Mauro Vecchio

Microsoft fa pulizie d'autunno

Spazzato via il software pre-installato da terze parti dai computer venduti presso gli store ufficiali. Lanciata una linea firmata e illibata

Roma - Una volta acquistato un personal computer, non saranno costretti a gettare del tempo prezioso disinstallando quantità a volte snervanti di software sostanzialmente inutili e inutilmente pesanti. Svariati testimoni oculari hanno confermato un recente annuncio da parte di Microsoft: gli apparecchi che saranno venduti all'interno dei propri negozi e negli online store fanno parte di una nuova linea firmata, priva di software non necessario pre-installato da terze parti.

L'annuncio è stato dato in occasione dell'apertura di un nuovo punto vendita presso Scottsdale, Arizona, in attesa di un'altra apertura a Mission Viejo, California. Microsoft distribuirà computer dotati della cosiddetta Signature Experience, ovvero un pacchetto di prodotti proprietari tra cui Windows Live Suite, Zune Jukebox e il software di Bing 3D Maps. Al bando, dunque, quello che viene definito comunemente come trialware, insieme di assaggi di programmi che riempiono il desktop e rallentano inutilmente tutto il sistema.

"L'esperienza Signature offre agli utenti un computer che è già pronto, operativo - ha spiegato Kevin Eagan di BigM - Così facendo, andremo a liberare del tutto il potenziale di Windows 7". Il trialware è stato allora rimosso dai PC, anche se Microsoft non ha specificato se lo stesso trattamento sarà esteso anche al di fuori del proprio canale di vendita al dettaglio. Come infatti ha fatto notare qualcuno, il problema delle applicazioni inutili permane quando a vendere sono altri dettaglianti o i canali direttamente legati ai produttori.
Precedentemente, l'unico produttore che aveva promesso un sistema libero dalla melma software era stato Toshiba, seguito da Dell e Sony che avevano considerato la cosa come configurazione opzionale. Alcuni tra i più diffidenti hanno fatto un controllo, confermando che Microsoft Signature è installato su ogni computer venduto attraverso i suoi punti vendita, dagli Acer agli HP, fino a Asus e Lenovo. "Siamo sicuri che quello che abbiamo fatto ha aggiunto nuove opzioni di scelta ai nostri clienti - ha dichiarato Eagan - perché siamo convinti che una maggiore scelta sia la cosa migliore per loro".

Mauro Vecchio
Notizie collegate
205 Commenti alla Notizia Microsoft fa pulizie d'autunno
Ordina
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 15 discussioni)