Giorgio Pontico

Bing cerca di tutto un po'

Oltre ad alcune nuove sezioni, gli ultimi ritocchi al motore decisionale includono una più stretta interazione con Wolfram Alpha

Roma - Video, mappe, un'iniezione di semantica: Microsoft ha ritoccato ancora un volta Bing, il motore decisionale lanciato qualche mese fa.

Stavolta i cambiamenti lasciano intendere che BigM voglia ampliare il raggio d'azione della sua creatura: il marchio MSN continua a tramontare e cede i filmati a Bing Videos che, insieme a Bing Maps, potrebbe costituire l'impalcatura per un nuovo portale sfaccettato dedicato ricerca online.

Ad implementare la mole di dati restituita dal motore di Redmond vi è anche un nuovo accordo con Wolfram Alpha, che secondo alcuni sarebbe stato ormai fagocitato da Bing, il quale ne utilizza appieno le API rilasciate poco tempo fa.
Bing, che nel frattempo continua a crescere sul mercato statunitense, sembra dunque voler raccogliere quante più informazioni possibile: non importa se la fonte sia un social network o un altro motore di ricerca. L'interesse del search per il real time, come testimoniano i nuovi filtri di Google, cresce di giorno in giorno e Bing non sembra volersi far trovare impreparato.

Giorgio Pontico
Notizie collegate
13 Commenti alla Notizia Bing cerca di tutto un po'
Ordina