Alessandro Del Rosso

Più liscio l'update da Vista a Windows 7

Microsoft ha messo a disposizione una correzione che risolve un noto problema nell'aggiornamento a Windows 7 di certi sistemi con Vista

Roma - Microsoft ha messo a disposizione degli utenti di Windows Vista una soluzione Fix it ad un bug che, su taluni sistemi, impedisce l'aggiornamento a Windows 7.

Come spiegato in questo articolo del supporto tecnico di BigM, il problema si manifesta con l'interruzione dell'aggiornamento a Seven quando la procedura raggiunge il 62%. La causa è da ricercare nel blocco del servizio di rete Iphlpsvc, che pone la procedura d'installazione in attesa per un tempo indefinito.

Microsoft sostiene che il problema interessi solo una minoranza di utenti, ma le numerose segnalazioni fioccate su forum e gruppi di discussione sembrano suggerire che l'intoppo non sia poi così raro.
Il workaround proposto da Microsoft, scaricabile da qui, crea nel sistema una nuova variabile di ambiente che istruisce l'installer di Windows 7 a ignorare il plug-in IphlpsvcMigPlugin.dll, ovvero il componente che causa il blocco del servizio Iphlpsvc. Sebbene il Fix it sia in inglese, Microsoft spiega che può essere applicato a qualsiasi localizzazione di Windows Vista.

La modifica può anche essere apportata manualmente dall'utente seguendo le istruzioni, in italiano, fornite nell'articolo tecnico precedentemente linkato.

Il blocco dell'installazione al 62% non è peraltro l'unico problema sperimentato da alcuni utenti nell'aggiornamento a Windows 7, ma fortunatamente quelli che impediscono la migrazione al nuovo sistema operativo sono pochi: nella maggior parte di casi si tratta di difetti o incompatibilità minori, come ad esempio la non corretta importazione delle configurazioni di IE7 in IE8, che talvolta può determinare l'apertura delle pagine web con uno zoom predefinito del 150%. Va detto che in molti casi Microsoft ha già provveduto a correggere tali bug rilasciando dei fix via Windows Update: per minimizzare il rischio di problemi, dunque, è consigliabile lasciare che Windows 7 aggiorni i propri file d'installazione via Internet al momento dell'aggiornamento.

Alessandro Del Rosso
Notizie collegate
  • AttualitàSeven, benedizioni e inciampiImbarazzanti incidenti di percorso in alcune dimostrazioni del touch screen in Giappone. Abbandonato anche il progetto Griffin. Problemi nella migrazione a Vista. Ma per gli utenti italiani arriva la benedizione della Madonna del Ghisallo
193 Commenti alla Notizia Più liscio l'update da Vista a Windows 7
Ordina
  • desidero autenticare vista home premiun acquistato come prova
    non+autenticato
  • - Scritto da: luigi quartieri
    > desidero autenticare vista home premiun
    > acquistato come
    > prova

    Ottimo proposito.
  • Windows e' un sistema operativo non libero.

    http://www.gnu.org/philosophy/free-sw.it.html

    Questo significa che il codice sorgente e' disponibile solo a Microsoft e nessun altro puo' vederlo, esaminarlo, studiare come e' fatto.

    E' come mangiare qualcosa senza saperne gli ingredienti.
    Vai a fiducia.
    Speri che dentro non ci sia niente di cattivo (funzionalita' spia, ecc.).

    Purtroppo basta fare una ricerca in rete per capire che questa fiducia in microsoft e' mal riposta perche' piu' volte ha cercato di fregare l'utente in vari modi.

    www.windows7sins.org

    www.badvista.org

    Xp, vista o seven la faccenda non cambia.
    L'utente e' un mero utilizzatore finale di una cosa che non puo' controllare/esaminare e con questa porta avanti tutta la sua vita privata e lavorativa o una gran fetta di essa.

