Ma il tablet Apple esiste?

di D. Galimberti - Ovvero, corsi e ricorsi: la cronistoria di un dispositivo che ancora non è arrivato. Ma che in qualche modo è già esistito, e potrebbe essere pronto a fare un nuovo debutto

Roma - Si narra che il Newton restò a lungo nei laboratori di Cupertino a causa delle sue dimensioni. L'allora CEO John Sculley diceva che sarebbe stato pronto per l'uscita solo quando sarebbe stato sufficientemente piccolo da stare comodamente nella tasca della sua giacca: per ovviare al problema, chi partecipava al progetto e premeva per il suo lancio fece in modo di allargare le tasche di Sculley, e fu così che nel 1993 il Newton si presentò sul mercato come il primo vero palmare, con tanto di riconoscimento automatico della scrittura (a dire il vero un po' poco precisa nella sua prima incarnazione).

Sculley fu costretto a dimettersi poco dopo, ma del Newton furono rilasciati molti altri modelli, anche in una versione eMate, con tastiera, che potrebbe essere considerata l'antenato degli attuali sub-notebook.

Al suo rientro in Apple, Jobs notò subito che non entrava nelle tasche della sua giacca, quindi decise di interromperne la produzione (correva l'anno 1998). Battute a parte, se è vero che il Newton, per vari motivi, fu una delle prime vittime del rientro di Jobs in Apple (insieme ai cloni), è altrettanto vero che gli utenti Mac hanno sempre sperato in un suo ritorno, in veste palmare o anche come tablet (visto che dimensioni del Newton, soprattutto nelle prima versioni, erano abbastanza "generose").
Nel corso degli anni, le voci in merito allo sviluppo di dispositivi di questo tipo nei laboratori di Cupertino, si sono susseguite in continuazione con tanto di pronte smentite da parte di Apple. Così come venivano prontamente smentite le voci su Mac OS X in versione Intel, e quelle di un telefono cellulare col marchio della Mela. Se però oggi ci troviamo di fronte ad una nuova release di Mac OS X (Snow Leopard) che funziona solo su Mac con processori Intel, un iPod Touch che a tutti gli effetti si può considerare un palmare (sebbene in una concezione molto distante da quella del Newton), e un iPhone giunto ormai alla sua terza generazione, forse dovremmo imparare che quando girano voci insistenti sui prodotti Apple, sotto sotto c'è sempre qualcosa di vero: anche se da Cupertino arrivano smentite.

Conoscendo il carattere di Jobs, era lecito aspettarsi che il suo rientro in Apple avrebbe significato un cambio di rotta su ogni fronte: dopotutto Sculley gli aveva fatto le scarpe, e i suoi successori (Spindler e Amelio) avevano condotto Apple (la creatura di Jobs) sull'orlo del fallimento. Anche andando al di là di questioni personali o di gestione aziendale, il Newton non rappresentava quello che Jobs si aspettava da questo genere di oggetti: dopo averne cessato la produzione e smantellata la divisione, non appena Apple tornò in salute si inizio ad affrontare il tema sotto un nuovo punto di vista.

Le ultime voci parlano di progetti iniziati già nel 2002-2003, con progetti iniziali di tablet da 7" scartati per vari motivi: prestazioni insufficienti (soprattutto dal punto di vista grafico), tecnologie touch/multitouch non ancora mature, durata della batteria insufficiente ecc. Probabilmente resterà a memoria futura una frase abbastanza "diretta" con la quale Jobs scartò uno dei primi prototipi, dicendo che quel dispositivo era valido solo per navigare in internet mentre si stava alla toilette (frase sulla quale non c'è alcuna garanzia di autenticità, visto che non è stata rivelata da Jobs).

È lecito immaginare che anche l'iPhone e iPod Touch siano derivati da questi progetti iniziali, e immessi sul mercato come primo "esperimento" atto a valutare l'impatto sul pubblico di un prodotto che, in virtù delle sue dimensioni ridotte, per certi versi consentiva di aggirare in parte i problemi di prestazioni e autonomia. In quest'ottica diventa evidente che l'iPad (nome che sembra essere il miglior candidato per il tablet di Cupertino) utilizzerà un sistema operativo che è parente stretto di iPhone OS, il che deluderà chi avrebbe preferito un tablet con Mac OS X.

Sempre in quest'ottica, anche l'App Store assume un ulteriore ruolo: era necessario verificare sia l'interesse degli sviluppatori a realizzare software per una nuova piattaforma, sia quello degli utenti ad acquistare questo software (resto sempre dell'idea che l'App Store fosse un idea progettata già da subito, anche se messa in atto con un anno di ritardo). Visto che l'esperimento su pubblico e sviluppatori ha avuto esito positivo, e che sono disponibili nuove architetture hardware molto potenti per i dispositivi portatili (tecnologie multicore basate su ARM Cortex-A9), è quasi giunto il momento per Apple di togliere i veli al suo tablet.

Resta da capire "quanto" questo tablet sarà simile a iPhone per quel che riguarda il sistema operativo: alcune caratteristiche di iPhone OS attuale non mi sembrano adatte all'utilizzo su un dispositivo tablet con uno schermo da 10". Anche restando nell'ambito delle cose più banali, su una pagina dell'iPad troverebbero posto 100-150 icone di quelle attualmente utilizzate nell'iPhone OS: una quantità assolutamente ingestibile, anche perché il riposizionamento è libero fino ad un certo punto.

Si aprono quindi due possibili scenari: o iPhone OS verrà debitamente modificato, o l'iPad utilizzerà un sistema ad-hoc, basato sullo stesso kernel, con gli stessi concetti di usabilità dell'interfaccia, ma con qualche potenzialità aggiuntiva. In entrambi i casi, fatte salve eventuali possibilità di far girare anche gli attuali software per iPhone OS, occorrerà un nuovo SDK e un certo lasso di tempo necessario agli sviluppatori per realizzare applicazioni adatte al nuovo hardware.

