di Frassica a "quelli della notte" che non mi divertivo cosi'!
    Ho ancora le lacrime agli occhi!
    Terra2
    2332