Alessandro Del Rosso

Nvidia congela i chipset per Nehalem

Interrotto lo sviluppo di chipset per le CPU Intel di nuova generazione. In attesa del risolversi di un contenzioso legale con la rivale. A rischio, dicono gli osservatori, il futuro di tutti i chipset nForce

Roma - Nvidia non produrrà alcun chipset per i nuovi processori Core i5 e i7 di Intel, almeno fino a che il contenzioso legale con il chipmaker concorrente non sarà concluso. A darne notizia è la stessa Nvidia, che ha giustificato questa drastica mossa con le "sleali tattiche commerciali" portate avanti da Intel.

Alla base della decisione di Nvidia c'è, come si è detto, una causa legale in corso che vede le due rivali accusarsi l'un l'altra di aver violato un contratto di licenza firmato nel 2004 e relativo alla connessione tra chipset e processore. In particolare, Intel sostiene che Nvidia non è autorizzata a produrre chipset per le sue nuove CPU con controller di memoria integrato, come quelle Nehalem: il motivo è che per comunicare con l'esterno tali chip non usano più il vecchio front-side bus (FSB), ma la nuova Direct Media Interface (DMI), tecnologia che secondo Intel non è coperta dall'accordo di licenza in essere. Di parere contrario Nvidia, che all'inizio dell'anno ha controdenunciato Intel.

"Dal momento che Intel ha detto ai clienti e al mercato che noi non abbiamo la licenza per il nuovo bus DSI, avvalendosi inoltre di scorrette tattiche di business, diventa per noi impossibile commercializzare chipset per le future CPU (di Intel, NdR)" ha dichiarato Ken Brown, portavoce di Nvidia, in un comunicato. "Di conseguenza, finché il prossimo anno non risolveremo la questione in tribunale, posticiperemo ulteriori investimenti sulle CPU DMI di Intel".
La decisione di Nvidia di congelare tutte le attività di ricerca e sviluppo sui chipset per Nehalem è destinata ad avere ripercussioni anche nel mondo Mac: la stragrande maggioranza dei più recenti computer di Apple utilizza infatti chipset di Nvidia, e se quest'ultima non dovesse risolvere la questione con Intel in tempi brevi il suo rapporto commerciale con la casa di Cupertino potrebbe interrompersi o venire fortemente ridimensionato. A trarre vantaggio da tutto ciò potrebbe essere proprio Intel, che a quel punto avrebbe l'opportunità di tornare il principale - se non persino unico - fornitore di chipset per i Mac.

Brown ha invece assicurato che la sua azienda continuerà a commercializzare e sviluppare chipset nForce per le CPU di Intel con FSB, come i processori Core 2, un segmento di mercato che secondo Nvidia "ha ancora una lunga e prospera vita davanti a sé". La soluzione su cui Nvidia ha intenzione di investire più risorse è il system-on-chip ION per processori Atom, con cui lo scorso anno il produttore ritiene di aver "scosso" l'intera industria del settore. Di ION è già stato pianificato il rilascio di un successore nel primo trimestre del prossimo anno. ION 2 dovrà però affrontare la concorrenza dell'altrettanto imminente piattaforma Pine Trail di Intel, che come ION utilizzerà un design SoC e supporterà il video in alta definizione.

Brown ha ricordato come ION sia già stato utilizzato da clienti come Apple, Dell, HP, Lenovo, Samsung, Acer e Asus, e si è detto fiducioso del fatto che molti altri clienti adotteranno questa soluzione nel prossimo futuro.

Il portavoce di Nvidia ha infine detto che i chipset per le CPU di AMD stanno vendendo molto bene, e soprattutto l'MPC61 "mantiene un'eccellente posizione nel segmento delle CPU entry-level, dove le CPU di AMD sono più competitive nei confronti di quelle Intel".

In apparente contraddizione con le parole di Brown, però, PC Magazine ha riportato un'indiscrezione secondo cui Nvidia starebbe per interrompere anche lo sviluppo di chipset per le piattaforme AMD, e questo nonostante la questione relativa alla licenza di DMI non dovrebbe in alcun modo influenzare le strategie commerciali dell'azienda.