Se è vero che la vendita è prevista per il primo trimestre del 2010 (quindi, al più tardi, tra fine marzo e inizio aprile), e supponendo che Apple non voglia rovinarsi le vendite natalizie, la presentazione dovrebbe avvenire nei primi giorni del 2010. Riuscirà Apple a stupirci nuovamente portando qualcosa di nuovo in un settore che finora non ha riscosso un grande successo di pubblico?

Quello che è certo è che si tratta di un progetto al quale Apple ha dedicato molte risorse, perfezionandolo in sei anni di sviluppo e sfruttando l'esperienza maturata negli ultimi due con iPhone. A fine agosto il Wall Street Journal gli ha dedicato un articolo dove si spiega che la strategia di marketing è seguita dallo stesso Steve Jobs: il quale, rispondendo ad una email che probabilmente faceva allusioni dirette alle presunte funzionalità di questo tablet, ha affermato: "much of your information is incorrect" ("molte delle informazioni in vostro possesso sono errate"), lasciando intendere che probabilmente ci troveremo di fronte qualcosa di inatteso.

Domenico Galimberti
blog puce72

Gli altri interventi di Domenico Galimberti sono disponibili a questo indirizzo
Notizie collegate
294 Commenti alla Notizia Ma il tablet Apple esiste?
Ordina
  • http://www.pencomputing.com/frames/newton_obituary...

    Teoricamente un bell'oggetto, purtroppo realizzato male come prodotto.
    FDG
    10946
  • Perdona la domanda tonta: considerando quando era nato, era secondo te possibile realizzarlo meglio?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Michele Montanari
    > Perdona la domanda tonta: considerando quando era
    > nato, era secondo te possibile realizzarlo meglio?

    La filosofia di Jobs è di fare qualcosa "bene"... se non si può fare bene non si fa: l'articolo dice chiaramente che si sta lavorando all'iPad dal 2003, e Jobs ha bocciato finora tutti i progetti (anzi, fino a ieri, visto che ora pare che ci siamo).
    Il Newton però non era "figlio" di Jobs... ci fosse stato Jobs non sarebbe mai uscito il Newton: non realizzato in quel modo perlomeno
    non+autenticato
  • Attendero con super ansia questo I-Pad o Tablet che sia!!!!Sorride
    non+autenticato
  • se qui i flame li fanno i "macachi" o gli Apple haters...

    Una notizia di un rumor di un prodotto che ancora non esiste e di cui non si sa NULLA e gente che non ha mai usato Apple si mette a criticarlo aspramente per le limitazioni, il prezzo...

    Nemmeno sui siti dedicati alle news di Mac si é parlato cosí tanto del Tablet Apple, anche gente che usa il mac da piú di 20 anni e scrive articoli ogni giorno su Apple si azzarda a fare previsioni cosí dettagliate e vaneggiamenti degni di Vanna Marchi...

    Allora mi chiedo, sono o non sono gli Apple haters i primi a venire a far "caciara" e quando uno si degna di rispondere viene taciuto di essere un macaco... bah...
    MeX
    16902
  • Come sempre la verità stà nel mezzo.
    Ci sono Apple haters che postano commenti aggressivi e arroganti con chiaro intento flammatorio e ci sono Apple lovers che rispondono in modo aggressivo e arrogante a questi (e qui si allungano i thread, ma stanno nel loro brodo) e, purtroppo, anche a commenti equilibrati rei di contenere dubbi e critiche all'operato della mela.
    Poi ci sono screzi personali tra alcuni utenti che purtroppo rovinano l'intero topic.

    Confermi?
  • confermo...
    MeX
    16902
  • NI, basta guardare chi è venuto a far caciara pontificando su un prodotto che non c'è!

    haters:
    http://punto-informatico.it/b.aspx?i=2724366&m=272...
    http://punto-informatico.it/b.aspx?i=2724366&m=272... THE KING !
    http://punto-informatico.it/b.aspx?i=2724366&m=272... Accolito di THE KING


    lovers:
    http://punto-informatico.it/b.aspx?i=2724366&m=272... da questo post si sono scatenati gli haters che agivano in qualche post precedente

    neutri:
    http://punto-informatico.it/b.aspx?i=2724366&m=272... al quale si sono accodati gli haters
    http://punto-informatico.it/b.aspx?i=2724366&m=272... al quale si è accodato 1 lover
    http://punto-informatico.it/b.aspx?i=2724366&m=272...
    http://punto-informatico.it/b.aspx?i=2724366&m=272... post dopo il quale si è scatenato il troll-hater lemon

    E la cosa si ripete ad ogni news su apple.
    Stranamente gli haters sono sempre presenti a pontificare senza previa documentazione. Poi si lamentano se vengono mandati a quel paese da chi è stufo si sentire le solite vaccate.

    Vedi tu
    non+autenticato
  • C'è da dire che hanno cancellato il 90% dei tuoi...
    non+autenticato
  • E i tuoi...quindi cosa ci vuoi tirare fuori dal cilindro stavolta.

    Attento quando ti slogghi per postare razzate che si nota
    non+autenticato
  • Bisognerebbe capire se FDG, che dichiara di essere un utente iPhone, è un hater o un lover; il suo post è quello che ha generato più risposte.
    Gli altri post sono di hater, tranne il mio che viene da un utente neutrale, che ha spesso amato alla follia prodotti Apple.
    Mi accodo a DarkSchneider: i flame sono dovuti sia agli hater che ai lover; se gli utenti Apple fossero tutti come me o te non avremmo tutti questi flame inutili (notato quanti post sono stati cancellati?).
    non+autenticato
  • Ma piantala. Un utente neutrale non si esordisce come fai tu in questo post

    http://punto-informatico.it/b.aspx?i=2724366&m=272...

    perché poi vieni rimesso al posto che ti compete come è stato fatto qui
    http://punto-informatico.it/b.aspx?i=2724366&m=272...

    Sei un gran ipocrita!
    non+autenticato
  • Ma credo che Newton abbia fatto un sacco di "crasi" di mobile computing che poi sono diventate realtà...

    La prima è stata quella del palmare, tramite OMP, MP120 ed MP130, molto ingombranti ma veri e propro computer palmari.
    Quindi è stata la volta di MP2000 e 2100, che hanno consacrato newton come Mobile device a sè stante, al contrario dei PalmPilot e WinCE all'epoca esistenti, dispositivi per rendere trasportabile ciò che era contenuto nel computer (per prima la posta).
    Infine, il già citato eMate. Il prototipo del Netbook.

