Mauro Vecchio

Norvegia, il provider che batte l'industria

Un giudice stabilisce che Telenor non è responsabile dei suoi utenti. Solo le autorità possono decidere se bloccare o meno un sito come The Pirate Bay

Roma - Telenor, come altri provider norvegesi, non può essere considerato responsabile delle violazioni del copyright compiute dagli utenti a mezzo file sharing. In aggiunta, la decisione di bloccare un sito collegato al download illecito non può spettare a un soggetto privato bensì alle autorità di Oslo. Si è così pronunciato di recente un giudice norvegese che ha spento le speranze della International Federation of the Phonographic Industry (IFPI) di vedere il maggiore ISP del paese obbligato a filtrare i torrenti di The Pirate Bay.

La vicenda era iniziata lo scorso marzo quando i rappresentanti dell'industria del disco avevano suggerito a Telenor di bloccare l'accesso dei propri utenti alla Baia. Più che un suggerimento, un aut-aut: filtrare entro due settimane o intraprendere un difficile cammino legale. Il fornitore di connettività norvegese aveva contrastato l'ultimatum, con il suo dirigente Ragnar Kårhus a parlare di uno scenario ipotetico molto simile al controllo da parte del servizio postale delle varie lettere indirizzate agli utenti.

Al fornitore di connettività, evidentemente, piace parlare per figure retoriche. "Non è possibile accusare un produttore di scale solo perché qualcuno ne ha usata una per commettere una rapina" ha dichiarato un portavoce di Telenor subito dopo la sentenza. Sentenza che è apparsa chiara: stando alla visione del giudice, non è naturale che un attore privato nel campo delle telecomunicazioni possa decidere di stroncare l'accesso ad un sito, anche se legato al downloading non autorizzato.
Sono dunque servite a poco le dichiarazioni accese da parte dei legali dell'industria del disco e del cinema, che avevano parlato di un obbligo morale da parte dell'ISP nel fare in modo che gli utenti norvegesi la smettessero di scaricare da TPB. Particolarmente soddisfatto, invece, Ragnar Kårhus, che ha precisato un fattore chiave nella decisione del giudice: non si tratterebbe di essere pro o contro la tutela del copyright, ma di capire in maniera ragionevole la legittimità di richieste come quelle di IFPI, con quest'ultima a favore di un ruolo censorio da parte dei provider verso i contenuti di Internet.

Kårhus ha parlato a ruota libera, suggerendo all'industria di trovare modi più appropriati per combattere covi del crimine come quello di The Pirate Bay, rendendoli magari meno allettanti agli occhi degli utenti. Una recente indagine pubblicata dal security vendor McAfee ha mostrato che, proprio nel mese in cui la Baia è stata bombardata e messa fuori uso da una corte di Stoccolma, è stato rilevato un consistente aumento del numero di siti collegati al downloading non autorizzato. Come dire: morto un papa del file sharing, se ne fa un altro (o molti altri).

Mauro Vecchio
Notizie collegate
  • AttualitàLa Svezia cancella la BaiaUn tribunale di Stoccolma ha imposto ai provider di sospendere il servizio. I pirati sono ricomparsi altrove. Le major chiedono i soldi del processo ma restano a bocca asciutta
  • AttualitàUK, provider anti-disconnessioniTalkTalk contro la cura Mandelson al file sharing illecito: violerebbe i diritti umani perché non assicura la presunzione di innocenza. E anche British Telecom si preoccupa per le ghigliottine pronte nel Regno Unito
  • AttualitàÈ possibile filtrare la Rete?di Massimo Mattone - Il controllo dei contenuti è stato uno dei temi centrali dell'IGF di Pisa. E' necessario colpire gli autori degli illeciti. Ma agire attraverso il filtraggio sull'accesso potrebbe risultare un errore
  • Diritto & InternetAustralia, fare l'ISP non è una colpaL'industria del cinema fa una parziale marcia indietro. iiNet non sarebbe colpevole di aver distribuito contenuti protetti da copyright. Ma non avrebbe controllato abbastanza i suoi utenti
7 Commenti alla Notizia Norvegia, il provider che batte l'industria
Ordina
  • "Solo le autorità possono decidere se bloccare o meno un sito"

    questo é il punto fondamentale di ogni tipo di controllo su ogni tipo di mezzo di informazione, altrimenti si "privatizza" la censura!
    MeX
    16902
  • Quoto.
    Sarebbe come dire alla gente di farsi giustizia da sola.
    non+autenticato
  • e poi...

