Alfonso Maruccia

Google: Microsoft, supporta SVG!

Mountain View continua a far pressione su Redmond chiedendo l'ammodernamento del suo browser e l'integrazione dello standard di grafica vettoriale del web. Intanto Chrome fa girare codice x86

Roma - Non bastassero le polemiche scaturite dalla distribuzione di Chrome Frame, il componente aggiuntivo pensato per ammodernare le capacità e le funzionalità di Internet Explorer iniettandovi dentro una buona dose di Chrome, Google continua a far pressione su Microsoft affinché porti il framework del suo browser quantomeno alla pari, in fatto di supporto per gli standard web, con le soluzioni concorrenti.

Ultimo protagonista in ordine di tempo di una battaglia sempre più serrata è il formato SVG (Scalable Vector Graphics), lo standard di grafica vettoriale (basato su XML) promosso dal W3C e oramai implementato dalla quasi totalità dei browser oggi in circolazione. Fanno da testimoni al successo, e al grado di richiesta di una tale tecnologia da parte di sviluppatori e artisti, la sua storia decennale e l'utilizzo esteso su Wikipedia e gli altri siti (Wikimedia Commons) della piattaforma Wikimedia.

SVG parrebbe essere la risposta ideale a un desiderio ben preciso del popolo del web, ha sostenuto lo sviluppatore di Google e membro dell'Open Web Advocacy Group Brad Neuberg alla conferenza SVG Open 2009, ma la totale assenza di supporto da parte di Internet Explorer ha sin qui frenato la sua adozione estesa sul mercato.
"Le persone vogliono poter disegnare sul Web" ha detto Neuberg, "vogliono SVG e Canvas. C'è un evidente richiesta di mercato" a cui Microsoft sarebbe stata finora insensibile e per cui l'attuale soluzione tampone, la libreria JavaScript SVGWeb sempre a opera di Google, non è in grado di fornire la stessa flessibilità e le stesse performance possibili con una implementazione nativa a livello di design del browser.

Alla conferenza erano presenti anche due uomini Microsoft, fatto che Neuberg ha apprezzato pubblicamente ma che non ha portato a nessuna particolare dichiarazione o dimostrazione di buoni propositi sulla strada dell'agognato supporto di SVG in IE. Google ammette che tra i vantaggi del formato vettoriale c'è la sua spiccata propensione alle ricerche, caratteristica che non può non andare a genio a una società che fa del search sul web la sua testa di ponte più importante per i business online.

Oltre che sulla grafica vettoriale e gli standard aperti, infine, Google non smette di dar battaglia a Microsoft nemmeno sul fronte dell'esecuzione di codice x86 nativo direttamente nel browser: il progetto Native Client, annunciato come la possibile tecnologia in grado di spostare l'ago della bilancia dai sistemi operativi locali alle applicazioni da cloud computing, è stato finalmente aggiunto nell'ultima build ufficiale di Chrome.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
29 Commenti alla Notizia Google: Microsoft, supporta SVG!
Ordina
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 7 discussioni)