    Col fatto che tutto era proprietario ed autosufficiente, attorno a Newton sono nati prodotti come adattatori per stampanti, modem, adattatori ethernet, espansioni di storage (tramite linear flash card), qualche sviluppatore indipedente ha addirittura scritto un driver per wireless lan negli ultimi anni...
    Newton associato ad un modem era veramente un prodotto in grado di soddisfare un road warrior come un agente di commercio o un addetto vendite all'estero.
    Purtroppo non era supportato da nessuno.
    L'autonomia di 24 ore di uso continuativo (con pile buone e perfettamente cariche) surclassava qualsiasi Notebook allora ed attualmente esistente (w lo schermo in bianco e nero!!!).
    Ora ci sono i Tablet pc (che vengono usati principalmente dalle segretarie, nel mondo perfetto di M$), gli smartphone sia derivati da telefoni che da palmare, i netbook...
    Ma nessuno riesce a fare le stesse cose di newton, a parte forse gli attuali netbook farciti fino al midollo di feature molto comode e funzionali.
    Ma un Netbook non si può tenere in mano quando si è in piedi e scrivere appunti...Sorride
    non+autenticato
  • - Scritto da: Michele Montanari
    > Ma credo che Newton abbia fatto un sacco di
    > "crasi" di mobile computing che poi sono
    > diventate
    > realtà...
    >
    > La prima è stata quella del palmare, tramite OMP,
    > MP120 ed MP130, molto ingombranti ma veri e
    > propro computer
    > palmari.
    > Quindi è stata la volta di MP2000 e 2100, che
    > hanno consacrato newton come Mobile device a sè
    > stante, al contrario dei PalmPilot e WinCE
    > all'epoca esistenti, dispositivi per rendere
    > trasportabile ciò che era contenuto nel computer
    > (per prima la
    > posta).
    > Infine, il già citato eMate. Il prototipo del
    > Netbook.
    >
    > Col fatto che tutto era proprietario ed
    > autosufficiente, attorno a Newton sono nati
    > prodotti come adattatori per stampanti, modem,
    > adattatori ethernet, espansioni di storage
    > (tramite linear flash card), qualche sviluppatore
    > indipedente ha addirittura scritto un driver per
    > wireless lan negli ultimi
    > anni...
    > Newton associato ad un modem era veramente un
    > prodotto in grado di soddisfare un road warrior
    > come un agente di commercio o un addetto vendite
    > all'estero.
    > Purtroppo non era supportato da nessuno.
    > L'autonomia di 24 ore di uso continuativo (con
    > pile buone e perfettamente cariche) surclassava
    > qualsiasi Notebook allora ed attualmente
    > esistente (w lo schermo in bianco e
    > nero!!!).
    > Ora ci sono i Tablet pc (che vengono usati
    > principalmente dalle segretarie, nel mondo
    > perfetto di M$), gli smartphone sia derivati da
    > telefoni che da palmare, i
    > netbook...
    > Ma nessuno riesce a fare le stesse cose di
    > newton, a parte forse gli attuali netbook farciti
    > fino al midollo di feature molto comode e
    > funzionali.
    > Ma un Netbook non si può tenere in mano quando si
    > è in piedi e scrivere appunti...
    >Sorride


    Per Newton esisteva un prodotto, comprendente un SW ed un HW, che permetteva di ricevere il segnale di timecode/keycode dalle telecamere/cineprese ed utilizzarlo per fare i log direttamente sul set. Questi poi erano comodamente esportati nel formato dei due sistemi di montaggio più diffusi dell'epoca, AVID e Videocube, e facevano risparmiare un mucchio di tempo ai montatori ed ai direttori di edizione...
    Era uno spettacolo.

    Ma la massa non era ancora pronta.
  • E' quello che sto cercando di dire alla massa di Mac Fan boy.
    A quanto pare sono tutti utenti degli ultimi 3 o 4 anni.
    E' inutile cercare di spiegare loro che Newton era cento volte meglio di quello che oggi è iPhone: semplicemente non sanno nemmeno di cosa stanno parlando.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Lemon
    > E' quello che sto cercando di dire alla massa di
    > Mac Fan
    > boy.
    > A quanto pare sono tutti utenti degli ultimi 3 o
    > 4
    > anni.
    > E' inutile cercare di spiegare loro che Newton
    > era cento volte meglio di quello che oggi è
    > iPhone: semplicemente non sanno nemmeno di cosa
    > stanno
    > parlando.

    Uso Mac dall''89.
    E, come evidente dal mio post precedente, usavo Newton.
    Newton ed iPhone sono due cose differenti e complementari.
    Il fatto che Newton fosse all'avanguardia 15 anni fa non significa che iPhone non sia superiore.
    ANZI. Dovrebbe farti riflettere su molte cose.
  • > Uso Mac dall''89.
    > E, come evidente dal mio post precedente, usavo
    > Newton.
    E allora? Qualcuno ha fatto il tuo nome?

    > Newton ed iPhone sono due cose differenti e
    > complementari.
    Differenti sì, complementari non mi sembra; se lo fossero Newton dovrebbe ancora esistere. E' come dire che iPhone manca di funzionalità che invece Newton possiede. Ragion per cui Apple ha chiuso Apple. Mi sembra un discorso senza senso.
    > Il fatto che Newton fosse all'avanguardia 15 anni
    > fa non significa che iPhone non sia
    > superiore.

    Superiore a cosa? Newton rispetto alle tecnologia allora esistenti era anni luce avanti. iPhone è (era) in molti aspetti indietro (alcuni sono stati elencati in altri post); in altri era un copia incolla di tecnologie già esistenti; la vera innovazione stava solo nel design e nel mettere insieme tutte queste tecnologie.

    > ANZI. Dovrebbe farti riflettere su molte cose.
    Dicci pure, ti stiamo a sentire.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Lemon
    > > Uso Mac dall''89.
    > > E, come evidente dal mio post precedente, usavo
    > > Newton.
    > E allora? Qualcuno ha fatto il tuo nome?