    - le telco dovranno intercettare tutte le telefonate per impedire ai criminali di compiere reati
    - Le società autostradali dovranno fermare e perquisire ogni veicolo in transito per impedire che vengano trasportati materiali illegali.
    - I gestori di negozi e locali pubblici dovranno perquisire ogni cliente che entra per verificare che non voglia compiere un qualche crimine.
    - se un cittadino vorrà acquistare una matita dovrà essere sottoposto a screening psicologico, ottenere il relativo porto d'armi improprie, e i cartolai dovranno richiederlo e registrare il tutto. non parliamo poi di coltelli da cucina, chiavi inglesi e motofalciatrici!
    Funz
    12995
  • - Scritto da: Funz
    > e poi...
    >
    > - le telco dovranno intercettare tutte le
    > telefonate per impedire ai criminali di compiere
    > reati

    le telco infatti possono intercettare solo se autorizzate!
    E per essere autorizzate ci deve essere un'indagine in corso, non vedo il problema.


    > - Le società autostradali dovranno fermare e
    > perquisire ogni veicolo in transito per impedire
    > che vengano trasportati materiali
    > illegali.

    ? equivarrebbe a non avere autostradeSorride
    La polizia stradale giá provvede a fare dei controlli di tanto in tanto, anche solo per verificare le ora di guida di un autista o le bolle di trasporto, non ci vedo nulla di male

    > - I gestori di negozi e locali pubblici dovranno
    > perquisire ogni cliente che entra per verificare
    > che non voglia compiere un qualche
    > crimine.

    ? chiedendo l'approvazione dell'autoritá giudiziaria? ma che vai vaneggiando! ripigliati!

    > - se un cittadino vorrà acquistare una matita
    > dovrà essere sottoposto a screening psicologico,
    > ottenere il relativo porto d'armi improprie, e i
    > cartolai dovranno richiederlo e registrare il
    > tutto. non parliamo poi di coltelli da cucina,
    > chiavi inglesi e
    > motofalciatrici!

    sicuramente visto il post che hai il porto d'armi non te lo concedereiCon la lingua fuori
    MeX
    16902
  • Contolli a campione si (sono un deterrente per dire :"attenzione, comportatevi bene perchè noi vigiliamo"), ma fare "la guerra preventiva" per me è roba da "Minority Report".

    Si può punire qualcuno perchè "potenzialmente" pericoloso anche se poi, alla prova dei fatti, non ha mai commesso/commetterà alcun crimine?
    Dovremmo essere puniti tutti per questo "a prescindere"?
    non+autenticato
  • - Scritto da: MeX
    > - Scritto da: Funz
    > > e poi...
    > >
    > > - le telco dovranno intercettare tutte le
    > > telefonate per impedire ai criminali di compiere
    > > reati
    >
    > le telco infatti possono intercettare solo se
    > autorizzate!
    > E per essere autorizzate ci deve essere
    > un'indagine in corso, non vedo il
    > problema.

    Se gli ISP dovranno essere obbligati a fare i poliziotti e i giudici dei loro utenti, allora non vedo perchè per Telecom debba essere diversoCon la lingua fuori

    > > - Le società autostradali dovranno fermare e
    > > perquisire ogni veicolo in transito per impedire
    > > che vengano trasportati materiali
    > > illegali.
    >
    > ? equivarrebbe a non avere autostradeSorride
    > La polizia stradale giá provvede a fare dei
    > controlli di tanto in tanto, anche solo per
    > verificare le ora di guida di un autista o le
    > bolle di trasporto, non ci vedo nulla di
    > male

    La polizia, OK, ma se giustizia privata deve essere, allora sia fino in fondoCon la lingua fuori

    > > - I gestori di negozi e locali pubblici dovranno
    > > perquisire ogni cliente che entra per verificare
    > > che non voglia compiere un qualche
    > > crimine.
    >
    > ? chiedendo l'approvazione dell'autoritá
    > giudiziaria? ma che vai vaneggiando!
    > ripigliati!

    macchè autorità giudiziaria!
    Sono tutti comunisti!Con la lingua fuori

    > > - se un cittadino vorrà acquistare una matita
    > > dovrà essere sottoposto a screening psicologico,
    > > ottenere il relativo porto d'armi improprie, e i
    > > cartolai dovranno richiederlo e registrare il
    > > tutto. non parliamo poi di coltelli da cucina,
    > > chiavi inglesi e
    > > motofalciatrici!
    >
    > sicuramente visto il post che hai il porto d'armi
    > non te lo concederei
    >Con la lingua fuori

    Copia e incolla in un terminale:
    sudo apt-get install sarcasmo

    :p
    Funz
    12995
  • Ragnar il mitico eroe e re Vikingo?
    Discendente diretto di Odino e distruttore di chiese!

    http://en.wikipedia.org/wiki/Ragnar_Lodbrok

    Come si può vincere una causa contro Ragnar?
    E quando anche il vero problema è schivare scure e spadone!
    Ce li vedete gli avvocati alle prese col semidio imbufalito?
    non+autenticato