Luca Annunziata

Eutelia, occupazioni e sgomberi

La vertenza che vede contrapposti i lavoratori e l'azienda si trascina da mesi. Nel mezzo anche gli ex Bull e Getronics. In attesa di un chiarimento da parte del Governo invocato da pi¨ parti

Roma - Tensione altissima questa mattina all'alba nella sede romana di Eutelia, da alcuni giorni presidiata giorno e notte da un gruppo di lavoratori a causa delle crescenti preoccupazioni per l'evolversi della vicenda aziendale iniziata lo scorso gennaio con l'annuncio della dismissione del comparto IT della società: un gruppo di presunte guardie di vigilanza, a quanto pare alla presenza dell'ex amministratore delegato Samuele Landi, si sarebbe introdotto all'interno dello stabilimento per tentare di convincere in via privata gli occupanti a sgomberare.

A quanto riferito dai lavoratori, si sarebbe trattato di una "aggressione": in un comunicato diffuso in mattinata dalla FIOM si legge che "Questa mattina alle 5.20 una squadraccia di una quindicina di uomini capitanata dall'ex amministratore delegato di Eutelia, Samuele Landi, ha fatto irruzione nella sede romana di Eutelia presidiata all'interno dai lavoratori". Stando alla ricostruzione fornita dal sindacato, "Con piedi di porco hanno divelto le porte degli uffici, hanno svegliato i lavoratori che presidiavano la sede puntando loro negli occhi le torce elettriche, spacciandosi per poliziotti, chiedendo i documenti, minacciando gli stessi lavoratori e impedendo loro di muoversi".

Altrove si legge che, per un caso fortuito, all'interno della struttura si trovava pure una troupe RAI: l'autore Federico Ruffo del programma Crash si trovava lì assieme agli operatori per documentare il presidio della sede in zona Tiburtina (analoghe iniziative sono state intraprese dai lavoratori in altre sedi sparse un po' in tutta Italia), e stando a quanto riportato avrebbe filmato l'intera scena. Un girato che ora sarebbe a disposizione delle Forze dell'Ordine, convocate pare dagli stessi lavoratori insospettiti dalle richieste di documenti.

Non è chiaro se, come riferito dal sindacato, i 15 "vigilantes" e l'ex AD Samuele Landi si siano effettivamente qualificati come rappresentanti delle Forze dell'Ordine, così come al momento non è possibile confermare se siano state depositate denunce o siano state aperte indagini ufficiali sull'accaduto. Diverse fonti raccontano che l'intervento della Polizia ha riportato rapidamente l'ordine in una situazione che, vista la sua drammaticità (in ballo ci sono le sorti di migliaia di famiglie), rischiava di degenerare. Landi e i suoi collaboratori sarebbero stati identificati e invitati a lasciare il presidio, e quest'ultimo sarebbe anche stato invitato in caserma per essere ascoltato sull'accaduto.

La vicenda Eutelia in questi mesi si è arricchita di nuovi complessi capitoli. In ballo ci sono quasi 2mila lavoratori, alcuni dei quali provenienti da realtà come Bull e Getronics, un tempo di notevole successo soprattutto nel sud Italia: nelle ultime settimane, come annunciato all'inizio dell'anno, il ramo d'azienda a cui fanno capo commesse pubbliche e private per decine di milioni di euro è stato ceduto alla società Agile, a sua volta confluita all'interno del Gruppo Omega. A partire da questa operazione, risalente a metà giugno, i lavoratori hanno a più riprese manifestato le loro perplessità sulle prospettive industriali della neonata società, oltre a lamentare qualche ritardo nella corresponsione del salario. Da parte sua, il Gruppo Omega riferisce invece la scarsa disponibilità dei lavoratori ad affrontare la questione del risanamento aziendale.

L'episodio di oggi ha comunque definitivamente portato alla ribalta l'intera vertenza sul palcoscenico politico nazionale. ╚ notizia di queste ore che, alle continue richieste del sindacato per la convocazione di un tavolo di confronto a Palazzo Chigi, sono seguite le richieste al Governo di riferire in Senato sulla vicenda da parte del vicecapogruppo dell'Italia dei Valori Antonio Borghesi: "╚ necessario - ha detto il senatore - applicare immediatamente la legge Prodi-Marzano che non solo esautorerebbe l'attuale proprietà, ma permetterebbe, anche, di recuperare le commesse perse volontariamente dopo avere incassato i crediti e licenziato i lavoratori".

