Marco Calamari

Cassandra Crossing/ Frutti di un albero malato

di Marco Calamari - LibertÓ Ŕ non perdere di vista i propri diritti, e non accettare di vederli depauperati. LibertÓ Ŕ conoscere i propri diritti, e quanto li minaccia. LibertÓ Ŕ ricordarsi di difendere i propri diritti, in ogni situazione

Roma - La release di oggi di Cassandra Crossing ha una dedica: è dedicata a tutti coloro che, pur usando la Rete (visto che state leggendo) ancora non si sono accorti che sia al Parlamento Europeo che al Parlamento Italiano sono in discussione direttive e progetti di legge mirati a trasformare la Rete come la conosciamo oggi in qualcosa di molto diverso.

╚ probabile che quando leggerete queste righe una di queste pietrate, l'emendamento 138 del Pacchetto Telecom sia già stato approvato (è stato approvato un compromesso tra Consiglio e Parlamento, ndR), con un testo più o meno forte ma che sancirà il principio che la connessione alla Rete è un diritto naturale, ma che è altrettanto "naturale" che qualcuno possa erogare la pena della disconnessione forzata. Come se si sentisse il bisogno di una legge che sancisse il diritto naturale di respirare, mai messo in dubbio prima, usata come grimaldello per istituire la pena di morte per impiccagione.

E mentre questa cosa si concretizza tra l'indifferenza generalizzata di chi "ne ha sentito parlare", altre mazzate sono in fila. La "neutralità della Rete" verrà presto abolita, permettendo a chiunque fornisca connettività di decidere quali comunicazioni possano passare per la Rete e con quale velocità. Non è un dettaglio tecnico per addetti ai lavori, ma piuttosto una plateale forma di censura nei confronti di tutto il Popolo della Rete.
Chi non si indigna dovrebbe aver chiaro che è esattamente la stessa situazione che si creerebbe se i fornitori di telefonia come Telecom o Vodafone si riservassero il diritto di interrompere conversazioni su temi a loro sgraditi. Più di così non si può dire.

Come molti altri sono convinto che queste leggi abnormi, che stanno crescendo in tutti i sistemi legislativi occidentali, siano frutti avvelenati di un albero malato.

La malattia di questo albero ha un nome, per ora poco pronunciato, e quel nome è ACTA: un trattato multilaterale la cui approvazione è solo questione di tempo, che molti non hanno nemmeno sentito nominare, o che lo ritengono cosa lontana che non li riguarda.

La malattia ha una causa precisa, ed è la lotta alla libera circolazione della cultura che la lobby di chi realizza rendite parassitarie intermediando tra produttori e consumatori di cultura è disposto a difendere a qualunque costo, anche sovvertendo la Rete ed i sistemi legislativi occidentali.

La malattia ha i suoi untori, che variano di nome a secondo del contesto e della nazione, e che sono facilmente riconoscibili dall'atteggiamento paternalistico e/o offeso quando promuovono queste iniziative, e dal fatto che evitano accuratamente di affrontare il tema dell'evoluzione della cultura.

La malattia può propagarsi perché nella maggior parte degli abitanti della Rete mancano ormai gli anticorpi che fanno scattare reazioni immunitarie contro chi vuole eliminare libertà naturali per sostituirle con profitti, oppressione e controllo.

Questa puntata è dedicata a te!

Marco Calamari

Lo Slog (Static Blog) di Marco Calamari

Tutte le release di Cassandra Crossing sono disponibili a questo indirizzo
Notizie collegate
61 Commenti alla Notizia Cassandra Crossing/ Frutti di un albero malato
Ordina
  • Io posso anche indegnarmi, ma poi? Sono indegnato per tante di quelle cose, eppure, nulla cambia... qui bisogna che qualcuno (chi meglio di lei) si proponga come candidato per assumere un qualche ruolo politico che possa avere voce in capito ai livelli che contano. In tutta europa stanno nascendo movimenti politici per le libertà digitali, sotto la bandiera (forse impropria, ma pur sempre significativa) della bandiera dei pirati.... e in italia?
    non+autenticato
  • Questo articolo, come anticipato a Calimari, mi è piaciuto molto, condividiamo e distribuiamo!!!
    non+autenticato
  • - Scritto da: Francesco DAmbrosio
    > Questo articolo, come anticipato a Calimari, mi è
    > piaciuto molto, condividiamo e
    > distribuiamo!!!

