Giorgio Pontico

Telemarketing, emendamento ritirato

La minaccia dell'opt-out periodico si allontana. Le associazioni dei consumatori accolgono positivamente ma restano con i piedi per terra

Roma - Il senatore Malan ha ritirato l'emendamento che avrebbe imposto agli utenti dei servizi di telefonia di rinnovare ogni 24 mesi il proprio dissenso a farsi disturbare da chiamate pubblicitarie.

Quella del telemarketing rimane però una questione spinosa e ADUC invita a mantenere la calma: "occorrerà stare attentissimi - si legge sul sito dell'associazione - perché se l'emendamento dovesse essere ripresentato in Aula, ci sarebbero solo pochissimi minuti per proporre un sub-emendamento e tentare di scongiurarne l'approvazione".

Da circa un anno è stato più volte sollevato il problema di quello che si può definire a tutti gli effetti spam telefonico. La legislazione italiana per alcuni versi ancora non è adeguata alle direttive della UE e per molti l'emendamento proposto dal senatore Malan avrebbe di fatto conferito ai call center la possibilità di tartassare impunemente gli utenti a ogni ora del giorno.
Giorgio Pontico
Notizie collegate
8 Commenti alla Notizia Telemarketing, emendamento ritirato
Ordina