Giorgio Pontico

SIAE si paga. Sempre

Una fisarmonica e qualche canto di montagna non passano inosservati ad un ispettore del Trentino. Che ha applicato le regole

Roma - Intonare canti di montagna a una riunione di ultranovantenni ha un prezzo. ╚ quello che hanno scoperto alcuni membri del Circolo Pensionati ed Anziani di Predazzo, in Trentino-Alto Adige, mentre nel corso di una festa si sono visti recapitare la fattura della SIAE, emessa da un funzionario della collecting society italiana.

"Devono solo vergognarsi" ha commentato il presidente dell'associazione, Arturo Boninsegna, cui è toccato aprire il portafogli e versare 41,32 euro, il prezzo richiesto da SIAE agli arzilli signori impegnati a cantare accompagnati da una fisarmonica.

Poche settimane fa ASCAP, omologa statunitense di SIAE, aveva richiesto le royalties per i brani musicali che, tramutati in suonerie per cellulari, risuonavano per strada costituendo, secondo i responsabili della collecting society, una vera e propria esibizione live. Tale proposta è stata poi bocciata da una corte USA.
Giorgio Pontico
Notizie collegate
155 Commenti alla Notizia SIAE si paga. Sempre
Ordina
  • Dov'è l'inculata?
    Wolf01
    3341
  • - Scritto da: Wolf01
    > Dov'è l'inculata?

    Gli iscritti alla siae sono condannati all'oblio.
    non+autenticato
  • ...se ne va in giro fischiettando dalla mattina alla sera... se incontra uno di questi qua della ascap... mmmmmmmm!!!! chissà che Troialty che deve pagare!!!!
    non+autenticato
  • Tutti bravi gli omini siae a tirar fuori un sacco di pretesti per tassarti in lungo ed in largo, ma nessuno ancora che mi abbia risposto a questa semplice domanda: se io ho una cassettina (musicassetta) originale di (diciamo) 15 anni fa, quando l'ho acquistata ho pagato i diritti di quell'opera dell'ingegno. Ho pagato per usufruirne insomma no? Bene. Ora ci sono i cd, la qualità è migliore ed io CHE HO GIA' PAGATO I DIRITTI voglio LA STESSA OPERA su di un supporto migliore. L'ho già pagata l'opera no? Quindi cosa faccio? Vi porto indietro la cassettina e mi date il cd al solo prezzo di costo? Quant'è? Facciamo 1 euro? Cinque, toh, facciamo cinque. Perchè cavolo dovrei ricomprare il cd a prezzo pieno, che comprende nuovamente i diritti che ho già pagato? E qui due sono le cose: o si può fare (ditemi come) o non si può fare (ditemi perchè).
    non+autenticato
  • Teoricamente sarebbe fattibile.

    Praticamente non si può fare perchè vogliono spillarti soldi.
    Così come hai il diritto (c'è scritto anche sulla licenza) di farti spedire una copia per rimpiazzare un originale danneggiato (probabilmente devi mandare indietro l'originale) però te la fanno pagare cara: tra costo di rimpiazzo e spese di spedizione fai prima ad andare a ricomprare il supporto.
    E la copia personale per non rovinare il supporto nel 99% dei casi va a farsi benedire.
    Wolf01
    3341
  • - Scritto da: Rana Mannara
    > Tutti bravi gli omini siae a tirar fuori un sacco
    > di pretesti per tassarti in lungo ed in largo, ma
    > nessuno ancora che mi abbia risposto a questa
    > semplice domanda: se io ho una cassettina
    > (musicassetta) originale di (diciamo) 15 anni fa,
    > quando l'ho acquistata ho pagato i diritti di
    > quell'opera dell'ingegno. Ho pagato per
    > usufruirne insomma no? Bene. Ora ci sono i cd, la
    > qualità è migliore ed io CHE HO GIA' PAGATO I
    > DIRITTI voglio LA STESSA OPERA su di un supporto
    > migliore. L'ho già pagata l'opera no? Quindi cosa
    > faccio? Vi porto indietro la cassettina e mi date
    > il cd al solo prezzo di costo? Quant'è? Facciamo
    > 1 euro? Cinque, toh, facciamo cinque. Perchè
    > cavolo dovrei ricomprare il cd a prezzo pieno,
    > che comprende nuovamente i diritti che ho già
    > pagato? E qui due sono le cose: o si può fare
    > (ditemi come) o non si può fare (ditemi
    > perchè).

    Soluzione semplice: ti scarichi i brani corrispondenti da una fonte da cui li puoi avere gratis, e fine. Se un domani qualcuno chiede, gli fai vedere che hai la cassetta originale, e che hai fatto una copia privata. Tu hai appunto acquistato una licenza d'uso, che non scade.
    ruppolo
    33147
  • La Siae è nata durante il regime Fascista quindi è il pasaato remoto della nostra cultura e della nostra civiltà.

    La Creative Commons è la democrazia che fagociterà questi rabbini che rubano soldi nel tempio.
    non+autenticato
  • prima o poi capiterà di trovare uno di questi lungimiranti ispettori condannati dalla sorte ad elemosinare per strada o certo che capiterà.
    e quando capiterà spero di incontrarlo e di potergli piantare un bel pugno sul muso... chissà come farà poi a pagare la tassa alla siae per il fischio che sente nelle orecchie.
    quà non si tratta più di siae e di diritti ma di persone arroganti, avvoltoi senza scrupoli che non meritano la compassione di nessuno
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | Successiva
(pagina 1/7 - 32 discussioni)