EUCD, nuovo ok in Commissione

Anche la Commissione Cultura, Scienze e Istruzione della Camera dei Deputati esprime parere favorevole al recepimento della direttiva europea sul diritto d'autore. Più vicino l'ok della Camera

Roma - Non si ferma la corsa della European Union Copyright Directive (EUCD) che è sempre più vicina ad essere recepita anche nell'ordinamento italiano. Martedì scorso, infatti, la VII Commissione della Camera dei Deputati ha dato il proprio parere favorevole.

Il parere favorevole è stato votato dalla Commissione con alcuni distinguo che riguardano procedure di natura tecnica ma in nessun modo toccano il cuore della direttiva, ritenuto da molti assolutamente pericoloso per la libertà di sviluppo e di ricerca scientifica e, più in generale, per le libertà digitali.

Come noto la EUCD, sulla quale già si è espressa favorevolmente anche la Commissione sulle politiche UE della Camera, è pensata per armonizzare le normative sul diritto d'autore nell'Unione, una armonizzazione che prevede una sostanziale espansione del diritto di proprietà intellettuale con conseguenze secondo molti nefaste sull'innovazione tecnologica. Non è un caso che quando si parla di EUCD i più ricordano anche il Digital Millennium Copyright Act (DMCA) americano, una normativa varata nel 1998 che oggi invade e limita ampi settori della ricerca.
Con questi pareri favorevoli il cammino della EUCD in Italia diventa meno lungo, sebbene il decreto legislativo di recepimento debba ancora superare altri esami in commissione e ottenere l'ok della Camera prima di passare al Senato.
12 Commenti alla Notizia EUCD, nuovo ok in Commissione
Ordina
  • Questa storia mi sembra di averla gia' sentita...mmhhh...mhh....a si....le assicurazioni auto...
    Siccome ci sono troppe truffe, noi alziamo i prezzi...ve lo ricordate solo un paio di anni fa....
    Troppo facile fare' cosi'...siccome ci sono i pirati, noi alziamo i prezzi e pagate tutti. Un po' come succedeva a scuola, qualcuno faceva la pernacchia al professore e lui si incazzava dicendo: Se non esce il colpevole punisco tutta la classe. Mah!
  • E' inutile aspettarsi da questo Parlamento/Esecutivo un cambio di rotta, per almeno tre motivi:

    1) Non hanno alcuna sensibilita' scientifico/tecnologica: basta vedere che cosa stanno facendo alla ricerca italiana (probabilmente pensano che il CNR dovrebbe sviluppare software gestionale...)
    2) Poiche' gran parte di loro risiede in posizioni di controllo di grandi gruppi industriali e del multimediale (quando non ne sono i proprietari), certamente non si schiereranno dalla parte dei consumatori/utenti.
    3) Sono totalmente assoggettati agli USA (e la EUCD e' una scopiazzatura del DCMA).

    E' triste, ma questa e' la realta'.

    Saluti
  • e cultura?

    Non ho capito una cosa:
    cosa succederebbe per caso se un matematico scopre miracolosamente che la fattorizzazione dei numeri primi è un problema polinomiale? Una delle più grandi scoperte informatiche (e un po' anche matematiche) di tutti i tempi....
    eppure ciò comprometerebbe tutti i sistemi di criptazione finora realizzati.... non sarebbe una violazione all'EUCD?

    Se si, perché questa commissione, che ha approvato l'EUCD, si chiama scientifica?
    non+autenticato
  • Ottima osservazione!Occhiolino

    be', potrebbero provare a crittare con gli algoritmi che sfruttano i frattali, invece dei numeri primi... pero` sarebbe davvero da chiederglielo, a quella certa commissione. eheh...
    non+autenticato
  • In tal caso dovrebbe tenere la bocca chiusa, oppure andare in galera e vedere la sua scoperta censurata.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > In tal caso dovrebbe tenere la bocca chiusa,
    > oppure andare in galera e vedere la sua
    > scoperta censurata.

    Oppure divulgare la sua scoperta da un Paese dove il DMCA/EUCD non vige. Del resto facevano così anche ai tempi di Galileo: i libri censurati dall'Inquisizione apparivano negli scaffali delle librerie di Amsterdam.

    Se non sbaglio la Finlandia ha già rimandato a casa l'eucd...

    non+autenticato
  • Gente, non vorrei sembrare pirla ma pechè non glielo chiediamo?!