    Mac OS e' la stessa cosa. Di libero c'e' solo il kernel, tutto il resto non lo e' quindi come faccio a essere DAVVERO sicuro di quello che fa?
    E infatti non lo sono.
    Apple, con la scusa di un aggiornamento "di sicurezza" di itunes ha bloccato a programmi liberi la possibilita' di interfacciarsi con il loro servizio (senza dirlo ovviamente).

    www.defectivebydesign.org

    E' QUESTA la vera differenza tra windows, mac e GNU/Linux, non i mille pipponi tecnici che si fanno di solito.

    La soluzione?
    Installare una distribuzione completamente libera di GNU/Linux:
    www.gnu.org/distros

    Io non sono un esperto eppure ho installato e uso gNewSense su computer differenti senza nessun problema: desktop, laptop, netbook e mini pc.

    www.gnewsense.org


    Graziano Sorbaioli - sorbaioli.org

    LibrePlanet Italia
    http://groups.fsf.org/wiki/LibrePlanetItalia
    non+autenticato
  • Bellissimo concetto...nel mondo delle favole!
    Io ti consiglio, a questo punto, di non comprarti un'auto ma di costruirtela da solo: d'altronde come fai a fidarti di cosa fanno le centraline della tua auto? E se ci fosse nascosto un gps che traccia tutte le volte che vai a trans (se ci vai)?
  • - Scritto da: Graziano
    > Windows e' un sistema operativo non libero.

    Anche il cane che eventualmente hai in cortile.

    >
    > http://www.gnu.org/philosophy/free-sw.it.html
    >
    > Questo significa che il codice sorgente e'
    > disponibile solo a Microsoft e nessun altro puo'
    > vederlo, esaminarlo, studiare come e'
    > fatto.

    Questo vale per i progetti di tutte le cose che ti circondano, dai pantaloni che indossi fino al firmware dentro il televisore.

    >
    > E' come mangiare qualcosa senza saperne gli
    > ingredienti.
    > Vai a fiducia.
    Esatto. Lo fa chiunque mangia.

    > Speri che dentro non ci sia niente di cattivo
    > (funzionalita' spia,
    > ecc.).
    Esatto, come speriamo che i tutori dell'ordine siano buoni e onesti.

    > Purtroppo basta fare una ricerca in rete per
    > capire che questa fiducia in microsoft e' mal
    > riposta perche' piu' volte ha cercato di fregare
    > l'utente in vari
    > modi.
    >
    > www.windows7sins.org
    >
    > www.badvista.org

    Tipo rubarti la carta di credito per comprare i rubinetti d'oro per il bagno?

    > Xp, vista o seven la faccenda non cambia.
    > L'utente e' un mero utilizzatore finale di una
    > cosa che non puo' controllare/esaminare e con
    > questa porta avanti tutta la sua vita privata e
    > lavorativa o una gran fetta di
    > essa.
    Non vedo il problema. Mille anni fa nessuno poteva esaminare la composizione di una mela, la mangiava e basta, sperando non fosse avvelenata.


    > Mac OS e' la stessa cosa. Di libero c'e' solo il
    > kernel, tutto il resto non lo e' quindi come
    > faccio a essere DAVVERO sicuro di quello che
    > fa?
    Perché tu se capace di dare un'occhiata ai sorgenti per capire se ci sono insidie nascoste?


    > E infatti non lo sono.
    > Apple, con la scusa di un aggiornamento "di
    > sicurezza" di itunes ha bloccato a programmi
    > liberi la possibilita' di interfacciarsi con il
    > loro servizio (senza dirlo
    > ovviamente).
    A parte il fatto che col loro prodotto ci fanno giustamente il cazzo che gli pare e piace, quali sarebbero questi programmi liberi?

    > www.defectivebydesign.org
    >
    > E' QUESTA la vera differenza tra windows, mac e
    > GNU/Linux, non i mille pipponi tecnici che si
    > fanno di
    > solito.
    i pipponi tecnici sono appunto quelli che stai facendo tu.


    >
    > La soluzione?
    A cosa?

    > Installare una distribuzione completamente libera
    > di
    > GNU/Linux:
    > www.gnu.org/distros
    >
    > Io non sono un esperto eppure ho installato e uso
    > gNewSense su computer differenti senza nessun
    > problema: desktop, laptop, netbook e mini
    > pc.
    Nemmeno io sono un esperto, ma per ora i problemi li incontro prevalentemente sul software libero.