Quella di Borghesi non è comunque l'unica voce alzatasi oggi per chiedere un chiarimento sull'intera faccenda: anche il capogruppo al senato del Partito Democratico Anna Finocchiaro ha parlato di "fatto gravissimo", testimonianza di un "imbarbarimento dei rapporti tra le parti sociali, contro il quale tutte le forze politiche devono mobilitarsi". Anche in questo caso il senatore Finocchiaro ha inviato il Governo a riferire alle Camere sulla vertenza.

In una nota fatta pervenire a Punto Informatico, Eutelia ha voluto precisare quanto segue: "In riferimento ai fatti verificatisi questa mattina presso gli uffici di Via Bona a Roma, appresi dalla stampa e dai quali Eutelia si dichiara estranea, si ritiene comunque doveroso rappresentare come essi siano il deprecabile epilogo di una situazione gravissima che è andata esasperandosi ogni giorno di più e che Eutelia ha più volte segnalato alle Autorità competenti". Secondo l'azienda di Arezzo "Da oltre dieci giorni, infatti, alcuni dipendenti della società Agile Srl, anch'essa con uffici nello stesso edificio di Via Bona, stanno impedendo di fatto l'accesso ai locali dell'intero stabile".

Eutelia, che ribadisce di aver segnalato da tempo la questione alle autorità, fa presente "come ai suoi dipendenti e tecnici venisse negato l'accesso alla propria postazione di lavoro: peraltro, nello stabile sono presenti aree riservate gestite da Eutelia e sottoposte alla sua responsabilità, abilitate alla tutela di informazioni classificate. Sempre nello stabile è presente un NOC (Network Operation System) la cui impossibilità ad operare direttamente nella sede aggiunge ulteriori rischi di interruzione di pubblico servizio". In conclusione, l'auspicio è che "questa situazione estremamente critica, che non ha nulla a che vedere con una pacifica occupazione, e che rischia di minare irreparabilmente situazioni lavorative di aziende estranee come la scrivente Eutelia, possa trovare presto una soluzione positiva per tutti".

Luca Annunziata
Notizie collegate
  • BusinessWiMax, Eutelia abbandona la garaL'azienda italiana interrompe l'iter procedurale per l'assegnazione delle licenze e investe pi¨ risorse nel neonato Mobyland, operatore mobile polacco
  • BusinessEutelia, interrogazione al SenatoLa vicenda dell'operatore toscano arriva a Palazzo Madama. Il piano presentato non convince i senatori del PD? Richiesti chiarimenti sulla richiesta di cassa integrazione per i lavoratori
  • BusinessVicenda Eutelia, lo scioperoL'azienda ha comunicato la dismissione del proprio comparto IT ma secondo i sindacati avrebbe dovuto informare i rappresentanti dei lavoratori e fornire informazioni pi¨ dettagliate sui motivi della scelta
  • AttualitàEutelia, oggi i lavoratori in piazzaCorteo ad Arezzo, sede dell'azienda toscana. Duemila posti a rischio. Si protesta contro la dismissione del comparto IT. Ma l'azienda insiste: era inevitabile
35 Commenti alla Notizia Eutelia, occupazioni e sgomberi
Ordina
  • Salve,
    Dopo di questo manca solo che i veritci della societß si dichiarino estranei (cosa giß fatta) e che i nostri legislatori neghino l'accaduto affarmando che l'occupazione è un atto immorale e illegale.

    Adesso raffrontiamo questo periodo con un preciso periodo della storia Italiana, da fine Ottobre del 1925 al 1945 (si un ventennio), il processo e solo pi˙ lento (ma se si continua su questa strada il risultato sarß il medesimo).