Se tale voce si rivelasse fondata, confermerebbe il sospetto - espresso da alcuni osservatori del settore - che dietro alla decisione di Nvidia relativa ai chipset per Nehalem non vi sia solo la questione legale con Intel, ma probabilmente anche una questione economica.

"Sebbene Nvidia sembri determinata a dare tutta la colpa di questa mossa ad Intel, appare assai più credibile che l'azienda sia stata costretta ad anticipare questa dolorosa ma inevitabile decisione per via di una combinazione di fattori: la disputa con Intel e le attuali condizioni economiche", ha commentato Ars Technica.

Alessandro Del Rosso
Notizie collegate
  • AttualitàIntel vs NVIDIA, atto secondoLa produttrice di schede grafiche GeForce ribatte alle accuse del chipmaker, sostenendo davanti al giudice che gli accordi di licenza con quest'ultimo le permettono di produrre chipset come le pare. Anche per Nehalem
  • AttualitàIntel e Nvidia ai ferri cortiChi pensava ad una coesistenza pacifica si sbagliava di grosso. I due produttori sono pronti allo scontro anche in tribunale. Al centro, gli accordi commerciali per la costruzione dei chipset
  • AttualitàAMD contro Intel, NVIDIA pureDopo le sanzioni comminate a Santa Clara il mercato dei microprocessori e GPU continua a essere incandescente: i due principali chipmaker se le danno di santa ragione con sfottò e minacce, mentre NVIDIA prova a rincarare la dose della megamulta europea
  • TecnologiaSpeciale IDF/ Il futuro prossimo dei chip IntelAll'Intel Developer Forum Fall 2009 il chipmaker californiano si è mostrato a tutto tondo. Nuove informazioni sui futuri processori, sulle tecnologie a 32 e 22 nm, sulla GPU Larrabee e sulle prossime piattaforme Atom-based
54 Commenti alla Notizia Nvidia congela i chipset per Nehalem
Ordina
  • Dopo tanti anni di fedeltà ad Nvidia, è decisamente giunto il momento di passare ad ATI, che oramai ha già effettuato il sorpasso da qualche anno.
    non+autenticato
  • Ma sorpasso DOVE?

    Perchè scrivete sempre stupidaggini senza confrontare i numeri?
    Se tu sei un utente entry-level con very-low-budget ovviamente preferirai ATI per le schede video...ma qui parliamo di nVidia che produce CHIPSET per il controllo/gestione di CPU/MEM della Scheda Madre su processori Intel.
    Attualmente nessun computer basato sul massimo della soluzione AMD+ATI supera il massimo di nVidia+INTEL...anzi, ci sta di gran lunga sotto.

    Se parli solo di budget posso essere d'accordo in parte con te (però è O.T. in questa discussione), mentre per quanto riguarda la PRESTAZIONI sei completamente fuori strada.
    non+autenticato
  • hai ragione,
    la combo intel / nvidia è l'unica per avere il top di performance.
    Io comunque preferisco amd per 2 motivi:
    - mi piace essere cliente del produttore con meno market share
    per tenere viva un minimo di concorrenzaCon la lingua fuori
    - nel rapporto prezzo/prestazioni amd se la gioca bene e spesso ne
    esce vincitrice (anche se l'ultimo phenomII che ho comprato non era
    il vincitore in questo campo)

    una cosa in cui spero tanto è che amd al fine di guadagnare qualche
    (fedele) cliente rilasci il più possibile documentazione e driver
    open source. in ambito cpu ci siamo, in ambito video ha cominciato ma non
    c'e' ancora tutto (es. stream sdk è solo parzialmente open source)
    non+autenticato
  • Sorpasso eccome, le ati montano le GDDR5 mentre le nvidia sono impalate alle GDDR3, le ATI supportano il DirectX 11 mentre le NVIDIA sono ferme al 10, le ATI sfruttano i tutti e quattro i core dei processori intel i7, mentre la Nvidia è in grado di operare unicamente con un singolo core... cosa vuoi di più? Numeri, eccoti accontentato, trovami una nvidia più potente della ATI Radeon HD 5870 (ottobre 2009)
    non+autenticato
  • Avere DDR più veloci non significa necessariamente più potenza. Se il BANDWITH (sezione dell'ipotetico "tubo" d'acqua) delle DDR3 è stato portato a livelli astronomici è sicuramente meglio che avere DDR5 con banda-infinitamente piccola ma "pressione del tubo" maggiore.