    Innanzi tutto dovresti calmarti.
    Ho scritto "in un mio post precedente" per qualificare il fatto che, essendo stato utente Newton, qualcosa di ciò di cui parliamo lo so.

    >
    > > Newton ed iPhone sono due cose differenti e
    > > complementari.
    > Differenti sì, complementari non mi sembra; se lo
    > fossero Newton dovrebbe ancora esistere. E' come
    > dire che iPhone manca di funzionalità che invece
    > Newton possiede. Ragion per cui Apple ha chiuso
    > Apple. Mi sembra un discorso senza
    > senso.

    iPhone manca di funzionalità che Newton possedeva, e allora? Prima su tutte il riconoscimento EFFICACE ed EFFICIENTE della scrittura.

    > > Il fatto che Newton fosse all'avanguardia 15
    > anni
    > > fa non significa che iPhone non sia
    > > superiore.
    >
    > Superiore a cosa? Newton rispetto alle tecnologia
    > allora esistenti era anni luce avanti. iPhone è
    > (era) in molti aspetti indietro (alcuni sono
    > stati elencati in altri post); in altri era un
    > copia incolla di tecnologie già esistenti; la
    > vera innovazione stava solo nel design e nel
    > mettere insieme tutte queste
    > tecnologie.

    NOn significa che Newton di allora fosse superiore al iPhone di oggi.
    Al di là dei dettagli tecnologicamente ovvi come lo schermo a colori e la gestione di parte telefonica e WiFi, la parte UI di iPhone è enormemente superiore, come la facilità di programmazione e la potenza intrinseca del sistema operativo.

    >
    > > ANZI. Dovrebbe farti riflettere su molte cose.
    > Dicci pure, ti stiamo a sentire.


    Dovrebbe farti riflettere sul fatto che Apple, quando ha fatto iPhone, aveva bene in mente cosa serviva veramente e cosa no.
    Ci si continua ad attaccare al Copia-incolla, ma non si pensa che non esiste marketing al mondo che possa imporre un prodotto che la gente trova difettoso.
    A lungo andare (a breve, direi) la gente se ne accorge e lo rifiuta.
    iPhone non è solo un prodotto decente. E' un prodotto che ha eccellenze in campi che evidentemente la gente (ed anche i professionisti) ritiene importanti.
    Altrimenti prodotti come lo Storm di BB (che su carta doveva essere strepitoso e si è rivelato un flop pazzesco) e Pre (che ha ricevuto un'accoglienza piuttosto tiepida) avrebbero dovuto vendere come noccioline.

    Invece no. E molti si ostinano a ritenere il successo di iPhone solo il frutto di marketing.

    Cecità assoluta. Voi nemmeno lo sapete cos'è il marketing.
  • > NOn significa che Newton di allora fosse
    > superiore al iPhone di oggi.
    Innazitutto datti una calmata: non ho mai detto che il Newton di allora fosse superiore all'iPhone di oggi.
    >
    > Al di là dei dettagli tecnologicamente ovvi come
    > lo schermo a colori e la gestione di parte
    > telefonica e WiFi, la parte UI di iPhone è
    > enormemente superiore, come la facilità di
    > programmazione e la potenza intrinseca del
    > sistema operativo.

    E allora? Io dico che la superiorità di Newton di allora non è paragonabile a quella di iPhone oggi. Poi iPhone è meglio di Newton: e ci mancherebbe, parliamo di un prodotto di 15 anni fa.
    >
    >
    > Dovrebbe farti riflettere sul fatto che Apple,
    > quando ha fatto iPhone, aveva bene in mente cosa
    > serviva veramente e cosa no.
    Non a mandare gli MMS, per esempio.
    Anzi no. Poi ci ha ripensato.
    Non a fare il copia incolla.
    Anzi no. Poi ci ha ripensato.
    No, forse non aveva bene in mente cosa fare.

    > Ci si continua ad attaccare al Copia-incolla, ma
    > non si pensa che non esiste marketing al mondo
    > che possa imporre un prodotto che la gente trova difettoso.
    Bella battutaA bocca aperta

    > A lungo andare (a breve, direi) la gente se ne
    > accorge e lo rifiuta.
    LOL
    >
    > iPhone non è solo un prodotto decente. E' un
    > prodotto che ha eccellenze in campi che
    > evidentemente la gente (ed anche i
    > professionisti) ritiene importanti.
    L'evidenza non c'è: iPhone è un prodotto a rapida obsolescenza; in Italia le offerte delle telco su iPhone sono sparite; sparita la pubblicità in tv e sul web.
    Crollo verticale di utilizzatori.
    A questo punto è chiaro che la paura fa 90 e i vari macachi si stanno già stracciando le vesti per tentare di convincere la gente ad abboccare.
    Non è una mossa nuova: l'hanno già fatto più volte, pagando decine di attori per fare le fila ai negozi Apple.
    Pagano la gente per tacere sui difetti dei loro prodotti.
    Sono campioni di marketing: quella è la loro abilità

    > Altrimenti prodotti come lo Storm di BB (che su
    > carta doveva essere strepitoso e si è rivelato un
    > flop pazzesco) e Pre (che ha ricevuto
    > un'accoglienza piuttosto tiepida) avrebbero
    > dovuto vendere come noccioline.

    Perché c'è stata un'enorme pubblicità? Pensa che io ne ignoravo persino l'esistenza.
    >
    > Invece no. E molti si ostinano a ritenere il
    > successo di iPhone solo il frutto di marketing.

