Claudio Tamburrino

Tutte le curve di Google

Annunciato il sistema di navigazione satellitare gratuito di BigG. Per il momento disponibile solo per Android e solo negli States. I concorrenti stanno a guardare, pensierosi: si vedrà come andrà

Roma - Google ha annunciato un sistema gratuito di navigazione satellitare. Si chiama GMN, Google Maps Navigation (per il momento ancora una beta) e lancia la sfida alla concorrenza (a pagamento).



Per il momento sarà disponibile solo per gli Stati Uniti e solo su sistemi Android 2.0. Google ha inoltre annunciato che potrebbe essere disponibile anche per iPhone, sempre che Apple dia il nulla osta nel suo App Store: oltre alla stoccata ha comunque fatto intuire di star lavorando in collaborazione Cupertino.
Il nuovo richiestissimo servizio è ora possibile perché Mountain View non utilizza più negli Stati Uniti dati ufficiali TeleAtlas, ma proprio questo le permettere di metterli a disposizione gratuitamente (non ha più costi di licenza da sostenere). I contratti per i dati fuori dagli States dovrebbero cadere nel 2013, tempo che Google potrà proficuamente utilizzare per arricchire le mappe possedute.

L'applicazione non solo guida curva dopo curva, ma fornisce anche su richiesta una visione 3D satellitare, l'opzione street view (a cui si passa automaticamente quando si è nei pressi della destinazione), ma anche la possibilità di dare al navigatore indicazioni vocali (per il momento naturalmente solo in inglese) senza distogliere le mani dal volante.

Inoltre sfruttando, oltre al supporto dei satelliti, la connessione a Internet, si può accedere a tutte quelle informazioni potenzialmente utili per definire una destinazione che normalmente si cercano su Google (per esempio un museo con un'esposizione specifica o un ristorante italiano). Ma anche mappe sempre aggiornate e un monitoraggio del traffico e segnalazioni di eventuali strade chiuse. Il tutto, come consuetudine di Google, gratuitamente e con una precisione tale che, secondo gli sviluppatori, dovrebbe essere in grado di sappere su quale lato della strada si trova la destinazione.

La notizia, accolta con entusiasmo dalla Rete, deve aver fatto sbandare TomTom, Garmin e gli altri produttori dei navigatori satellitari, che però per il momento non hanno espresso preoccupazione: un portavoce della Telenav ha affermato che "la gente è disposta a pagare per un servizio di qualità superiore e affidabile".

Eppure la sfida di Google non è solo una questione di prezzo: è il concetto stesso del supporto con cui utilizzare il GPS a essere messo in discussione. L'evoluzione e l'adattabilità degli smartphone spinge fuori mercato i personal navigator che oltretutto hanno un costo elevato anche rispetto a numerosi cellulari ora sul mercato.

Questa era un'eventualità che anche gli operatori del settore avevano preso in considerazione, tanto che TomTom ha lanciato un'applicazione iPhone, che afferma essere stata scaricata 80 mila volte. Allo stesso modo Garmin ha recentemente sviluppato Nuvifone, un ibrido tra un navigatore satellitare e un cellulare.

L'annuncio di Google ha però spiazzato le nuove antagoniste: le azioni di Garmin sono scese del 16 per cento, quelle di TomTom di 21 punti percentuali sul mercato finanziario olandese in cui ha base.

E il primo, anche se indiretto, effetto sembra essere l'annuncio della cessazione del servizio info-traffico offerto da Microsoft: MSN Direct chiuderà nel gennaio 2012.

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
21 Commenti alla Notizia Tutte le curve di Google
Ordina
  • Ma il naso del tizio è troppo strano ha una narice piccola ed un altra ENORME!
    non+autenticato
  • ... non c'è copertura GSM/UMTS? E se c'è copertura ma non c'è banda sufficiente? E se il gestore telefonico blocca l'IP perchè fa troppo traffico? Troppi "se", almeno per la situazione italiana. Secondo me è un'ottima applicazione che ben si integra con un navigatore, ma da qui a dire che lo può sostituire senza problemi ce ne passa...
    non+autenticato
  • questa e' l'unica app che proprio vorrei.. poi e' gratis.
    Meno male che non ho comprato ancora nessun navigatore GPS.A bocca aperta

    Cmq google ha un bel dilemma: Dire no all'iphone e niente app per promuovere il suo droid o buttare milioni di utenti che cliccheranno le pubblicita'. Secondo me cede.. i rumors dicono gia' di si.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Dr. Bombay

    > Secondo me cede.. i rumors dicono gia' di si.

