Giorgio Pontico

Niente più carta per un dominio italiano

Dopo anni di discussioni e polemiche cambia e si semplifica l'iter di registrazione dei domini .it

Roma - Per registrare un dominio .it da oggi non è più richiesto inviare la LAR, quella Lettera di Assunzione di Responsabilità che per un decennio ha rallentato le richieste di chi voleva associare al proprio nome un dominio italiano di secondo livello.

L'autorità competente continuerà ad essere informata su chi si assume il controllo di un dominio. A variare sono le modalità con cui la procedura di registrazione viene comunicata al Network Information Centre per l'Italia: il tutto avverrà attraverso una piattaforma di sincronizzazione che dovrà essere sviluppata dai singoli registrar.

Grazie alla trasmissione in tempo reale della domanda in pochi secondi l'utente che effettua la registrazione riceverà ora un codice che gli garantisce la proprietà del dominio. Il famoso e contestato fax non è più contemplato in questo genere di procedura. Per la soddisfazione di registrar e utenti italiani.
Giorgio Pontico
Notizie collegate
  • AttualitàItalia, rete rallentata dalla burocrazia?Ne parla un webmaster, prendendo spunto dalle difficoltà in cui ci si può imbattere registrando un dominio italiano, un .it. Carte e lettere possono scoraggiare la diffusione delle attività online?
  • Digital LifeNuove pastette sui domini .it?La RA firma un accordo con Infocamere per il passaggio a quest'ultima dei dati di registrazione dei domini. Bypassata la Naming Authority, in dubbio la legittimità dell'operazione. Dubbi anche sulla gestione dei dati da parte di Infocamere
  • AttualitàDomini .it, la posizione del Registro italianoIn seguito alle dure critiche dell'associazione dei registrar AHR, il Registro del ccTLC .it replica, spiegando come registrare un dominio .it già ora sia molto più facile e veloce che in passato
  • AttualitàDomini .it sotto sforzo? La rispostaIl responsabile del Registro del ccTLD .it ha trasmesso a PI la posizione ufficiale in merito alle polemiche sull'attuale gestione delle registrazioni dei domini .it. La pubblichiamo di seguito integralmente
43 Commenti alla Notizia Niente più carta per un dominio italiano
Ordina
  • L'eterna gerontocrazia al potere ha fatto un passetto avanti... la montagna ha partorito il topolino...

    PARTURIUNT MONTES... NASCETUR RIDICULUS MUS!

    Di questo passo fra 100 anni forse saremo un paese moderno.

    Che vergogna!!!!!!!!!!!!!!!
    non+autenticato
  • L'adeguamento non è così semplice e prevede che ogni Maintainer si adegui ad una procedura informatizzata che, è giusta e finalmente è arrivata, ma è cmq onerosa, merita un investimento di tempo e danaro. Chi non registra qualche centinaio di domini a settimana preferirà appoggiarsi ad un player più grande, quindi noi piccoli spariremo.
    non+autenticato
  • Purtroppo la notizia è vera solo in parte visto che attualmente solo i big del settore godono di questa funzionalità ....e gli altri!!! parlo di mantainer già predisposti e accreditati dall'ente italiano ma che non hanno ancora il consenso.....

    Parlo da diretto interessato visto che oggi 30/09/2009 il mio mantainer non risulta ancora autorizzato e ho dovuto mandare un fax.
    non+autenticato
  • Un maintainer accreditato perchè ha eseguito il test, se vuole, dopo 5,6gg può essere in produzione.
    Dal test passa 1 giorno per ricevere la fattura via email. La si paga e dopo 5,6gg il registro (nella normalità) procede all'attivazione.
    Ciò non significa che poi il MNT accreditato abbia la struttura per reggere il sincrono
  • Tutto contento, vado sul sito di Tuonome per registrare un dominio .it e.... cosa trovo?
    In fondo al form un' "area firma", nella quale uno DEVE FIRMARE CON IL MOUSE!!!!!!!
    M A    S T I A M O   S C H E R Z A N D O ????

    Che razza di validità ha????? Io sono anni che uso il mouse, ho provato a fare la mia firma ed è uscito un pastrocchio!!!!!!!!!!!

    E in piccolo c'è scritto che in alternativa si deve inviare il FAX.

    Qui qualcuno s'è bevuto il cervello.
    non+autenticato
  • Ho appena registrato un paio di domini per dei clienti... Sembra funzionare.

    Di questo passo, forse tra 1000 o 2000 anni aboliremo anche il certificato antimafia (che è un'autocertificazione... come se la mafia avesse paura a dire bugie), il DURC (documento di regolarità contributiva) in carta (falsificabile con una fotocopiatrice in 10 secondi netti... quando basterebbe fare un sito Internet con un bel box di ricerca: si inserisce il codice fiscale della ditta e si vede se è in regola o no. In tempo reale, non falsificabile e gratuito), il certificato di iscrizone alla camera di commercio (altro costoso e inutile pezzo di carta... hanno inventato Internet ma non se ne sono accorti), ecc. ecc.

    Ciao.
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | Successiva
(pagina 1/5 - 25 discussioni)