    E di cosa? Finito quello, finita la festa, come puoi vedere.
    Ruppolo per trovare qualche statistica positiva ha dovuto ravanare su siti di Apple Fan.
    >
    > Cecità assoluta. Voi nemmeno lo sapete cos'è il
    > marketing.
    Esatto: il marketing è tentare di accecare la gente.
    Pagare le persone per non parlare dei difetti.
    Pagare le persone per postare sui forum di informatica.
    Modificare i video per dare l'impressione di fluidità.
    Pagare figuranti per fare la fila ai negozi.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Lemon
    > > NOn significa che Newton di allora fosse
    > > superiore al iPhone di oggi.
    > Innazitutto datti una calmata: non ho mai detto
    > che il Newton di allora fosse superiore
    > all'iPhone di
    > oggi.
    > >
    > > Al di là dei dettagli tecnologicamente ovvi come
    > > lo schermo a colori e la gestione di parte
    > > telefonica e WiFi, la parte UI di iPhone è
    > > enormemente superiore, come la facilità di
    > > programmazione e la potenza intrinseca del
    > > sistema operativo.
    >
    > E allora? Io dico che la superiorità di Newton di
    > allora non è paragonabile a quella di iPhone
    > oggi. Poi iPhone è meglio di Newton: e ci
    > mancherebbe, parliamo di un prodotto di 15 anni
    > fa.
    > >
    > >
    > > Dovrebbe farti riflettere sul fatto che Apple,
    > > quando ha fatto iPhone, aveva bene in mente cosa
    > > serviva veramente e cosa no.
    > Non a mandare gli MMS, per esempio.
    > Anzi no. Poi ci ha ripensato.
    > Non a fare il copia incolla.
    > Anzi no. Poi ci ha ripensato.
    > No, forse non aveva bene in mente cosa fare.
    >
    > > Ci si continua ad attaccare al Copia-incolla,
    > ma
    >
    > > non si pensa che non esiste marketing al mondo
    > > che possa imporre un prodotto che la gente
    > trova
    > difettoso.
    > Bella battutaA bocca aperta
    >
    > > A lungo andare (a breve, direi) la gente se ne
    > > accorge e lo rifiuta.
    > LOL
    > >
    > > iPhone non è solo un prodotto decente. E' un
    > > prodotto che ha eccellenze in campi che
    > > evidentemente la gente (ed anche i
    > > professionisti) ritiene importanti.
    > L'evidenza non c'è: iPhone è un prodotto a rapida
    > obsolescenza; in Italia le offerte delle telco su
    > iPhone sono sparite; sparita la pubblicità in tv
    > e sul
    > web.
    > Crollo verticale di utilizzatori.
    > A questo punto è chiaro che la paura fa 90 e i
    > vari macachi si stanno già stracciando le vesti
    > per tentare di convincere la gente ad
    > abboccare.
    > Non è una mossa nuova: l'hanno già fatto più
    > volte, pagando decine di attori per fare le fila
    > ai negozi
    > Apple.
    > Pagano la gente per tacere sui difetti dei loro
    > prodotti.
    > Sono campioni di marketing: quella è la loro
    > abilità
    >
    > > Altrimenti prodotti come lo Storm di BB (che su
    > > carta doveva essere strepitoso e si è rivelato
    > un
    > > flop pazzesco) e Pre (che ha ricevuto
    > > un'accoglienza piuttosto tiepida) avrebbero
    > > dovuto vendere come noccioline.
    >
    > Perché c'è stata un'enorme pubblicità? Pensa che
    > io ne ignoravo persino
    > l'esistenza.
    > >
    > > Invece no. E molti si ostinano a ritenere il
    > > successo di iPhone solo il frutto di marketing.
    >
    > E di cosa? Finito quello, finita la festa, come
    > puoi
    > vedere.
    > Ruppolo per trovare qualche statistica positiva
    > ha dovuto ravanare su siti di Apple
    > Fan.
    > >
    > > Cecità assoluta. Voi nemmeno lo sapete cos'è il
    > > marketing.
    > Esatto: il marketing è tentare di accecare la
    > gente.
    > Pagare le persone per non parlare dei difetti.
    > Pagare le persone per postare sui forum di
    > informatica.
    > Modificare i video per dare l'impressione di
    > fluidità.
    > Pagare figuranti per fare la fila ai negozi.

    Semplicemente: ti stai inventando tutto e non ho più voglia di stare a perdere tempo.
    Figuranti? Sentiamo, e quanto li avrebbe pagati questi figuranti di ogni età ed estrazione?
    E... come avrebbe fatto a pagare migliaia di persone senza che nessuna poi dicesse che era stata pagata per rimanere in fila delle ore?

    Ripeto: stai parlando di cose che non conosci. Soprattutto nel marketing.
    E' irritante discutere con chi non sa di cosa si parla...

    Divertiti da solo a cercare giustificazioni impossibili a cosa che non puoi capire. Inutile stare a ripetertele.
  • - Scritto da: Lemon
    > http://notebookitalia.it/polonia-attori-pagati-in-


    Posso RIDERE in modo sconsiderato?
    Allora: innanzitutto non parliamo di Apple. Secondo: "un portavoce".
    Chi?

    Senti, io non voglio frustrare i tuoi tristi tentativi di trovare un motivo al successo di iPhone, ma a questo punto mi dovresti anche dire che la Apple (o la Orange) ha COSTRETTO tutte le persone delle file in tutto il mondo a comprare iPhone ed a svuotare gli store.
    Dopodichè mi dovresti anche convincere che TUTTI i dati di vendita di TUTTE le compagnie telefoniche e della Apple sono falsi.

    Poi però mi dovresti anche spiegare il motivo di 80k applicazioni sviluppate (certo, alcune fuffa), il motivo per cui i grandi produttori di SW stanno pubblicando giochi su giochi, il motivo di 2 miliardi di download...

    Già tutti ingannati.

    Sei tu l'unico col verbo.
  • > Posso RIDERE in modo sconsiderato?
    Se ti fa stare meglio

    > Allora: innanzitutto non parliamo di Apple.
    > Secondo: "un
    > portavoce".
    > Chi?
    Chiedi al sito su cui hai letto la notizia

    >
    > Senti, io non voglio frustrare i tuoi tristi
    > tentativi di trovare un motivo al successo di
    > iPhone, ma a questo punto mi dovresti anche dire
    > che la Apple (o la Orange) ha COSTRETTO tutte le
    > persone delle file in tutto il mondo a comprare
    > iPhone
    Probabile
    > ed a svuotare gli store.
    Gli store erano già vuoti: ne hanno prodotti talmente tanto pochi...