    Bandwith nVidia GTX 295 (il TOP): 223.8 GB/s
    Bandwith HD 5870 (il TOP): 153,6 GB/s
    --------------------------------------------
    Memoria nVidia GTX 295: 2 GB
    Memoria HD 5870: 1 GB

    fonti: nVidia: http://www.nvidia.it/object/product_geforce_gtx_29...
    fonti: ATI: http://www.hwupgrade.it/articoli/skvideo/2287/ati-...

    Avere le DirectX 11 2 mesi prima che ancora escano è inutileSorride
    Avere le DirectX 11 mesi e mesi prima che un reale gioco le sfrutti realmente è USELESSSorride

    ATI sfrutta "cosa Core dell'i7"?? ma che vuol dire in italiano?
    CMQ hai mai sentito parlare di CUDA di nVidia? nVidia è da 2 anni che ha rilasciato CUDA per i programmatori che vogliono eseguire del PROPRIO CODICE fruttando non solo la CPU del PC ma anche la GPU delle schede video...quindi oltre i TOT core di una CPU hanno anche la mega-velocità della GPU della scheda video.
    non+autenticato
  • Tu vivi nel passato... le directX 11 sono già realtà!
    non+autenticato
  • Ok, ti rispondo ancora un'ultima volta, dopodichè basta, non sono qui a farti lezioni di informatica (se non sai cosa sia l'i7 non posso farci nulla...), leggiti questo articolo che parla del multithreading e fattene una ragione, ATI è sopra Nvidia!

    http://www.dinoxpc.com/articolo/p=5_979.htm
    non+autenticato
  • Io vivo nel passato?

    Ti riporto un testo dal sito che sembra il tuo preferito, quindi magari a lui crederai: "I giochi che includeranno questo supporto già nel 2009 sono BattleForge, S.T.A.L.K.E.R.: Call of Pripyat e Colin McRae DiRT 2" (fonte hwupgrade: http://www.hwupgrade.it/news/videogiochi/i-primi-g...)
    Quindi a fine 2009 ci sono solo 3 giochi che supportano le DirectX 11.
    Questo per farti capire che sono appena "nate".

    Il fatto dei thread è inutile che me lo spieghi dato che li uso giornalmente mentre sviluppo.
    Solo che i threads (e multi-threads) non sono un'invenzione dei Core i7, altrimenti tutti i programmi multithread che ho fatto negli ultimi 2 anni sia su piattaforma AMD che Intel, che cosa sarebbero?Sorride
    Che poi siano le DIRECTX (di Microsoft) a sfruttare i core/die installati nel PC in uso non c'entra nulla on nVidia o Intel.
    Un po' chiaro che c'entrano anche loro (supporto da parte dei driver delle stesse cose supportate da Windows che a sua volta deve supportare le cose delle schede-video) ma solo in minima parte.
    non+autenticato
  • e se non ti basta, leggiti questo (potresti farti una cultura, in modo di morderti la lingua prima di dare dello stupido a qualcun altro):

    http://www.hwupgrade.it/articoli/skvideo/2287/ati-...
    non+autenticato
  • Hai notato che il test del tuo link equipara il TOP ATI contro il NON-TOP nVidia?
    Contro la nVidia GTX 295 l'ATI HD 5870 sta sotto:
    "A titolo indicativo riportiamo anche i margini prestazionali medi ottenuti dalla scheda Radeon HD 5870 a confronto con le soluzioni dual GPU, ATI Radeon HD 4870X2 e NVIDIA GeForce GTX 295."
    Perdita di almeno 7% su tutto.

    Ricordiamo anche che nVidia implementa, oltre a CUDA, anche l'AGEIA Physics per la fisica....
    non+autenticato
  • Proprietà intellettuale ... bla bla bla.... protezione degli investimenti ... bla bla bla...
    protezione de mercato bla.. bla bla...

    E tutto d'un tratto.... si appalesa il meraviglioso risultato!

    FLOP EPICO!

    continuate pure così in queste guerre chi paga è il "consumatore" .... ma occhio! proprio perchè è lui a tenere i codoni della borsa si può forse vincere qualche battaglia che abbia come vittima il consumatore stesso ... ma alla lunga (inevitabilmente) si perde la guerra!