    Cmnq, il risultato puˇ essere letto sui libri di storia (se nel frattempo non saranno "corretti").
    non+autenticato
  • secondo me e' partito tutto gia' nel maggio '94, quindi sono gia' 15 anni e se gli italiani non si svegliano supereremo anche il ventennio!!
    non+autenticato
  • Comprendo bene i problemi e le ansie dei lavoratori. Occorre però dire anche la verità. Io scriverò la verità sulla occupazione dei locali (quella sull'intrusione dei vigilantes la stanno già descrivendo altri).
    Non c'è alcuna legittimità nell'occupare. Le leggi sono chiarissime,
    come altrettanto chiaro è il metodo (vigliacco? furbesco?) di operare di chi dovrebbe fare rispettare le leggi. Forte con i deboli (singoli cittadini, persone non organizzate, extracomunitari), debole con i "forti", almeno nel senso di persone con alle spalle una organizzazione, un sindacato ecc.
    Allora, prima che ci troviamo in un paese in guerra civile, occorre che qualcuno - inutile grillo parlante, il cui destino è solo di essere calpestato, lo so - dica e scriva che
    NON è legittimo occupare le fabbriche;
    NON è legittimo interrompere i treni;
    NON è legittimo interrompere le strade/autostrade
    ecc. ecc. ecc. a seguire (NON è legittimo disegnare graffiti sui muri di non consenzienti...)
    Per la legge attuale è un REATO, poi come dire, abbiamo quelle favolose specialità "tarallucci e vino" con cui in Italia tutto si sistema.
    Non vale nemmeno che per dire i manifestanti "non siano offensivi e stiano a braccia alzate", perché quando uno occupa una sede stradale buono buono e con le braccia alzate, il problema da risolvere è che sgombri la strada, non che si metta a menare...
    Per dire, quando c'è una controversia per una casa tra un proprietario ed un affittuario, se quest'ultimo smette di pagare la pigione fa un atto arbitrario, come tale - dovrebbe - da punire.
    Poi il giorno che si cambiano le leggi, allora si potrà anche fare in altro modo.
    saluti, torno nella mia tana sottoterra.
    non+autenticato
  • Quale organizzazione privata (vigilantes o squadraccia, chiamala come vuoi) è autorizzata a usare violenza contro il prossimo?
    Quale legge lo prevede?
    Avvertici quando cambiano le leggi perché (per adesso) NON è legittimo.
    Qui la posta in gioco ha molta più importanza del mero diritto di proprietà di un azienda fallita: si chiama libertà.
    Te dove lavori? Ti senti al sicuro dalla crisi? Ti è mai sfiorato il dubbio che un giorno potrebbe capitare a te o a tuo figlio di trovarti nella condizione di questi manifestanti? E se un giorno avessi qualcosa da dire e nessuno ti ascolta e ti viene voglia di MANIFESTARE, sei sicuro di vivere in un paese che ti tutela?

    Fai finta per un attimo di essere fra loro:
    http://www.crash.rai.it/sito/default.asp
    non+autenticato
  • - Scritto da: Luther Blisset
    > Quale organizzazione privata (vigilantes o
    > squadraccia, chiamala come vuoi) è autorizzata a
    > usare violenza contro il
    > prossimo?

    violenza è anche l'occupare sedi di terze persone.

    > Quale legge lo prevede?
    quale legge prevede le occupazioni ?

    > Qui la posta in gioco ha molta più importanza del
    > mero diritto di proprietà di un azienda fallita:
    > si chiama
    > libertà.

    certo certo. Se ti prendi la libertà di esercitare violenza per la tutela dei tuoi diritti poi non piangere se anche altri si prendono tale libertà.

    > giorno avessi qualcosa da dire e nessuno ti
    > ascolta e ti viene voglia di MANIFESTARE, sei
    > sicuro di vivere in un paese che ti
    > tutela?
    >

    posso venire a manifestare nel tuo salotto ? d'altronde il manifestare è un diritto quindi non puoi opporti alla mia legittima richiesta.

    > Fai finta per un attimo di essere fra loro:
    > http://www.crash.rai.it/sito/default.asp
  • Manifestare è un diritto sancito dalla costituzione, menare NO.
    Se non capisci la differenza e inutile che te la spieghi.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Luther Blisset
    > Manifestare è un diritto sancito dalla
    > costituzione,

    Bene. A che ora passiamo da casa tua, (nel tuo salotto, come si suggeriva poco sopra) per manifestare?
    Pensavamo di portare qualche uova piena di vernice, qualche bengala e altre delizie dell'armamentario tipico del provocatore/blackblock/centro_sociale/finto_pro_Cucchi, ecc.. Non so ancora quale costume indosserò...


    > menare
    > NO.

    Concordo pienamente

    > Se non capisci la differenza e inutile che te la
    > spieghi.

    Questo temo valga anche per te.

    Buona serata.

    Z.
    non+autenticato
  • invece di andare a manifestare nel salotto dell'amico e' meglio che tu vada al parlamento.. attualmente ce n'e' estremo bisogno, credimi!!
    non+autenticato
  • - Scritto da: skyeye
    > invece di andare a manifestare nel salotto
    > dell'amico e' meglio che tu vada al parlamento..
    > attualmente ce n'e' estremo bisogno,
    > credimi!!