    > Dopodichè mi dovresti anche convincere che TUTTI
    > i dati di vendita di TUTTE le compagnie
    > telefoniche e della Apple sono falsi.
    Postameli

    >
    > Poi però mi dovresti anche spiegare il motivo di
    > 80k applicazioni sviluppate (certo, alcune fuffa),
    Alcune? Il 99% sono fuffa; le applicazioni più scaricate sono proprio le più idiote.

    > il motivo per cui i grandi produttori di
    > SW stanno pubblicando giochi su giochi,
    Sì, ma la MS, la Adobe, Google, stanno producendo giochi su giochi per iPhone
    > il motivo
    > di 2 miliardi di download...
    Se lo dicono loro: perché solo 2 miliardi? Diciamo 12 fantastiliardi.


    >
    > Già tutti ingannati.
    >
    > Sei tu l'unico col verbo.
    Il verbo essere.
    non+autenticato
  • Stavo leggendo con interesse i post di Stupore e le repliche stizzite di ruppolo e Yellow (di quest'ultimo hanno giustamente cancellato un centinaio di post: mi chiedo cosa aspettino a bannarlo).
    Quello che sembra sfuggire ai non macachi è il perché di tutto questo fervore degli Apple fan. Il problema è che hanno una paura matta di essere abbandonati, di trovarsi per le mani l'ennesimo costosissimo inutile gingillo di Apple.
    Vi sembra strano? Tutt'altro: Apple ha fatto spesso di queste virate improvvise lasciando gli utenti "a piedi".
    Più di mille parole vale un esempio su tutti: Newton. Era una famiglia di PDA (come l'iPhone) che costava un occhio della testa. Un giorno, dalla mattina alla sera, Apple chiude la divisione PDA, milioni di utenti lasciati senza supporto.
    Per info http://it.wikipedia.org/wiki/Famiglia_Newton_(Appl...)
    La loro paura è che la storia si ripeta: e i dati che sono stati postati sembrano confermare le loro paure. Da qui le reazioni scomposte.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Lemon
    > Stavo leggendo con interesse i post di Stupore e
    > le repliche stizzite di ruppolo e Yellow (di
    > quest'ultimo hanno giustamente cancellato un
    > centinaio di post: mi chiedo cosa aspettino a
    > bannarlo).
    > Quello che sembra sfuggire ai non macachi è il
    > perché di tutto questo fervore degli Apple fan.
    > Il problema è che hanno una paura matta di essere
    > abbandonati, di trovarsi per le mani l'ennesimo
    > costosissimo inutile gingillo di
    > Apple.
    > Vi sembra strano? Tutt'altro: Apple ha fatto
    > spesso di queste virate improvvise lasciando gli
    > utenti "a
    > piedi".
    > Più di mille parole vale un esempio su tutti:
    > Newton. Era una famiglia di PDA (come l'iPhone)
    > che costava un occhio della testa. Un giorno,
    > dalla mattina alla sera, Apple chiude la
    > divisione PDA, milioni di utenti lasciati senza
    > supporto.

    Milioni ?
    A me risulta circa 300 000 , avranno "sharato" il gingillo ?!

    http://www.ilmac.net/macopinioni/newton_oscuro.htm


    > Per info
    > http://it.wikipedia.org/wiki/Famiglia_Newton_(Appl
    > La loro paura è che la storia si ripeta: e i dati
    > che sono stati postati sembrano confermare le
    > loro paure. Da qui le reazioni
    > scomposte.

    La mia paura é che , se accadra', non posso ri-comprarmi un nuovo iPhone quando il mio mi abbandona.
    non+autenticato
  • > La mia paura é che , se accadra', non posso
    > ri-comprarmi un nuovo iPhone quando il mio mi
    > abbandona.
    Figurati se ci abbandona: è indistruttibbile; comuncque io e ruppolo ce ne siamo comprati una decina a testa; in caso di crisi d'astinenza contattaciOcchiolino
    non+autenticato
  • - Scritto da: Lemon
    > ... Quello che sembra sfuggire ai non macachi è il
    > perché di tutto questo fervore degli Apple fan.
    > Il problema è che hanno una paura matta di essere
    > abbandonati, di trovarsi per le mani l'ennesimo
    > costosissimo inutile gingillo di
    > Apple.

    Probabile.
    Ma è probabile anche che dopo aver speso una cifra esorbitante per l'ultimo ritrovato della mela debbano difendere in ogni modo possibile il fatto, per non sentirsi dei BEEP. Un pò come chi, per contentarsi, trova i difetti nella cosa che non può comprarsi (cito MeXCon la lingua fuori).

    Ad esempio io trovo assurdo che solo adesso abbiano inserito la radio nell'ipod, trovo assurdo che vendano l'ipod con delle cuffiette dalla qualità davvero PENOSA, assurdo che un macbook pro non abbia una USCITA VGA e appena 2 porte usb.

    Tutto questo perchè? Per spillare altri soldi...devi comprarti l'ultimo modello per avere feature che esistono da secoli, devi comprare l'accessorio da 30 euro per attaccarci il proiettore...e così via.
    non+autenticato
  • - Scritto da: DarkOne
    > - Scritto da: Lemon
    > > ... Quello che sembra sfuggire ai non macachi è
    > il
    > > perché di tutto questo fervore degli Apple fan.
    > > Il problema è che hanno una paura matta di
    > essere
    > > abbandonati, di trovarsi per le mani l'ennesimo
    > > costosissimo inutile gingillo di
    > > Apple.
    >
    > Probabile.
    > Ma è probabile anche che dopo aver speso una
    > cifra esorbitante per l'ultimo ritrovato della
    > mela debbano difendere in ogni modo possibile il
    > fatto, per non sentirsi dei BEEP. Un pò come chi,
    > per contentarsi, trova i difetti nella cosa che
    > non può comprarsi (cito MeX
    >Con la lingua fuori).
    >
    > Ad esempio io trovo assurdo che solo adesso
    > abbiano inserito la radio nell'ipod, trovo
    > assurdo che vendano l'ipod con delle cuffiette
    > dalla qualità davvero PENOSA, assurdo che un
    > macbook pro non abbia una USCITA VGA e appena 2
    > porte
    > usb.
    >
    > Tutto questo perchè? Per spillare altri
    > soldi...devi comprarti l'ultimo modello per avere
    > feature che esistono da secoli, devi comprare
    > l'accessorio da 30 euro per attaccarci il
    > proiettore...e così
    > via.