    Il fatto che sia libero non comporta né che sia privo di problemi né che io possa capire cosa c'è dentro: mi devo fidare degli altri.
    ruppolo
    33147
  • Il fatto che sia libero non comporta né che sia privo di problemi né che io possa capire cosa c'è dentro: mi devo fidare degli altri.
    Qua hai detto tutto.
    non+autenticato
  • - Scritto da: ruppolo
    > - Scritto da: Graziano
    > > Windows e' un sistema operativo non libero.
    >
    > Anche il cane che eventualmente hai in cortile.


    Si stava parlando di software, per favore rimani in topic.


    > > Questo significa che il codice sorgente e'
    > > disponibile solo a Microsoft e nessun altro puo'
    > > vederlo, esaminarlo, studiare come e'
    > > fatto.
    >
    > Questo vale per i progetti di tutte le cose che
    > ti circondano, dai pantaloni che indossi fino al
    > firmware dentro il
    > televisore.


    Vero, purtroppo pero' con il televisore a parte guardarlo non ci fai molto altro no?
    Il computer invece gestisce tuoi dati personali o lavorativi.
    Ben diversa la questione.



    > > E' come mangiare qualcosa senza saperne gli
    > > ingredienti.
    > > Vai a fiducia.
    > Esatto. Lo fa chiunque mangia.


    Generalizzazione. Gli ingredienti sono scritti per legge e io li guardo, se tu non li guardi affari tuoi.
    In ogni caso sei ancora offtopic e cerchi di deviare il discorso da un'altra parte.


    >
    > > Speri che dentro non ci sia niente di cattivo
    > > (funzionalita' spia,
    > > ecc.).
    > Esatto, come speriamo che i tutori dell'ordine
    > siano buoni e
    > onesti.
    >

    Ancora offtopic, ancora cambiare argomento per deviare la discussione.


    > > Purtroppo basta fare una ricerca in rete per
    > > capire che questa fiducia in microsoft e' mal
    > > riposta perche' piu' volte ha cercato di fregare
    > > l'utente in vari
    > > modi.
    > >
    > > www.windows7sins.org
    > >
    > > www.badvista.org
    >
    > Tipo rubarti la carta di credito per comprare i
    > rubinetti d'oro per il
    > bagno?
    >


    Umorismo fuori luogo che dimostra poca competenza degli argomenti trattati e volonta' di fare trolling invece di rispondere con argomenti concreti (che forse non si hanno).

    Purtroppo il mestierie del troll e' semplice (si scrive nel minor tempo possibile una risposta a caso senza leggere ne' capire), un po' piu' difficile andare a LEGGERE i siti ricevuti per bene e CAPIRE prima di rispondere.
    Restare in argomento poi sembra impossibile.



    >
    > > Mac OS e' la stessa cosa. Di libero c'e' solo il
    > > kernel, tutto il resto non lo e' quindi come
    > > faccio a essere DAVVERO sicuro di quello che
    > > fa?
    > Perché tu se capace di dare un'occhiata ai
    > sorgenti per capire se ci sono insidie
    > nascoste?


    Che io sia o meno capace e' indifferente, il codice sorgente disponibile permette a tutti i programmatori *del mondo* di esaminarlo.
    Quello microsoft o apple lo esaminano solo una ristretta cerchia di persone.
    Una backdoor inserita nel kernel Linux e' durata meno di un'ora prima di essere scoperta.
    Quelle dentro windows a quanto pare ci sono ancora.Sorride

    Prima di parlare fatti un giro su siti di sicurezza, di certo a te estranei, come quello del SANS o CERT e vatti a leggere quali sono le 10 vulnerabilita' di sicurezza critiche.
    Io leggo internet explorer, windows media player, outlook, office.
    :)


    >
    >
    > > E infatti non lo sono.
    > > Apple, con la scusa di un aggiornamento "di
    > > sicurezza" di itunes ha bloccato a programmi
    > > liberi la possibilita' di interfacciarsi con il
    > > loro servizio (senza dirlo
    > > ovviamente).
    > A parte il fatto che col loro prodotto ci fanno
    > giustamente il cazzo che gli pare e piace, quali
    > sarebbero questi programmi
    > liberi?