    Per favore, leggi meglio quello che ha scritto nr e quello che ho scritto io.
    Ok a manifestare, ma nel pieno rispetto delle leggi.
    non+autenticato
  • Berlusconi vi ha proprio fatto il lavaggio del cervello! Tutti coloro che non approvano certi comportamenti da parte del "datore di lavoro" sarebbero dei rimastini da centro sociale ...
  • - Scritto da: Joe Tornado
    > Berlusconi vi ha proprio fatto il lavaggio del
    > cervello! Tutti coloro che non approvano certi
    > comportamenti da parte del "datore di lavoro"
    > sarebbero dei rimastini da centro sociale
    > ...

    Leggi meglio il mio commento precedente. Non si risponde all'illegalità con l'illegalità. Altrimenti torniamo alle BR o ai terroristi neri/fascisti.

    PS: avresti bisogno di una "prova grtutita senza impegno" nella democrazia ad alzo zero dell'ex DDR. Visto che qui stai così male.
    PS2: non voto PDL.
    non+autenticato
  • Se l'illegalità consiste nell'occupare, senza danni, a tempo determinato, e con limitati disagi nei confronti degli altri, la sede di un'azienda, con lo scopo di attirare l'attenzione su un problema che evidentemente non è stato possibile risolvere in altro modo, la approvo al 100%. Del resto, i dipendenti che operano in questo modo sono certamente consapevoli di prendersi delle pesanti responsabilità: tentate le altre strade, non è rimasta loro che quella.
    Tutto ciò al di là del terrorismo, dittature sovietiche e quant'altro; e no, non sto così male qui (quando mai lo avrei scritto ?), perchè ho la fortuna di avere un lavoro sicuro e ben retribuito. Ma, rispetto a molti miei coetanei, mi sembra di essere un privilegiato.
  • Premetto che non conosco tutti i dettagli della faccenda ma solo le informazioni passate sui media, pertanto preciso che parlo in generale.

    - Scritto da: Luther Blisset
    > Manifestare è un diritto sancito dalla
    > costituzione

    L'articolo 40 della Costituzione dice proprio che "Il diritto di sciopero si esercita nellĺambito delle leggi che lo regolano": mi risulta che i picchetti di scioperanti non possano, per legge, trattenere quanti manifestano l'intenzione di entrare nel luogo di lavoro, oppure di uscire. Situazione che - secondo quanto si legge - si è invece verificata in Eutelia. Pertanto questi signori, con tutte le ragioni che possono avere e con tutta la solidarietà che meritano, hanno deliberatamente deciso di porsi fuori dalla legge.

    Fingere che solo "gli altri" abbiano sbagliato è un modo di distorcere la realtà.

    >, menare
    > NO.

    Concordo in pieno. E nessun comportamento precedente lo può giustificare. Se le botte ci sono state è giusto che questi squadristi (non sono niente di meno) vadano a sbollire per qualche tempo in galera. Insieme a chi li ha comandati, ovviamente.

    > Se non capisci la differenza e inutile che te la
    > spieghi.

    Se si guarda solo una faccia della medaglia, si fa un torto alla verità, imho.
  • Eutelia sta benone e dopo queste vicende starà ancora meglio.

    L'operazione che questi galantuomini hanno fatto è stato scorporare un ramo dell'azienda che consideravano non più produttivo e darlo in pasto a degli sciacalli che di mestiere dismettono attività e licenziano persone, cercando di recuperare tutto il possibile.

    La cosa che sconcerta è che tra le persone che verranno licenziate ci sono delle professionalità incredibili, che hanno fatto la storia dell'informatica italiana e che ancora ieri stavano lavorando nei ministeri, alla RAI ecc.
    non+autenticato
  • mah, è l'ennesimo capitolo dello spezzatino Olivetti... ogni tanto tirano fuori dal freezer qualcuno dei tagli rimasti e se lo mangiano.
    Funz
    13017
  • il cul° da parte di Eutelia.

    Avrei fatto volentieri a meno di commentare questa notizia, ma non ci si può esimere dopo aver letto il comunicato inviato dalla società in questione alla redazione di PI.

    Non pagano gli stipendi da 4 mesi, e fanno pure le vittime.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 10 discussioni)