    La prima regola del mercato è :
    Non ti sognare neppure di fare la guerra a chi ti paga!
    Leccalo e blandiscilo in ogni modo!
    LUI deve essere quello soddifatto!
    altrimenti non compra e non paga!
    non+autenticato
  • Le invenzioni GRANDI si son fatte quando i brevetti non esistevano
    questa è un epoca dove i soldi li fa chi riesce a fare il Troll sui
    brevetti, attendi attendi fin che qualcuno fa qualcosa che viene usato
    tu non produci niente, lasci che il rischio industriale se lo prendano
    altri, se va bene, e il prodotto va venduto, e te ne esci a chiedere le "Roiality" per una tua idea concetto.

    I brevetti sono un fallimento e lo stiamo pagando ora, e la caduta sarà
    grande, visto che i paesi che "Copiano Fregandosene" vanno avanti e vendono.
    Be&O
    1122
  • - Scritto da: Be&O
    > Le invenzioni GRANDI si son fatte quando i
    > brevetti non
    > esistevano
    > questa è un epoca dove i soldi li fa chi riesce a
    > fare il Troll
    > sui
    > brevetti, attendi attendi fin che qualcuno fa
    > qualcosa che viene
    > usato
    > tu non produci niente, lasci che il rischio
    > industriale se lo
    > prendano
    > altri, se va bene, e il prodotto va venduto, e te
    > ne esci a chiedere le "Roiality" per una tua idea
    > concetto.
    >
    > I brevetti sono un fallimento e lo stiamo pagando
    > ora, e la caduta
    > sarà
    > grande, visto che i paesi che "Copiano
    > Fregandosene" vanno avanti e
    > vendono.

    Edison brevettò la lampadina nel 1880.
    Marconi brevettò la radio nel 1896.
    La Raytheon brevettò il forno a microonde nel 1946.
    Uno di coloro che brevettarono il moderno frigorifero fu nel 1915 Albert Einstein. Si, QUELL'Einstein.
    Gary Boone ottenne il brevetto per il microprocessore nel 1973.

    Devo proseguire?

    Non sono un sostenitore a prescindere dei brevetti. Ma la tua affermazione è sbagliata.

    Spesso i brevetti hanno aiutato giovani inventori ed altre aziende a finanziare la ricerca.
  • O a rubare idee chiudendolee in un brevetto
    metà dei lavori di Tesla, sono stati lucrati
    grazie a brevetti.

    Radio, Alternata, la differenza sta che chi
    ha soldi brevetta, chi non ne ha viene distrutto
    da chi ne ha.

    BREVETTIAMO TUTTO CHE VA BENE....
    Be&O
    1122
  • Il diaframma ad iride della macchina fotografica è un brevetto
    il sfintere anale non lo è mai stato, chissà che i parenti
    non vengano a chiederci i brevetti, molti prevetti sono cose
    che esistono, solo che qualcuno va all'ufficio brevetti e chiede
    scusa, esiste un prevetto su un apparecchiatura che impedisce ai
    liquidi di essere sottomessi alla forza gravitazionale....
    ...em.... no.... posso brevettarlo.... em... si ......
    Dopo qualche anno chiedo Miliardi a tutti i produttori di Bicchieri
    e Bottiglie, la storia del brevetto andava bene una volta, ora ci
    si lucra e basta.
    Be&O
    1122
  • - Scritto da: Be&O
    > O a rubare idee chiudendolee in un brevetto
    > metà dei lavori di Tesla, sono stati lucrati
    > grazie a brevetti.
    >
    > Radio, Alternata, la differenza sta che chi
    > ha soldi brevetta, chi non ne ha viene distrutto
    > da chi ne ha.
    >
    > BREVETTIAMO TUTTO CHE VA BENE....

    Tesla brevettò le sue tecnologie sulla corrente alternata, e ci guadagnò. Venne finanziato da J. P. Morgan, (si, J. P. Morgan il capitalista).

    Anche lui, quindi, sfruttò i brevetti.
  • Bisognerebbe ricordare, però, che le grandi scoperte nel settore dell'elettricità e dell'elettromagnetismo sono state fatte da Maxwell, Lorentz, Faraday, Ampere, Oersted, Hertz, etc; questi personaggi hanno dato un enorme contributo al progresso dell'umanità mettendo le loro scoperte a disposizione di tutti, senza mai ricorrere a brevetti.