    Possibile che non ci sia modo di segnalare alla commissione questo fatto?!

    Redazione, che ne dite di una lettera aperta a tal proposito alla Camera?!


    .oO Kermit Oo.
  • AF Digitale lo ha fatto e lo hanno fatto anche grosse associazioni, forse non si stanno impegnando a sufficienza le associazioni di consumatori, ma non dimentichiamo che in italia si copia il 50% delle opere letterarie e musicali e presto altrettanto si farà con i film in dvd e ciò non è giusto, poi in questo modo chi usa i cd vergini per lavorare e per backup dei dati si vedrà raddoppiare il costo dei cd e sostenere costi non giustificati per colpa dei pirati. La Siae E le case discografiche ecc esagerano ma hanno una base valida su cui fare leva (i numeri della pirateria informatica) dall'altra la gente ha ragione a lamentarsi ma poi alzi al mano chi non ha almeno un cd copiato illegalemente, e alla fine ci rimettiamo tutti, certo se lo stato ricordasse e lo facessi maniera dura che altrove i cd costano meno.... ma è considerato giusto avere tra stato e stato prezzi diversi per un bene se le ragioni di mercato impongono questa scelta e cioè se in francia i cellulari costano meno perchè il merato è più difficile o in inghilterra i cd costano meno per altre ragioni io dico solo che per la musica si dimezzasse il costo dei cd si ridurrebbe almeno del 40 % la pirateria se non del 50% senza togliere niente a nessuno
    non+autenticato
  • Ok. Questa legge dice che è vietato rimuovere o bypassare un dispositivo antiduplicazione, hardware o software. Ma se il mio hardware non possiede un simile dispositivo, (e di conseguenza non è in grado di leggere contenuti protetti), ed il software non è protetto (opensource in genere), o comunque il dispositivo anticopia dell'hardware mi consente di leggere un contenuto non protetto, allora non commetto alcun reato... giusto?

    mi sa che mi terrò a lungo il computer che uso adesso... con linux. E chissenefrega se non ci potrò vedere l'ultimo dvd della disney - non lo comprerò punto e basta.

    E fanc**** ai DVD, io vado ancora a VHS.
    non+autenticato
  • I VHS fanno presto a sparire dal mercato, e così anche i CD, la TV non crittata... Se conservi i tuoi vecchi CD, devi solo aspettare che la roba non protetta diventi illegale, come hanno già provato a fare in USA (e prima o poi ci riusciranno).
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > I VHS fanno presto a sparire dal mercato,

    Può darsi.... ma com'è che il CD in 20 anni non ha soppiantato del tutto l'audiocassetta?

    > così anche i CD,

    può darsi... ma non credo che la gente correrà a ricomprarsi tutto quanto nel nuovo formato, ci vorrà Taaanto tempo...

    > la TV non crittata...

    Fammi pensare... Telepiù... Stream.... oltre dieci anni di Tv crittata e solo un paio di milioni di abbonamenti.... Non mi sembra che la gente faccia la fila... E comunque, se elimini la TV non crittata un veicolo pubblicitario va a farsi benedire (te li immagini i film A PAGAMENTO interrotti dalla pubblicità??????), e non credo che i vari mike bongiorno & company la prenderebbero con filosofia (i loro programmi non avrebbero più alcuna ragione d'esistere - per me è un bene, ma...), e poi non dimenticare che la TV è anche un mezzo di propaganda POLITICA, e quindi ai politici fa comodo che esistano canali TV in chiaro e a fruizione gratuita. Su tutto questo il miconsenta ci ha creato la sua fortuna.

    > Se conservi i tuoi vecchi CD, devi solo
    > aspettare che la roba non protetta diventi
    > illegale, come hanno già provato a fare in
    > USA (e prima o poi ci riusciranno).

    Be per ora non ci sono riusciti... la strada è lunga per arrivare a tanto (per fortuna). Ma se mai dovesse avvenire, allora

    1) comprerò meno di tutto
    2) Be... voglio vedere se aboliranno anche i cari vecchi libri DI CARTA....
    non+autenticato
  • > 2) Be... voglio vedere se aboliranno anche i
    > cari vecchi libri DI CARTA....

    se al Grande Fratello di Orwell stiamo praticamente arrivando, perche' non dovrebbe avverarsi anche qualcosa in stile Farenheit 451?
    non+autenticato