    Quoto in toto
  • Internet è diritto? Anche se usato male?
    Difficile capire ciò che è giusto...
    non+autenticato
  • Il problema è cosa è male. E chi decide cosa è male.
    Male è "fuori dalla legge"? anche se la legge è sbagliata?


    - Scritto da: Nibiru
    > Internet è diritto? Anche se usato male?
    > Difficile capire ciò che è giusto...
    non+autenticato
  • non esiste "bene" é "male" esiste solo un equilibrio tra i due
    MeX
    16897
  • - Scritto da: MeX
    > non esiste "bene" é "male" esiste solo un
    > equilibrio tra i
    > due

    Ecco il solito taoista di turno.Perplesso
    non+autenticato
  • toh, il classico uovo di poiana!
    Meglio un uovo domani o una poiana oggi?
    MeX
    16897
  • - Scritto da: MeX
    > toh, il classico uovo di poiana!
    > Meglio un uovo domani o una poiana oggi?

    Ma non era il contrario? Con la lingua fuori

    Comunque una Poiana« è molto meglio, credimi, anche di cinque galline oggi.
    non+autenticato
  • Che la forza sia con te.
    non+autenticato
  • I primi due comandamenti di una religione farlocca dicono:
    "Io sono dio tuo e non avrai altro dio all'infuori di me"
    "Onora il padre e la madre".

    ╚ un chiaro avvertimento al rispetto di una qualche autorità. Che risale a dio, e da egli investita per diritto di nascita.

    Queste entità sono il padre e la madre che ti hanno messo al mondo. A prescindere se poi potrebbero picchiarti ed abusare di te.

    E alle istituzioni terrene susseguitesi nella storia sotto forma delle precedenti monarchie.
    E di questi "moderni" Stati che giurano sulle Bibbie e ripongono in quello stesso dio la propria fede (In God we trust).
    iRoby
    7816
  • Semplice, usare male il PC è prendere il computer e buttarlo fuori dalla finestra (potrebbe arrivare in testa a qualcuno), in questo caso è giusto che la legge intervenga... altrimenti, se rimanne li bello tranquillo sopra o sotto la scrivania.... non fa male a nessuno!
    non+autenticato
  • - Scritto da: Nibiru
    > Internet è diritto? Anche se usato male?
    > Difficile capire ciò che è giusto...

    Invece e' semplicissimo.

    Non mi pare che esistano leggi comparabili a queste schifezze che vogliono fare su internet
    harvey
    1481
  • tu hai il diritto ad essere un uomo libero
    se usi la tua libertß in modo irresponsabile vieni recluso

    Il punto é definire e capire se ciˇ che commetti é abbastanza grave da permettersi di privarti di un diritto...

    Ovvio che troverei stupido se si mettessero a tagliare la linea a chi scarica 5 album all'anno e magari ne compra 1 al mese su iTunes
    MeX
    16897
  • Per quello che ho letto fino ad adesso il problema si pone sulla condivisione di materiale protetto da copyright / diritto d'autore, ossia sull'utilizzo della rete per la pirateria.

    Mi scusi Mantellini, ma a me risulta che se usa un utenza telefonica in modo illegale questa le viene "tagliata"

    La cosa pi˙ grave é l'aver perduto il riferimento al fatto che debba essere l'autoritß giudiziaria a determinare la disconnessione, quello si, é preoccupante e spero che vengano al pi˙ presto chiarite le modalitß con cui é possibile disconnettere un utente.

    Perché se c'é il principio dell'innocenza allora se non é un giudice ad autorizzarlo, nessuno puˇ permettersi di accusarmi di pirateria.

    Perˇ come sempre, cerchiamo di mantenere una linea "oggettiva" perché mettersi a "colorare" le notizie con scenari catastrofici rischia di ottenere l'effetto contrario, ossia perdere luciditß e non opporsi in modo puntuale e competente ma sbraitare in difesa dell'ultimo Harry Potter da scaricare via torrent
    MeX
    16897
  • - Scritto da: MeX
    > Mi scusi Mantellini, ma a me risulta che se usa
    > un utenza telefonica in modo illegale questa le
    > viene
    > "tagliata"

    Mi puoi dire con che legge?