    Nessuno discute cosa Apple faccia o meno con i loro prodotti, si discute se questo sia un bene o meno per l'utente.
    E quando NON e' l'utente a poter scegliere cosa fare o meno con io SUOI programmi e dati sulla SUA macchina, si, e' un problema.

    Per i programmi che chiedevi non so se darti un link, che tanto non leggi.

    http://www.theregister.co.uk/2005/03/22/apple_bloc.../

    http://defectivebydesign.org/apple



    >
    > > www.defectivebydesign.org
    > >
    > > E' QUESTA la vera differenza tra windows, mac e
    > > GNU/Linux, non i mille pipponi tecnici che si
    > > fanno di
    > > solito.
    > i pipponi tecnici sono appunto quelli che stai
    > facendo
    > tu.
    >
    >
    > >
    > > La soluzione?
    > A cosa?
    >
    > > Installare una distribuzione completamente
    > libera
    > > di
    > > GNU/Linux:
    > > www.gnu.org/distros
    > >
    > > Io non sono un esperto eppure ho installato e
    > uso
    > > gNewSense su computer differenti senza nessun
    > > problema: desktop, laptop, netbook e mini
    > > pc.
    > Nemmeno io sono un esperto, ma per ora i problemi
    > li incontro prevalentemente sul software
    > libero.
    >
    > Il fatto che sia libero non comporta né che sia
    > privo di problemi né che io possa capire cosa c'è
    > dentro: mi devo fidare degli
    > altri.


    Nessuno ha detto che il software libero sia privo di problemi.
    I software sono scritti dagli uomini che per loro natura commettono errori.
    Tutti i software hanno bug ma in quelli liberi di solito vengono corretti molto prima. Microsoft corregge un bug se gli e' economicamente di vantaggio e se molti utenti si lamentano, altrimenti non investe per correggere una cosa.
    non+autenticato
  • > Tutti i software hanno bug ma in quelli liberi di
    > solito vengono corretti molto prima. Microsoft
    > corregge un bug se gli e' economicamente di
    > vantaggio e se molti utenti si lamentano,
    > altrimenti non investe per correggere una
    > cosa.
    Quello che dici vale per i s.w. "grossi" open, tipo firefox, ma la maggiorparte dell'sw open ha bachi belli grossi e te li tieni anche a lungo.
    E' il limite del sw. open, se non arriva a passare la soglia della grande distribuzione e/o avere una fondazione con i danèr dietro, rimane "scricchiolante" con parecchi update da fare, prestazioni discutibili, piccoli bug anche della sempic interfaccia, chiusure inaspetatte delle applicazioni ecc.
    Non voglio fare di tutta un'erba un fascio ma non é rose e fiori il mondo dell'open.
    non+autenticato
  • tutto questo popò di roba per fare pubblicità al suo sito?
    ammazza quanta fatica sprecataA bocca aperta
    lroby
    5311
  • - Scritto da: Graziano

    A parte la pubblicità inutile che fai, lo sai che hai detto una marea di ca**ate, si?
    Allora da oggi sai che devi fare? Non comprare e non usare più nulla, perchè niente al mondo è open.
    La filosofia del software open è fallimentare e lo si vede ogni giorno, con progetti che ci mettono anni ad arrivare a versioni decenti. Quando qualcuno investe soldi e tempo in un progetto importante, non divulga "la ricetta" per averlo ottenuto.
    La nutella la mangi? Non dovresti mangiarla, perchè in effetti non sai cosa c'è dentro. Applicando il tuo concetto ti aspetti che la ferrero pubblici domani gli ingrendienti?