    "However, Google is working with Apple on bringing it to the iPhone, and it's not ruling out licensing the software to makers of portable navigation devices used in cars throughout the world, said Gundotra, vice president of engineering at Google for mobile and developers"

    http://news.cnet.com/8301-30684_3-10384544-265.htm...
    FDG
    10946
  • Si arriva alla super condivisione di tutto attraverso G....


    raga se vi interessa una piccola storia di google ...http://www.camminandoscalzi.it/wordpress/storiagoo...
    non+autenticato
  • concordo con le osservazioni sollevate dall'articolo.
    In effetti google sa sempre cosa fai, cosa cerchi, quali sono le tue preferenze, eccetera. Con il GPS poi, saprà anche dove vai, quali centri commerciali frequenti, quali sono le destinazioni da te richieste.
    E' a tutti gli effetti un monopolio, molto più "evil" di quello made in Redmond.
    Consideriamo anche adwords, che non viene menzionato in quell'articolo. Questo strumento, oltre a fornire info utili ai webmaster, potrebbe fornire a G la possibilità di tracciare e profilare un utente durante la sua navigazione, associando i dati presi dai banners all'indirizzo IP e stilare una chart all'insegna del marketing.
    non+autenticato
  • Si il problema poi è che si sono costruiti un immagine di "amiconi" di tutti noi, e ci credo, riescono a trovarci tutto su internet. Probabilmente è la qualità + importante del loro brand,...la friendship.

    Usando questa buona faccia però possono essere pericolosi...

    Tutto ciò che è potente è pericoloso..



    --------
    G: http://www.camminandoscalzi.it/wordpress/storiagoo...
    non+autenticato
  • - Scritto da: contrario alla policy
    > concordo con le osservazioni sollevate
    > dall'articolo.
    > In effetti google sa sempre cosa fai, cosa
    > cerchi, quali sono le tue preferenze, eccetera.
    > Con il GPS poi, saprà anche dove vai, quali
    > centri commerciali frequenti, quali sono le
    > destinazioni da te
    > richieste.
    > E' a tutti gli effetti un monopolio, molto più
    > "evil" di quello made in
    > Redmond.
    > Consideriamo anche adwords, che non viene
    > menzionato in quell'articolo. Questo strumento,
    > oltre a fornire info utili ai webmaster, potrebbe
    > fornire a G la possibilità di tracciare e
    > profilare un utente durante la sua navigazione,
    > associando i dati presi dai banners all'indirizzo
    > IP e stilare una chart all'insegna del
    > marketing.

    Io sono contrario.

    Google non obbliga nessuno ad utilizzare i propri servizi, chi vuole bussa ad un'altra porta. Ma l'alternativa farà diversamente? No.
    Tutti i motori di ricerca raccolgono informazioni e tutti i portali sfruttano l'advertising per guadagnare partendo da servizi GRATUITI. Google è semplicemente il migliore.
    Tutto ciò che tocca è oro, ma non per il brand, per la QUALITA' del servizio. Inoltre al Googleplex fanno ricerca continua, sviluppano e migliorano in continuazione... me lo definite appiattimento?
    Il Web 2.0 è tale perché Google ha spinto per spostare l'informatica dal PC Locale al PC in rete!

    E' vero che se casomai Google fallisse (è forse l'azienda più solida del mercato, ma nulla è impossibile), MILIARDI di persone si troverebbero a piedi. Ma pure le centinaia di migliaia di persone che lavorano e collaborano con loro.

    Privacy. Onestamente sto spauracchio ha un po' rotto le scatole... alla maggior parte delle persone non solo non frega nulla se Google gli propone siti e pubblicità in base alle loro preferenze, ma anzi FA PIACERE.
    Considerando che tutto è gratuito la pubblicità ci sta (tra l'altro non trovo che l'adv. di Google sia invasivo, anzi...). Trovo molto più irritante essere OBBLIGATO a pagare il canone RAI e per giunta dover sopportare pure la pubblicità.
    Dati sensibili. E' un concetto molto soggettivo. Per me le mie ricerce non sono "dati sensibili", i miei Hobbies anche... Se ho dati privati, informazioni riservate, sicuramente non le invio in chiaro ma criptate.
    La posizione GPS in Android non è condivisa automaticamente ma va attivata a mano.

    Sicuramente BigG non è il santo benefattore del Web, ma non ha nulla di DIABOLICO come tanti timorosi credono.
    Altro?
    non+autenticato
  • ... ma si tratta di un servizio per cellulari collegati a internet giusto?
    non+autenticato
  • esatto, si può dire ciao alla quota dati
  • - Scritto da: LaNberto
    > esatto, si può dire ciao alla quota dati
    Non è vero, perlomeno sull'iPhone il consumo è irrisorio.
    ruppolo
    33147
  • L'hai provato nel bango di casa tua? DOvrebbe essere più o meno come usare google maps
    non+autenticato
  • prova questo se vuoi la mappa senza doverla scaricvare..

    http://we-travel.co.cc/joomla/index.php?option=com...

    io lo uso e va piu' che bene.. mappe da tutto il mondo, supporta i POI, temi, cambio voce.. e non sbaglia tanto di piu' di quanto sbaglia il tom tom..
    non+autenticato
  • l'unica pecca e' che e' scritto in Java e nel mio caso devo usare un GPS wrapper (GPS Port)...
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)