    Che mi pare molto strano, soprattutto se poi ti vietano pure di riattivarne un altra...

    Se fosse vero non capisco come mai ci sono in giro cosi' tanti cellulare
    harvey
    1481
  • qualsiasi contratto telefonico ha diverse clausole per cui si riservano il diritto di terminare / sospendere la tua utenza

    "TELECOM può procedere a sospensione servizio telefonico e chiedere eventuali danni subiti. Abbonato deve consentire a funzionari TELECOM accesso ai propri locali per eseguire verifiche ad impianto."

    Inoltre, come puoi vedere non é purtroppo cosÝ tutelata come pensi l'utenza telefonica, d'altronde, io non ho mai avuto la linea disconessa "per caso" insomma, chi ti offre il servizio si tutela da eventuali abusi del servizio offerto.
    Ho trovato poi anche una notizia su PI che parlava di una donna che ne ha passate di cotte e di crude nonostante fosse dalla parte della ragione:
    http://punto-informatico.it/549744/PI/Lettere/uten...
    MeX
    16897
  • - Scritto da: MeX
    > "TELECOM può procedere a sospensione servizio
    > telefonico e chiedere eventuali danni subiti.
    > Abbonato deve consentire a funzionari TELECOM
    > accesso ai propri locali per eseguire verifiche
    > ad
    > impianto."

    Dubito fortemente che se domani faccio una truffa, telecom mi sospende la linea (continuandomi a far pagare il servizio fino a fine contratto)

    Quella clausola mi pare solo se uno fa casino "tecnico"
    harvey
    1481
  • o se abusa del servizio trovando il modo di telefonare gratis per esempio
    MeX
    16897
  • Appunto, casino tecnico. E quindi danneggia la telecom

    Non certamente se faccio un reato a terzi o tanto meno un illecito!!
    harvey
    1481
  • se chiami gratuitamente fai un illecito e ti sospendono la linea.

    Oppure hai presente le offerte cellulari a "minuti illimitati" perˇ di riservano il diritto di valutare se il tuo consumo diventa eccessivo per esempio
    MeX
    16897
  • Se ti chiamo gratuitamente faccio un illecito danneggiano la telecom. E appunto la telecom mi sospende la linea. E' un danno che provoca la sospensione del contratto. E e' giusto cosi'

    Se domani tramite il telefono ti rubo i codici della carta di credito, alla telecom non può fregare di meno, e non fa nulla, visto che non la danneggio minimamente
    harvey
    1481
  • se ottieni un numero con tariffazione a valore aggiunto e lo per truffare la gente alla telecom fai un favore (incassano soldi) perˇ fidati che il numero te lo disconnettono lo stesso
    MeX
    16897
  • Hai provato?

    Poi sarà strano ma in tutti i tuoi esempi truffi sempre la telecom. Non e' che per farti disconnettere dalla telecom devi truffare proprio la telecom?

    Sai, e' una cosa stranissima in un contratto dove c'e' scritto che se non lo mantieni la controparte può decidere di reciderlo senza preavviso... deve essere un vero mago chi lo ha scritto!!
    harvey
    1481
  • se faccio incassare soldi alla telecom mica la truffo... truffo le persone che chiamano!
    MeX
    16897
  • http://blog.quintarelli.it/blog/2009/11/il-10-dei-...

    Il 10% dei giovani in Svezia, usano già strumenti di occultamento in rete per sfuggire ai controlli

    10% dei giovani in 6 mesi dall'approvazione della norma. Se nei prossimi 6 mesi, ciascuno di loro insegna ad altri 2, tra un anno avremo il 90% degli utenti occultati.
  • Bello perchè ogni volta che parlano di internet e dei diritti delle persone che navigano.. usano il tristissimo sinonimo di "consumatori" già fregandosi le maniche per i possibili introiti che possono derivare dal fatto di precludere le vie a loro non conformi di diffusione dei contenuti.
    non+autenticato
  • > fregandosi le maniche per i possibili introiti

    Nb le maniche, perchè le mani ormai le hanno già consumate..
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 8 discussioni)