    Torna a giocare con il pallottoliere, senti a me.
  • - Scritto da: DarkOne
    > - Scritto da: Graziano
    >
    > A parte la pubblicità inutile che fai, lo sai che
    > hai detto una marea di ca**ate,
    > si?
    > Allora da oggi sai che devi fare? Non comprare e
    > non usare più nulla, perchè niente al mondo è
    > open.
    > La filosofia del software open è fallimentare e
    > lo si vede ogni giorno, con progetti che ci
    > mettono anni ad arrivare a versioni decenti.
    > Quando qualcuno investe soldi e tempo in un
    > progetto importante, non divulga "la ricetta" per
    > averlo
    > ottenuto.
    > La nutella la mangi? Non dovresti mangiarla,
    > perchè in effetti non sai cosa c'è dentro.
    > Applicando il tuo concetto ti aspetti che la
    > ferrero pubblici domani gli
    > ingrendienti?
    >
    > Torna a giocare con il pallottoliere, senti a me.

    Posto che sul concetto che non vi sono programmi FOSS di un certo livello c'è molto da discutere, tuttavia vorrei farti notare che su tutti i prodotti alimentari è obbligatorio per legge fornire la composizione e l'origine del prodotto.
  • - Scritto da: Simon the Sorcerer
    > Posto che sul concetto che non vi sono programmi
    > FOSS di un certo livello c'è molto da discutere,
    > tuttavia vorrei farti notare che su tutti i
    > prodotti alimentari è obbligatorio per legge
    > fornire la composizione e l'origine del
    > prodotto.

    Lo so benissimo, ma tu la sai la composizione della nutella si o no?
    Sai che c'è dentro della nocciola, del cacao...così come sai che dentro windows c'è directx, c'è il registro, c'è ntfs, c'è questo e quello...ma non sai effettivamente cosa fanno (riportato alla nutella, non sai effettivamente le quantità).

    Il paragone è veramente al limite dell'assurdo ma se ci pensi un attimo, quello che volevo trasmettere è che se qualcuno investe tempo e denaro a produrre qualcosa, non puoi aspettarti che regali al mondo quello che ha prodotto. Nel caso dei software è assurdo aspettarti che dopo 2 anni di sviluppo di un software, una software house metta su internet i sorgenti perchè "open è bello".

    Siamo seri, questa è una visione ideologica di un mondo fasullo che non esiste e che non può esistere, MAI.
  • - Scritto da: DarkOne
    >
    > Il paragone è veramente al limite dell'assurdo ma
    > se ci pensi un attimo, quello che volevo
    > trasmettere è che se qualcuno investe tempo e
    > denaro a produrre qualcosa, non puoi aspettarti
    > che regali al mondo quello che ha prodotto. Nel
    > caso dei software è assurdo aspettarti che dopo 2
    > anni di sviluppo di un software, una software
    > house metta su internet i sorgenti perchè "open è
    > bello".
    >
    > Siamo seri, questa è una visione ideologica di un
    > mondo fasullo che non esiste e che non può
    > esistere,
    > MAI.

    Veramente il mondo è nato così, solo molto dopo si è cominciato ad alzare recinzioni. O pensi siano sempre esistiti i brevetti? semmai i segreti.
    Riguardo al mondo fasullo, attualmente la cosa più fasulla è la limitazione della diffusione delle copie, secondo le necessità del marketing vecchio stampo che si scontrano colla natura del digitale, che è facilmente riproducibile by design, piaccia o non piaccia.
    Una software house classica, se pensa di vendere copie si mette in una situzione illogica, ciò non impedisce di fare business, fino a quando dura, ma implica una enorme vulnerabilità. Infatti altri con altri business possono offrire a zero quello che loro vogliono pagato. E zero non è un numero qualsiasi. Inoltre, con internet, una software house classica ... però la pasta è pronta e non dico che pasta è altrimenti sei capace di chiedere qualche royalty A bocca aperta
  • Rotola dal ridere

    Bella,ma sai, c'è chi dice no: http://is.gd/4NM6D
  • La migrazione windows Vista --> windows 7 non è piu' un mio problema !

    L' ho felicemente risolto migrando windows XP a OSX Snow Leopard.

