Giorgio Pontico

Finlandia, diritto alla Rete

La via della banda larga si trova in Europa. Il paese scandinavo promette ai suoi cittadini connettività ad alta velocità

Finlandia, diritto alla ReteRoma - Tra poco meno di un anno ogni cittadino finlandese avrà il diritto di navigare la Rete alla velocità di un megabit al secondo. Ma il governo di Helsinki non vuole fermarsi e anzi affonda il piede sull'acceleratore dell'innovazione: tra cinque anni la velocità minima garantita dai provider dovrà attestarsi almeno a 100 Mbps. Sarà un diritto degli utenti esigere tali prestazioni. Allo stato il compito di vigilare sull'operato degli ISP.

Il progetto viene direttamente dal locale Ministero dei Trasporti e delle Comunicazioni ed è il primo del suo genere. In molti altri paesi, tra cui l'Italia, ancora si combatte per sanare la ferita del digital divide che nella repubblica scandinava, complice anche la bassissima densità di popolazione concentrata soprattutto nei centri urbani, potrebbe invece diventare un vago ricordo.

Nonostante le tante parole spese in Europa, solo la Spagna sembrerebbe muoversi sul sentiero tracciato dalla Finlandia: il governo sta raccogliendo i pareri di soggetti pubblici e privati per impostare un percorso al cui traguardo vi sia la banda larga come servizio universale.
Negli Stati Uniti ancora non si è trovata una soluzione per un progetto di portata nazionale, capace di connettere anche i residenti della aree più sperdute del Midwest.

È una questione di numeri: 300 milioni di cittadini statunitensi rappresentano una base diversa di utenze da servire rispetto ai 5,3 milioni di finlandesi. Stanti gli ultimi rapporti sullo stato della Rete la Finlandia occupa stabilmente le prime posizioni in materia di velocità e accessibilità. Tutt'altro discorso invece dall'altra parte dell'Atlantico, dove ai picchi di efficienza rilevati nelle aree urbane fa da contraltare il silenzio, per alcuni ingiustificabile, delle zone rurali.

Giorgio Pontico
Notizie collegate
32 Commenti alla Notizia Finlandia, diritto alla Rete
Ordina
  • ANCHE SE è SOLO UNA BATTUTA, IL CONCETTO è COSì PROFONDO.......HAI RAGIONE!!!!!!!!!!!!!!!!!
    non+autenticato
  • La Nokia? Finlandese

    I rifiuti? non esistono , ogni supermercato ha una macchina che ti paga 5 lattine 1 euro, vetro , plastica.

    delinquenza? zero

    unico problema fa freddo 8 mesi all'anno e ce qualche ubriaco per il resto il paese perfetto dove vivere.
    non+autenticato
  • Non ti scordare il buio.
    Forse e´ la parte piu´ dura... Sorride
    Ma piano piano un poco ci si abitua!
    Comunque sono sempre piu´ orgoglioso di abitare qua, nel paese delle renne e di internet come diritto fondamentale!
    PS il fatto che sia un diritto, non vuol dire che sara´ gratis, ma come l´elettricita´ o l´acqua, dovra´ essere assicurato. E per i paesini sperduti in Lapponia, provvederanno con WLan o connessioni diverse dal cavo.
    Saluti dalla Finlandia,
    J.J.
    Sorride
    non+autenticato
  • http://www.google.it/search?q=spariti+800+milioni+...

    Detto tutto...

    Da noi ci sono politici anziani, che non hanno colto e non saranno mai in grado di cogliere l'importanza di Internet, anzi la combattono perché Internet è libertà di pensiero, espressione e informazione, e a loro non va bene.

    Ci sono poteri economici legati al commercio classico, ai media classici. E anche a loro Internet non piace.
    non+autenticato
  • E in Europa e nel mondo ci sono invece nazioni e/o ditte giovani che capiscono l'importanza di internet (che oramai è data per scontata, mentre invece da noi ancora si deve dibattere e discutere e sprecare risorse ed enerige su una cosa così ovvia), la usano, la sviluppano, la perfezionano, la integrano nella società stessa. Indovinate quale tra i due modelli di società o ditte avrà maggiori probabilità di successo da qui a 100 anni? Mafia a parte, ovviamente.
    non+autenticato
  • La politica economica italiana si limita a difendere lo status quo e le posizioni di rendita di gruppi economici anti-mercato e anti-innovazione.