    I vari,Tesla, Marconi, Lodge, Brainly, etc, non hanno fatto altro che brevettare dispositivi il cui funzionamento è basato su quelle scoperte; in particolare, Marconi venne accusato dalla comunità scientifica di essere un opportunista che usava la scienza come strumento di arricchimento.

    Già in quegli anni (fine dell'800 - primi del 900) si era scatenata la guerra dei brevetti. Marconi, nel 1896 ottenne il famoso brevetto denominato "Dispositivo per il miglioramento del sistema di telegrafia senza fili basato su segnali ad impulso" (quindi, si tratta di un miglioramento di cose già esistenti, e la radio non c'entra una mazza); subito dopo aver appreso la notizia, Tesla e Lodge denunciarono Marconi per violazione di brevetto (nella documentazione presentata da Marconi si cita esplicitamente la "bobina di Tesla" e altri dispositivi sviluppati da Lodge, coperti da brevetto e usati senza autorizzazione dallo stesso Marconi).

    Quindi ... vedi tu ...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Alvaro Vitali
    > Bisognerebbe ricordare, però, che le grandi
    > scoperte nel settore dell'elettricità e
    > dell'elettromagnetismo sono state fatte da
    > Maxwell, Lorentz, Faraday, Ampere, Oersted,
    > Hertz, etc; questi personaggi hanno dato un
    > enorme contributo al progresso dell'umanità
    > mettendo le loro scoperte a disposizione di
    > tutti, senza mai ricorrere a
    > brevetti.
    >
    > I vari,Tesla, Marconi, Lodge, Brainly, etc, non
    > hanno fatto altro che brevettare dispositivi il
    > cui funzionamento è basato su quelle scoperte; in
    > particolare, Marconi venne accusato dalla
    > comunità scientifica di essere un opportunista
    > che usava la scienza come strumento di
    > arricchimento.
    >
    > Già in quegli anni (fine dell'800 - primi del
    > 900) si era scatenata la guerra dei brevetti.
    > Marconi, nel 1896 ottenne il famoso brevetto
    > denominato "Dispositivo per il miglioramento del
    > sistema di telegrafia senza fili basato su
    > segnali ad impulso" (quindi, si tratta di un
    > miglioramento di cose già esistenti, e la radio
    > non c'entra una mazza); subito dopo aver appreso
    > la notizia, Tesla e Lodge denunciarono Marconi
    > per violazione di brevetto (nella documentazione
    > presentata da Marconi si cita esplicitamente la
    > "bobina di Tesla" e altri dispositivi sviluppati
    > da Lodge, coperti da brevetto e usati senza
    > autorizzazione dallo stesso
    > Marconi).
    >
    > Quindi ... vedi tu ...


    Confondi la scoperta di qualcosa con l'invenzione.
    Non si può brevettare la luce, ma si può brevettare qualcosa che la genera.
    Non si può brevettare l'elettromagnetismo, ma puoi brevettare un particolare tipo di motore.

    C'è una grossa differenza tra la scoperta e l'invenzione. La scoperta nemmeno adesso si può brevettare. Ma si possono brevettare sistemi di sfruttamento dei fenomeni.
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 10 ottobre 2009 21.29
    -----------------------------------------------------------
  • - Scritto da: Liosandro
    >
    > C'è una grossa differenza tra la scoperta e
    > l'invenzione. La scoperta nemmeno adesso si può
    > brevettare. Ma si possono brevettare sistemi di
    > sfruttamento dei fenomeni.

    Beh, questo è ovvio.

    Intendevo solo sottolineare che la guerra dei brevetti non è nata certo oggi.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Alvaro Vitali
    > - Scritto da: Liosandro
    > >
    > > C'è una grossa differenza tra la scoperta e
    > > l'invenzione. La scoperta nemmeno adesso si può
    > > brevettare. Ma si possono brevettare sistemi di
    > > sfruttamento dei fenomeni.
    >
    > Beh, questo è ovvio.
    >
    > Intendevo solo sottolineare che la guerra dei
    > brevetti non è nata certo
    > oggi.