    Aaaaah... relaxxx !
    non+autenticato
  • Allora siamo in due. Occhiolino
    non+autenticato
  • - Scritto da: OIBOH
    > La migrazione windows Vista --> windows 7 non è
    > piu' un mio problema
    > !
    >
    > L' ho felicemente risolto migrando windows XP a
    > OSX Snow
    > Leopard.
    >
    > Aaaaah... relaxxx !

    Esiste un dvd di upgrade Vista -> SL? Sorride
    non+autenticato
  • - Scritto da: OIBOH
    > L' ho felicemente risolto migrando windows XP a
    > OSX Snow
    > Leopard.
    Scusa ma quanto ti è costato questo upgrade?
    per caso hai comprato 29 euro di SL e lo stai usando sullo stesso pc dove prima avevi xp?
    avevi già un mac e lo stavi usando SOLO con xp?
    giusto per capire.
    lroby
    5311
  • - Scritto da: lroby
    > - Scritto da: OIBOH
    > > L' ho felicemente risolto migrando windows XP a
    > > OSX Snow
    > > Leopard.
    > Scusa ma quanto ti è costato questo upgrade?
    > per caso hai comprato 29 euro di SL e lo stai
    > usando sullo stesso pc dove prima avevi
    > xp?

    A me è costato 29 $ e W7 è stato già pensionato.

    > avevi già un mac e lo stavi usando SOLO con xp?
    > giusto per capire.
    non+autenticato
  • - Scritto da: lroby
    > giusto per capire.
    Cosa c'è da capire? Hai un potenziale cliente in meno, tutto qui. Ormai ci dovresti essere abituato, ogni mese ne perdi mediamente 1 milione e mezzo.
    Ogni minuto che passa, 35 utenti Windows passano a Mac, uno ogni tue secondi: Tic - Tac, uno passa a Mac, Tic - Tac, un altro passa a Mac, Tic - Tac, un altro passa a Mac, Tic -Tac...

    Ma non ti preoccupare, hai tantissimo tempo prima che ti finiscano i clienti, hai voglia...
    ruppolo
    33147
  • - Scritto da: ruppolo
    > Ogni minuto che passa, 35 utenti Windows passano
    > a Mac, uno ogni tue secondi: Tic - Tac, uno passa
    > a Mac, Tic - Tac, un altro passa a Mac, Tic -
    > Tac, un altro passa a Mac, Tic
    > -Tac...
    >
    > Ma non ti preoccupare, hai tantissimo tempo prima
    > che ti finiscano i clienti, hai
    > voglia...
    ti svelo un segreto, io sono un tecnico sistemista, loro sono i clienti.
    potranno anche cambiare le piattaforme nel futuro, rimarrà il fatto che io sò gestire i s.o. , i clienti che hanno bisogno di me no
    (questo vale per qualunque s.o., quando ero ragazzino ho fatto delle assistenze ad amici che avevano Amiga o C64 e se nel futuro la massa userà ad esempio Linux, io farò assistenza su quello, senza contare che 2-3 volte l'ho già fatta su Linux)
    ipotesi assurda che un giorno esisterà solo il mac? ok non importa,
    io avrò imparato a gestirlo bene come oggi faccio con il Windows (considerando che è pure più semplice) e continuerò a fare il mio mestiere.. sempre se nel frattempo non sarò già pensionatoA bocca aperta
    lroby
    5311
  • - Scritto da: lroby
    > ti svelo un segreto, io sono un tecnico
    > sistemista, loro sono i
    > clienti.
    > potranno anche cambiare le piattaforme nel
    > futuro, rimarrà il fatto che io sò gestire i s.o.
    > , i clienti che hanno bisogno di me
    > no
    > (questo vale per qualunque s.o., quando ero
    > ragazzino ho fatto delle assistenze ad amici che
    > avevano Amiga o C64 e se nel futuro la massa
    > userà ad esempio Linux, io farò assistenza su
    > quello, senza contare che 2-3 volte l'ho già
    > fatta su
    > Linux)
    > ipotesi assurda che un giorno esisterà solo il
    > mac? ok non importa,
    >
    > io avrò imparato a gestirlo bene come oggi faccio
    > con il Windows (considerando che è pure più
    > semplice) e continuerò a fare il mio mestiere..
    > sempre se nel frattempo non sarò già pensionato
    >A bocca aperta

    Illuso.
    ruppolo
    33147
  • - Scritto da: lroby

    > ti svelo un segreto, io sono un tecnico
    > sistemista, loro sono i
    > clienti.