    Un paese senza futuro in mano a delle mummie del paleolitico.
    non+autenticato
  • Noi ok facciamo schifo, ma la Finlandia è una realtà a parte, non trovate paesini sperduti fra le montagne come da noi! Città e basta. Fornire internet così per un ISP è fin troppo facile e anzi mi stupisco che non tutti abbiano una linea di almeno 1 Mb!
    non+autenticato
  • - Scritto da: kaiserxol
    > Noi ok facciamo schifo, ma la Finlandia è una
    > realtà a parte, non trovate paesini sperduti fra
    > le montagne come da noi! Città e basta. Fornire
    > internet così per un ISP è fin troppo facile e
    > anzi mi stupisco che non tutti abbiano una linea
    > di almeno 1
    > Mb!

    che la Finlandia sia più urbanizzata dell'Italia non c'è dubbio (con le ovvie conseguenze), ma dire che ci siano solo città... il tasso di urbanizzazione della Finlandia è del 61% (Fonte: Encarta, 2009). Il resto, dove lo metti?

    Per la cronaca, in Italia siamo al 43,1% (su una popolazione ben maggiore, peraltro)
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 16 ottobre 2009 11.02
    -----------------------------------------------------------
    pippuz
    1260
  • - Scritto da: kaiserxol
    > Noi ok facciamo schifo, ma la Finlandia è una
    > realtà a parte, non trovate paesini sperduti fra
    > le montagne come da noi! Città e basta. Fornire
    > internet così per un ISP è fin troppo facile e
    > anzi mi stupisco che non tutti abbiano una linea
    > di almeno 1
    > Mb!

    guarda che la novità sta appunto nel fatto che in finlandia han deciso di dare la banda larga anche ai 4 gatti del villaggetto sperduto in lapponia... ok loro non hanno il paesino di montagna... in compenso hanno l'esquimese che vive a due passi dal polo nord e che per raggiungerlo devi stendere centinaia di km di cavi nella tundra... è antieconomico, e tendenzialmente un privato non lo farebbe. ed è qui la novità: siccome è sancito che sia un diritto, va fatto anche nel caso in cui sia antieconomico. e poi ti faccio notare che in italia non è solo il "paesino di montagna" ad essere escluso dalla banda larga... magari! ti assicuro che ci sono fior fiore di piccoli e medi centri della bassa lombarda che non hanno l'adsl... o meglio inizia ad averla ora chi si prende la chiavetta internet, con tutte le limitazioni del caso.
    informati se non mi credi.
    non+autenticato
  • E basta con sta scusa della morfologia!
    Sembra che solo in Italia ci siano le montagne...

    E comunque io abito in un paese in pieno nord-est, provincia di Treviso, pianura padana (montagne belle distanti), 8000 abitanti, un sacco di aziende, NON C'E' L'ADSL.

    Perchè nessuno ha il coraggio di ammettere che siamo una nazione in via di regressione ?.
    non+autenticato
  • In Italia sarebbe sufficiente avere una ADSL 256k/512k di default con ogni contratto telefonico o aggiungendo giusto 3-4 euro al mese nella bolletta.
    Sarebbe un vantaggio non indifferente per tutto il paese.

    Il resto d'Europa ci seppellirà. Entro qualche anno avranno servizi ancora più avanzati, ingegneri più preparati, potere economico e sociale maggiore, tenori di vita migliori, e nessuna "gerontocrazia" come abbiamo noi in Italia.
    non+autenticato
  • Non so quale risulta più facile da cablare.

    Finlandia [1] / Italia [2]:
    Popolazione: 5,346,927 / 60,157,214
    Superficie: 338,424 km2 / 301,338 km2
    Densità di popolazione: 16/km2 / 199.6/km2

    Quindi un rapporto di quasi 1 a 10 nella popolazione, a parità di superficie, che difatti si vede nella densità. Ora, se io in Italia devo raggiungere il paesino di montagna, magari però raggiungo una comunità di 500 persone, mentre in Finlandia se raggiungo il paesino del nord, raggiungo massimo 50 persone. Dato che la Finlandia è uniformemente abitata, mi verrebbe da pensare che sia più difficile da cablare, nel senso che i costi sono più o meno gli stessi, ma i profitti almeno 10 volte minori.
    Questo se fossimo a parità di condizioni. Ma se mettiamo sulla bilancia un sistema di tasse efficientissimo ed a scapito della popolazione tutta da un lato (quello freddo), ed invece un sistema di sperperi, clientelarismo, interessi privati, lobby e aziende monopolistiche come Telecom dall'altro (quello caldo), beh, direi che risulta evidente come mai la Finlandia sarà la prima nazione al mondo a garantire la connessione come diritto alla popolazione, mentre invece l'Italia ha sempre i modem 56K obsoleti, problemi strutturali, linee inefficienti, servizi scadenti, e tutto il resto che amaramente sappiamo.