    Esatto!
    E questo dimostra che il problema non sono i brevetti. Un inventore non deve per forza essere un benefattore assoluto. Come un musicista, uno scrittore, un cineasta.
    Tutti, anche le aziende, se hanno mostrato una loro abilità/inventiva speciale e l'hanno sfruttata, hanno il diritto di vedersene riconosciuti i frutti.

    E di difendere i brevetti.
  • - Scritto da: Liosandro
    > - Scritto da: Alvaro Vitali
    > > - Scritto da: Liosandro
    > > >
    > > > C'è una grossa differenza tra la scoperta e
    > > > l'invenzione. La scoperta nemmeno adesso si
    > può
    > > > brevettare. Ma si possono brevettare sistemi
    > di
    > > > sfruttamento dei fenomeni.
    > >
    > > Beh, questo è ovvio.
    > >
    > > Intendevo solo sottolineare che la guerra dei
    > > brevetti non è nata certo
    > > oggi.
    >
    >
    > Esatto!
    > E questo dimostra che il problema non sono i
    > brevetti. Un inventore non deve per forza essere
    > un benefattore assoluto. Come un musicista, uno
    > scrittore, un
    > cineasta.
    > Tutti, anche le aziende, se hanno mostrato una
    > loro abilità/inventiva speciale e l'hanno
    > sfruttata, hanno il diritto di vedersene
    > riconosciuti i
    > frutti.
    >
    > E di difendere i brevetti.

    L'inventore (tesla per dirne uno) muore povero in canna!
    Il cosidetto furbo (aka ladro) in genere uno che con l'invenzione non ha nulla a che fare (vedi bell e meucci ... nessuno dei due ha inventato il telefono... ma bell lo ha copiato meglio da un signore torinese che lo ha inventato) fanno i comodacci loro...

    Su Meucci Bell e il "torinese" googla un pochino... ti metto sulla buona strada (aggratise come dice er fruttarolo de roma) cerca:
    automa suonatore pneumatico torino

    ... e poi leggi! ma leggi sul serio please!

    E comunque:

    1) la "proprietà intellettuale" spetta a chi l'intelletto ce lo ha le spa le inc le corporate e chi più ne ha ne metta non hanno affatto intelletto!
    L'intelletto ce lo hanno le persone! (che lavorino o meno per una società).

    2) Lo sfruttamento di un brevetto (se è un brevetto INDUSTRIALE) ha un senso (limitatamente e in taluni casi) se riguarda un oggetto fisico NON il principio in se in altri termini può avere (e aveva) un certo senso quando era limitato al modo di implementare unaa idea o un principio non l'idea o il principio in se.

    3) coi brevetti software (oggetti immateriali, principi algoritmi e via elencando) la situazione si è totalmente stravolta ed è diventata ingestibile.

    4) la protezione del software del resto esisteva già prima (copyright) non c'era alcun bisogno di applicarci in modo improprio il brevetto.

    5) di cosa stiamo parlando? il risultato è sotto gli occhi di tutti le corporate col portafoglio brevetti più ampio di tutte sono in causa un giorno si e l'altro pure (vedi MS o IBM) con qualche patent troll (che non producendo nulla non ha nulla da perdere) e il più delle volte il patent troll VINCE!

    Ci vuole tanto a tirare le conclusioni?
    Basta saper leggere!
    non+autenticato
  • ...nVidia fosse su una brutta china!
  • Potrebbe essere, le sue schede sono Fantastiche ma anche Costicchiano
    e spesso vengono bisfrattate per delle "Più Performanti" ATI, da FAN
    di nVidia darebbe fastidio la cosa, ma devo dire che l'ultima scheda
    AGP di nVidia resta la 7950GT e tutti per sopperire comprano la ATI
    che costano il 25% in meno e tuttora sono pure AGP/DX10, l'AGP sarà
    un collo di bottiglia ma avrebbero potuto non lasciarsi morire il
    settore, ci sono ancora troppi PC con AGP in giro e che pur di non
    cambiare macchina cercano l'upgrade, e il GPU computing potrebbe
    soperire alla CPU debole.

    Il dubbio del possibile Fallimento di nVidia resta, il mercato PC
    HighEnd si è contratto, lasciando il posto ai Netbook / Console
    e grazie a Wii/X360 Ati vende GPU e per ora per quanto bene la PS3
    non porta su di certo il fatturato di nVidia, i netbook prima
    buttata montavano il set grafico di Intel/Ati e pochissima roba con
    nVidia, ION potrà anche Aiutare ma molti hanno già comperato e non
    si cambia il NetBook ogni nuova versione.

