Mauro Vecchio

La lista di Twitter

In fase di testing una nuova funzionalità che permetterà agli utenti cinguettanti di raggruppare stormi di seguaci in gruppi che fanno perno su un determinato tema

Roma - Una delle difficoltà principali che potrebbero ostacolare il cammino social degli utenti Twitter è costituita dal numero dei follower che, una volta aumentato in maniera consistente, va ad affollare le singole pagine con continui cinguettii. Ma potrebbe essere un ricordo del passato. Lo ha annunciato Nick Kallen in un recente post sul blog ufficiale del servizio di microblogging: molto presto verrà diffusa Lists, funzionalità che permetterà a tutti gli iscritti di creare liste di account.

"Si tratta di un nuovo strumento - ha spiegato Kallen, a capo del progetto Lists - che stiamo ancora testando con un piccolo sottoinsieme di nostri utenti". L'idea alla base è fare in modo che coloro che animano i profili Twitter arrivino ad usare la piattaforma stessa per raggruppare i follower, senza dover ricorrere per forza ad applicazioni di terze parti come Lunch e TweepML.

Ogni gruppo potrà essere messo in piedi intorno ad un determinato tema specifico: "si potrebbero creare - ha continuato Kallen sul blog ufficiale - liste come quella degli account più divertenti, oppure su sportivi, aziende locali, semplici amici. Insomma, ogni insieme che abbia un senso".
Questi gruppi saranno pubblici di default, ovviamente trasformabili in privati e linkabili dal proprio profilo Twitter. Ogni utente potrà iscriversi alle liste che verranno successivamente rese disponibili per gli sviluppatori di applicazioni tramite apposita API.

Mauro Vecchio
Notizie collegate
  • BusinessTwitter vale un miliardo e i fringuelli chiacchieranoL'ultima tornata di finanziamenti ha fatto crescere il valore della piattaforma fino a superare il tetto di un miliardo di dollari. Nel frattempo è in fase di test un nuovo modo di cinguettare: via VoIP
  • AttualitàUn Twitter più trasparenteIl tecno-fringuello inquadra nel suo obiettivo quattro diverse tematiche. Dallo spam agli sviluppatori. Dalla pubblicità alla proprietà dei contenuti
  • TecnologiaFacebook si spogliaTolti gli indumenti più pesanti per una nuova veste più leggera. Ne beneficeranno gli utenti dalle connessioni più lente e tutti quelli che non hanno mai visto di buon occhio applicazioni e riquadri
3 Commenti alla Notizia La lista di Twitter
Ordina