    1. http://en.wikipedia.org/wiki/Finland
    2. http://en.wikipedia.org/wiki/Italy
    non+autenticato
  • Quoto in toto!! Questa comparazione e' proprio quello che manca al'articolo!!!
    non+autenticato
  • Oramai, visto il livello dei cosidetti articoli, tocca a noi lettori aggiungere il resto (possibilmente la parte interessante). Se qualcuno ci sta, facciamo un fork di PI dove linkiamo gli articoli e poi aggiungiamo quello che secondo noi manca!! Con la lingua fuori
    non+autenticato
  • - Scritto da: NomeCognome
    > Oramai, visto il livello dei cosidetti articoli,

    conosci qualche alternativa?
    pippuz
    1260
  • Purtroppo no. Io mi sto spostando o direttamente a leggere gli originali linkati, o a siti simili a PI in inglese.
    non+autenticato
  • - Scritto da: NomeCognome
    > Purtroppo no. Io mi sto spostando o direttamente
    > a leggere gli originali linkati, o a siti simili
    > a PI in
    > inglese.

    infatti non trovavo neanch'io qualcos'altro di simile in italiano. vabbè, l'inglese lo so, andrò dritto alla fonte. grazie.
    pippuz
    1260
  • Ci sono un finlandese, un americano e un italiano.
    Il primo dice: "Fanculo il digital divide. Noi dare a tutti internet gratis a 1Mbit, fare grandi investimenti per creare servizi a banda larga, così molti clienti volere passare da internet gratis a internet 100Mbit a pagamento."
    L'americano allora dice:"Fanculo il MidWest. Noi concentrare gente e investimenti in grandi metropoli e dare a tutti i cittadini in skyscrapes nostra internet a 100Mbit."
    L'italiano dice "Noi italiani siamo i migliori, fanculo gli investimenti e fanculo internet a banda larga. Noi diamo ai nostri cittadini quel che passa il convento, e ce lo facciamo pagare bene. Se qualcuno si accorge che fuori hanno la 100Mbit e rompe i coglioni, lo prendiamo e lo mettiamo davanti alla TV per qualche settimana per la rieducazione."
  • - Scritto da: AdessoBasta
    > Ci sono un finlandese, un americano e un italiano.
    > Il primo dice: "Fanculo il digital divide. Noi
    > dare a tutti internet gratis a 1Mbit, fare grandi
    > investimenti per creare servizi a banda larga,
    > così molti clienti volere passare da internet
    > gratis a internet 100Mbit a
    > pagamento."
    > L'americano allora dice:"Fanculo il MidWest. Noi
    > concentrare gente e investimenti in grandi
    > metropoli e dare a tutti i cittadini in
    > skyscrapes nostra internet a
    > 100Mbit."
    > L'italiano dice "Noi italiani siamo i migliori,
    > fanculo gli investimenti e fanculo internet a
    > banda larga. Noi diamo ai nostri cittadini quel
    > che passa il convento, e ce lo facciamo pagare
    > bene. Se qualcuno si accorge che fuori hanno la
    > 100Mbit e rompe i coglioni, lo prendiamo e lo
    > mettiamo davanti alla TV per qualche settimana
    > per la
    > rieducazione."

    ahahahahahahahaha.A bocca storta

    curati
    non+autenticato
  • Non mi pare sia scritto da nessuna parte la parola "gratis".
  • Hai ragione, anche se probabilmente lo sarà, visto che in Finlandia siccome l'istruzione è un diritto allora l'università è gratis. Spero il mio non sarà un sillogismo, ma vedremo ...
    non+autenticato
  • > l'università è gratis.

    non solo l'università è gratis, ma si riceve un sussidio che si aggira sui €500 al mese. però, si sgobba, altrimenti si perde il sussidio (ma comunque non si paga)
    pippuz
    1260
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)