    La scheda FERMI era Finta, non era un qualcosa di funzionante, un
    concept presentato al pubblico, potrebbe essere che non...cerano i
    fondi e volessero valutare le azioni come variavano alla presentazione.

    Mi dispiacerebbe se nVidia Fallisse, ma penso che in quel caso intel
    se la papperebbe tutta al volo, all'epoca speravo nella Fusione di
    Intel e nvidia, sarebbero stati un vero polo, come lo è diventato
    Amd/Ati.
    Be&O
    1122
  • - Scritto da: Be&O
    > Potrebbe essere, le sue schede sono Fantastiche
    > ma anche
    > Costicchiano
    > e spesso vengono bisfrattate per delle "Più
    > Performanti" ATI, da
    > FAN
    > di nVidia darebbe fastidio la cosa, ma devo dire
    > che l'ultima
    > scheda
    > AGP di nVidia resta la 7950GT e tutti per
    > sopperire comprano la
    > ATI
    > che costano il 25% in meno e tuttora sono pure
    > AGP/DX10, l'AGP
    > sarà
    > un collo di bottiglia ma avrebbero potuto non
    > lasciarsi morire
    > il
    > settore, ci sono ancora troppi PC con AGP in giro
    > e che pur di
    > non
    > cambiare macchina cercano l'upgrade, e il GPU
    > computing
    > potrebbe
    > soperire alla CPU debole.
    >
    > Il dubbio del possibile Fallimento di nVidia
    > resta, il mercato
    > PC
    > HighEnd si è contratto, lasciando il posto ai
    > Netbook /
    > Console
    > e grazie a Wii/X360 Ati vende GPU e per ora per
    > quanto bene la
    > PS3
    > non porta su di certo il fatturato di nVidia, i
    > netbook
    > prima
    > buttata montavano il set grafico di Intel/Ati e
    > pochissima roba
    > con
    > nVidia, ION potrà anche Aiutare ma molti hanno
    > già comperato e
    > non
    > si cambia il NetBook ogni nuova versione.
    >
    > La scheda FERMI era Finta, non era un qualcosa di
    > funzionante,
    > un
    > concept presentato al pubblico, potrebbe essere
    > che non...cerano
    > i
    > fondi e volessero valutare le azioni come
    > variavano alla
    > presentazione.
    >
    > Mi dispiacerebbe se nVidia Fallisse, ma penso che
    > in quel caso
    > intel
    > se la papperebbe tutta al volo, all'epoca speravo
    > nella Fusione
    > di
    > Intel e nvidia, sarebbero stati un vero polo,
    > come lo è
    > diventato
    > Amd/Ati.


    Fusione Intel/nVidia? Quello sarebbe un incubo!
    Spero che nVidia trovi casomai altri alleati!
  • Perchè dai...

    Core i7 è un bel processore, il nome fa schifo ma alla fine macina bene l'Atom è un "Reciclaggio" ma che alla fine fa il dovuto, nVidia fa schede buone nel campo Prosumer, la vedrei una bella Join, e probabilmente anche l'unica join che potrebbe anteporsi ad AMD/ATI, il Core i9 che esce tra poco con 6core usa il socket 1366 che è l'unico che prenderei, perchè il nato castrato non mi piace, a che serve il 1156 se non a creare casino, se uno acquista attualmente prende od un portatile o un PC Pompato, quindi il 1156 lo vedo una nicchia per PC Aziendali.
    Be&O
    1122
  • certo con la fusione intel avrebbe 80% del mercato cpu + il 70% delle gpu.. si poi l'atom te lo farebbero pagare 200 euro! guarda che fine hanno fatto i giochi delle console da quando la pirateria è "battuta"! le cazzate tipo " abbasseremo i prezzi" lasciamole agli imbecilli, l'unica maniera di tenere i prezzi bassi è la concorrenza spietata, e guarda caso AMD/ATI sta facendo questo e Intel e Nvidia sono costretti a tenere giù i prezzi.. Tanto per far capire, guardate i prezzi delle HD58*0, non hanno concorrenza e possono farle pagare quanto vogliono!
    non+autenticato
  • Il core i5 (1156) attualmente è perfetto per pc performanti ma spendendo relativamente poco.