    Pensa te che io trovo assurdo che i portatili Win non abbiano porte firewire 800...
    Aspetta! Ma nemmeno i desktop ce l'hanno!
    Fammi pensare una cosa... come mai io nel 2001 avevo già la Firewire sul portatile Apple?
    Poi... fammi pensare... come mai io ho 3 porte USB, sul mio portatile Apple? Poi...
    Ma ti attacchi ai 30 euro di un convertitore? Allora facciamo così: tu dimmi come mai io per usare un disco ad una velocità decente con un portatile Win devo comperare minimo una scheda da 80€, ed io ti spiego come mai per convertire da Displayport a VGA devo pagarne meno della metà.
  • - Scritto da: Liosandro
    > Pensa te che io trovo assurdo che i portatili Win
    > non abbiano porte firewire
    > 800...
    > Aspetta! Ma nemmeno i desktop ce l'hanno!
    > Fammi pensare una cosa... come mai io nel 2001
    > avevo già la Firewire sul portatile
    > Apple?

    Fammi pensare...perchè non le usa nessuno? Oh aspetta, ma tu la usi...quindi diciamo che quasi nessuno le usa.
    In tanti hard disk e lettori esterni non ne ho visto nemmeno uno usare la firewire, sarà perchè è di apple e costa un botto di soldi in licenze? Chissà.
    Ma il succo del discorso non è questo, leggi in fondo.

    > Poi... fammi pensare... come mai io ho 3 porte
    > USB, sul mio portatile Apple?

    Non lo so, i nuovi ne hanno soltanto 2.

    > Poi...
    > Ma ti attacchi ai 30 euro di un convertitore?
    > Allora facciamo così: tu dimmi come mai io per
    > usare un disco ad una velocità decente con un
    > portatile Win devo comperare minimo una scheda da
    > 80€, ed io ti spiego come mai per convertire da
    > Displayport a VGA devo pagarne meno della
    > metà.

    Bei cazzi, pago un portatile 1800 euro e devo pure sganciare altri 30 euro per un adattatore VGA?
    E' questo il problema. A quel prezzo mostruoso mi aspetterei quantomeno di trovare già inclusi gli accessori di maggior utilizzo, vedi l'adattatore VGA (e non venirmi a dire che non è usato, come invece non è usata la firewire).
    La verità è che apple spenna la gente come dei polli e voi la difendete pure...per il discorso che ho fatto prima.
    non+autenticato
  • - Scritto da: DarkOne
    > - Scritto da: Liosandro
    > > Pensa te che io trovo assurdo che i portatili
    > Win
    > > non abbiano porte firewire
    > > 800...
    > > Aspetta! Ma nemmeno i desktop ce l'hanno!
    > > Fammi pensare una cosa... come mai io nel 2001
    > > avevo già la Firewire sul portatile
    > > Apple?
    >
    > Fammi pensare...perchè non le usa nessuno? Oh
    > aspetta, ma tu la usi...quindi diciamo che quasi
    > nessuno le
    > usa.
    > In tanti hard disk e lettori esterni non ne ho
    > visto nemmeno uno usare la firewire, sarà perchè
    > è di apple e costa un botto di soldi in licenze?
    > Chissà.
    > Ma il succo del discorso non è questo, leggi in
    > fondo.
    >
    > > Poi... fammi pensare... come mai io ho 3 porte
    > > USB, sul mio portatile Apple?
    >
    > Non lo so, i nuovi ne hanno soltanto 2.
    >
    > > Poi...
    > > Ma ti attacchi ai 30 euro di un convertitore?
    > > Allora facciamo così: tu dimmi come mai io per
    > > usare un disco ad una velocità decente con un
    > > portatile Win devo comperare minimo una scheda
    > da
    > > 80€, ed io ti spiego come mai per convertire da
    > > Displayport a VGA devo pagarne meno della
    > > metà.
    >
    > Bei cazzi, pago un portatile 1800 euro e devo
    > pure sganciare altri 30 euro per un adattatore
    > VGA?
    > E' questo il problema. A quel prezzo mostruoso mi
    > aspetterei quantomeno di trovare già inclusi gli
    > accessori di maggior utilizzo, vedi l'adattatore
    > VGA (e non venirmi a dire che non è usato, come
    > invece non è usata la
    > firewire).
    > La verità è che apple spenna la gente come dei
    > polli e voi la difendete pure...per il discorso
    > che ho fatto
    > prima.


    A tutto questo c'è una risposta semplicissima.
    Un mac NON è un computer per la MASSA.
    Mi sembri uno di quegli americani che si incazzano perchè sulla Ferrari, con quello che costa, non ci sono i portabicchieri.

    Io ti parlo del mio ambiente: sabato ero sul set, giravamo con la Red Camera, e chi entrava rimaneva di merda perchè c'erano 5 portatili Apple in sfilata sui tavoli. Lo sai perchè?
    Perchè NON c'è un portatile Win che possa gestire decentemente il segnale della red. Perchè con le dimensioni dei file Red sei COSTRETTO ad usare il FW800. Altrimenti passi 1 giorno a spostare 3 ore di girato.

    A me non interessa collegarmi ad un proiettore. E se lo devo fare, essendo un professionista, non mi costa nulla essere già aggiornato per il futuro con la displayport e comprare un adattatore per il vetusto formato VGA, analogico e non adatto a visualizzare le immagini con la qualità normalmente richiesta da chi usa Apple.
    Quindi Apple cosa fa? Fa quello che i PROFESSIONISTI chiedono. Ed i PROFESSIONISTI che usano Apple, non hanno problemi a rinunciare ad una cena a base di sushi mediocre, per equipaggiarsi di adattatore.
  • - Scritto da: DarkOne
    > - Scritto da: Lemon
    > > ... Quello che sembra sfuggire ai non macachi è
    > il
    > > perché di tutto questo fervore degli Apple fan.
    > > Il problema è che hanno una paura matta di
    > essere
    > > abbandonati, di trovarsi per le mani l'ennesimo
    > > costosissimo inutile gingillo di
    > > Apple.
    >
    > Probabile.
    > Ma è probabile anche che dopo aver speso una
    > cifra esorbitante per l'ultimo ritrovato della
    > mela debbano difendere in ogni modo possibile il
    > fatto, per non sentirsi dei BEEP. Un pò come chi,
    > per contentarsi, trova i difetti nella cosa che
    > non può comprarsi (cito MeX
    >Con la lingua fuori).