    Ti svelo un segreto, non sai distinguere un iMac G3 da un iMac G4 e quindi spari cavolate sull'hw e ora pensi di risolvere i problemi di un sistema che conosci ancora meno del suo aspetto hw esterno?

    > potranno anche cambiare le piattaforme nel
    > futuro, rimarrà il fatto che io sò gestire i s.o.
    > , i clienti che hanno bisogno di me
    > no

    Si certo come no. TU sai fare tutto ma non puoi provarlo.
    Continua a prendere iMac G4 per iMac G3 che è meglio

    > (questo vale per qualunque s.o., quando ero
    > ragazzino ho fatto delle assistenze ad amici che
    > avevano Amiga o C64 e se nel futuro la massa
    > userà ad esempio Linux, io farò assistenza su
    > quello, senza contare che 2-3 volte l'ho già
    > fatta su
    > Linux)

    Si e se per quello ci hai pure raccontato di aver fatto assistenza su un iMac G4 ben 1 anno prima che venisse commercializzato

    > ipotesi assurda che un giorno esisterà solo il
    > mac? ok non importa,
    >
    > io avrò imparato a gestirlo bene come oggi faccio
    > con il Windows (considerando che è pure più
    > semplice) e continuerò a fare il mio mestiere..
    > sempre se nel frattempo non sarò già pensionato
    >A bocca aperta

    Certo comincia magari col capire in cosa differiscono esteriormente un iMac G3 e un iMac G4
    non+autenticato
  • quelli come te soffrono di sindrome da "invidia del pene"..
    lroby
    5311
  • - Scritto da: lroby
    >
    > (questo vale per qualunque s.o., quando ero
    > ragazzino ho fatto delle assistenze ad amici che
    > avevano Amiga o C64 e se nel futuro la massa
    > userà ad esempio Linux, io farò assistenza su
    > quello, senza contare che 2-3 volte l'ho già
    > fatta su
    > Linux)

    Per curiosità XD
    Che assitenza hai fatto su C64? A me è stato forse il computer che ha dato meno problemi nella sua vita e ancora lo accendo ogni tanto e parte esattamente come 22 anni fa Fan Commodore64
  • Girando tra i vari forum si assiste ad una offensiva senza precedenti da parte di M$ e dei suoi sudditi nel disperato tentativo di evitare a Windows7 la stessa umiliante sorte toccata a Vista.

    Titoloni a caratteri cubitali che evidenziano caratteristiche sensazionali in realtà già esistenti su Mac e Linux, inserzioni pubblicitarie dappertutto, articoli non firmati che diffondono notizie false contro Linux e Mac, pseudo articoli giornalistici pro Windows7 e pseudo recensioni esageratamente positive sulle riviste di informatica, palesemente pagate da M$.

    Se dopo tutta questa offensiva non si riusciranno ad ottenere i risultati sperati (poco ma sicuro), credo che il destino di M$ sarà definitivamente segnato.
    non+autenticato
  • Scusa tu parli di offensiva senza precedenti, e nel post sopra mi scrivi
    "Ancora con sta ciofeca di Windows7. Appena uscito è già finito nel più assoluto anonimato."

    BOH
    non+autenticato
  • E' appunto questa la ragione dell'offensiva. Passato il "Windows7 day", già non se ne sente più parlare.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Ittiointerp rete
    > Vedremo cosa diranno le statistiche tra un mese:
    >
    > http://www.w3schools.com/browsers/browsers_os.asp
    >
    > http://www.w3counter.com/globalstats.php

    Cosa vuoi che dicano... ci sarà al primo posto XP e al secondo $€v€n (che supererà Vi$ta ma non XP, almeno nell'immediato).