    L'atom fa pena. In versione dual core riesce già a dare qualcosina di piu', ma assieme al chipset GMA950, è davvero un disastro a livello di performances.

    I core i7 1366 vanno bene solo a chi cerca davvero performance estreme, ma se si parla di professionisti mi va bene. Se si parla di videogiocatori, sinceramente è tristissimo (spendendo meno della metà hai un i5 e una ATI moderna che tiene testa a PC ultracostosi).
  • il 1366 è un socket pensato per il futuro ( forse )....l'i7 920 e fratelli non sono in grado di superare efficacemente l'860 o l'i5 750, per cui un x58 + i7 9xx e memoria triple channel è una spesa assolutamente inutile, visto che il triple channel non è sfruttabile dai processori moderni e gli i7 9xx sono alla pari con gli 8xx
  • - Scritto da: Enjoy with Us
    >
    > Fusione Intel/nVidia? Quello sarebbe un incubo!

    Un incubo si, ma queste sono le conseguenze di errori strategici del passato quando i direigenti di Nvidia chiesero troppo per farsi acquistare da AMD e da Intel.

    La fusione AMD+Nvidia ed Intel+ATI sarebbe stata buona per noi consumatori; ora è tardi ma se Larrabee sarà un flop (il che è possibile) Intel che si compra Nvidia (a poco prezzo stavolta e senza management) è una opzione, per quanto improbabile, ancora immaginabile.

    > Spero che nVidia trovi casomai altri alleati!

    Quanto agli altri alleati la vedo dura: la cultura della dirigenza Nvidia è "Comando Io". Temo che la strada per risolvere i loro problemi strategici se la dovranno torvare da soli.
    non+autenticato
  • Non è per niente piacevole da leggere il tuo testo, sia per via della formattazione (a capo e maiuscole senza senso), sia per via delle frasi intricate.

    Detto questo, voglio precisare due cose:

    1) Non esistono netbook con "set grafico Intel/ATI", anzi non esiste neppure un "set grafico Intel/ATI".
    2) Fermi è una realtà. Leggi qui per esempio: http://www.hwupgrade.it/articoli/skvideo/2293/nvid...
    non+autenticato
  • La scheda che ha in mano vista da altre fotografie
    si è visto che non ha i contatti, collegati....
    Be&O
    1122
  • La scheda Fermi esiste.

    L'unica cosa falsa è la forma finale della scheda. Invece che presentare qualcosa di brutto, con tanti cavi, hanno preferito fare un "mock-up".


    La scheda di suo pero' è reale.
  • - lasciar perdere ion ( atom fa pena facciamocene una ragione )
    - investire su arm e quindi tegra
    - puntare su un os full fledged per tegra ( no wince non lo è )
  • Ma Zune 2 è in vendita e basato su tegra.
    non+autenticato
  • ma solo zune 2 però

    e i pc? i netbook? i notebook? i cellulari? i mid?

    nvidia deve darsi una mossa e scaricare wince
  • Uh oh, lo sai che ION2 supporterà tante CPU, come i C2D e VIA Nano?
  • meno male, perchè con atom non arrivano da nessuna parteA bocca aperta

    e comunque i processori citati sono la vecchia guardia di intel, se ion2 vuole avere successo dovrà supportare i westmere e sandybridge, cosa impossibile visto che intel sta smantellando il chipset pezzo per pezzo
  • Eh li c'è la rogna delle licenzeA bocca aperta la vedo male per nVidia.

    Comunque già una via nano dual core sarebbe davvero niente male, magari in un portatile come il vecchio samsung NC20 (ovviamente ION2).

    Una combinazione eccellente imho.

    Invece con atom stanno prendendo una strada un po' stupida (o magari no). Ovvero roba di "contorno" e non veri e propri computer/portatili/netbook.
  • lo spero per loro anche se non si capisce cos'è che stanno cercando di fare

    anzi si capisce e cioè si aggrappano a tutto per evitare un tracollo futuro....soluzioni come fermi e tesla vanno in questa direzione, anche se a mio avviso la non disponibilità di driver opensource li limita in quei settori