    L'importante è che quelli come voi ci credano a queste cose che scrivere, altrimenti è da ricovero immediato.
    Sorride


    >
    > Ad esempio io trovo assurdo che solo adesso
    > abbiano inserito la radio nell'ipod, trovo
    > assurdo che vendano l'ipod con delle cuffiette
    > dalla qualità davvero PENOSA, assurdo che un
    > macbook pro non abbia una USCITA VGA e appena 2
    > porte
    > usb.
    >

    Trovo assurde certe osservazioni soprattutto perché si valuta con le tue esigenze prodotti che ad altri vanno bene così.

    Nessuno ti obbliga a comprarli perché c'è anche altro sul mercato, quindi inutile pontificare su scelte altrui.


    > Tutto questo perchè? Per spillare altri
    > soldi...devi comprarti l'ultimo modello per avere
    > feature che esistono da secoli, devi comprare
    > l'accessorio da 30 euro per attaccarci il
    > proiettore...e così
    > via.

    È quello che fa il tuo negoziante quando ti sostituisce la vecchia serie di dentifrici & Co per sostituirla con la nuova gamma di prodotti (che fanno di tutto e di più e costano anche di più)...solo che stranamente state qua a lagnarvi solo di quello che fa la apple (e manco avete comprato 1 solo suo prodotto) ma del resto silenzio tombale.

    È il teatro dell'assurdo.
    non+autenticato
  • > L'importante è che quelli come voi ci credano a
    > queste cose che scrivere, altrimenti è da
    > ricovero immediato.
    > Sorride
    No, aspetta, se ci crede è da ricovero; se non ci crede ti sta prendendo in giro.

    >
    >
    > Trovo assurde certe osservazioni soprattutto
    > perché si valuta con le tue esigenze prodotti che
    > ad altri vanno bene
    > così.

    Infatti, io avrei 3 dispositivi USB da collegare, ma ne ho buttato uno per prendermi l'equivalente FW per che Steve mi ha detto che così è meglio.
    >
    > Nessuno ti obbliga a comprarli perché c'è anche
    > altro sul mercato, quindi inutile pontificare su
    > scelte altrui.
    >
    Meglio così: non saprebbero nemmeno usarlo!


    >
    > È quello che fa il tuo negoziante quando ti
    > sostituisce la vecchia serie di dentifrici & Co
    > per sostituirla con la nuova gamma di prodotti
    > (che fanno di tutto e di più e costano anche di
    > più)...solo che stranamente state qua a lagnarvi
    > solo di quello che fa la apple (e manco avete
    > comprato 1 solo suo prodotto) ma del resto
    > silenzio tombale.

    E' vero: cosa dire allora della nostromo e dell'inutile uccisione dei delfini durante la caccia al tonno? E del Milan che vende Kaka senza rimpiazzarlo? E lo sai che stamattina ho comprato 2 kg di mele, le ho pesate a casa ed erano solo 1,8 kg?
    E questi qui stanno a parlare della Apple. Tse!
    >
    > È il teatro dell'assurdo.
    Mi hai tolto le parole dalla bocca.
    non+autenticato
  • "ciao" omonimo
    non+autenticato
  • - Scritto da: DarkOne
    > - Scritto da: Lemon
    > > ... Quello che sembra sfuggire ai non macachi è
    > il
    > > perché di tutto questo fervore degli Apple fan.
    > > Il problema è che hanno una paura matta di
    > essere
    > > abbandonati, di trovarsi per le mani l'ennesimo
    > > costosissimo inutile gingillo di
    > > Apple.
    >
    > Probabile.
    > Ma è probabile anche che dopo aver speso una
    > cifra esorbitante per l'ultimo ritrovato della
    > mela debbano difendere in ogni modo possibile il
    > fatto, per non sentirsi dei BEEP. Un pò come chi,
    > per contentarsi, trova i difetti nella cosa che
    > non può comprarsi (cito MeX
    >Con la lingua fuori).
    >
    > Ad esempio io trovo assurdo che solo adesso
    > abbiano inserito la radio nell'ipod, trovo
    > assurdo che vendano l'ipod con delle cuffiette
    > dalla qualità davvero PENOSA, assurdo che un
    > macbook pro non abbia una USCITA VGA e appena 2
    > porte
    > usb.
    >
    > Tutto questo perchè? Per spillare altri
    > soldi...devi comprarti l'ultimo modello per avere
    > feature che esistono da secoli, devi comprare
    > l'accessorio da 30 euro per attaccarci il
    > proiettore...e così
    > via.

    Non so cosa fai tu con un portatile... io ci faccio video editing, e con un macbook normale (non pro, quelli bianchi in plastica con display da 13 pollici) da tre anni ci giro il mondo, e faccio ciò che normalmente un utente win fa con una workstation... edito HD 1080p come mangiucchiare noccioline, e non perdo mai tempo in impallamenti vari né mi è mai toccato ricominciare dei progetti DA CAPO perché completamente sminchiati (cosa che con windows e premiere mi è invece già successo)... in tre anni non ho mai dovuto formattarlo perché ricominciasse a funzionare bene, mai dovuto preoccuparmi di virus o cali rilevanti di prestazioni... questa si chiama QUALITA', e marca la differenza tra avere per le mani un computer portatile e avere un giocattolino DELL o HP... io questa QUALITA' la pago volentieri, perché quando con uno strumento ci lavori vuoi solo una cosa: che funzioni bene, che sia affidabile, che non ti faccia perdere tempo e soldi... certo, se devo navigare in internet e guardare i DIVX mi va bene pure un Acer, per carità...
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 11 discussioni)