    Purtroppo M$ grazie al preinstallato avrà sempre la fetta più grande del mercato. In fondo ti trovi $€v€n anche su portatili da 400€, dove si avvia in 5 minuti. Alla fine la gente compra questi PC, chi vuole spendere di più invece sempre più spesso passa al Mac.
    non+autenticato
  • sono quasi completamente d'accordo.
    lunga vita a XP (e non parlo di una mia preferenza personale)
    avessero fatto in modo di poterlo aggiornare, avrebbero fatto 100 volte meglio e 100 volte più successo, il sistema operativo è valido e questo è un grande freno per la sua adozione di massa.
    non+autenticato
  • - Scritto da: LuNa
    > sono quasi completamente d'accordo.
    > lunga vita a XP (e non parlo di una mia
    > preferenza
    > personale)
    > avessero fatto in modo di poterlo aggiornare,
    > avrebbero fatto 100 volte meglio e 100 volte più
    > successo,
    No, solo 80.
    Gli utenti XP sono l'80%A bocca aperta

    > il sistema operativo è valido e questo
    > è un grande freno per la sua adozione di
    > massa.
    Un freno? Molto di più, un tragico errore, che la porterà al fallimento commerciale.
    ruppolo
    33147
  • - Scritto da: ruppolo

    > Un freno? Molto di più, un tragico errore, che la
    > porterà al fallimento
    > commerciale.

    Ehhh quanto la fai lunga!
    Non sei anche tu che dici che windows richiede il formattone periodico a cadenza bimestrale?
    Al primo format si approfitta per la Clean Install di W7, a Redmond avranno previsto anche questo e deciso che era più economico aspettare il formattone e ritardare l'adozione del nuovo Windows piuttosto che impiegare risorse per crearsi una procedura di upgrade "Archivia e installa" funzionante. Occhiolino
  • - Scritto da: DarkSchneider
    > - Scritto da: ruppolo
    >
    > > Un freno? Molto di più, un tragico errore, che
    > la
    > > porterà al fallimento
    > > commerciale.
    >
    > Ehhh quanto la fai lunga!
    > Non sei anche tu che dici che windows richiede il
    > formattone periodico a cadenza
    > bimestrale?

    No, non sono io.

    > Al primo format si approfitta per la Clean
    > Install di W7, a Redmond avranno previsto anche
    > questo e deciso che era più economico aspettare
    > il formattone e ritardare l'adozione del nuovo
    > Windows piuttosto che impiegare risorse per
    > crearsi una procedura di upgrade "Archivia e
    > installa" funzionante.
    > Occhiolino
    Tic - Tac, un utente Windows è passato a Mac, Tic - Tac, un altro utente Windows è passato a Mac... anche questo hanno previsto a Redmond?
    ruppolo
    33147
  • - Scritto da: ruppolo

    > Tic - Tac, un utente Windows è passato a Mac, Tic
    > - Tac, un altro utente Windows è passato a Mac...
    > anche questo hanno previsto a
    > Redmond?

    Fino a che esisterà il preinstallato e fino a che la maggior parte delle persone continuerà ad acquistare PC al supermercato guardando solo il cartellino del prezzo, questo fenomeno si autoarginerà.
    Lo hanno previsto eccome! Hai visto come si danno da fare a stipulare contratti con la PA, con le scuole, con UE e USA, ad usare formati e Non-Standard proprietari? Il tutto serve a mantenere il Lock In.
    Il fenomeno di migrazione c'è, ma è contenuto abbondantemente da quello che ti ho scritto sopra. Prima o poi avrà una fine e non sarà con l'abbandono di Windows da parte degli utenti, al massimo ci sarà una (pienamente auspicabile) riequilibratura del mercato.
  • - Scritto da: Alvaro Vitali
    > E' appunto questa la ragione dell'offensiva.
    > Passato il "Windows7 day", già non se ne sente
    > più
    > parlare.
    Sei meglio tu di ALvaro Vitali originale!
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 11 discussioni)